Espropriazione acquisitiva della pubblica amministrazione

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche01 Settembre 2015 ore 00:12
L'espropriazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione di un bene privato comporta sempre il risarcimento del danno e la restituzione del bene al cittadino.

Espropriazione per pubblico interesse


Espropriazione per pubblico interesseSe lo Stato o altro ente pubblico intende per ragioni pubbliche realizzare un'opera di interesse generale, quale ad esempio una strada o un edificio, che va a occupare terreni di proprietà privata, ha due strade da percorrere: o l'accordo con il privato, oppure l'imposizione.

La prima modalità avviene mediante l'incontro delle due volontà, dunque mediante contratto.

La seconda consiste nell'esproprio del terreno, dunque nell'emissione di un atto autoritativo che porterà all'acquisizione del terreno in proprietà pubblica dietro il pagamento di un indennizzo.

L'espropriazione per pubblico interesse è prevista dall'art. 834 c.c., per il quale:

Nessuno può essere privato in tutto o in parte dei beni di sua proprietà se non per causa di pubblico interesse, legalmente dichiarata, e contro il pagamento di una giusta indennità.


Le norme relative all'espropriazione per causa di pubblico interesse sono determinate da leggi speciali.

La norma del codice civile, emanata in epoca fascista, ha comunque una copertura costituzionale all'art. 42 cost., co.3, per il quale la proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi di interesse generale.

In ambito comunitario anche la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea prevede all'art. 17 che le persone possano essere private della proprietà privata solo per il pubblico interesse, nei casi e nei modi previsti dalla legge e dietro il pagamento in tempo utile di una giusta indennità.


Procedura espropriativa


La procedura espropriativa è regolata dal d.p.r. n. 327 del 8 maggio 2001 intitolato Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità.

In questa sede accenniamo ad alcune delle norme ivi contenute.

L'espropriazione deve dunque avvenire al fine di realizzare opere pubbliche o di pubblica utilità.

Tali norme trovano applicazione anche nel caso di espropriazione a favore di privati e anche se l'espropriazione non comporterà trasformazioni o modificazioni ma interventi funzionali all'utilizzo da parte della collettività di beni o terreni o di un loro insieme.

L'espropriazione riguarda poi solo beni immobili o diritti reali relativi a immobili (v. art. 1).

Il decreto ribadisce che l'espropriazione è consentita nei soli casi previsti dalle leggi e dai regolamenti (v. art. 2).

I procedimenti di espropriazione devono ispirarsi ai principi di economicità, di efficacia, di efficienza, di pubblicità e di semplificazione dell'azione amministrativa (v. art. 2).

Il decreto prevede inoltre, tra tante altre norme, le modalità di comunicazione al privato e di partecipazione dello stesso al procedimento.


Le fasi del procedimento espropriativo e il decreto di esproprio


Secondo l'art. 8, d.p.r. n. 327/2001 1. Il decreto di esproprio può essere emanato qualora:
a) l'opera da realizzare sia prevista nello strumento urbanistico generale, o in un atto di natura ed efficacia equivalente, e sul bene da espropriare sia stato apposto il vincolo preordinato all'esproprio;
b) vi sia stata la dichiarazione di pubblica utilità;
c) sia stata determinata, anche se in via provvisoria, l'indennità di esproprio.


Occupazione acquisitiva e occupazione usurpativa


Espropriazione per pubblica utilitàLa prassi ha visto occupazioni da parte della p.a. non rispettose della procedura prevista; la giurisprudenza aveva così costruito le figure della espropriazione acquisitiva (o espropriativa o appropriativa) e di quella usurpativa, a seconda che – per dirla in termini sintetici e semplificati - ad esempio, l'occupazione fosse invalida sin dall'inizio (usurpativa) oppure da un momento successivo (acquisitiva); a seconda che, in termini generali, avvenisse nell'ambito dell'esercizio del potere pubblicistico o al di fuori; spesso la distinzione si è basata sulla presenza della dichiarazione di utilità, oppure sulla sua validità.

Ad esempio, è stato deciso che le figure dell'occupazione appropriativa e dell'occupazione usurpativa sono riconducibili, l'una, alla irreversibile trasformazione del fondo in assenza di decreto di esproprio, pur a seguito di una dichiarazione di pubblica utilità e, quindi, nell'ambito di una procedura di espropriazione; l'altra, alla apprensione - trasformazione del fondo in assenza, ab initio, della dichiarazione di pubblica utilità (cfr. da ultimo Cass. civ. Sez un., ord.ze nn. 13659 e 13660 del 13.6.2006 e n. 115 giugno 2006 3911) (T.A.R. Firenze n. 1822/2008).

La distinzione tra le due figure, certamente complessa per essere affrontata in questa sede, oggi ha meno rilievo, dato che, come vedremo, entrambe le figure sono bandite dall'ordinamento.

Infatti, inizialmente i giudici italiani avevano ammesso l'acquisizione del bene privato alla proprietà pubblica in caso di occupazione acquisitiva, riconoscendo così al cittadino solo il diritto al risarcimento, ma non quello alla restituzione del bene.

