Il grattacielo più bello del mondo

NEWS DI Architettura26 Novembre 2014 ore 09:29
Il Bosco Verticale dell'architetto Boeri si è aggiudicato il prestigioso International Highrise Award 2014, che mette a confronto edifici alti almeno 100 metri.
grattacielo , bosco verticale , verde verticale

Bosco Verticale premiato come grattacielo più bello del mondo


Il Bosco Verticale, l'opera milanese dell' architetto Stefano Boeri, si è da pochi giorni aggiudicato il prestigioso International Highrise Award 2014, per il quale è stato in competizione con altri 800 edifici ubicati in tutto il mondo.

L'International Highrise Award è un premio, assegnato ogni due anni, che mette a confronto edifici di almeno 100 metri di altezza, per assegnare il quale sono assunti come parametri di giudizio la sostenibilità, il design, la qualità degli ambienti interni e l'integrazione con il contesto urbano di appartenenza.
A tutti gli effetti, quindi, il Bosco Verticale, può fregiarsi del titolo di grattacielo più bello del mondo.

Bosco Verticale: immagine tratta da www.residenzeportanuova.it

Si tratta in realtà non di un singolo edifico, ma di un complesso costituito da due torri residenziali di 80 e 112 metri d'altezza, per rispettivi 19 e 27 piani, con un totale di 113 appartamenti.

Il complesso si inserisce nel più ampio contesto della riqualificazione dell'area milanese di Porta Nuova, un intervento condotto seguendo i principi dell' architettura ecosostenibile, con il quale si è data nuova vita a una zona della città di 300.000 mila metri quadri, dove sono stati costruiti non solo edifici, ma anche piantumazioni, piazze, piste ciclabili, centri culturali e negozi.

Bosco Verticale è stato realizzato da Hines Italia SGR insieme a COIMA Image che, con Dolce Vita Home si è occupata della progettazione degli interni, definendo il taglio dei vari appartamenti e la scelta delle finiture.

L'elemento che maggiormente distingue gli edifici è la presenza della vegetazione distribuita all'esterno lungo tutta la sua altezza, frutto di una sinergia professionale tra gli architetti Stefano Boeri, Gianandrea Barreca e Giovanni La Varra dello Studio Boeri, e un pool di agronomi e paesaggisti.

Questi ultimi, in particolare, sono stati preziosi per consigliare le piantumazioni che meglio si adattavano in base alle altezze. Sono state scelte le sempreverdi, le sfoglianti e le rampicanti fra cui lecci, roverelle, gelsomini e le essenze aromatiche, considerati ideali per le ottime capacità di adattamento, per un totale di oltre 100 specie diverse.
Complessivamente gli edifici ospitano ben 800 alberi, per complessivi 20.000 metri quadri di bosco distribuito in altezza, offrendo uno straordinario esempio di biodiversità per la città di Milano.

Il grattacielo si inserisce, così, nel contesto urbano, come un polmone verde, simbolo dell'aspirazione dell'uomo a un maggiore contatto con la natura.

Dal punto di vista impiantistico, Bosco Verticale è dotato di pale eoliche installate sui tetti, di circa 500 metri quadri di pannelli fotovoltaici disposti non solo sulla copertura, ma anche lungo i parapetti ed utilizza la geotermia per gli impianti di riscaldamento e di condizionamento estivo.
Inoltre sono stati utilizzati materiali edilizi biodegradabili e non inquinanti.

Il premio è giunto anche come riconoscimento per aver saputo realizzare un'opera che coniuga alla perfezione estetica , confort, sicurezza e risparmio energetico.


Le porte del grattacielo più bello del mondo


Oltre al suo particolare aspetto esterno, il grattacielo dello Studio Boeri appare bello anche al suo interno, grazie all'accurata scelta di materiali e finiture delle migliori aziende italiane.
In questo articolo ci occupiamo in particolare delle porte, interne ed esterne, utilizzate.

porte Oikos per il Bosco VerticalePer le porte blindate esterne la scelta è ricaduta su due modelli del marchio Oikos Venezia srl: la performante Tekno e la blindata a bilico verticale Synua.

