Documenti che l'impresa deve presentare al committente

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche02 Luglio 2012 ore 10:08
Quando si affida a una ditta l'incarico di eseguire dei lavori, essa deve consegnare al committente alcuni documenti attestanti l'idoneità tecnico-professionale.
sicurezza sul lavoro , impresa , committente , durc
Arch. Carmen Granata

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 - Suppl. Ordinario n.129 del Decreto Sviluppo, si è avuto l'innalzamento della soglia prevista per le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie dal 36% al 50%.
Con questa misura il Governo spera di incrementare l'attività del settore edilizio che nel nostro Paese appare particolarmente in crisi e far quindi ripartire l'indotto.

rapporti tra impresa e committentiSe da un lato si tratta di un obiettivo che tutti ci sentiamo di auspicare e condividere, dall'altro si richiede alle imprese edilizie di rispondere agli aiuti con un adeguato rispetto delle norme relative alla sicurezza e alla tutela dei lavoratori, spesso disattese.

Quando si affida ad una ditta l'incarico di eseguire dei lavori, questa è tenuta alla consegna al committente, che rappresenta il datore di lavoro, di una serie di documenti attestanti proprio il rispetto di queste disposizioni legislative.
Essi sono garanzia non solo della rispondenza alle norme in materia contributiva e a quelle relative alla sicurezza dei lavoratori, ma anche dell'idoneità tecnico – professionale della ditta.

Naturalmente il committente non essendo un addetto ai lavori, spesso non è a conoscenza di tutti i documenti occorrenti da parte dell'impresa per la presentazione di una pratica burocratica, ed è quindi compito del tecnico che lo assiste, progettista e/o direttore dei lavori, assicurarsi che ciò avvenga correttamente e tutelarlo.
È bene tuttavia che anche il committente stesso sia al corrente di quali siano questi documenti, in modo da non essere completamente impreparato in materia e poter vigilare sull'operato sia della ditta che del professionista incaricato.


Normativa di riferimento


normativa di riferimentoPer imprese affidatarie si intende sia l'impresa principale a cui sono affidati i lavori, che le eventuali imprese subappaltarci nonché i lavoratori autonomi che possono essere presenti in cantiere per le lavorazioni richieste.

I documenti che tali imprese e lavoratori sono tenuti ad esibire sono elencati all'articolo 90 del Decreto Legislativo 81 del 2008 (il testo unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro), come poi modificato dal decreto legislativo 106 del 2009 (Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro).

Il testo di legge attua una differenza tra i cantieri la cui durata presunta è inferiore ai 200 uomini giorno e in cui vengono svolte lavorazioni che non comportino particolari rischi, ed i cantieri in cui la durata presunta è superiore a tale limite e vengano svolte lavorazioni che comportino particolari rischi.


Documenti da esibire


Nel primo caso i documenti da esibire, gli stessi per imprese e lavoratori autonomi, saranno i seguenti:
- certificazione di iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato;
- autocertificazione in ordine al possesso dei requisiti previsti dall'allegato XVII del D.lgs 81/08;
- D.U.R.C. (Documento unico di regolarità contributiva);
- autocertificazione relativa al tipo di contratto collettivo applicato;
- POS (Piano Operativo della Sicurezza).

dispositivi di protezione individualeNel secondo caso, invece, viene operata una distinzione tra imprese e lavoratori autonomi.
Le ditte, sia quelle appaltatrici che le eventuali ditte subappaltatrici, dovranno presentare:
- certificazione di iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato;
- D.U.V.R.I. (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) o autocertificazione;
- D.U.R.C.;
- dichiarazione di non essere oggetto di provvedimenti di sospensione o interdettivi di cui all'art. 14 del D.Lgs 81/08;
- POS (Piano Operativo della Sicurezza).

I documenti che dovranno esibire invece i lavoratori autonomi sono i seguenti:
- iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato con oggetto sociale inerente alla tipologia dell'appalto;
- specifica documentazione attestante la conformità alle disposizioni di cui al D. Lgs 81/08 di macchine, attrezzature e opere provvisionali;
- elenco dei dispositivi di protezione individuali in dotazione;
- attestati inerenti la propria formazione e la relativa idoneità sanitaria previsti dal D. Lgs 81/08;
- D.U.R.C.;
- dichiarazione di aver preso visione del Piano operativo di sicurezza (POS) dell'impresa affidataria e del piano di sicurezza e di coordinamento (PSC), e di impegnarsi a rispettare quanto in essi riportato.

A parte questi documenti, per verificare l'idoneità tecnico - professionale dell'impresa incaricata è opportuno richiedere anche i documenti d'identità degli operai presenti in cantiere e gli attestati relativi alla formazione obbligatoria eseguita, oltre che l'indicazione dell'addetto al primo soccorso e il nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

I documenti elencati in precedenza sono da esibire prima dell'inizio dei lavori e molti di essi sono da presentare obbligatoriamente come allegati alla pratica edilizia necessaria per effettuare i lavori.

