Come installare un neon verificandone i componenti

NEWS DI Idee fai da te01 Settembre 2015 ore 09:28
Come eseguire la sostituzione delle vecchie lampade al neon, procedendo a una verifica dei singoli componenti in modo facile e sicuro, seguendo semplici regole.
installare neon , starter

Lampade al neon nel tempo


In un mondo sempre più illuminato dalle nuove generazioni di lampade a Led, parlare delle vecchie lampade al neon può sembrare anacronistico, ma occorre tener presente come ancora oggi le lampade a scarica caratterizzate dal gas presente nella ampolla di cui sono provviste sono impiegate in molti ambienti domestici e di lavoro.

Illuminazione con neon di colori diversiIl costo abbastanza modesto, il vantaggio derivante da una efficiente utilizzazione dell'energia elettrica, superiore rispetto a quella delle lampade a incandescenza, ne favoriscono ancora l’uso, in quelle situazioni in cui diventerebbe troppo oneroso modificare lo stato di fatto.

Le lampade in questione, genericamente denominate al neon, in realtà possono contenere gas diversi dal Neon, come Argon, Kripton ecc., di conseguenza anche il colore da esse prodotto può variare. Per questo motivo le lampade al neon sono state molto impiegate per realizzare insegne pubblicitarie, illuminazioni di ambienti di lavoro, acquari, ecc.


Luce e colore percepito


La luce emessa dalle lampade alimentate dai gas descritti, viene percepita dall’occhio umano con una diversa gradazione di colore, per cui se essa tende al rosso, si parlerà di luce calda, se tende al blu, si parlerà di luce fredda.Con le tradizionali lampadine a incandescenza o alogene, non si può scegliere il colore della luce prodotto dalla lampada, in particolare nelle vecchie lampadine tradizionali funzionanti con il passaggio di energia elettrica attraverso un filo incandescente, il colore di base è il rosso.

La percezione del colore in base al grado di luminositàQuesta incandescenza produce luce con una temperatura e un colore pressochè unico, la qual cosa non avviene con le lampade a Led, le quali usano una tecnologia completamente diversa e molto più avanzata, tale da rendere possibile la scelta della gradazione del colore desiderato.

La luce prodotta dalle lampade a neon è più fredda rispetto a quella prodotta dalle lampadine a incandescenza, pertanto il loro impiego è più adatto a illuminare scene in cui è necessario contrastare fortemente i colori delle parti illuminate. I neon a luce fredda non sono consigliabili per la lettura e lo studio, a causa dell’impercettibile sfarfallio dovuto alla presenza del gas all’interno dell’ampolla, responsabile dell’affaticamento visivo.

Le caratteristiche sopradescritte, unitamente alla lunga durata di tali lampade, ne hanno favorito la diffusione negli anni passati. Un esempio clamoroso è rappresentato da un piccolo locale di Los Angeles, per la precisione il ristorante Clifton’s Cafeteria, in cui una lampada al neon occultata all’interno di una intercapedine, è rimasta accesa per circa 30 anni.


La verifica di una lampada al Neon


Tanto premesso, vediamo ora come procedere in presenza di una lampada al neon che manifesta sfarfallio eccessivo, difficoltà di accensione, alternanza luminosa.

Su due piedi non è possibile stabilire subito quale parte della lampada non va, in quanto l'intero corpo illuminante risulta costituito da diversi elementii come lo starter, il reattore, il supporto metallico portalampada e il tubo fluorescente.

Uno starter per lampade fluorescentiLo starter funge da interruttore temporizzato ed è costituito da due elettrodi contenuti in un'ampolla di vetro contenente gas inerte.
L'ampolla è a sua volta contenuta in un tubo di metallo, per cui al momento dell'accensione lo starter fa passare corrente per 1-2 secondi aprendo il circuito e facendo diventare incandescenti i filamenti di innesco della scarica di gas contenuta.

Il reattore invece regola l'intensità della corrente alla lampada, ne permette l'accensione e successivamente ne consente l'alimentazione.

Il supporto metallico costituisce il portalampada a cui sono ancorati i vari componenti elettrici precedentemente descritti.

Ogni operazione comportante verifica, smontaggio ecc. dei componenti sopracitati, richiede necessariamente l'interruzione dell'alimentazione elettrica.

Un portalampada per lampada ad anelloDopo aver acquistato la nuova lampada e avendo cura di farne verificare il corretto funzionamento dal negoziante venditore, si procederà alla sua installazione smontando la lampada vecchia e inserendo la nuova negli appositi alloggi fissati nel portalampada.

Qualora dopo aver cambiato la lampada, dovesse rendersi impossibile l’accensione della stessa, è necessario procedere con la sostituzione dello starter, ossia il componente di forma cilindrica disposto lateralmente al tubo illuminante.

Se purtroppo dopo aver anche sostituito lo starter, non si riesce ancora ad accendere la lampada, occorrerà controllare il reattore al fine di valutare se sostituirlo o ripararlo.

