Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

La Multipresa

NEWS Impianti14 Marzo 2012 ore 11:44
La multipresa, comunemente anche nota come ciabatta, è uno dei dispositivi più diffusi nelle abitazioni per sopperire alla mancanza di sufficienti prese a muro.
prese , multipresa , impianto elettrico , impianto

Uno degli oggetti più comuni e diffusi in tutte le case, ritenuti universalmente utili ed efficaci, la multipresa, consente in pochi istanti di sopperire alle mancanze ed incompletezze dell'impianto elettrico di casa, come la presenza di un punto presa nei posti più impensabili. Le multiprese hanno generalmente una forma quadrata o rettangolare e sono caratterizzate dalla presenza di tre, quattro, sei ed in alcuni casi otto punti presa. Le multiprese sono alimentate da un cavo che termina con una spina da 16 Ampere.

Multipresa Gli attacchi sulle multiprese sono in genere equamente distribuite tra prese comuni e prese shuko. Per prese comuni si intendono quelle anche dette italiane, caratterizzate da tre fori (fase, neutro e collegamento di terra sul foro centrale) dove la presa può essere quella con i fori più stretti per le correnti nominali di 10 Ampere o con fori un po' distanziati per correnti nominali di 16 Ampere.

Le ciabatte (nome comunemente affibiato alle multiprese in commercio) più comode, naturalmente, offrono la possibilità di alimentare sia carichi con prese da 10 Ampere che carichi con prese da 16 Ampere grazie alla presenza di prese bipasso. Per presa shuko si intende quella tedesca caratterizzata da due fori e dal collegamento per la terra sulle due predisposizioni metalliche laterali, in tal modo con le ciabatte, o multiprese, si può far fronte a qualsiasi tipo di esigenza di alimentazione elettrica in qualsiasi punto di casa .


Utilità delle multiprese


La multipresa è un dispositivo che può rivelarsi tanto comodo quanto pericoloso. La generica multipresa è caratterizzata da un cavo di alimentazione della sezione misurabile in millimetri quadrati, nettamente inferiore alla sezione necessaria per alimentare tutta le possibili prese che possono essere collegate alla multipresa stessa.


Il cavo di alimentazione della multipresa può essere attraversato tranquillamente da una corrente con un valore nominale di alcuni Ampere, fino ad una decina. Tale valore, però, è piccolo rispetto al valore di corrente assorbito complessivamente dalla multipresa se su di essa vengono collegati fino a quattro o sei carichi elettrici, ciascuno dei quali può assorbire in teoria fino a 16 Ampere. È proprio quest'ultima caratteristica della multipresa, consistente nel concetto di multifunzione, che costituisce uno dei vantaggi principali delle multiprese.

Lo stesso concetto di multifunzionalità della multipresa produce anche una significativa condizione di pericolo, che nasce innanzitutto dall'eccessiva sollecitazione del cavo di alimentazione della multipresa e dall'assenza localizzata di dispositivi di protezione.

Le attuali norme vigenti in materia di impianti elettrici indicano diversi accorgimenti da adottare in fase di progettazione e realizzazione degli impianti, per evitare o quanto meno limitare l'utilizzo di multiprese e di altre soluzioni improvvisate ed inadatte come, ad esempio, le prolunghe.

Queste ultime, in genere, possono essere realizzate facilmente in casa ed inavvertitamente in maniera altrettanta pericolosa: infatti, nella realizzazione di prolunghe, purtroppo, non si presta la dovuta attenzione all'utilizzo di cavi tripolari, costituiti cioè dal cavo di fase da quello di neutro e da quello di terra. Quest'ultimo non collegato, nel caso di utilizzo di cavi bipolari, non offre la dovuta protezione per gli utilizzatori dei carichi elettrici alimentati con prolunghe.

Cavo multipresaLe attuali norme in fase di progettazione degli impianti elettrici ad uso civile prevedono un numero minimo di riferimento negli ambienti dove sono presenti apparecchi elettrodomestici, macchine da condizionamento o c'è la possibilità di accrescere il numero di carichi elettrici.

Un classico esempio è quello dei punti in corrispondenza delle apparecchiature radio televisive dove, usualmente, si verificano sono necessarie diverse prese per la contemporanea presenza di vari dispositivi elettronici quali il televisore, ai diversi tipi di decoder, lettori CD ed altre apparecchiature correlate.

