• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Isolamento termico pareti interne, quali soluzioni adottare

L'isolamento termico interno è realizzato con dei pannelli termoisolanti che vengono applicati a parete per migliorare il comfort abitativo e ridurre i consumi.
Pubblicato il / Aggiornato il

Isolare le pareti con un cappotto termico interno: quali pannelli isolanti per interni scegliere?


I pannelli isolanti per pareti interne caratterizzati da esiguo spessore, variabile dai 3 ai 10 mm, applicabili anche in modalità fai da te, sono quelli in sughero supercompresso e, in altre parole, a grana fine.

Questi isolanti termici si presentano come pannelli o rotoli; dopo essere stati incollati a parete, possono essere lasciati a vista se piace la finitura del sughero oppure essere tinteggiati con pittura traspirante, dopo aver applicato idonea mano di fondo, essere addirittura intonacati.


Come isolare una parete interna dal freddoCome isolare una parete interna dal freddo

Il pannello isolante termico in sughero naturale supercompresso e ultrasottile è ideale per isolare le pareti, per l'isolamento termico soffitto e pavimenti, per rivestire anche le colonne come materiale anticondensa.

Questo genere di pannello non contiene formaldeide, è in polpa di sughero agglomerato supercompresso a grana fine ventilata e selezionata, è libero da scorie e da impurità.

Il materiale serve a rivestire internamente le pareti fredde e umide ma anche a isolare i pavimenti, è traspirante, isolante, antistatico, biocompatibile, il pannello isolante in sughero ultrasottile di Steacom è insomma un regolatore igrometrico capace pertanto di smaltire l'umidità nella parete.

Pannelli per cappotto interno di STEACOMPannelli per cappotto interno di STEACOM

Lo strato di sughero è piacevole a vedersi e gradevole al tatto, è utilizzato anche come isolante acustico, quindi per eliminare i rumori eccessivi ed il riverbero. È adatto anche a correggere i ponti termici per l'elevata flessibilità e compattezza, per isolare pareti curve, cupole o volte.

Una soluzione ideale per isolare le pareti fredde esposte a Nord, non soggette a umidità o muffa, è unire lastre di cartongesso a un isolante in polistirene estruso, isolante termico XPS dello spessore di 3 cm.

Il pacchetto costituente il cappotto interno casa raggiunge uno spessore di quasi 5 cm giacché la lastra di cartongesso è di 1.25 cm mentre lo strato di polistirene estruso è di 3 cm.

Questo pannelli isolanti termici per interno sono costituiti da sostanze compatibili con la salute dell'uomo; alla capacità igroscopica del gesso si unisce l'elevata resistenza termica del polistirene estruso.

Cartongesso con isolanteCartongesso con isolante

Il pannello è pratico e maneggevole, si può comporre e installare a parete anche in modo autonomo, senza l'ausilio di professionisti del settore, possiede conducibilità termica pari a 0.034 W/mK, s'incolla mediante Knauf Perlfix ( se necessario tassellare), eseguendo le indicazioni di posa.


Isolare le pareti interne con pannelli isolanti


L'isolamento termico interno è uno degli interventi attualmente più diffusi in ambito edilizio perché consente il miglioramento del comfort abitativo interno e la riduzione dei consumi energetici.

La coibentazione interna è fondamentale per possedere una casa più calda d'inverno e fresca d'estate, per limitare l'accensione dei termosifoni e dei condizionatori, per ridurre la spesa riguardante i consumi energetici.

Isolare le pareti con un cappotto interno è una soluzione ideale, specie quando non è possibile realizzare un cappotto esterno, magari per il non accordo da parte di tutti i condomini, oppure perché i costi stimati sono eccessivi e insostenibili.
I pannelli isolanti per pareti interne, sono inseriti all'interno delle mura domestiche, soprattutto nella zona Nord, quella esposta maggiormente a venti e al freddo; gli interventi d'isolamento termico interno possono essere compiuti sia da imprese edili specializzate sia in modalità fai da te mediante soluzioni e materiali comunque professionali.

La giovane e dinamica azienda STEACOM S.r.l., specializzata nella ricerca e nella vendita di soluzioni e tecnologie per l'edilizia professionale e per il fai da te, propone diversi sistemi per isolare le pareti con la coibentazione interna.

Se si è dunque intenzionati a isolare dall'interno una o più pareti della casa, è possibile adottare diverse soluzioni, proposte dall'azienda, da scegliere in funzione dello spessore disponibile, del grado d'isolamento desiderato, del materiale che si preferisce, più o meno ecologico, del grado di manualità o di esperienza.

La soluzione di basso spessore (dai 3 ai 10 mm) e in fai da te, è quella dell'incollaggio sulla parete dei rotoli e pannelli termici in sughero supercompresso a grana fine, meglio argomentato di seguito.

Un altro ottimo isolamento invernale, spessore 5 cm, livello fai da te avanzato, è il cartongesso unito a un isolante, oppure, nello spessore di 6.5-9 cm, l'isolante in fibra di legno adatto anche per l'isolamento estivo.

Il sughero biondo agglomerato è una soluzione da 2.5-5 cm di spessore da attuarsi con mani esperte del settore per realizzare un buon isolamento invernale ed estivo.

Ottimo è anche il sistema cappotto interno fatto di pannelli isolanti in fibra di legno , Naturadentro, spessore 4,5-7 cm da mettere in posa sempre rivolgendosi a esperti del settore.




Isolamento pareti interne con l'impiego di una controparete isolante


La coibentazione termica interna può essere fatta inserendo un isolante in fibra di legno all'interno di un telaio composto di profili metallici da cartongesso, che vengono fissati sul muro con idonei tasselli insieme a un telo speciale per limitare i fenomeni di condensa.

Si tratta di un isolamento con sistema a secco privo quindi di collanti, basato su pannelli in fibra di legno, un materiale adatto alla coibentazione termica ed acustica, naturale e molto funzionale.

Tanti sono i vantaggi di questo sistema proposto da Steacom tra cui anche la velocità e semplicità di pulizia nell'esecuzione dei lavori, l'utilizzo di un isolante ecologico e salubre, l'adozione di un materiale traspirante.

Isolare parete dall'interno, by STEACOMIsolare parete dall'interno, by STEACOM

Sono necessari profili di acciaio per la creazione di contropareti autoportanti di cartongesso, un profilo guida a U 50/75 x 40 mm x 0.6, un profilo montante a C 50/75 x 50 mm x 0.6.

L'isolante termico e acustico Naturaflex può avere lo spessore di 4 o 5 cm con profili da 50 mm, spessore 8 cm, 4 più 4 cm, per i profili da 75 mm.
I profili vanno isolati dalle pareti e dal soffitto con guarnizioni monoadesive in polietilene.

Per la tenuta dell'aria e per evitare fenomeni di condensa c'è il telo Intello igrovariabile che si fissa con il nastro biadesivo Duplex; il nastro Tesconvana serve per la sigillatura dei sormonti del telo e per la chiusura di elementi lisci quali tetto e pareti, nel caso siano rifinite a malta fine oppure addirittura lisciate.

Il sigillante orcon F è per la sigillatura del telo INTELLO sulle mura grezze, se rifinite a intonaco grezzo, in altre parole con malta non fine, poi c'è il cartongesso come lastre di finitura.

Isolamenti termici STEACOMIsolamenti termici STEACOM

Riassumendo, si fissano prima le guide per cartongesso con tasselli specifici a soffitto e pavimento, interponendo la guarnizione adesiva, poi si montano i primi due montanti che costituiscono i lati verticali dell'orditura, si prosegue con i restanti montanti rispettando l'interasse di 60 cm.

