Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Fancoil o ventilconvettori

I fancoil o ventilconvettori, climatizzano in estate e riscaldano d'inverno utilizzando una tecnologia semplice ed affidabile basata sull'acqua come fluido termovettore.
11 Luglio 2011 ore 10:26 - NEWS Impianti di riscaldamento

Cosa sono i fancoil?


fanUn fancoil o ventilconvettore è un apparecchio di climatizzazione estiva ed invernale i cui elementi fondamentali sono la batteria, l'elettroventilatore, un filtro, un pannello di controllo, una valvola, un sistema di raccolta della condensa ed una carcassa metallica che contiene il tutto.

Per la climatizzazione estiva, un generatore termico, generalmente un chiller, produce acqua fredda che raggiunge le batterie dei fancoil o ventilconvettori, batterie nelle quali avviene lo scambio di energia termica tra l'acqua e l'aria prelevata ed immessa in ambiente, e un analogo fenomeno avviene per il riscaldamento con l'acqua calda.

CONSIGLIATO amazon-seller
Radiatore Elettrico in Vetro Termostato...
RADIATORE ELETTRICO. Convettore Emettitore di calore. Realizzato in vetro di alta qualità. In grado di...
prezzo € 162.31
COMPRA


Il pannello di controllo permette la regolazione della velocità di ventilazione e della temperatura tramite la valvola che definisce la portata di acqua nella batteria; generalmente sono disponibili tre velocità di ventilazione (minima, media e massima) ed in fase progettuale i dimensionamenti vengono effettuati con riferimento alla velocità media dei fancoil o ventilconvettori, tenendo presente che la velocità massima dovrebbe generalmente far fronte a condizioni termiche più spinte ma di breve periodo.


Non a tutti è noto che la maggior parte delle case costruttrici dota i fancoil o ventilconvettori anche di una quarta velocità, probabilmente per far fronte ad eventuali e particolari condizioni climatiche; inoltre, in tal modo si ha una chance per far fronte ad eventuali dimensionamenti e scelte dei fancoil non estremamente precise, essendo, nella maggior parte dei casi, i fancoil dimensionati dagli installatori (soprattutto per gli impianti medio piccoli).

È bene sottolineare che anche nei casi più semplici la scelta di fancoil e di macchine di climatizzazione in generale, sia estiva che invernale, va fatta nel rispetto dei principi di riduzione della spesa energetica degli edifici; in tal senso, il punto di partenza per un impianto di climatizzazione di un edificio è il certificato energetico dello stesso edificio, rilasciato da professionisti abilitati.

CONSIGLIATO amazon-seller
Termoconvettore Fancoil
...
prezzo € 296.9
COMPRA


La temperatura dell'acqua in uscita dal generatore termico ed in ingresso ai fancoil, per la climatizzazione estiva, ha generalmente la temperatura di 7 gradi centigradi; l'acqua in ritorno nello stesso generatore termico, dopo lo scambio con l'aria tramite la batteria dei fancoil, è generalmente di circa 12 gradi centigradi.

Il sistema di raccolta della condensa permette di raccogliere la condensa generata, durante la climatizzazione estiva, dal passaggio dell'aria sulla batteria fredda.


La condensa


Nel caso degli impianti a fancoil o ventilconvettori più semplici, quando uno o più fancoil sono spenti, mentre gli altri sono in fase di condizionamento estivo, può accadere che il passaggio dell'acqua fredda nelle batterie dei fancoil spenti produca una quantità di condensa eccessiva per la bacinella di raccolta presente nel fancoil spento.
fancoil
I fancoil sono disponibili sia per installazione a pavimento e a soffitto che a parete e possono essere incassati e rivestiti con carcasse diverse da quelle metalliche originali, nonché possono essere all'occorrenza canalizzati.

Il problema della condensa descritto, nei fancoil o ventilconvettori spenti si manifesta soprattutto per i fancoil a soffitto (comunemente identificati come cassette ad acqua); infatti, tali fancoil non hanno un percorso di smaltimento della condensa per gravità, perché la bacinella di raccolta della condensa si trova al disotto delle tubazioni di smaltimento della stessa; un'apposita pompetta che provvede a compensare il salto di quota (tra bacinella di raccolta della condensa e le tubazioni di smaltimento della stessa) è inattiva quando il fancoil è spento con il conseguente trabocco della bacinella di raccolta.

Il problema del trabocco della bacinella di raccolta della condensa, per i fancoil a soffitto o cassette, può essere facilmente risolto con l'utilizzo di specifiche valvole acqua(a quattro vie) da installare per ogni fancoil; nel caso di spegnimento di un generico fancoil e funzionamento in climatizzazione estiva di altri fancoil, le valvole a quattro vie evitano la circolazione dell'acqua fredda nella batteria del fancoil spento, con conseguente annullamento della formazione di condensa e trabocco della relativa bacinella di raccolta.

