Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Domanda incentivi per Fotovoltaico

Dopo l'immissione dei dati identificativi generici relativi all'impianto, il completamento della procedura passa per la definizione di dati tecnici di dettaglio.
02 Maggio 2012 ore 10:42 - NEWS Normative

parte 2 - segue

Per quanto descritto nel precedente articolo, dove ci si era fermati alla fase di scelta della modalità di comunicazione, per l'Operatore inizia una fase di natura descrittiva, quella specifica della Scheda Tecnica, nella quale vengono affrontati e sviscerati tutta una serie di dettagli relativi all'impianto per il quale si chiedono gli incentivi: per gli impianti fotovoltaici, ad esempio, si parte con le caratteristiche delle strutture di supporto dei pannelli, proseguendo con la tipologia del sito sede dell'impianto, per definire il quale sono disponibili una serie di scelte che abbracciano la casistica più ampia possibile.

Impianto FV su Tetto a faldeIl dettaglio dei dati di impianto continua con la specifica della data di conseguimento del titolo Autorizzativo per la realizzazione dell'impianto, in genere una SCIA o una CAEL, e con i dati relativi all'estensione del sito dell'impianto, sia esso su edificio o su terreno. Un'attenzione particolare deve essere successivamente dedicata alla selezione delle voci da spuntare nella maschera relativa alla tipologia di installazione: in questo caso è possibile scegliere la tipologia specifica, essendo presenti voci da selezionare che vanno dall'installazione a terra alle serre-tettoie-pensiline fotovoltaiche, fino alle varie tipologie di installazione su edificio ed a quelle principali di tipo innovativo.

Altrettanto importante, e da studiare con cura, è la successiva maschera relativa all'incremento della tariffa incentivante, perché il regolamento vigente non permette la cumulabilità di diversi incrementi ed in caso si possiedano le caratteristiche per ottenerne più di uno è necessario selezionare quello ovviamente più vantaggioso. Infatti, possono essere richiesti incrementi del 5% della tariffa incentivante in caso l'impianto si trovi in zone industriali o commerciali, in cave dismesse o su siti contaminati, oppure in caso di realizzazione da parte di un comune con meno di 5000 abitanti, mentre è disponibile l'aumento della tariffa incentivante del 10% per impianti il cui costo di realizzazione, per quanto riguarda i componenti, sia per non meno del 60% riconducibile a una produzione realizzata all'interno della Comunità Europea.

Una voce a parte merita l'incremento di 5 centesimi di euro/kWh della tariffa incentivante per impianti installati in sostituzione di coperture in Eternit o comunque contenenti amianto: lo stato del patrimonio immobiliare industriale del nostro paese vede una presenza diffusa e massiva di coperture in cemento-amianto e questo incentivo è sicuramente un interessante stimolo ad affrontare i costi di smaltimento di tali prodotti, per rifare le coperture ed installare un impianto FV.

Installazione Pannelli FVSuccessivamente, i dati richiesti dal portale sono ancora più specifici, in quanto si chiede di dettagliare numero, marca, modello e costo dei pannelli FV installati, nonché numero, marca modello degli inverter, avendo cura di specificare anche di quali certificazioni sono forniti ed il paese di costruzione. Non meno importante, subito dopo, la voce relativa alla caratteristica della protezione di interfaccia, se esterna o integrata nel convertitore, a cui segue una maschera in cui bisogna immettere le caratteristiche dei gruppi di misura installati, dati desumibili dai verbali di installazione rilasciati all'atto della connessione da Enel.

Le ultime due maschere della Scheda dati impianto sono relative all'inserimento dei costi dell'impianto distinti per macrovoci, che servono per una serie di verifiche statistiche da parte del GSE, ed i dati del Tecnico Responsabile della documentazione prodotta relativa all'impianto in questione. La Scheda successiva è denominata Corrispondenza ed è relativa a tutti i dati identificativi ed ai recapiti per le comunicazioni con il Soggetto Responsabile ed anche con il Referente Tecnico di quest'ultimo.

L'immissione di tutti i dati descritti precedentemente, genera il contenuto della schermata successiva, quella degli allegati: in pratica un'intera pagina in cui vanno caricati tutti i documenti necessari a comprovare le caratteristiche dell'impianto descritto precedentemente, nonché alcuni documenti di carattere amministrativo. Ad esempio, a tutti i produttori viene richiesto il Certificato Antimafia o una Dichiarazione Sostitutiva di Atto di Notorietà, nonché tutti i documenti che attestano la Legittimità Urbanistica a costruire l'Impianto ed una specifica Dichiarazione del Comune competente territorialmente che il Titolo Abilitativo allegato è valido ai fini della costruzione dell'impianto in oggetto.