È posto conseguentemente l'isolante Naturaflex all'interno della gola dei profili, si predispone il nastro biadesivo sui profili metallici, si fissa il manto igrovariabile, il telo posato con un sormonto di 15 cm rispettando i segni tracciati sul rotolo, si sigillano i sormonti e lo stesso telo sulle pareti perimetrali, in più anche sui serramenti, e sugli elementi passanti quali scatole elettriche, impianti, altro.

Il lavoro si completa con lastre di finitura in cartongesso, fissati con viti specifiche, si stucca a regola d'arte, si rifinisce con un primer e tinteggio traspirante.


Sughero isolante: isolamento a cappotto interno con rete porta intonaco


Una soluzione più complessa da un punto di vista operativo è il sistema a cappotto realizzato con pannelli di sughero biondo agglomerato, un isolamento che necessita anche della rete porta intonaco e prevede una rasatura superficiale del pannello.

Sughero isolante Sughero isolante

I pannelli isolanti termici per interni in sughero biondo di Steacom si possono acquistare in lastre da 100 x 50 cm, sono ecologici, traspiranti, privi di formaldeide, con una densità pari a 150 kg/mc, e sono inattaccabili da insetti e roditori, imputrescibili, stabili nel tempo, elettricamente neutri.

Stratigrafia isolamento termico a cappottoStratigrafia isolamento termico a cappotto

Questi tipo di isolamenti interno è adatto per rivestire tetti, pareti e soffitti, per creare cappotti interni secondo una precisa stratigrafia che contempla l'utilizzo di un collante traspirante a parete, del pannello di sughero con tasselli per il fissaggio, altro collante o rasante, la rete in fibra di vetro annegata nel rasante, pittura traspirante di finitura.


Isolamento termico pareti interne con fibra di legno


Un altro sistema per ottenere un ottimo isolamento termico interno è il cappotto in fibra di legno Naturadentro, un sistema che permette di isolare maggiormente dal freddo e/o dal caldo la vostra abitazione od anche una sola stanza, oppure una sola parete (ad esempio le pareti fredde a Nord, o le pareti troppo calde a sud), ottenendo quindi un isolamento naturale utilizzando semplicemente le finiture in argilla e calce.

Il sistema Naturadentro si compone di:

  • pannelli in fibra di legno NATURAWALL, pensati per ristrutturazioni interne e sicuri contro il formarsi di condense pericolose;

  • uno strato di intonaco di fondo assorbente in argilla Claytec, da applicare sotto il pannello NATURAWALL;

  • una finitura interna di rasatura armata e intonachino completamente naturale e assorbente, YOSIMA INTONACHINO DESIGN IN ARGILLA.


L'argilla è un materiale conosciuto fin dall'antichità per la sua capacità di equilibrare la temperatura e stabilizzare l'umidità dell'aria, grazie alla sua caratteristica di accumulare l'umidità, rilasciandola gradualmente, regolando quindi l'umidità relativa dell'aria. Il cappotto isolante interno Naturadentro consente una perfetta gestione dell'umidità interna e garantisce un ambiente perfettamente salubre e confortevole.

Tra i vantaggi di questo sistema abbiamo:

  • un'elevata igroscopicità e diffusività capillare;

  • un ottimo assorbimento di umidità infatti il sistema è l'ideale per l'integrazione con sistemi radianti a parete;

  • il sistema è reversibile, quindi adatto per strutture sottoposte a vincolo.


I passaggi per realizzare un buon isolamento termico per pareti interne utilizzando le fibre di legno


Per una corretta realizzazione di un cappotto isolante interno con pannelli in fibra di legno Naturawall aventi spessore pari a cm 4 o cm 6, si consiglia di seguire le seguenti fasi:

  • verificare l'assenza di possibili infiltrazioni d'acqua dall'esterno della parete;

  • rimuovere con una operazione di raschiatura le finiture non igroscopiche come pitture lavabili e smalti , intonaci cementizi idrorepellenti;

  • regolarizzare il fondo con intonaci a calce per evitare camere d'aria tra parete e sistema di isolamento al fine di garantire una perfetta adesione del collante;