In tale esempio la realizzazione del dovuto numero di prese necessarie più qualcuna ulteriore per eventuali nuove esigenze, permette di evitare il ricorso alla famosa multipresa.

riproduzione riservata
Articolo: La Multipresa
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 6 voti.

La Multipresa: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
317.149 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Impianto elettrico Monza e Brianza
    Impianto elettrico monza e brianza...
    2800.00
  • Solforatrice a zaino elettrica dinamica volpi
    Solforatrice a zaino elettrica...
    299.88
  • Solleva Persone per WC
    Solleva persone per wc...
    1.00
  • Tenda plissettata elettrica
    Tenda plissettata elettrica...
    237.00
  • Zanzariera elettrica anti zanzare mosche lampada
    Zanzariera elettrica anti zanzare...
    30.99
  • Amperometro multimetro tester pinza digitale
    Amperometro multimetro tester...
    25.99
Notizie che trattano La Multipresa che potrebbero interessarti


Elettricità Sicurezza Comfort

Impianti - La diffusione di multi prese e prolunghe nelle comuni abitazioni è dovuta al divario esistente tra le esigenze per le quali sono stati realizzati gli impianti elettrici e le loro variazioni.

Caratteristiche e tipologie delle prese sui piani di lavoro in cucina

Impianti elettrici - La presenza di prese elettriche in prossimità dei piani di lavoro in cucina evita l'uso di scomode prolunghe per l'utilizzo di elettrodomestici e dispositivi.

Adattatori USB e spine in un unico elemento

TV ed elettronica - L'attacco USB è sempre più diffuso per ricaricare dispositivi mobili di qualsiasi tipo. Ecco alcuni tipi di multiprese portatili e ad incasso con adattatore USB.

Prese Elettriche, V3 CEI 64-8

Impianti - La variante V3 della norma CEI 64-8 detta condizioni specifiche con le quali devono essere realizzate e protette le prese in casa.

Modifiche elettriche in casa

Impianti - Come fare e cosa fare quando c'è la necessità di modificare un impianto elettrico per installare una luce o una presa aggiuntiva in un ambiente sprovvisto.

Pericoli domestici: il rischio elettrico

Impianti elettrici - Siamo così abituati all'utilizzo dell'energia elettrica, nelle nostre abitazioni, da dimenticare i rischi connessi all'uso scorretto che troppo spesso se ne fa.

Dispositivi elettrici e condizioni funzionali

Impianti - Oltre ai tradizionali aspetti tecnologici ed estetici, i vari dispositivi di un impianto elettrico sono caratterizzati anche da condizioni funzionali.

Più comfort e meno rischi con un circuito elettrico per bagno a norma di legge

Impianti elettrici - Progettare l'impianto elettrico di un bagno significa confrontarsi con la norma specifica, al fine di disporre correttamente prese e interruttori per la luce.

Sicurezza con cercafase, cercametalli e tester

Idee fai da te - La messa in sicurezza dell'impianto elettrico passa attraverso l'utilizzo di strumenti come cercafase, cercametalli e tester, in grado di individuare eventuali guasti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img berardinelli
Buongiornoil condominio è del 1973, il costruttore non ha mai avuto l'abitabilità.Ora l'amministratore si trova a richiedere i certificati gas ed elettrico a tutti i...
berardinelli 27 Agosto 2014 ore 09:43 4
Img professionelettrico
Troppi infortuni per cause elettriche, ancora oggi, a distanza di 26 anni dalla entrata in vigore della Legge 46/90.Spesso le cause sono da ricercarsi nella approssimazione nella...
professionelettrico 21 Gennaio 2016 ore 22:08 1
Img lily61
Abito all'ultimo piano di una palazzina di tre.In seguito ai lavori di recupero del sottotetto scopro che il condomino sotto di me ha un caminetto la cui canna fumaria passa nel...
lily61 30 Gennaio 2014 ore 18:41 1
Img vin76
Buon giorno,ho un grosso problema e da tempo che mi salta il salvavita anche di notte, non riesco a trovare il guasto.Chi mi puo dire cosa fare?Grazie...
vin76 23 Settembre 2014 ore 18:05 2
Img gemmapo
Ho un piccolo appartamento al mare, in una casa di due piani costruita nel 1963.I contatori dell'elettricità si trovano nell'androne di ingresso.Il mio appartamento si...
gemmapo 16 Ottobre 2014 ore 02:21 1