Nei casi più complessi, e costosi, un impianto a fancoil, può essere dotato di batterie doppie e relative doppie tubazioni per ogni fancoil, in tale modo su uno stesso impianto diversi fancoil possono lavorare diversamente, alcuni in climatizzazione ed altri in riscaldamento; tale caso può presentarsi quando l'impianto a fancoil serve degli edifici o delle case particolarmente grandi che presentano ambienti con condizioni climatiche diverse perché, ad esempio, tali ambienti hanno orientamenti geografici opposti.

Il punto di forza degli impianti a fancoil è l'utilizzo di tecnologie semplici e consolidate, basate sull'utilizzo dell'elemento più semplice, naturale e facile da gestire come fluido termovettore: l'acqua.

I ventilconvettori, anche detti fancoil, sono sempre più impiegati nella realizzazione di impianti di riscaldamento invernale e condizionamento estivo, grazie ad innumerevoli fattori positivi che li caratterizzano e li fanno preferire ad altri prodotti, tra cui: i bassi costi di gestione, la semplicità di realizzazione degli impianti, la possibilità di utilizzare diversi generatori termici. I fancoil, inoltre, possono essere adeguati facilmente alle diverse esigenze di design e di comfort dei moderni appartamenti, e sotto tale punto di vista la silenziosità è uno degli aspetti più importanti.

fancoilMolte delle caratteristiche descritte degli impianti a fancoil derivano dal fatto che essi utilizzano l'acqua come fluido termovettore, laddove con tale terminologia si identifica il mezzo di trasporto dell'energia termica dal generatore ai vari terminali dell'impianto. I generatori termici possono utilizzare diversi tipi di combustibili e la maggior parte di essi offre, inoltre, la possibilità di essere integrato con forme di energia rinnovabili, tra le più comuni quella solare termica e quella solare fotovoltaica.

Utilizzando come generatore una caldaia, e disponendo delle condizioni di fattibilità di impianti integrati, possono essere sfruttate tecnologie come la condensazione e l'integrazione con pannelli solari termici. Nel caso di un chiller, si può pensare invece di integrare i consumi elettrici con un impianto a pannelli fotovoltaici.


Elementi di un impianto a fancoil


Un impianto a fancoil è costituito da una rete di distribuzione dell'acqua, che da un collettore di diramazione raggiunge i terminali allocati nei vari ambienti da climatizzare, sia in riscaldamento che raffrescamento.

Il collettore, a sua volta, è collegato a valle del generatore termico, che può essere una caldaia (per gli impianti di solo riscaldamento) o un chiller in grado di produrre energia per il riscaldamento invernale ed il rinfrescamento estivo.

Quando l'impianto è al servizio di appartamenti di circa un centinaio di metri quadrati o superiori o, nel caso di appartamenti di disposti su più livelli, è necessario prevedere almeno due collettori a servizio di due distinte zone dell'appartamento.

I collettori devono poter lavorare in maniera indipendente, come, ad esempio, nel caso di appartamenti con una netta separazione tra zona giorno e zona notte.


Elementi dei fancoil


VentilconvettoreOgni fancoil ha un pannello di controllo che ne permette l'accensione, la regolazione della velocità e della temperatura dell'aria, prelevata e rimessa in ambiente a temperatura desiderata, a mezzo della una ventilazione forzata. L'energia termica è diffusa in ambiente grazie alla ventilazione forzata che permette all'aria di lambire la batteria nella quale circola il fluido termovettore. Un sensore di temperatura allocato accanto alle batterie che permette l'attivazione della ventilazione solo quando l'apparecchio immette in ambiente aria alla temperatura desiderata.

Un ulteriore elemento caratteristico dei fancoil, poi, è il filtro, la cui funzione è quella di proteggere la batteria dalle impurità presenti in ambiente. Batterie e filtri possono essere semplicemente manutenuti con una periodica pulizia da effettuare con prodotti disinfettanti.

I valori di riferimento per la temperatura del fluido termovettore sono generalmente i seguenti: 45°C in mandata per il riscaldamento, con un salto termico di circa 10 °C per il ritorno, mentre 7 °C e 12°C sono i valori della mandata e del ritorno per il condizionamento estivo.

I ventilconvettori possono, inoltre, sostituire i termosifoni nel caso di impianti già esistenti e non soddisfacenti le esigenze di riscaldamento, con interventi poco invasivi.

riproduzione riservata
Articolo: Fancoil o ventilconvettori
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 19 voti.