  • preparare il fondo mediante picchettatura fitta degli intonaci esistenti e procedere poi con la pulizia da polvere e parti non coese;


Isolamento termico in fibra di legno Naturadentro

Isolamento termico in fibra di legno Naturadentro

  • preparare il collante-rasante Claytec in argilla, e applicarlo mediante spatola dentata direttamente sul pannello, a letto pieno, Claytec impiegato come rasante sui pannelli di fibra di legno, si stende in prima mano con spatola liscia ed in strato uniforme poi si annega la rete d'armatura in fibra di vetro sullo strato ancora fresco e poi si applica una seconda mano di collante-rasante Claytec coprendo completamente la rete;

  • fissare ulteriormente le lastre al muro mediante i tasselli da cappotto per il fissaggio a filo "STR-U";

  • applicare il rasante e la rete portaintonaco;


Per completare il pacchetto naturale si può rifinire con due mani di Claytec YOSIMA INTONACHINO DESIGN a base di argilla, completamente naturale e assorbente.


Fine Articolo
LA REDAZIONE CONSIGLIA



Isolamento termico interno


Logo STEACOMSe si ha intenzione di migliorare l'isolamento termico interno della propria abitazione, proteggersi meglio da freddo e caldo, ridurre il peso delle bollette e quindi limitare i consumi energetici, non resta che affidarsi a Steacom Srl garante di soluzioni e rimedi efficaci, materiali idonei alla coibentazione interna della casa.

L'azienda è specializzata in soluzioni per la bioedilizia, rimedi antimuffa, sistemi per l'isolamento acustico e termico, finiture d'interni, utilità per la casa, strumenti per la realizzazione dei lavori, soluzioni per l'impermeabilizzazione e l'umidità.

Gestisce anche tecnologie per la sicurezza sul lavoro in ambito industriale, artigianale e lavorativo in genere; commercializza un'infinità di prodotti tra cui isolanti in fibre di legno e vegetali, in sughero, prodotti di argilla, guaine, sigillature e accessori, prodotti antimuffa, pannelli fonoassorbenti, silenziatori per fori di ventilazione, guarnizioni, pennelli, elettroutensili, utensili manuali, guaine bituminose, teli traspiranti, tanto altro per la casa.

isolamento termico interno , pannelli isolanti , coibentazione interna , isolare pareti
riproduzione riservata
Isolamento termico interno: come fare
Valutazione: 4.57 / 6 basato su 89 voti.
gnews
Steacom è un'azienda specializzata nella ricerca e nella vendita di soluzioni e tecnologie per l'edilizia professionale e per il fai da te, isolamento termico e acustico e soluzioni contro l'umidità.