Al contrario, nel caso dell'appropriazione usurpativa avevano riconosciuto al cittadino il diritto alla restituzione e al risarcimento del danno.


Occupazione acquisitiva e Corte Europea dei diritti dell'Uomo


La cosa ha visto l'intervento della Corte Europea dei diritti dell'Uomo la quale in più giudizi ha censurato le forme di espropriazione indiretta, cioè senza titolo, tra cui vi è l'occupazione acquisitiva, qualificandole come illecito permanente ai danni di un diritto fondamentale dell'uomo, garantito dall'art. 1 (intitolato protezione della proprietà) del Protocollo addizionale alla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà fondamentali; ciò senza che abbia rilievo il fatto che sul terreno sia stata eseguita un'opera pubblica, dal momento che l'acquisizione del diritto di proprietà non può mai conseguire a un illecito (v. ad es. la sentenza Carbonara e Ventura c. Italia, 30 maggio 2000 citata da Cass. n. 735/2015).

Secondo la Corte di Strasburgo lo Stato Italiano dovrebbe non solo prevenire e comunque scoraggiare ogni forma di occupazione illecita, ma ove vi siano state, poi, dopo l'occupazione senza titolo, le trasformazioni del terreno dovrebbe favorire la restituzione del terreno (tra tante, v. sentenza Scordino c. Italia, n. 3, 6 marzo 2007, richiamata da Cass. n. 735/2015).


Occupazione acquisitiva e Sezioni Unite 2015


Quest'anno, anche le Sezioni Unite della nostra Corte di Cassazione (sentenza n. 735/2015) hanno bandito l'occupazione acquisitiva per violazione dei diritti dell'uomo: è stato infatti affermato che quando il decreto di esproprio non sia stato emesso o sia stato annullato, l'occupazione e la manipolazione del bene immobile di un privato da parte dell'Amministrazione si configurano, indipendentemente dalla sussistenza o meno di una dichiarazione di pubblica utilità, come un illecito di diritto comune, che determina non il trasferimento della proprietà in capo all'Amministrazione, ma la responsabilità di questa per i danni.

In particolare, con riguardo alle fattispecie già ricondotte alla figura dell'occupazione acquisitiva, viene meno la configurabilità dell'illecito come illecito istantaneo con effetti permanenti e, conformemente a quanto sinora ritenuto per la c.d. occupazione usurpativa, se ne deve affermare la natura di illecito permanente, che viene a cessare solo per effetto della restituzione, di un accordo transattivo, della compiuta usucapione da parte dell'occupante che lo ha trasformato, ovvero della rinunzia del proprietario al suo diritto, implicita nella richiesta di risarcimento dei danni per equivalente.

In sostanza, dunque, non solo in caso di espropriazione usurpativa, ma anche in quello di espropriazione acquisitiva, l'avvenuta occupazione illecita non comporta la perdita della proprietà da parte del cittadino, ma il suo diritto al risarcimento del danno per il periodo in cui egli è stato privato dell'utilità del bene, oltre alla restituzione del bene stesso; egli potrà però, in alternativa alla restituzione, chiedere una somma corrispondente al risarcimento del danno per equivalente.

Sancisce ancora la sentenza in commento che, trattandosi di illecito permanente che viene a cessare solo con la restituzione del bene (e non un illecito a carattere istantaneo, come si riteneva in precedenza) o con la domanda di risarcimento per equivalente, la prescrizione (quinquennale) per la richiesta del risarcimento del danno per equivalente comincia a decorrere dal momento della domanda, mentre quella per il mancato godimento del bene dalle singole annualità.

riproduzione riservata
Articolo: L'espropriazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

L'espropriazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano L'espropriazione acquisitiva da parte della pubblica amministrazione che potrebbero interessarti
Espropriazione Senza Titolo

Espropriazione Senza Titolo

Come districarsi nella valutazione del risarcimento del danno per chi ha subito una espropriazione senza titolo, una tematica sempre attuale e complessa.
Articolo 42 Bis Testo Unico Espropri

Articolo 42 Bis Testo Unico Espropri

L'articolo 42 bis nel Testo Unico sugli Espropri e' destinato a sollevare le attenzioni della Corte Costituzionale e della Corte Europea per i Diritti dell'Uomo.
Occupazione di un immobile e risarcimento del danno

Occupazione di un immobile e risarcimento del danno

L'occupazione senza titolo dei cespiti immobiliari causa un danno al loro legittimo proprietario. La Cassazione specifica come individuarlo e quantificarlo.
Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione

Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione

Il deposito cauzionale dev'essere restituito al momento della riconsegna dell'immobile e se lo si vuole trattenere per i danni, è necessario intentare una causa.
Cosa accade quando il rumore è causato dalla pubblica amministrazione?

Cosa accade quando il rumore è causato dalla pubblica amministrazione?

