Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali

NEWS DI Condominio25 Marzo 2013 ore 14:00
Il conduttore di un'unità immobiliare ubicata in condominio ha sempre diritto alla specifica degli oneri condominiali richiestigli dal proprietario
cortile , conduttori , contratto di locazione , stalker
SpeseRispetto ai doveri di contribuzione posti a carico del conduttore di un'unità immobiliare ammobiliata, corre differenza tra la riparazione della porta d'ingresso dovuta all'uso del bene e la sostituzione della televisione che s'è rotta per vecchiaia? A meno che in sede di accordo proprietario-inquilino non si sia deciso di addossare tutti i costi a quest'ultimo (cosa tra l'altro di dubbia legittimità), la risposta al quesito che ci siamo posti è positiva. Il motivo sta nella natura dell'intervento e, di conseguenza, della tipologia di costo connesso. La manutenzione straordinaria, infatti, riguardando la conservazione in stato funzionale del bene e quindi la sua integrità, è un onere che spetta sempre al proprietario, che di tale intervento si avvantaggia quale titolare del bene stesso. La manutenzione ordinaria, quella che si rende necessaria in conseguenza dell'uso del bene medesimo, spetta al conduttore che proprio con il suo utilizzo ha contribuito a rendere necessario quell'intervento. Nell'ambito condominiale, poi, ai sensi dell'art. 9, primo e secondo comma, l. n. 392/78: Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchà© alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. Individuare ex lege le spese a carico dell'inquilino, vuol dire, una volta che gli si richiedono somme a titolo di oneri condominiali, poter giustificare tale richiesta. Diversamente il conduttore può contestare le richieste giuntegli. Spese condominialiSi legge in una sentenza del Tribunale di Bari che essendo a carico del conduttore i soli oneri di cui all'art. 9 legge 27 luglio 1978, n.392 e le sole riparazioni di piccola manutenzione ex artt. 1576 e 1608 c.c., è essenziale che il locatore indichi e provi a quale titolo siano state versate al condominio le somme di cui chiede il rimborso. A tali oneri, il locatore non può considerarsi adempiente producendo unicamente la copia della ricevuta bancaria del bonifico di pagamento di non meglio precisate rate condominiali dalla quale non si evince a quali spese condominiali dette rate si riferiscano, ed in particolare, se si riferiscono a spese poste a carico del proprietario od a spese poste a carico del conduttore (Trib. Bari 13 giugno 2012 n. 1882 in Giurisprudenzabarese.it 2013). La norma che disciplina il diritto di conoscere le documentazione posta a fondamento delle richieste è il terzo comma del medesimo art. 9 che recita: Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate.
avv. Alessandro Gallucci
riproduzione riservata
Articolo: Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Mary
    Mary
    Venerdì 22 Giugno 2018, alle ore 10:49
    Buongiono, ho in locazione una stanza uso transitorio, pago un affitto di €. 400,00 più €. 100 spese condominiali forfettarie.
    Visto che si sono verificati degli attriti con la proprietaria posso richiedere il consuntivo spese condominiali all'amministratore del caseggiato in base all'art. 1130 bis?
    Grazie per la risposta.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali che potrebbero interessarti
Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Fisco casa - Nulla la scrittura privata successiva al contratto che stabilisce un canone di locazione più alto per evadere le tasse(Cassazione, sent.n°18213 del 17/09/2015).
Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.
Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Leggi e Normative Tecniche - La risoluzione del contratto di locazione deve essere registrata. Lo afferma la CTP di Milano che condanna un contribuente per aver tardivamente versato l'imposta

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza

Nuovo modello registrazione contratti affitto online

Normative - Un nuovo modello da compilare e inviare per via telematica all'Agenzia delle Entrate per la registrazione, proroga, cessione, risoluzione di contratti di affitto.

Uso indebito dei contratti di locazione transitoria

Affittare casa - In tema di locazioni a uso abitativo, quand'è possibile utilizzare il contratto transitorio? Quanto durano questi contratti e cosa accade se si usano indebitamente?

Seconda scadenza del contratto di locazione, come comportarsi?

Affittare casa - Quali sono le cose da sapere quando sta per scadere, la seconda volta, il contratto di locazione? Il caso del contratto 4+4, del contratto 3+2 e di quello commerciale.

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.

Mancata indicazione dei gravi motivi di recesso dalla locazione e sanatoria

Affittare casa - Il conduttore di un appartamento può sempre recedere dal contratto di locazione se vi sono gravi motivi, ma nella lettera di recesso è tenuto ad indicare i motivi.
REGISTRATI COME UTENTE
295.563 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Piumedoro tuttovitamine ml 25
    Piumedoro tuttovitamine ml 25...
    7.59
  • Pavimento in laminato ad incastro milano
    Pavimento in laminato ad incastro...
    35.00
  • Trasforma vasca in doccia firenze e toscana
    Trasforma vasca in doccia firenze...
    2300.00
  • Imbiancatura pareti al mq milano
    Imbiancatura pareti al mq milano...
    5.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.