Isolamento termico interno: come fare: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Vincenzo4
    Vincenzo4
    2 giorni fa
    Mi permetto di chiedere un consiglio.
    Sto ristrutturando un appartamento al primo piano di un immobile confinante da soli giardini, quindi lontano da altre abitazioni.
    In passato ho già isolato il soffitto dall'interno, con polistirolo da cm. 5, per ripristinare travi e pignatte, ora che devo completare la coibentazione, quindi le pareti, mi conviene farlo dall'interno o dall'esterno? Sempre se i confinanti me lo permettono.
    Un altra domanda, al piano terra c'è un garage, devo coibentare il soffitto di questo per tutelare l'appartamento sopra o questa spesa la posso evitare?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Vincenzo4
      1 giorni fa
      L'intervento di isolamento termico (cappotto) è meglio sempre eseguirlo dall'esterno per avere una continuità che dall'interno non è possibile.
      Certo, per un risultato ottimale, andrebbe isolata anche la soffitta del garage in modo da evitare le dispersioni termiche dell'appartamento sovrastante.
      Cordiali saluti.
      rispondi al commento
    • Steacom
      Steacom Srl Steacom Srl Vincenzo4
      1 giorni fa
      Buongiorno sig. Vincenzo,le confermo quanto scriviamo nel nostro post https://www.steacom.it/blog/39-guida-allisolamento-termico-interno, e che qui riporto:
      “’L’isolamento termico delle pareti dall’interno di un’abitazione è una soluzione da prendere in considerazione, ad esempio:
      • Quando si vive in condominio e non si riesce a trovare l’accordo tra condòmini in merito alla realizzazione del cappotto termico esterno •
      • Quando i costi dell’isolamento dall’esterno sono troppo alti;
      • Quando è necessario isolare una sola stanza oppure una sola parete, ad esempio le pareti fredde a Nord.”
      Se lei si trova in una delle suesposte situazioni, ha ovviamente interesse a realizzare un cappotto interno.
      Rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti all'email [email protected]  o telefonando allo 0444.1429792
      rispondi al commento
  • Vezio
    Vezio
    Lunedì 20 Febbraio 2023, alle ore 09:17
    Cerco azienda per effettuare un isolamento interni di un appartamento 65mq a Montesilvano (PE) vicino al mare.
    rispondi al commento
  • Vincenzo
    Vincenzo
    Domenica 19 Febbraio 2023, alle ore 14:32
    Vorrei isolare due pareti interne.
    rispondi al commento
  • Alessio
    Alessio
    Martedì 7 Febbraio 2023, alle ore 16:36
    Ho un appartamento di circa 120 mq al terzo piano di un condominio con sopra il tetto e vorrei isolare il soffitto per non patire il caldo d'estate e il freddo d'inverno.
    Premetto che ho un'altezza di 3 mt.
    Cosa mi consigliate per isolarlo al meglio e con quali costi?
    Quali spessori avrà l'isolamento anche in caso d'isolamento con controsoffitto?
    rispondi al commento
    • Attilio1
      Attilio1 Alessio
      Mercoledì 8 Febbraio 2023, alle ore 10:04
      Non riesci ad isolare la soletta da sopra al soffitto nel sottotetto ? Sarebbe la cosa migliore così non monti nulla a soffitto. Comunque dicono che la fibra d'abete rosso sia la migliore contro il caldo
      rispondi al commento
      • Alessio
        Alessio Attilio1
        Mercoledì 8 Febbraio 2023, alle ore 17:54
        Ciao, purtroppo non è accessibile e lo potrei fare solo dal mio appartamento.
        rispondi al commento
        • Attilio1
          Attilio1 Alessio
          Giovedì 9 Febbraio 2023, alle ore 10:17
          Neanche levando le tegole accedendo dall'esterno?
          Avendo 3 m in casa tutto è fattibile, puoi mettere 10 cm di isolamento.
          Ma un conto è schiumare da sopra una soletta, un altro è fare 120mq di ribassamento coibentato, questo sia tecnicamente ma soprattutto a livello economico.
          Peraltro dovrai studiare bene dove mettere i lampadari per farti mettere delle tavole di legno per poterli reggere.
          Non banale ma se è davvero l'unica strada....ad ogni modo io provilegerei il materiale isolante migliore contro il caldo.