Anche la pubblica amministrazione deve contenere il rumore entro certi limiti; altrimenti, vi deve porre rimedio per il futuro e pagare i danni, per il passato.
accedi al social
Visibilità AziendeRegistrati
21.263 Aziende Registrate
img azienda img preventivi aziende img redazionale
img impresa img marketing img banner
barra aziende
SERVIZI UTENTIRegistrati
284.899 Utenti Registrati
img mypage img ristrutturazione img preventivi utente
img progettazione img consulenza img mercatino
img cadcasa img forum img computo
img riscaladamento img clima img imu
barra utenti
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Roger&gallet roger&gallet thé vert sapone profumato 100gr
      Roger&gallet roger&gallet...
      5.93
    • Faro barcelona faro 32020 - mini eterfan ventilatore da soffitto bianco brillante-trasparente con motore dc
      Faro barcelona faro 32020 - mini...
      436.74
    • Electrolux eob 6640 aax combisteam forno disponibilita' immediata
      Electrolux eob 6640 aax combisteam...
      426.04
    • Hotpoint-ariston mwha 2012 mb0 hotpoint-ariston forno microonde 700w 20l nero
      Hotpoint-ariston mwha 2012 mb0...
      68.94
    • Guarnieri mobile porta tv supporto per televisori peso max 50 kg colore nero silver - 379
      Guarnieri mobile porta tv supporto...
      171.40
    • Mosquito magnet pioneer
      Mosquito magnet pioneer...
      599.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante kg 3
      Compo floranid prato con...
      26.95
    • Legatrice per piante
      Legatrice per piante...
      34.77
    • Pompa xl 300 electric pro lt 15
      Pompa xl 300 electric pro lt 15...
      292.80
    • Pompa libertis a pressione 5 lt
      Pompa libertis a pressione 5 lt...
      107.60
    • Mosquito magnet pioneer + kit 6 mesi lurex
      Mosquito magnet pioneer + kit 6...
      764.99
    • Kitchen machine kenwood km082 + accessorio tritatutto awat320b01
      Kitchen machine kenwood km082 +...
      764.33
    • Dyson 227296-01 v8 absolute aspirapolvere senza filo
      Dyson 227296-01 v8 absolute...
      499.00
    • Rowenta filtro hepa aspirapolvere rowenta compacteo cyclonic ro3421 ro3486
      Rowenta filtro hepa aspirapolvere...
      10.50
    • Mitsubishi offertissima!! climatizzatore mitsubishi kirigamine zen black unita' interna nera 9000 btu msz-ef25veb
      Mitsubishi offertissima!!...
      380.00
    • Steinberg systems bilancia da banco - 60 kg - 5 g - bianca - lcd
      Steinberg systems bilancia da...
      85.00
    • Wonderweed 300 canna da diserbo
      Wonderweed 300 canna da diserbo...
      24.34
    • Detergente per polverizzatori 100% bio
      Detergente per polverizzatori 100%...
      12.14
    • Grasso per polverizzatori
      Grasso per polverizzatori...
      11.22
    • Pond wizard
      Pond wizard...
      121.98
    • Pomodoro ibrido (alto) beefmaster vfn (bistecca)
      Pomodoro ibrido (alto) beefmaster...
      3.19
    • Pompa a zaino volpi modello super 20
      Pompa a zaino volpi modello super...
      81.86
    • Elchim 220117021 2001 hp asciugacapelli
      Elchim 220117021 2001 hp...
      38.89
    • Zg mobili castello |letto a castello|
      Zg mobili castello |letto a...
      1.52
    • Fan europe inc-polaris-r3 bco - faretto a incasso rotondo orientabile con luce led di colore bianco 3 watt 4000 kelvin
      Fan europe inc-polaris-r3 bco -...
      8.72
    • Black & decker elettrosega motosega da potatura elettrica a filo lunghezza lama 40 cm potenza 1800 watt - cs1840
      Black & decker elettrosega...
      87.12
    • Artemide applique artemide pirce micro parete oro led 27w 3000k ip20 1248020a
      Artemide applique artemide pirce...
      220.00
    • Vortice scrr5
      Vortice scrr5...
      26.00
    • Volpi pompa a zaino 12 litri pompante
      Volpi pompa a zaino 12 litri...
      55.14
    • Pompa volpi a spalla modello uni 15
      Pompa volpi a spalla modello uni 15...
      56.73
    • Pompa a pressione volpi garden 8 lt
      Pompa a pressione volpi garden 8 lt...
      29.89
    • Tartarughiera paradise onda 60
      Tartarughiera paradise onda 60...
      91.38
    • Tartarughiera paradise onda 40
      Tartarughiera paradise onda 40...
      57.95
    • Tartarughiera paradise onda 80
      Tartarughiera paradise onda 80...
      132.07
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Policarbonato online
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 290.00
foto 3 geo Roma
Scade il 31 Gennaio 2018
€ 1.00
foto 6 geo Torino
Scade il 02 Novembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Udine
Scade il 10 Maggio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
106293
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok