Impianti ad Aria

NEWS DI Progettazione22 Marzo 2012 ore 15:33
La classificazione degli impianti ad aria prevede quattro tipologie primarie, distinte in base al modo in cui l'aria viene impiegata in rapporto alle esigenze.

Gli impianti ad aria, o impianti per il trattamento dell'aria, possono essere in linea di massima classificati in quattro grandi tipologie: gli impianti ad aria primaria, gli impianti a tutt'aria esterna, gli impianti a tutt'aria ricircolata e gli impianti ad aria miscelata. Con tali tipologie possono essere soddisfatte, nel rispetto delle norme, le più svariate esigenze, sia quelle per edificiAria primaria è aria esterna ad uso civile che per edifici e/o ambienti destinati ad attività di tipo non abitativo.

I riferimenti fondamentali per tali tipologie di impianti sono gli standard definiti dall'ASHRAE (American Society of Heating, Refrigeration, and Air-Conditioning Engineers) e la norma UNI 10339 con relativi aggiornamenti e modifiche, e restano inoltre dei validi riferimenti anche le leggi per il contenimento della spesa energetica degli edifici.

Per impianto ad aria primaria si intende un impianto che immette in ambiente il 100% dell'aria prelevata dall'esterno, opportunamente trattata al fine di raggiungere le condizioni d'immissione definite a progetto nella zona servita.


Caratteristiche Impianti ad aria


La caratteristica fondamentale di questo impianto è quella di effettuare il lavaggio dell'aria ambiente, definendo in base alle esigenze di progetto le condizioni di immissione dell'aria in ambiente, precisamente il numero di ricambi aria e le condizioni della stessa in termini di temperatura ed umidità e filtrazione.

L'aria in questione non viene utilizzata per l'abbattimento dei carichi termici in riscaldamento invernale o in raffrescamento estivo perchè questo compito principalmente è svolto da altre apparecchiature in campo, generalmente pompe di calore fancoil, tuttavia non possono essere escluse a priori soluzioni a pannelli radianti.

Per impianto a tutt'aria esterna si intende un impianto il cui scopo è quello di abbattere i carichi termici in ambiente, sia in riscaldamento che in raffrescamento, mediante immissione di aria trattata negli stessi ambienti. Come nel caso precedente degli impianti ad aria primaria, con gli impianti a tutt'aria esterna l'aria immessa in ambiente è al 100% prelevata dall'esterno ed opportunamente trattata, per cui non sono presenti in ambiente altre apparecchiature per il microclima.

Moti convettivi dell'ariaPer impianto a tutt'aria ricircolata si intende un impianto a cui viene affidato il compito di abbattere l'intero carico termico mediante il ricircolo della stessa aria dell'ambiente: l'aria di rinnovo immessa in ambiente è la parte minima necessaria, spesso ottenuta con ricambi naturali.

Anche nel caso di impianto a tutt'aria miscelata si intende un impianto nel quale il compito di abbattere il carico termico, sia esso in riscaldamento che in rinfrescamento, è affidato all' immissione di aria, ovviamente trattata. L'aria immessa in ambiente è in parte prelevata dall'esterno mentre la parte restante è quella ricircolata, ossia ripresa dall'ambiente stesso.

Un elemento comune a tutti gli impianti aria descritti ed utilizzati anche per il riscaldamento degli ambienti deve essere la presenza della ripresa dell'aria posta in basso negli ambienti trattati. Tale soluzione permette di far scendere l'aria calda che manifestamente tende a salire, provocando disagi di comfort amplificati in ambienti particolarmente alti. Tuttavia tale soluzione Ventolaspesso si scontra con esigenze architettoniche ed estetiche di massimizzazione degli spazi utili negli ambienti serviti, ma in ogni caso, in molte situazioni, le riprese in basso vengono nascoste in finti pilastri in cartongesso.

Per quanto riguarda la movimentazione dell'aria in ambiente, indipendentemente dalla soluzione adottata tra quelle sopra descritte, le norme impongono dei limiti di velocità per l'immissione dalle bocchette di diffusione: generalmente in prossimità di zone interessate dalla presenza continua di persone tali limiti sono inferiori al metro al secondo.

In generale, per la movimentazione dell'aria gli impianti possono essere classificati con movimentazione dell'aria minore od uguale ad un volume per ora, impianti con movimentazione dell'aria minore o uguale a 5 volumi per ora, impianti con ventilconvettori o ad induzione o comunque con movimentazione dell'aria minore o uguale ad 8 volumi per ora, impianti con movimentazione dell'aria maggiore ad 8 volumi per ora.

riproduzione riservata
Articolo: Impianti ad Aria
Valutazione: 3.69 / 6 basato su 16 voti.

Impianti ad Aria: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Impianti ad Aria che potrebbero interessarti
Lame d'aria per le porte d'ingresso

Lame d'aria per le porte d'ingresso

Infissi - Soluzioni per contrastare le masse d'aria entranti in porte d'ingresso di grandi dimensioni, per evitare scompensi igrotermici e diffusione di polveri sottili
Bruciatori Termici

Bruciatori Termici

Impianti - Presenti in molti vecchi impianti i bruciatori stanno sparendo anche dalle moderne caldaie di grande potenza che lavorano a basse temperature.
Radiatori a Gas Canalizzati

Radiatori a Gas Canalizzati

Impianti - I radiatori a gas possono essere installati facilmente per l'integrazione di impianti di riscaldamento esistenti, canalizzati sfruttando i controsoffitti.

Verifica Pressione Impianto Gas

Normative - In assenza di modifiche ad un impianto gas o di problemi funzionali particolari, la verifica di tenuta di pressione deve essere effettuata ogni dieci anni.

Verifica posizione bocchette lineari

Fai da te - Nelle case moderne è possibile coniugare le più aggiornate tecnologie, tra cui gli impianti di climatizzazione, con le più disparate esigenze di design ed arredo.

Soffitti Freddi

Impianti - A parità di vantaggi degli impianti a pavimenti freddi, gli impianti a soffitti freddi offrono maggiori comfort e flessibilità di utilizzo in specifici ambienti.

Contenere Rumore Impianti

Impianti - Impianti di climatizzazione, diffusione e trattamento dell'aria devono essere progettati con attenzione al contenimento ed all'abbattimento del rumore prodotto.

Recuperatori di Energia Fredda

Impianti - Ventilatori in grado di recuperare energia termica, in freddo ed in caldo, dall'aria estratta dagli ambienti concorrono alla riduzione della spesa energetica.

Anemometro per il Fai-da-te

Fai da te - Il tecnico fai-da-te può risolvere problemi e fare delle verifiche agli impianti di climatizzazione utilizzando strumenti quali termometri, anemometri e igrometri.
REGISTRATI COME UTENTE
295.652 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Klover termostufa pellet kw 20 9 riscaldamento
    Klover termostufa pellet kw 20 9...
    3024.00
  • Klover termostufa pellet ventilata riscaldamento belvedere 22
    Klover termostufa pellet ventilata...
    4020.00
  • Pergolato tecnic wood
    Pergolato tecnic wood...
    2481.00
  • Klover termostufa pellet kw 22 riscaldamento acqua
    Klover termostufa pellet kw 22...
    3990.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.