          Magari la resa contro il freddo è leggermente inferiore ma comunque isola.
          Quando il caldo picchia almeno lo rallenti.
          Poi più spessore metti e meglio è. Magari altri più tecnici qui dentro potranno aiutarti 
          rispondi al commento
  • Vittorio
    Vittorio
    Giovedì 22 Dicembre 2022, alle ore 11:33
    Vorrei isolare dall'interno una parete esposta a nord, impossibile da isolare esternamente.
    Mi interessa in particolare il sughero agglomerato (da lasciare a vista, se possibile) e vorrei consigli sullo spessore e sui sistemi di ancoraggio (collante più tasselli?).
    rispondi al commento
    • Attilio1
      Attilio1 Vittorio
      Giovedì 22 Dicembre 2022, alle ore 12:13
      Ho fatto lo stesso a casa mia per una parete isolabile solo dall'interno, principalmente però per ridurre il caldo. Ho preso i pannelli di sughero compresso (spessore 5cm) in un centro commerciale, li ho tagliati a misura e prima incollati con del silicone per tenerli fermi, poi sopra ho messo, coi tasselli (bel casino per la profondità da raggiungere) un pannello in mdf che poi ho stuccato ed imbiancato. Adesso sembra sia il muro e il calore effettivamente è molto meno (misurato con la termocamera ma anche a sensazione). Per il freddo forse ci sono materiali più performanti del sugghero, puoi mettere quei materiali e poi ricoprire a vista col sughero grana fine che è bello da vedere rispetto a quello compresso che ha spessori maggiori ma è grossolano da vedere e se lo gratti tende a sfaldarsi. 
      Resta che il fissaggio di qualsiasi cosa tu usi non è banale. Il silicone ti aiuta però poi conviene usare dei tasselli idonei per essere sicuri che tutto stia fermo per sempre. Se ricopri col sugghero fine adesivo, l'effetto sarà molto bello e potrai usarlo per appendere cose lwggere senza problemi
      rispondi al commento
  • Carmine Iuliano
    Carmine Iuliano
    Martedì 6 Settembre 2022, alle ore 17:34
    I rotoli o pannelli di sughero super compresso si possono incollare a soffitto, senza rischiare che nel tempo si stacchino?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Carmine Iuliano
      Mercoledì 7 Settembre 2022, alle ore 16:54
      Sì. Con un idoneo collante non c'è nessun rischio di distacco. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alessandro Melluso
    Alessandro Melluso
    Lunedì 18 Luglio 2022, alle ore 20:42
    Salve amici,chiedo a voi professionisti ed intenditori,ho un appartamento al terzo piano e sopra di me c'è la terrazza del palazzo in cui vivo,d'inverno si sente il freddo e d'estate il caldo,accendere i termo d'inverno e i condizionatori d'estate è uno sreco enorme perché come spengo in poco tempo la terrazza manda il caldo/freddo inficiando la temperatura ottenuta accendendo termosifoni /condizionatori.Stavo pensando e valutando se fare un isolamento interno del soffitto sarebbe utile e abbastanza efficente,che tipo di isolante ci vorrebbe e quali sono i costi?Grazie anticipatamente a chi risponderà 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alessandro melluso
      Martedì 26 Luglio 2022, alle ore 10:40
      Anche dall'interno si può realizzare un ottimo isolamento. La cosa importante è avere l'altezza minima di almeno 2,80 metri in modo da poter operare nei 10 cm. posando dei materassini (spessore 9 cm.) di lana di roccia, vetro, ecc. oppure pannelli di sughero o altri indicati nell'articolo.  Il pacchetto viene, poi, chiuso da una controsoffittatura in cartongesso. I costi variano in base ai materiali posati in opera; si va dai 70/80 €/mq. per i materassini ai 160/170 €/mq. con pannelli di sughero biondo. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Jepril
    Jepril
    Martedì 15 Marzo 2022, alle ore 12:21
    Ho una cucina esposta a nord in stabile vecchio con pareti esterne poco o per nulla coibentate.
    C'è molta condensa sulle pareti, che a volte crea addirittura rivoli, e conseguente muffa.
    C'è anche il dubbio di possibili micro infiltrazioni dall'esterno.
