Murature a spina di pesce tra passato, presente e futuro

NEWS DI Facciate e pareti19 Febbraio 2018 ore 16:20
L'opus spicatum, o muratura a spina di pesce, è una tessitura muraria di notevole effetto decorativo, tuttora utilizzabile in edifici con mattoni faccia a vista

Murature a spina di pesce nella storia


I primi a introdurre su larga scala i mattoni di laterizio per la costruzione dei muri furono gli antichi Romani, a cui si deve anche l'invenzione di alcuni apparecchi murari altamente decorativi. Tra questi uno dei più interessanti è sicuramente l'opus spicatum, cioè la tessitura a spina di pesce, riservata quasi esclusivamente all'esecuzione di pavimentazioni da esterni o rivestimenti di vasche e fontane.


Muratura altomedievale con decorazioni geometriche e a spina pesce

Muratura altomedievale con decorazioni geometriche e a spina pesce

Muratura altomedievale con decorazioni geometriche e a spina pesce
Muratura medievale con filari di ciottoli a spina di pesce

Muratura medievale con filari di ciottoli a spina di pesce

Muratura medievale con filari di ciottoli a spina di pesce
Casa medievale con muratura a spina di pesce

Casa medievale con muratura a spina di pesce

Casa medievale con muratura a spina di pesce
Francia: case medievali a graticcio con tamponamento in opus spicatum

Francia: case medievali a graticcio con tamponamento in opus spicatum

Francia: case medievali a graticcio con tamponamento in opus spicatum
Muratura a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects

Muratura a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects

Muratura a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects
Muratura faccia a vista a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects

Muratura faccia a vista a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects

Muratura faccia a vista a spina di pesce dei New Cross Lofts, Chan+Eayrs Architects
Muro di cinta a spina pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Muro di cinta a spina pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Muro di cinta a spina pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects
Opus spicatum nell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Opus spicatum nell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Opus spicatum nell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects
Particolare della muratura a spina di pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Particolare della muratura a spina di pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Particolare della muratura a spina di pesce dell'Herringbone House, Chan+Eayrs Architects

Si deve infatti aspettare l'architettura bizantina e soprattutto l'alto Medioevo per vedere le prime pareti costruite con questa tecnica. Un bellissimo esempio databile VIII sec. d.C.si trova nella Basilica di Santo Stefano a Bologna, dove alcuni filari di mattoni con tessitura a spina di pesce, lastrine di recupero in porfido e marmo, elementi circolari di cotto giallo o rosso e piccoli cubetti formano una composizione di esecuzione abbastanza rozza ma di notevole impatto decorativo.

Nei secoli successivi la tecnica dell'opus spicatum trovò larga applicazione sia negli edifici di pregio come chiese o castelli sia nelle piccole case dei ceti inferiori: l'esecuzione era spesso piuttosto grossolana e caratterizzata dall'uso combinato di ciottoli, scaglie di pietra e mattoni di recupero. I filari tendono a essere imprecisi, con frequenti ondulazioni e linee spezzate; spesso alcune file con mattoni o pietre a spina pesce vengono regolarmente alternati ad altre orizzontali o a zone con tessitura disordinata di pietre appena sbozzate.
In questi casi la muratura era ovviamente intonacata e si adottava la tessitura a spina di pesce per i suoi numerosi vantaggi.

Bologna, Basilica di Santo Stefano: muratura decorativa con tessitura a spina di pesce e motivi geometrici
Una muratura di questo tipo è visibile in una casa probabilmente medievale nel centro storico di Monteveglio vicino a Bologna.

Molto curiosa è anche una casa a graticcio francese dove il tamponamento delle maglie del telaio ligneo è stato realizzato in opus spicatum, probabilmente a scopo soprattutto decorativo.

Dal punto di vista costruttivo, la tessitura spina pesce risulta molto vantaggiosa soprattutto nelle zone con grande disponibilità di pietre naturalmente stratificate come l'ardesia: la posa a 45° consente infatti una grande rapidità di esecuzione e non richiede l'uso di livelle e fili a piombo. Il suo comportamento strutturale e in particolare la risposta alle sollecitazioni sismiche è inoltre migliore di quello di una muratura disordinata in pietrame grazie alle forze di attrito molto elevate che si sviluppano tra ciascun elemento.