Fancoil o ventilconvettori: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Broger1
    Broger1
    Lunedì 7 Gennaio 2019, alle ore 20:52
    In seguito ad una parziale ristrutturazione di casa, mi ritrovo col salone freddo!
    Prima della ristrutturazione usavamo il termo-camino per riscaldare casa.
    Siccome nel salone vi era un muretto divisorio (sul quale vi era un termosifone grande), che separava l'ingresso (con termosifone piccolino) dal salone stesso e volendo ampliare il salone, abbiamo rimosso tale muretto, con il relativo termosifone.
    Ora, quando quando usavamo il termo-camino, si stava benissimo nel salone tanto che quel termosifone che non ce più, lo tenevamo chiuso.
    Adesso, siccome usiamo il metano per motivi di praticità (niente più carico legna / sacchetti di pellets da caricare nel silos, scarico cenere pulizie ecc. ecc.), capita che ci ritroviamo al freddo in quanto il termosifone superstite è piccolino e non abbiamo più l'apporto del termo-camino.  quindi, non abbiamo più nel salone l'apporto del calore del camino.
    Siccome non è possibile ingrandire l'unico termosifone rimasto nel salone e neppure installarne un altro (senza grossi scassi), vorrei saper se è possibile "aiutare " il termosifone superstite aggiungendo un fan coil o ventilconvettore .
    Quale è la differenza tra i due?
    In parallelo con esso?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Broger1
      Martedì 8 Gennaio 2019, alle ore 12:24
      Il ventilconvettore o fan coil (sono la medesima cosa), è un'apparecchiatura ad alta efficienza energetica in quanto funziona ad una temperatura dell'acqua non alta ed è indicata maggiormente per volumi non inferiori ai 40/50 mc.  Va montata in parallelo con altri elementi riscaldanti tradizionali. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.309 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Fancoil o ventilconvettori che potrebbero interessarti


Estetica Fancoil

Impianti - L'incasso dei fancoil è tuttora una delle soluzioni più adottate per ridurre l'impatto estetico di queste apparecchiature indispensabili negli impianti termici.

Climatizzazione con chiller

Impianti di climatizzazione - Un chiller ad energia elettrica può essere utilizzato come generatore termico quando gli impianti idronici hanno potenzialità termiche particolarmente elevate.

Impianti Termici Moderni

Impianti - Una casa moderna dovrebbe essere caratterizzata anche da moderni impianti, in grado di fornire condizioni di comfort, costi contenuti ed impatto ambientale minimo.

Manutenzione Fancoil

Impianti di climatizzazione - Sicurezza, economicità ed efficienza sono le principali caratteristcihe degli impianti idronici a fancoil, che sono sempre più diffusi, apprezzati ed installati

Ventilconvettore e termoconvettore: bassi consumi e minimo impatto estetico

Impianti di climatizzazione - Ventilconvettori e termoconvettori, due soluzioni per il riscaldamento dalle ridotte dimensioni, in grado di inserirsi con discrezione negli ambienti della casa

Tecnologie del Freddo

Impianti - Condizionatori, fancoil e pannelli radianti sono le principali tecnologie per la climatizzazione estiva, ognuna ha vantaggi e svantaggi.

Riscaldare la casa con i fancoil al posto dei radiatori

Impianti di riscaldamento - Fancoil al posto dei radiatori è una scelta ottima per soddisfare a pieno i bisogni delle case contemporanee e dei consumatori odierni con stili di vita diversi

Caratteristiche Aerazione Climatizzazione Ambienti

Impianti - Il riscaldamento ed il rinfrescamento con canali di mandata e ripresa dell'aria collegati a split canalizzabili, si prestano per ambienti con controsoffitti.

Climatizzazione VRV

Impianti - La climatizzazione con i sistemi VRV permette il contemporaneo raffrescamento e riscaldamento di diversi ambienti, con recupero dell'energia termica.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simoneross
Ciao a tutti, nel nostro nuovo appartamento in costruzione (classe A), non è previsto un impianto di VMC.Il riscaldamento sarà a pavimento di tipo ibrido (pompa di...
simoneross 16 Dicembre 2020 ore 18:02 10
Img liftmetrade
Buongiorno a tutti! Vorrei i vostri suggerimenti per individuare la migliore soluzione di riscaldamento e climatizzazione per una villa di circa 700 mq così composta:- p.
liftmetrade 04 Dicembre 2020 ore 16:12 6
Img 19stefano89
Buongiorno, sono prossimo all'acquisto di un appartamento di circa 85mq su 2 piani aperto su 3 lati.L'appartamento sarà realizzato con i casseri a perdere in polistirolo e...
19stefano89 24 Ottobre 2020 ore 12:47 3
Img pinte
Gentili Signori, grazie per la vostra ospitalità e per le vostre conoscenze che condividete su questo forum. Mi chiamo Matteo e vi scrivo da Firenze. Posseggo una piccola...
pinte 14 Settembre 2020 ore 09:57 1
Img alessiacadoni
Salve a tutti. Il mio cliente deve sostituire i radiatori con ventilconvettori, rientra nella detrazione fiscale del 50% con il Bonus Ristrutturazioni? Va inviata la pratica ENEA?...
alessiacadoni 17 Giugno 2020 ore 11:04 1