Indoor generation: cosa è e come limitare gli effetti negativi sulla salute

NEWS DI Illuminazione25 Maggio 2018 ore 13:55
Il trascorrere la maggior parte delle ore di una giornata in casa ci ha trasformati nella indoor generation, con conseguenze importanti per la nostra salute.

Cosa è l'indoor generation?


La vita frenetica, la possibilità di vedere, acquistare, parlare, lavorare, studiare e relazionarsi comodamente seduti sul divano di casa, ci ha resi una indoor generation, ossia una società che trascorre il 90% del tempo in spazi chiusi, con scarsi momenti di contatto con l'esterno.
E ciò ci ha trasformati in individui più soli e vulnerabili, sia dal punto di vista psicologico che fisico: psicologico perché abbiamo smarrito la capacità di relazionarci, di confrontarci con gli altri; fisico perché, pur non sapendolo, la qualità delle nostre abitazioni non è affatto buona, provocando così effetti dannosi per la nostra salute. E tutto ciò senza che noi ce ne rendiamo effettivamente conto.

YouGov, una delle principali società di ricerche di mercato globali con 36 uffici presenti in più di 23 Paesi e più di 2.500 clienti in tutto il mondo, ha lanciato un nuovo sondaggio, mediante 16.000 interviste effettuate tra marzo e aprile 2018 in 14 paesi in Europa (tra cui l'Italia) e Nord America.
Questo rapporto, commissionato da Velux, brand che ambisce da sempre a migliorare le condizioni abitative e lavorative delle persone, mette in luce il fenomeno dell'indoor living ed esamina il divario tra il modo in cui pensiamo di vivere e il modo in cui effettivamente lo facciamo.


Indoor generation: qualità ambiente

Indoor generation: qualità ambiente

Indoor generation: qualità ambiente
Indoor generation: ambienti bui

Indoor generation: ambienti bui

Indoor generation: ambienti bui
Indoor generation: malesseri

Indoor generation: malesseri

Indoor generation: malesseri
Indoor generation: umidità

Indoor generation: umidità

Indoor generation: umidità
Indoor generation: ventilare ambienti

Indoor generation: ventilare ambienti

Indoor generation: ventilare ambienti

Siamo una generazione indoor, che trascorre circa 22 ore al giorno in spazi chiusi, e lo facciamo in modo inconsapevole, perché la nostra percezione è ben diversa. In primo luogo, crediamo di spendere meno tempo al chiuso rispetto a quanto effettivamente facciamo: l'82% delle persone ritiene di vivere indoor meno di 21 ore al giorno, il 62% meno di 18 ore.
Il dato reale è che la gente trascorre il 90% del tempo dentro case, scuole, uffici, palestre, supermercati, etc.
Inoltre, 8 intervistati su 10 non sanno che l'aria interna può essere fino a 5 volte più inquinata di quella esterna, e che proprio le camere dei bambini rappresentano spesso la stanza più inquinata della casa.

Le cause sono da ricercare in diversi fattori: innanzitutto l'inquinamento esterno permea e contamina anche gli interni. A ciò si aggiungono le sostanze tossiche presenti dentro gli appartamenti, che derivano da materiali da costruzione, prodotti per la pulizia, materie plastiche e giocattoli. Anche le attività che svolgiamo abitualmente contribuiscono, come ad esempio cucinare, accendere candele, asciugare i vestiti in casa.
Tutto ciò, unitamente alla mancanza di aerazione e di luce naturale può influire negativamente sul ritmo circadiano e quindi sull'umore, il sonno, le prestazioni lavorative e concorrere al Seasonal affective disorder (SAD), o depressione stagionale.

Tutti sappiamo che passare così tante ore in luoghi soffocanti non fa bene: secondo la ricerca, vivere in case umide e ammuffite aumenta del 40% il rischio di contrarre asma e ci rende vulnerabili a sviluppare altri disturbi: irritazione degli occhi, del naso e della gola, mal di testa, vertigini e stanchezza. Questi sono effetti a breve termine, ma esiste la concreta possibilità di sviluppare patologie più gravi, comprese le malattie respiratorie, la broncopneumopatia cronica ostruttiva e le malattie cardiache.


Indoor generation: cosa fare per migliorare la qualità della vita?


È giunto, quindi, il momento di ripensare il modo in cui viviamo in casa e fare tutto il possibile per garantire che le abitazioni siano luoghi sani e piacevoli da vivere.
Sono tanti i piccoli accorgimenti che possono essere adottati per migliorare la qualità e il comfort abitativi:

- aprire più finestre contemporaneamente tre o quattro volte al giorno per far entrare aria fresca per almeno 10 minuti;

- cambiare l'aria della stanza da letto prima di andare a dormire e quando ci si alza la mattina;

- spostare il tavolo o la scrivania più vicino alla finestra, in maniera tale da sfruttare la luce diurna il più possibile in quanto funge da antidepressivo naturale, nonché da limitatore di stanchezza;

- accendere la cappa quando si cucina o ventilare la stanza;

- limitare l'uso delle candele e, soprattutto, non fumare in casa;

- asciugare il bucato fuori quando è possibile (o aprire una finestra quando si stende dentro) per evitare la formazione di umidità e, quindi, di muffe;

- ridurre l'uso di prodotti detergenti a base chimica e tenere le porte del bagno chiuse quando ci si lava accendendo la ventola o aprendo una finestra durante la doccia;

- pulire di frequente togliendo polvere da pavimenti, mobili e tappezzeria, luogo ideale per proliferazione di acari e batteri;

- spegnere gli elettrodomestici se non in uso, in quando fonte di sostanze chimiche che contribuiscono ad abbassare la qualità dell'aria negli ambienti domestici;

- controllare l'uso di giocattoli in plastica dei propri bimbi: la plastica, se riscaldata, può rilasciare fumi tossici, quindi è importante assicurarsi che non stiano a lungo sotto la luce diretta del sole o non lasciarli per terra se si dispone di un impianto di riscaldamento a pavimento. In base alle normative europee, dovrebbero poi essere eliminati tutti i giocattoli in plastica prodotti prima del 2007, poiché contengono alcune sostanze chimiche vietate.
Se possibile, inoltre, far giocare i bimbi in spazi diversi dalla loro cameretta: ciò contribuirà a ridurre la quantità di inquinanti potenzialmente pericolosi presenti nell'aria.