Volta a botte con tessitura a spina di pesce nelle imposte
Questa tecnica richiede tuttavia alcuni particolari accorgimenti come la costruzione a perfetta regola d'arte degli spigoli dell'edificio in conci di pietra ben squadrati o mattoni disposti regolarmente e la regolarizzazione della tessitura con alcuni corsi orizzontali di mattoni a intervalli prefissati: le pareti esterne del Castello di Bazzano in provincia di Bologna sono state costruite proprio in questo modo.

Ma la tessitura a spina pesce è attestata anche nella costruzione delle cosiddette volte volterrane, cioè costruite con l'uso di mattoni di piatto, normalmente chiamati in foglio: le tipologie più diffuse sono le volte a botte, a vela o a crociera.
Sono attestate due varianti costruttive: con la tessitura a spina di pesce estesa all'intera superficie della volta, in cui ciascun filare di mattoni appare ruotato di 90° rispetto a quello precedente, oppure limitata alle imposte.

Anche in questo caso il motivo è prettamente strutturale, perché queste volte, ai nostri occhi così perfette e decorative, venivano quasi sempre intonacate.

Siena, piazza del Campo: ammattonato trecentesco con tessitura a spina di pesce
Non mancano infine pregevoli esempi di pavimentazioni eseguite con mattoni disposti per coltello, cioè di taglio: particolarmente famosa è quella di piazza del Campo a Siena, risalente a metà del XIV secolo e formata da un ammattonato in opus spicatum diviso in nove spicchi da larghe fasce di pietra grigia locale.


Opus spicatum nell'architettura contemporanea


Qual è oggi il ruolo dell'opus spicatum nell'architettura contemporanea?

Notevole: la tessitura a spina di pesce è infatti tuttora molto apprezzata soprattutto per la posa di pavimenti in parquet, listelli di gres o tavelle di cotto.

Non mancano però alcuni esempi di interi edifici costruiti con questa straordinaria muratura: gli architetti inglesi Chan+Eayrs ne hanno fatto un loro segno distintivo.
A loro si devono due interessantissimi progetti londinesi.

Il primo, New Cross Lofts, è un edificio per appartamenti che si presenta come un sobrio cubo con ampie finestre vetrate e le pareti di mattoni faccia a vista; il tutto è arricchito dalla texture a spina di pesce disposta in fasce orizzontali e verticali regolarmente alternate.
Il contrastro tra le forme rigidamente squadrate e il dinamismo della muratura genera un effetto estetico decisamente inconsueto probabilmente ispirato dai tradizionali tessuti di tweed.

Herringbone House, Chan + Eayrs Architects
Lo stesso effetto si nota anche nella Herringbone House, la rilettura in chiave garbatamente contemporanea del classico cottage urbano inglese completamente di mattoni: qui l'opus spicatum viene utilizzato sia nella muratura di cinta che nella facciata vera e propria.

Le tessiture murarie sono più ricche e variegate, perché oltre alla spina di pesce in senso orizzontale e verticale troviamo anche la tessitura di fascia, le cimase dei muretti in mattoni di coltello, le cornici delle finestre e fasce ornamentali molto simili a vere e proprie trecce.

Del resto, anche il volume architettonico si presenta maggiormente articolato, grazie al timpano triangolare della facciata laterale al muro di cinta a sviluppo prevalentemente orizzontale.


Murature a spina di pesce a perfetta regola d'arte


La costruzione di una muratura faccia a vista con tessitura a spina di pesce richiede tuttavia una grande cura e una notevole esperienza.

Per aiutare gli artigiani e i propri iscritti, l' Associazione Nazionale degli Industriali dei Laterizi (Andil) ha quindi pubblicato un opuscolo di preziosi consigli.

Vari modelli di tessiture a spina di pesce, Andil
Occorre inoltre considerare che esistono vari modelli di tessiture a spina pesce:
- spina di pesce singola orizzontale;
- spina di pesce singola diagonale;
- spina di pesce singola verticale;
- spina di pesce doppia verticale;
- spina di pesce doppia orizzontale;
- intreccio.