A questo punto consiglio di smontare il reattore dal portalampada. Tale operazione comporta una minima perizia, occorre infatti svitare poche viti e disconnettere alcuni cavetti.

Una volta rimosso il reattore se ne può acquistare uno identico in un negozio di materiale elettrico. Con uno smartphone è utile fotografare lo starter per illustrare al negoziante in maniera più precisa quanto ci occorre.

Il reattore in alcuni casi può anche essere riparato, ma tale operazione è preferibile venga eseguita da persone competenti e non in fai da te .

Tutte le operazioni sopradescritte presuppongono il corretto collegamento tra loro di tutti i componenti elencati; può capitare in alcuni casi, manipolando un vecchio portalampada o cambiando la disposizione dei punti luce, di scollegare accidentalmente alcuni componenti, per poi tentare di rimontare il tutto senza rispettare il corretto collegamento tra i componenti elettrici.

Al fine di evitare inutili e pericolosi tentativi di assemblaggio, indipendentemente dalla tipologia di lampada da assemblare, è bene tener presente lo schema di corretto montaggio dei componenti illustrato di seguito.

Schema di collegamento dei vari componenti di una lampada fluorescente
Per chi volesse impiegare lampade più moderne senza dover cambiare portalampada e localizzazione del punto luce, ricordo la possibilità di impiegare in luogo dei tubi al neon, dei tubi a Led.Con essi è possibile ottenere numerosi vantaggi, come un risparmio di energia fino all’80%, una maggiore durata, una assenza di costi di manutenzione, accensione immediata, stabilità del flusso luminoso e nessuna sostanza pericolosa da disperdere nell’ambiente.

Illuminazione con neon a LedInoltre, non emettendo raggi dannosi per la vista, in caso di esposizione diretta sono consigliabili in tutti gli ambienti di lavoro e domestici.

La caratteristica di non emettere calore ne consiglia l'uso per l'illuminazione di vetrine espositive in cui sono disposti oggetti le cui superfici possono essere danneggiate dalla presenza di fonti di calore.

L'impiego dei moderni Neon a Led non comporta necessariamente la sostituzione dei portalampade, in quanto le nuove lampade si adattano facilmente negli alloggiamenti di quelle tradizionali.

riproduzione riservata
Articolo: Installare un neon in fai da te
Valutazione: 4.13 / 6 basato su 8 voti.

Installare un neon in fai da te: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Installare un neon in fai da te che potrebbero interessarti
Neon: lampade fluorescenti

Neon: lampade fluorescenti

Lampade a sospensione - Tra le più note e più diffuse tipologie di lampade fluorescenti troviamo i neon, presenti in tutte le case, e le fluorescenti compatte dall'anima verde.
Led, problemi calore e sostituzioni

Led, problemi calore e sostituzioni

Impianti elettrici - La caratteristica fondamentale dei led è di essere delle sorgenti di luce puntiformi, con un elevato rapporto tra la potenza luminosa resa e quella elettrica assorbita.
Diffusori di luce

Diffusori di luce

Progettazione - I diffusori di luce a parete rappresentano una soluzione interessante per illuminare in maniera adeguata gli ambienti. Più economici di altri sistemi, garantiscono un'ottima resa e un bell'effetto finale.

Soluzioni per l'acqua di casa

Impianti idraulici - Si calcola che tra i problemi più gravi che l'umanità si troverà ad affrontare nel prossimo futuro ci sarà quello della carenza di acqua.

Tecnologia LED: usi consolidati ed innovazione

Arredamento - Le nuove tecnologie, man mano che prendono piede negli usi e costumi sociali oltre che nel mercato, diventano patrimonio delle conoscenze di tutti, almeno

Arredare con la luce

Arredamento - Se lo studio dell'illuminazione nasce come parte integrante del progetto della nostra casa, riusciremo davvero ad arredare con la luce.

Lettere luminose alle pareti

Lampade da terra - Decorare le pareti di casa con lettere luminose da appendere o da usare come luci da tavolo, ispirate a vecchie insegne di negozi o luna park, o anche faidate.

Decorare casa con luci di Natale

Decorazioni - Il Natale è un'occasione perfetta per stupire e per trasformare la casa grazie all'uso di decorazioni luminose e colorate, in grado di creare la giusta atmosfera.

Museo del Novecento a Milano

Progettazione - Inaugurato il 3 dicembre, il Nuovo Museo/Cantiere dell'Arengario si aggiunge al salotto culturale di piazza Duomo, con uno sguardo ampio sul Novecento.
REGISTRATI COME UTENTE
295.776 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Motore per tapparella
    Motore per tapparella...
    179.00
  • Alastop basic policarbonato cm 50
    Alastop basic policarbonato cm 50...
    2.01
  • Sportellino su vasche esistenti Roma
    Sportellino su vasche esistenti...
    1000.00
  • Gazebo
    Gazebo...
    380.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.