Impianti Idronici e Bollini Caldaie

NEWS DI Impianti08 Gennaio 2014 ore 10:03
Per il corretto funzionamento degli impianti idronici è fondamentale la qualità dell'acqua, quando il generatore è una caldaia il bollino ne certifica la manutenzione.

Per definire la corretta manutenzione di un impianto termico di riscaldamento occorre, innanzitutto, individuare la tipologia di impianto e le sue caratteristiche principali.

classica caldaiaInfatti, per impianto di riscaldamento non sempre si intende il classico impianto che ha come generatore una caldaia e come terminali dei radiatori, ma sono in larghissima diffusione da diversi anni i cosiddetti sistemi ibridi.

In essi il generatore termico non sempre è costituito dalla singola caldaia, ma ad esempio, può essere anche una pompa di calore che a sua volta può essere l'unico generatore o lavorare in simbiosi con una caldaia.

Inoltre, non bisogna dimenticare che tali sistemi hanno spesso nelle fonti rinnovabili di energia i loro principali punti di forza e possono, quindi, essere costituiti anche da pannelli solari termici e/o pannelli solari termodinamici che vanno comunque manutenuti periodicamente secondo i manuali di uso e manutenzione.


Manutenzione acqua impianti idronici


Molti sistemi ibridi hanno impianti di riscaldamento del tipo idronico che hanno come fluido termovettore l'acqua, essa raggiungendo i radiatori, i fancoil e/o le superfici radianti, nei vari ambienti, diffonde l'energia termica prodotta dai generatori, in questi casi per il corretto funzionamento degli impianti la manutenzione riguarda anche il fluido termovettore.

Tra i principali problemi a cui la manutenzione del fluido deve far fronte ci sono quelli legati alla durezza dell'acqua, con la conseguente formazione di calcare a certe temperature e quelli derivanti dalla presenza in esso dei residui dei fenomeni di micro-corrosioni, tali fenomeni avvengono tra le parti degli impianti in contatto tra loro e costituite da diversi materiali.

Per gli impianti che lavorano a basse temperature anche la formazione di flore batteriche, come i residui delle micro-corrosioni ed il calcare, possono ostruire le tubazioni degli impianti, i dispositivi di regolazione e controllo, gli scambiatori, le pompe, etc.

In commercio sono disponibili innumerevoli prodotti per far fronte a tale tipo di problema, inoltre, è bene evidenziare che la manutenzione in tali termini degli impianti è regolamentata anche dal D.P.R. 59 del 2009.


Bollini caldaie e manutenzione


Il caso più semplice di manutenzione degli impianti di riscaldamento è quello coincidente con la manutenzione della caldaia, che è obbligatoria con cadenze e modalità dipendenti dal tipo di caldaia. Il primo riferimento legislativo che ha sancito l'obbligatorietà dei controlli per le caldaie è stato il Decreto Legislativo 192/05, l'ultimo il Comunicato n. 69 del 15 Febbraio 2013 del Consiglio dei Ministri che ha ridefinito le tempistiche dei controlli, le tipologie dei controlli sono invece definite dai cosiddetti bollini.

controlli periodici per caldaieTali bollini altro non sono che delle certificazioni che possono essere rilasciate dopo le dovute verifiche sulla caldaia di un impianto da parte di personale abilitato, generalmente, i manutentori per gli impianti esistenti o gli installatori nel caso di nuovi impianti, le verifiche devono accertare che il rendimento delle caldaie sia al di sopra di una soglia minima di riferimento.

I bollini di volta in volta devono essere applicati sul libretto di impianto, inoltre, entro il 31.07.2014 ogni impianto termico italiano funzionante, avente come generatore un caldaia, dovrà essere dotato di un bollino (blu), cui sarà associato un codice che identificherà l'impianto in maniera univoca per tutta la sua vita.

Gli amministratori di condominio o i terzi responsabili devono aver cura del rinnovo dei bollini nel caso degli impianti di riscaldamento centralizzati o condominiali.

Tutti gli impianti con potenza nominale superiore o uguale ai 35 kW alimentati a gas o alimentati con combustibili solidi, liquidi devono essere mantenuti annualmente, mentre, ogni due anni quelli con potenza inferiore ai 35kW a meno che non siano di nuova generazione, in tal caso, la manutenzione è obbligatoria ogni 4 anni. Infine, in ogni caso le tariffe per i bollini blu sono, generalmente, comprese tra i 10 € ed i 30 €.

riproduzione riservata
Articolo: Impianti Idronici e Bollini Caldaie
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 7 voti.

Impianti Idronici e Bollini Caldaie: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Impianti Idronici e Bollini Caldaie che potrebbero interessarti
La manutenzione del riscaldamento

La manutenzione del riscaldamento

Impianti - Non sembra il momento più opportuno per pensare all?impianto di riscaldamento, eppure è proprio in estate che vanno fatti tutti i controlli necessari
Revisione caldaie domestiche

Revisione caldaie domestiche

Impianti - Per un corretto funzionamento delle caldaie è fondamentale effettuare dei controlli periodici e la necessaria manutenzione. Scopriamo in base al tipo di caldaia la frequenza.
Manutenzione e accensione riscaldamento

Manutenzione e accensione riscaldamento

Fai da te - Per un corretto funzionamento dell'impianto, un buon rendimento dello stesso, con il conseguente contenimento della spesa energetica è importante la manutenzione.

Controlli impianti termici

Impianti - Con la riaccensione degli impianti termici e delle relative centrali una questione, che spesso ricorre, è quella dei controlli necessari per l'esercizio.

Pompa calore, caldaia, solare termico

Impianti - Le pompe di calore aria/acqua possono essere utilizzate anche in combinazione con altri generatori o sistemi termici, producendo i cosiddetti sistemi integrati.

Funzioni Caldaia

Impianti - Molte funzioni di una caldaia in maniera del tutto trasparente per gli utenti, permettono di salvaguardarne la sicurezza ed il corretto funzionamento.

Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata sul sito dell'Enea una faq che chiarisce la detraibilità al 65% di sistemi di riscaldamento integrati costituiti da caldaia a condensazione e pompa di calore.

Regione Piemonte ha pubblicato un vademecum sugli impianti termici

Impianti di riscaldamento - Una guida semplice per raccontare al cittadino quali controlli bisogna effettuare sugli impianti e come è organizzato il nuovo catasto degli impianti termici.

Obblighi e Convenienza dei Sistemi Ibridi

Impianti di riscaldamento - I sistemi ibridi, rispettando le leggi, consentono di utilizzare nuove tecnologie per massimizzare il comfort del clima in casa, ridurre le spese e salvaguardare l'ambiente.
REGISTRATI COME UTENTE
295.704 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Gruppo idronico Trio ErP
    Gruppo idronico trio erp...
    3970.00
  • Assistenza qualificata caldaie Roma
    Assistenza qualificata caldaie roma...
    80.00
  • Centro autorizzato Vaillant Roma
    Centro autorizzato vaillant roma...
    80.00
  • Impianto riscaldamento tradizionale
    Impianto riscaldamento tradizionale...
    10.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidacasa.com
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.