Per la costruzione si procede invece nel modo seguente:

1) Per prima cosa costruire le spallette tra cui realizzare la muratura a spina di pesce, stabilendo in anticipo la tessitura e il passo dei filari e controllando attentamente l’altezza, l’orizzontalità e la messa a piombo.

Muratura a spina di pesce a regola d'arte, Chan + Eayrs Architects
2) Predisporre una dima in compensato del pannello in opus spicatum, togliendo lo spessore del giunto di malta perimetrale dalle dimensioni precedentemente rilevate.

3) Segnare sulla dima alcune linee di riferimento fondamentali per ottenere la posizione esatta dei primi due mattoni: la mediana verticale e orizzontale e due linee a 45° passanti per il centro del pannello.

4) Iniziando dai primi due mattoni individuati in questo modo, disporre a secco tutti i mattoni sulla dima per verificare la correttezza della posa. 5) Segnare sui mattoni laterali il perimetro della dima e quindi tagliarli con precisione.

6) Dopo aver tagliato i mattoni sistemare una staggia lunga come il pannello alla base della muratura di prova di cui al punto 4 e segnare la posizione dei mattoni tagliati.

7) Usare questa staggia come riferimento per sistemare la prima fila di mattoni, fissandoli accuratamente con la malta.

8) Controllare la regolarità della posa a 45° con una squadra, una livella e un filo a piombo, tirando un filo di livello per verificare la cima di ogni corso.

9) Usare una malta di consistenza adeguata per non macchiare i mattoni.

10) Sistemare i mattoni con delicatezza evitando di colpirli con la cazzuola per non rovinare la muratura già eseguita.

riproduzione riservata
Articolo: La muratura a spina di pesce
Valutazione: 4.90 / 6 basato su 10 voti.

La muratura a spina di pesce: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano La muratura a spina di pesce che potrebbero interessarti
Pavimenti di marmo anticato in opus sectile

Pavimenti di marmo anticato in opus sectile

Pavimenti e rivestimenti - I pavimenti di marmo anticato ripropongono stili e disegni tratti da un repertorio decorativo in uso da millenni, secondo uno stile classico molto affascinante.
Murature tradizionali in mattoni

Murature tradizionali in mattoni

Restauro edile - Le murature di alcuni edifici storici ostentano tessiture murarie e pezzi speciali appositamente studiati per rimanere in vista e perciò molto curati esteticamente.
Incatenamento strutture murarie

Incatenamento strutture murarie

Restauro edile - Molto usato nelle strutture antiche, è una tecnica di consolidamento particolarmente utilizzata, che permette il rispetto estetico dell'esistente.

Parquet dall'animo moderno

Arredamento - Tutto il calore del legno, con accenni di modernità, grazie a colori, a forme e a lavorazioni nuove, nelle pavimentazioni a parquet di ultima generazione.

Soluzioni contemporanee per i pavimenti in marmo

Materiali edili - Il marmo è stato utilizzato fin da epoche antiche per l'esecuzione di pavimenti di pregio, semplici o intarsiati, con motivi geometrici, vegetali o figurativi.

Spine e Prese Elettriche

Impianti - Una spina elettrica è un dispositivo di connessione che può essere collegato ad una presa elettrica complementare, per l'alimentazione di un apparecchiatura.

Pareti Rivestite

Ristrutturazione - I tessuti in fibra di vetro GAVATEX rivestono qualsiasi supporto e risolvono i problemi relativi ad intonaci irregolari.

Spine e Prese Elettriche Norme

Impianti - La norma Cei 23-50, con la sua seconda edizione, è la norma di riferimento per le prese e spine elettriche per applicazioni civili e ne descrive le cartteristiche.

Muro in pietra

Progettazione - I muri in pietra, oltre ad assolvere ad una funzione portante per l'edificio, ne condizionano in maniera determinante anche l'aspetto esteriore.
REGISTRATI COME UTENTE
293.355 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Mattoni a vista al mq
    Mattoni a vista al mq...
    60.00
  • Mensola in resina
    Mensola in resina...
    900.00
  • Listello in cotto da rivestimento SanMarco Decor
    Listello in cotto da rivestimento...
    31.15
  • Lastra di gesso rivestito Habito Clima Activ'Air®
    Lastra di gesso rivestito habito...
    15.37
integra
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.