Impianto FV a terraAltri allegati sono relativi alle caratteristiche vere e proprie dell'impianto (Allegati tecnici, foto dell'impianto, Scheda Tecnica finale generata dal sistema) ed una serie di altri allegati sono relativi ai dettagli dell'impianto, quali ad esempio la certificazione ASL dello smaltimento dell'amianto, in caso si sia optato per l'incentivo corrispondente, oppure le certificazioni relative alla provenienza di origine europea dei pannelli e degli inverter, in caso si sia optato per quest'altra casistica di incentivo.

Le ultime schermate di dati da completare sono relative ai dati bancari completi del Soggetto Responsabile, necessari per permettere i pagamenti degli incentivi quando maturati, e ai dati del Rappresentante Legale, in caso il Richiedente sia una persona giuridica. Espletati questi passaggi con successo, la richiesta di tariffe incentivanti al GSE viene completata cliccando invio sul pulsante della scheda denominata invia rchiesta al GSE, e poi bisogna aspettare i tempi tecnici di valutazione.

riproduzione riservata
Articolo: Domanda incentivi per Fotovoltaico
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Domanda incentivi per Fotovoltaico: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.954 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Domanda incentivi per Fotovoltaico che potrebbero interessarti


Contratto tipo per Conto Termico

Normative - L'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas, ha reso disponibile lo schema di contratto tipo che dovrà stipulare chi vuole accedere agli incentivi del Conto Termico.

Richiesta incentivi per Fotovoltaico

Normative - Dal Quarto Conto Energia il regolamento per la richiesta delle tariffe Incentivanti richiede una procedura su portale informatico dedicato. La parte descrittiva.

Decreto Spalma Incentivi

Impianti rinnovabili - Il decreto Spalma Incentivi prevede la rimodulazione retroattiva degli incentivi per i grandi impianti fotovoltaici e un modello unico per le comunicazioni.

Aumenti tariffe energia

Normative - L'inizio del nuovo anno si presenta piuttosto difficile per le famiglie italiane, visto che dal primo gennaio sono scattati gli aumenti delle tariffe di luce e gas.

Conviene ricorrere al Conto Energia?

Impianti rinnovabili - L'installazione di pannelli fotovoltaici rappresenta una scelta sostenibile e conveniente dal punto di vista economico: vediamo però a quali incentivi ricorrere.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Registro Grandi Impianti Fotovoltaici

Impianti - Dal 2011 il Registro dei Grandi Impianti fotovoltaici ne monitora la realizzazione e gestisce l'accesso e la disponibilità degli incentivi fotovoltaici.

Detrazione 50% su impianto fotovoltaico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Prorogata al 2014 anche la detrazione Irpef 50% per pannelli fotovoltaici. Chiarimenti per chi ricorre ad un finanziamento per l'acquisto e l'installazione.

Installare il minieolico perché conviene!

Impianti rinnovabili - Il minieolico è una fonte di energia rinnovabile ancora poco conosciuta perchè ritenuta molto costosa, ma in realtà esistono incentivi e finanziamenti per tutti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img bart8419
Buongiorno, dovrei sostituire gli infissi in un piano terra di una villa con 2 piani (terra + primo). Provincia di Milano.I locali piano terra sono accatastati come sgombero (2) +...
bart8419 04 Maggio 2021 ore 16:22 1
Img maurofa
Salve, vado subito al punto dolente: Immaginiamo per ipotesi di iniziare, completare, e pagare una ristrutturazione entro Dicembre 2021, e poi iniziare un'attività di...
maurofa 10 Gennaio 2021 ore 19:45 4
Img jo74pa
Buongiorno, mi accingo a ristrutturare un appartamento, si tratterà di un rifacimento quasi totale, nel senso che rifaremo tutti gli impianti (elettrico, idrico,...
jo74pa 29 Ottobre 2020 ore 10:51 1
Img flaviodi agostino
Buongiorno ! Ho cambiato la mia vecchia caldaia con il modello nuovo e non so come riempire il bonifico per isufruire del 65%. In allegato c'è un esempio della mia scheda...
flaviodi agostino 18 Agosto 2018 ore 19:50 1
Img giovanni14
Salve, volevo chiedere se per costruzione ex novo della prima casa (acquisto terreno e costruzione oppure solo costruzione su terreno già di proprietà) sono previsti...
giovanni14 13 Febbraio 2018 ore 11:01 1