- infine, ma di fondamentale importanza, uscire all'aria aperta per una passeggiata, toccasana per il nostro benessere psicofisico.

Indoor generation
Al fine di illustrare tutti i rischi correlati al vivere in una casa malsana, poco illuminata e areata, Velux, azienda leader a livello mondiale di finestre e accessori per tetti, lancia il cortometraggio Indoor Generation. Il film, prodotto in collaborazione con l'agenzia creativa & Co, è stato girato in alcune location di Regno Unito e Danimarca ed è stato diretto dal pluripremiato cineasta Martin de Thurah.

La voce narrante è quella di una bambina che accompagna lo spettatore in un viaggio alla scoperta di una generazione sempre più lontana dalla natura, che vive in edifici bui e chiusi, caratterizzati spesso da alti livelli di umidità, batteri e agenti inquinanti. Il quadro desolante che emerge è quello di una popolazione che si è circondata di tutto ciò che desidera senza rendersi conto del lento ma progressivo disagio mentale e fisico che vive.
Ma, come racconta la giovane narratrice, il finale di questa storia deve ancora essere scritto e sta a noi decidere quale sarà.

Con buone pratiche quotidiane, come quelle sopra descritte, oppure scegliendo di ristrutturare casa dando importanza a soluzioni che consentano un'ottima permeabilità tra ambiente interno ed esterno, la qualità abitativa migliorerà sensibilmente.




Indoor generation: la Redazione consiglia

Indoor generation consigli su come migliorare la qualità della vita


Indoor generation Velux Per migliorare la qualità della vita bisogna migliorare lo spazio in cui viviamo, e un'azienda che si occupa proprio di questo specializzata nel settore delle finestre e degli accessori per tetti piani e inclinati, è Velux, presente nel mercato italiano dal 1968.

La sua mission è da sempre incentrata sulla qualità dei prodotti e, quindi, sul comfort abitativo da garantire al cliente.

Proprio per questo da alcuni anni, unitamente ad altre aziende specializzate nel settore delle costruzioni, si pone l'obiettivo di realizzare prodotti che migliorino la qualità indoor degli spazi grazie all'ingresso di luce e aria naturali, assolutamente necessari per contenere i disagi della nuova indoor generation.

riproduzione riservata
Articolo: Indoor generation: come migliorare la qualità della vita sfruttando la luce naturale
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.
VELUX è un marchio leader nel settore dei materiali per l'edilizia. La gamma prodotti VELUX comprende finestre per tetti, soluzioni per tetti piani, tunnel solari, tende decorative e parasole, tapparelle e comandi a distanza.

Indoor generation: come migliorare la qualità della vita sfruttando la luce naturale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Indoor generation: come migliorare la qualità della vita sfruttando la luce naturale che potrebbero interessarti
Illuminare la casa con luce naturale

Illuminare la casa con luce naturale

Soluzioni progettuali - Illuminare gli ambienti della propria abitazione il più possibile con la luce naturale porta benessere psicofisico e una condizione di comfort per gli abitanti.
Ambienti interni più sani grazie alle finestre da tetto intelligenti

Ambienti interni più sani grazie alle finestre da tetto intelligenti

Infissi Esterni - Per avere un clima e una qualità dell'aria ottimale in casa, affidatevi alle finestre per tetti VELUX e al nuovo sistema per la gestione automatica delle aperture
Formaldeide

Formaldeide

Materiali edili - La formaldeide è un gas nocivo, presente nelle nostre case in forma subdola, utilizzato in molte resine, colle e materiali per la produzione degli arredi e come isolante.

Piante che purificano gli ambienti

Arredamento - Sapevate che alcune piante da interni contengono degli enzimi che contribuiscono a neutralizzare le sostanze organiche volatili presenti in ambiente? Ecco le più note.

Piante disinquinanti

Fai da te - Le piante disinquinanti sono in grado di purificare l'aria in casa, assorbendo e neutralizzando molte sostanze inquinanti nocive per il nostro organismo.

Piante che risolvono l'inquinamento indoor

Giardinaggio - L'inquinamento indoor è un problema silente presente nelle nostre case ed è oramai all'ordine del giorno. Ecco come ridurre questo fenomeno in modo naturale.

Cause e rimedi efficaci contro l'inquinamento domestico dell'aria

Soluzioni progettuali - L'inquinamento domestico dell'aria può dipendere da diversi fattori interni o esterni che vanno affrontati allo scopo di garantire un adeguato comfort ambientale

Filtrazione Aria Casa

Impianti - I filtri per l'aria sono classificati dalle attuali norme come grossolani, fini ed assoluti, utilizzabili anche in casa per limitare l'inquinamento indoor.

Vantaggi della coltivazione aeroponica delle piante in casa

Giardinaggio - Coltivare piante senza l'aiuto del terreno, con il potenziamento delle sostanze nutritive, in assenza di germi e batteri, per una migliore crescita e produzione
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.