    Vorrei quindi impermeabilizzare internamente le pareti e poi isolarle, sempre internamente, quindi rasarle, senza magari usare il cartongesso, essendo cucina e ambiente umido.
    Userei un prodotto tipo Mapelastic sulla parete interna messa nudo, di fatto sigillando la parete.
    Poi i pannell di sughero biondo Steacom con collante traspirante e qualche tassello, spess max 5cm.
    Poi mano di rasante con rete (per non usare il cartongesso).
    Poi mani di finitura e pittura antimuffa, senza piastrellare.Il dubbio è se usare sughero, che traspira, ma non so quanto le mani di finitura lasciano traspirare, oppure altro materiale tipo polistirene.
    Grazie per un consiglio
    rispondi al commento
    • Attilio1
      Attilio1 Jepril
      Martedì 15 Marzo 2022, alle ore 17:06
      Penso che il tuo problema sia il grosso salto termico tra fuori freddo e dentro molto caldo e umido (tipico di una cucina). Probabilmente spesso anche i vetri delle finestre saranno bagnati internamente. L'umidità che cola è condensa, non viene da fuori. Altri più tecnici ti sapranno dire sul rasare etc. Se proprio proprio non puoi isolare da fuori, all'interno non hai molta scelta e devi fare come dici. Fallo d'estate quando la parete è bella aciutta, poi vedi tu quale prodotto ti conviene usare. Io in mansarda ho usato i pannelli di sughero 5cm, poi sopra ho messo del MDF e ho imbiancato, In quaesta maniera sembra un muro e posso attaccare ciò che mi serve senza troppi patemi. Secondo me ad ogni modo se dai delle mani di finitura non traspira più il sughero. Poi il sugero stesso è ottimo ma dicono sia meglio per rallentare il passaggio del caldo (nel mio caso era lo scopo principale), se nel tuo caso si tratta solo del freddo magari puoi trovare degli isolanti più economici ed altrettanto validi. Come detto, sopra poi dovrai mettere qualcosa per renderlo tipo il muro, in cucina il cartongesso per ambienti umidi (quello di colore verde azzurro) dovrebbe andare bene
      rispondi al commento
  • Teo77
    Teo77
    Sabato 8 Gennaio 2022, alle ore 16:28
    Ho una camera molto fredda con due pareti esposte.
    Anche il soffitto risulta esposto perchè sopra c'è una terrazza che occupa circa 1/3 del soffitto.
    Nell'angolo freddo si crea spesso muffa e condensa e ogni anno sono costretto a intervenire con antimuffa per ridurre il problema.
    Il fatto è che questa stanza è già relativamernte piccola (14mq) e con soffitti bassi (2,68cm). coibentando dall'interno le due pareti più il soffitto di quanto mi abbasserei e di quanto ridurrei le pareti?
    La camera è esposta a sud ovest ma nonostante questo le temperature in inverno in prossimità dell'angolo sono davvero basse.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Teo77
      Giovedì 13 Gennaio 2022, alle ore 16:31
      Per avere dei buoni risultati è consigliabile un pacchetto da 3 cm. di sughero. Il problema sta nell'altezza della stanza che già con i suoi attuali 2,68 metri non rispetta i parametri urbanistici minimi. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mauriziovannoni
Ciao a tutti, volevo sentire anche la vostra opinione su questo argomentoHo un piccolo bagno a piano terra e sulla parete esterna, in alto (dove ovviamente risulta più...
mauriziovannoni 22 Ottobre 2023 ore 11:15 1
Img dalmar79
Salve. Sto cercando una nuova casa e ho trovato un appartamento che ci potrebbe interessare, ma prima di fare il passo volevo delle informazioni circa alcuni lavori interni.
dalmar79 09 Dicembre 2022 ore 10:52 1
Img paoloan
Salve, ho necessità di installare dei pannelli Aeropan in aerogel all'interno di una stanza per mq. 40 circa. Il ciclo di applicazione prevede la raschiatura delle pareti...
paoloan 30 Ottobre 2017 ore 21:11 3
Img mr.pizza
Buonasera, ho necessità di rifare la veranda di un cucinino e annessa pavimentazione e piastrellatura sui muri. Il verandista mi ha detto che con le nuove verande a taglio...
mr.pizza 18 Agosto 2017 ore 22:18 9
Img cfcpol
Vendo pannelli Isopan tipo "Pir" a sandwich completamente nuovi ancora imballati circa 90 mq OTTIMO PREZZO.Per qualsiasi info basta chiedere.
cfcpol 08 Luglio 2015 ore 07:55 1