Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Le scale in condominio sono di tutti se l'atto d'acquisto non è contrario

Le scale in un edificio in condominio devono essere sempre considerate parti comuni a tutti i condomini, se non è diversamente stabilito negli atti d'acquisto.
12 Marzo 2013 ore 19:22 - NEWS Parti comuni
scale , scale condominiali , parti comuni , condominio parziale

Scale in condominioLa storia che andremo a raccontare, riguardante delle scale condominiali, è significativa di che cosa stia a significare il termine condominio .

Non solo ma anche di che cosa possa ed a che condizioni possa considerarsi parte di proprietà esclusiva.

Vediamo più da vicino il perché di queste affermazioni.


Chiusura delle scale


Palazzo di due piani; al primo abitano Tizio e Caio, al secondo Sempronio.

Quest'ultimo, in quanto unico, effettivo, utilizzatore della rampa di scale che dal pianerottolo del primo piano porta alla sua unità immobiliare, decide di compiere delle opere.

In particolare Sempronio fa installare una porta ed eseguire delle opere in muratura proprio in quella parte di scale subito dopo il pianerottolo del primo piano.

Caio non ci sta e decide di fargli causa per ottenere, come si dice in gergo, la remissione in pristino dello stato dei luoghi.

In sostanza, a suo dire le scale, al di là del fatto che egli nel condominio non ha alcuna proprietà ulteriore alla sua abitazione, devono essere considerate condominiali per tutta la loro estensione.

Non era d'accordo Sempronio che per difendere il proprio operato si rifaceva alla funzione di quella parte di edificio.
In pratica secondo l'esecutore delle opere, poiché quella parte di scale serviva esclusivamente a lui, secondo quello che diceva la giurisprudenza, non si dovevano considerare condominiali.

La causa tra Caio e Sempronio, a parte questi nomi di fantasia, è reale ed è arrivata fino alla Suprema Corte di Cassazione.

Prima di esaminare l'esito della vicenda vale la pena osservare che cosa dice, in generale, la Cassazione sulle scale.


Proprietà delle scale in condominio


Scale condominialiLa giurisprudenza, quand'è stata chiamata a pronunciarsi sulle scale ha affermato che esse, come i pianerottoli quali componenti essenziali di esse, elementi necessari alla configurazione di un edificio diviso per piani o porzioni di piano in proprietà esclusiva e mezzo indispensabile per accedere al tetto o alla terrazza di copertura, anche al fine di provvedere alla loro conservazione, tali beni hanno natura di beni comuni ex art. 1117 cod. civ., anche relativamente ai condomini proprietari dei negozi con accesso dalla strada, essendo anch'essi interessati ad usufruire delle scale, e quindi dei pianerottoli, perché interessati alla conservazione (e manutenzione) della copertura dell'edificio della quale anch'essi godono (v. sent. 761/79) (così Cass. 10 luglio 2007 n. 15444).

Stesso discorso per la parte finale delle scale, vale a dire i corridoi che portano alle singole unità immobiliari.

Sempre secondo la Cassazione, infatti, si esclude per la parte finale del corridoio la configurabilità del condominio parziale, dal momento che tale parte non è dotata di autonomia rispetto alla parte anteriore del corridoio quantomeno come volume di spazio e di aria, nonché dal punto di vista estetico (Cass. 10 ottobre 2007, n. 21246).


Ultime novità della giurisprudenza sulle scale


Torniamo alla vicenda di cui abbiamo parlato all'inizio dell'articolo.

Secondo gli ermellini, Sempronio ha sbagliato a considerare quella parte di scale oggetto delle opere contestate qualiìe parte di sua esclusiva proprietà.

Sbagliato come tale intendimento era da ritenersi anche il richiamo alla giurisprudenza fatto per giustificarle.

Si legge nella sentenza che ha risolto il caso che è del tutto inconferente il richiamo alla giurisprudenza secondo la quale la cc.dd. presunzione legale di proprietà come sancita dall'art. 1117 cod. civ. viene meno, oltre che per effetto di un titolo contrario, allorquando si tratti di cose che servano al godimento esclusivo di una parte dell'edificio in condominio formante oggetto di un autonomo diritto di proprietà.

Tale principio, infatti, astrattamente valido nell'ipotesi, che la cosa presenti caratteristiche strutturali, oltre che funzionali, escludenti l'uso e il godimento comune, non può essere invocato con riferimento a quelle strutture essenziali, specificamente elencate al n. 1 del citato articolo, che condizionano l'esistenza stessa dell'edificio alla cui conservazione, quindi, tutti i condomini sono interessati indipendentemente dalla concreta utilizzazione che ciascuno ne possa fare.

Scale comuniCosì dicasi delle scale e, tanto più, dell'unica scala dell'edificio diviso per piani, poiché, come è evidente, il fatto che le parti di essa destinate a raggiungere i piani superiori non siano normalmente usate dai condomini dei piani inferiori non può assumere alcun significato per escludere la proprietà comune dell'intera unitaria struttura in capo a questi ultimi, il che rende priva di qualsiasi rilevanza anche l'asserita circostanza che nel caso di specie mancasse un varco di accesso al tetto dal ballatoio del secondo piano.

La presunzione dell'art. 1117 cod. civ. può essere vinta solo dalla prova del titolo (Cass. 21 febbraio 2013, n. 4419).

Insomma le scale di un edificio in condominio sono sempre di tutti se non è detto diversamente.

riproduzione riservata
Articolo: Scale in condominio, sono di tutti?
Valutazione: 4.56 / 6 basato su 9 voti.

Scale in condominio, sono di tutti?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.226 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Scale in condominio, sono di tutti? che potrebbero interessarti


Manutenzione scale condominiali, ripartizione costi e agevolazioni fiscali per tinteggiatura

Manutenzione condominiale - Il costo per la tinteggiatura delle scale condominiali deve essere ripartito secondo quanto stabilito dall'art. 1124 c.c. e può essere detratto ai fini fiscali.

Tabelle millesimali

Condominio - Le tabelle millesimali servono a ripartire le spese condominiali in modo proporzionale alla superficie e alle caratteristiche delle singole unità immobiliari.

Scale condominiali: l'assemblea può imporre ai condòmini di pulirle a turno?

Manutenzione condominiale - La pulizia scale condominiali può essere affidata a un'impresa qualificata o effettuata dagli stessi condòmini: quali sono i limiti dei poteri dell'assemblea?

Criteri di riparto delle spese per la pulizia delle scale in condominio

Ripartizione spese - Come si ripartiscono le spese per la pulizia delle scale nel condominio? Non esistendo una norma espressa, la giurisprudenza ha dovuto sopperire alla lacuna.

Bonus per lavori condominiali

Condominio - Una risoluzione dell'Agenzia delle Entrate chiarisce che è possibile usufruire del bonus 36% per i lavori eseguiti su tutte le parti comuni del condominio.

Finestre condominiali e spese di manutenzione

Manutenzione condominiale - Le finestre poste sulla facciata dell'edificio sono beni in condominio ed i costi di manutenzione si suddividono tra i condomini secondo i millesimi di proprietà.

Scale condominiali: affissione di quadri e ripartizione delle spese

Parti comuni - Appendere quadri nelle scale condominiali può essere operazione decisa tanto dal singolo condòmino quando dall'assemblea: quali i limiti per entrambi i soggetti?

Scale condominiali: proprietà, pulizia, manutenzione, spese

Parti comuni - Le scale condominiali appartengono a tutti i condòmini o a quelli che se ne servono: con quali maggioranze si decidono interventi di manutenzione e pulizia?

Piè d'oca in una scala

Scale - Il piè d'oca è una particolare disposizione dei gradini di una scala a forma di ventaglio che si usa quando non c'è abbastanza spazio per ricavare un pianerottolo
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img rosamariapagano
Buonasera, Sto ristrutturando un immobile degli anni 60 che allo stato attuale è privo di impianto di riscaldamento come certificato dall'APE allegato al contratto di...
rosamariapagano 19 Febbraio 2021 ore 22:45 7
Img maurizio35
Espongo questo problemaNel 2017 ho eseguito lavori senza che fosse dovuta la presentazione di titolo edilizio ancorchè la spesa potesse legittimamente essere ammessa a...
maurizio35 29 Gennaio 2021 ore 17:55 1
Img d8s4nha
Ciao a tutti! Sono un libero professionista - titolare di redditi esclusivamente derivanti da tale attività - che attualmente aderisce al regime forfetario, pertanto con...
d8s4nha 02 Dicembre 2020 ore 11:29 4
Img shugarth
Buongiorno, io ho una casa suddivisa in due piani su cui il secondo piano interrato adibito a taverna vi si accede tramite scale prefabbricate alla marinara. La mia domanda...
shugarth 25 Ottobre 2020 ore 11:06 3
Img gabrielefranzò
Salve, sono nuovo del forum e spero in un vostro aiuto. Il discorso riguarda l'ecobonus, abitiamo in una casa su due piani dove sotto, diciamo così, abitiamo noi e sopra i...
gabrielefranzò 21 Ottobre 2020 ore 07:44 4