Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Capriata

GLOSSARIO Tetti e coperture27 Maggio 2020 ore 11:40
La capriata o incavallatura è un particolare tipo di travatura reticolare di forma triangolare, solitamente in legno, destinato a sostenere un tetto a falde.
glossario , tetto in legno , tetto a falde , capriata

La capriata, orditura primaria dei tetti a falda


La capriata o incavallatura è un tipo particolare di trave reticolare a forma di triangolo isoscele ideato già dagli antichi Romani per sostenere un tetto a doppia falda senza bisogno di muri di spina o pilastri interni. Ha il grande vantaggio di non essere spingente, cioè di non trasmettere alle pareti verticali la componente orizzontale dei carichi provenienti dalla copertura, per loro natura con direzione inclinata.

Dal punto di vista costruttivo una tipica capriata è costituita da:

  • due puntoni, gli elementi inclinati che sostengono l'orditura secondaria e terziaria (arcarecci e travicelli), il tavolato strutturale o lo scempiato in mezzane di cotto e il manto di copertura, ovviamente soggetti a flessione;

  • la catena, l'elemento orizzontale che insieme ai puntoni compone il triangolo, sottoposto a sforzi di trazione;

  • il monaco, un elemento verticale atto a garantire una migliore connessione tra i puntoni e a sostenere i saettoni nei modelli più complessi: in condizioni normali monaco e catena non devono toccarsi;

  • due saettoni o contraffissi, elementi con inclinazione contraria a quella dei puntoni, posti a circa 1/3 del loro interasse e destinati a ridurne la luce libera di inflessione; sono soggetti a compressione;

  • la staffa, una reggetta di metallo sagomata a U fissata alle estremità del monaco e necessaria per evitare la dislocazione reciproca tra monaco e catena: agisce dunque come un vincolo di doppio pendolo.

Tipiche capriate palladiane
Anticamente le capriate erano interamente costituite da membrature lignee assemblate a incastro, mentre oggi ne esistono anche di tipo misto (in legno o metallo), interamente formate da profilati o tubolari di metallo o perfino di cemento armato. Tuttavia, dal punto di vista costruttivo queste ultime sono più simili a travi reticolari classiche che a capriate vere e proprie.

Le capriate tipiche dell'edilizia storica sono:

  • la capriata semplice formata unicamente dai puntoni e dalla catena: è un tipo abbastanza raro, tipico di edifici poveri e adatto a luci modeste di 5-6 metri circa;

  • la capriata semplice con monaco, assai più diffusa e in grado di sopportare luci fino a 8-10 metri;

  • la capriata classica o palladiana, con puntoni, catena, monaco e saettoni: normalmente ha una luce di 10-12 metri ma in casi eccezionali (ad esempio nella copertura di Palazzo Vecchio a Firenze) può arrivare 25 metri;

  • la capriata a doppia catena, priva di saettoni ma appunto caratterizzata da due monaci e due catene sovrapposte, adatta a luci molto grandi;

  • la capriata composta, in grado di sostenere luci anche di 20-25 metri, prevede la presenza di due catene sovrapposte, tre monaci e tre coppie di saettoni;

  • le capriata Polonceau, inventata nella seconda metà dell'800 dall'ingegnere francese da cui prende nome, è di tipo misto, con i due puntoni in legno e la catena, il monaco e i saettoni sostituiti da tiranti e contraffissi in ferro o acciaio.

riproduzione riservata
Articolo: Capriata
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.472 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Capriata che potrebbero interessarti


Abbaino

Sottotetto - L'abbaino è un particolare tipo di finestra visibile sulle coperture caratterizzato da uno sviluppo verticale e contenuto in una struttura sporgente dalla falda

TV digitale: glossario

Impianti - Glossario suddiviso in quattro capitoli, per imparare a riconoscere i nuovi termini tecnici introdotti dall'avvento della tecnologia digitale terrestre.

La finestra sul tetto

Sottotetto - Consigli su come inserire al meglio una finestra per mansarda, su un tetto piano o a falde inclinate, per migliorarne l'illuminazione e l'areazione degli spazi.

Unità esterna split su tetto inclinato

Impianti - Le unità esterne dei condizionatori devono assumere per un corretto funzionamento posizione verticale, che va quindi assicurata anche quando si installano sui tetti.

Manutenzione ordinaria

Restauro edile - Manutenzione ordinaria, cosa si intende, quale tipologia di lavori della casa comprende, anche se spesso è confusa con la manutenzione straordinaria.

Come isolare con il tetto ventilato

Tetti e coperture - Il tetto ventilato è un accorgimento progettuale perfetto per garantire, con la realizzazione di una intercapedine, l'isolamento termico degli ambienti interni.

Sistema tetto unico

Tetti e coperture - Realizzare un tetto ventilato, impermeabilizzato e isolato con un pannello portante isolante in polistirene espanso sinterizzato di cui è composto il sistema.

Finestre da tetto in legno

Infissi Esterni - I serramenti esterni rappresentano un punto delicato nell'involucro di un edificio, perché ne costituiscono un punto di discontinuità indispensabile...

Microventilazione nel tetto

Tetti e coperture - Lo sbalzo di temperatura tra l'intradosso e l'estradosso di un tetto in tegole è dannoso per la copertura stessa, per questo è necessaria la microventilazione.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anselmal
Salve,chi mi può dare indicazioni circa il costo di demolizione di un tetto in muratura con relativa costruzione di un nuovo tetto in legno lamellare coibentato e...
anselmal 04 Marzo 2014 ore 17:30 3
Img anonymous
Carissimi,Sapete dirmi il prezzo al mq di un tetto in legno coibentato e ventilato?A tale proposito vorrei sottoporre alla Vs. attenzione il preventivo fatto da una ditta da me...
anonymous 07 Marzo 2006 ore 18:05 23
Img marcoferrari
Salve a tutti,abito in Piacenza centro.Spiego il mio problema: da 6 anni ho ristrutturato casa recuperando il sottottetto, con il rifacimento intero del tetto.Il mio tetto...
marcoferrari 17 Novembre 2013 ore 23:26 5
Img gius.villa
Salve a tutti, in questo periodo mi trovo a casa di un parente anziano un po' "distratto" e, salendo nel locale del sottotetto, mi sono accorto della presenza di almeno 2 travi in...
gius.villa 15 Maggio 2020 ore 15:49 5
Img vincenzosanfilippo
Buongiorno, ho un problema, ho verniciato in casa e purtroppo ho sporcato il tetto in legno di vernice.Ho provato a pulire ma non viene benissimo.Qualche consiglio per pulire...
vincenzosanfilippo 16 Ottobre 2014 ore 11:27 3