Come gli altri materiali utilizzati nella costruzione del complesso, anche le blindate Oikos non sono impattanti sull'ambiente, infatti possono essere completamente smontate, smaltite e riciclate.
Inoltre Oikos, azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001, utilizza legno certificato FSC, quindi proveniente da foreste correttamente gestite.

Al progetto delle tue torri residenziali ha partecipato anche Effebiquattro, che ha fornito e posato in opera oltre 1.100 porte per interni.

Per questo prestigioso progetto, l'azienda ha realizzato le porte seguendo le esigenze ed il gusto del committente (ed infatti 932 di queste sono caratterizzate da un'altezza speciale di 240 centimetri), dimostrando in tal modo una spiccata flessibilità produttiva.

La maggior parte delle porte sono state scelte nel modello Wall, realizzate in finitura teak a poro aperto e laccate a campione. Le scorrevoli, invece, circa 300 prevalentemente nella tipologia a filo muro, sono state scelte nel modello NoDoor2.

porte Effebiquattro per il Bosco Verticale

Anche in questo caso i prodotti legnosi adoperati sono stati quelli provenienti da foreste certificate Forest Stewardship Council.

riproduzione riservata
Articolo: Grattacielo più bello del mondo
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 9 voti.

Grattacielo più bello del mondo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Grattacielo più bello del mondo che potrebbero interessarti
Foresta verticale a Milano

Foresta verticale a Milano

Progettazione - Un ambizioso progetto dell'architetto Stefano Boeri, ricoprira' di vegetazione due torri di Porta Nuova.
Stairscraper, il grattacielo orizzontale

Stairscraper, il grattacielo orizzontale

Architettura - Progettato da due italiani architetti Alessandra Faticanti e Roberto Ferlito per la città di New York, Stairscraper è il primo grattacielo orizzonatale per amanti del pollice verde.
Tipologie edilizie: case a torre

Tipologie edilizie: case a torre

Progettazione - Qualora si scelga di abitare in un edificio a torre, ecco le principali caratteristiche che lo contraddistinguono e alcuni tra gli esempi più celebri realizzati.

Vertical farm: la coltivazione verticale nei grattacieli

Giardinaggio - La serra verticale rappresenta la nuova frontiera dell'orticoltura e del giardinaggio. Piante e fiori per il futuro potranno essere coltivati nei grattacieli.

Sky City

Architettura - Il record del Burj Khalifa è destinato ad essere battuto: con 838 metri, il grattacielo cinese Sky City guadagnerà il primato di edificio più alto del mondo.

Grattacielo origami

Architettura - Ispirato nelle forme all'arte dell'origami, il nuovo grattacielo progettato dal gruppo danese BIG, consente una riduzione del consumo energetico del 60%.

Alghe in facciata

Progettazione - Ad amburgo è in costruzione Biq House, un nuovo edificio ecocompatibile e innovativo, che sfrutta le proprietà delle micro alghe nei sistemi di facciata.

Skyfarming, la fattoria verticale

Giardino - La nuova sfida metropolitana e' questa: nei grattacieli, non più mini appartamenti e uffici ma campi, alberi e stalle per una produzione ecologica e sostenibile di beni primari.

La torre girevole di Fisher

Progettazione - Grattacieli ecologici: autosufficienza energetica.
REGISTRATI COME UTENTE
295.665 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tenda verticale
    Tenda verticale...
    19.00
  • Prato bosco spessore
    Prato bosco spessore...
    46.00
  • Griglia modulare WALL-Y in PE HD
    Griglia modulare wall-y in pe hd...
    16.39
  • Zanzariera antipolline verticale
    Zanzariera antipolline verticale...
    69.50
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.