riproduzione riservata
Articolo: Documenti che l'impresa deve presentare al committente
Valutazione: 4.55 / 6 basato su 47 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Documenti che l'impresa deve presentare al committente: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Simone2
    Simone2
    Venerdì 30 Marzo 2018, alle ore 17:14
    A giorni devo iniziare a costruire una casa in muratura.
    La ditta che deve realizzare i lavori non ha dipendenti e si farà aiutare da artigiani in subappalto.
    Lo può fare?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Simone2
      Giovedì 5 Aprile 2018, alle ore 09:20
      Sì, a patto che vengano comunicate al Committente ed al comune prima che inizino i lavori e siano ditte individuali. Diversamente va predisposto il Piano di Sicurezza e nominato il relativo responsabile. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Thehawk
    Thehawk
    Lunedì 5 Marzo 2018, alle ore 22:12
    Buonasera Pasquale ,nel caso di lavori di ristrutturazione Edilizia che ricadono nell'ambito delle destrazione al 50%, la ditta esecutrice può rilasciare al Committente una autocertificazione di regolarità contribuitva invece del Durc ?  A quali eventuali sanzioni si andrebbe incontro ? Grazie saluti 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Thehawk
      Mercoledì 7 Marzo 2018, alle ore 10:16
      Il Durc è sempre obbligatorio nei lavori privati nel caso di presentazione di pratiche edilizie al comune (Cila, Scia, Dia, ecc.), anzi quasi sempre è richiesto prima dell'inizio lavori. Non è richiesto invece per i soli lavori in economia senza l'usilio di imprese (rif.: Circolare Lavoro 6 settembre 2013, n. 36). La mancata esibizione del Durc comporta una pena che va da un minimo di €. 1.106,19 ad un massimo di €. 5.309,79 oltre all'arresto da 2 a 4 mesi sia per il committente che per il responsabile/titolare dell'impresa edile. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Thehawk
        Thehawk Pasquale
        Giovedì 8 Marzo 2018, alle ore 00:01
        LA ringrazio Pasquale per la sua consueta precisione e professionalità 
        rispondi al commento
  • Thehawk
    Thehawk
    Martedì 21 Marzo 2017, alle ore 11:11
    Buongiorno,la mancanza o assenza di qualcuno di questi requisiti , potrebbe inficiare le detrazioni per ristrutturazione edilizia applicabili al 50%? Inoltre se una ditta a cui sono assegnati i lavori , si appoggerà ad altri ditte individuali o meno , non dicharandolo al commitente, ci potrebbero essere problemi ? Io infatti sottoscrivere un contratto ed effettuare i bonifici ad una sola ditta .Se questa ditta poi per svolgere i lavori edili e quelli sulle sulle grate blindate, sistemi di allarme e impianti idrici, dovesse richiedere la collaborazioni di altre ditte individuali o meno, che impatto ci potrebbe essere sui bonus per le ristruttuazioni edilizie al 50% ? Ringrazio come sempre per la disponibilità.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Thehawk
      Mercoledì 22 Marzo 2017, alle ore 09:19
      Tutte le imprese commissionano opere specialistiche a terzi come il fabbro, il falegname, l'idraulico, ecc. L'importante è fare una puntuale verifica dei requisiti di legge della ditta "madre" (iscrizione alla C.C.I.A.A. posizione Inps e Inali, Durc, Pos), e stipulare regolare contratto. In questo modo non avrà nessun problema con le detrazioni fiscali. Cordiali saluti.  
      rispondi al commento
  • Nicola Raimondo
    Nicola Raimondo
    Martedì 8 Novembre 2016, alle ore 12:56
    Vorrei essere certo della documentazione da chiedere all'impresa, visto che alcune imprese dicono che alcuni documenti non sono necessari.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Nicola Raimondo
      Mercoledì 9 Novembre 2016, alle ore 10:16
      La documentazione minima che ogni impresa edile deve al committente è la seguente:- certificazione di iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato;- autocertificazione in ordine al possesso dei requisiti previsti dall'allegato XVII del D.lgs 81/08;- D.U.R.C. (Documento unico di regolarità contributiva);- autocertificazione relativa al tipo di contratto collettivo applicato;- POS (Piano Operativo della Sicurezza).Diversamente non bisogna fidarsi. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Erika Ottoni
    Erika Ottoni
    Mercoledì 20 Marzo 2013, alle ore 16:53
    Buon Pomeriggio, Vi pongo il seguente quesito: Siamo una cooperativa di pulizie, dei nostri clienti ( committenti ) ci richiedono le buste paga firmate dei lavoratori che operano presso la loro sede. C'è una legge che ci obbliga a procedere in questo senso? Resto in attesa di vostro cortese e scusate urgentissimo riscontro. Grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Documenti che l'impresa deve presentare al committente che potrebbero interessarti
D.U.R.C. telematico

D.U.R.C. telematico

Grazie ad una sperimentazione partita nel mese di gennaio per la Regione Emilia Romagna, le imprese potranno ricevere il DURC per via telematica in appena un paio di giorni.
Cos'è il Documento Unico di Regolarità contributiva e come viene rilasciato

Cos'è il Documento Unico di Regolarità contributiva e come viene rilasciato

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) attesta la regolarità contributiva dell'impresa; dal prossimo luglio 2015 il rilascio avverrà per via telematica.
Responsabilità ed obblighi del Committente per lavori di modesta entità

Responsabilità ed obblighi del Committente per lavori di modesta entità

Anche per piccoli lavori, condotti all'interno di un alloggio o in un fabbricato privato, il Committente è chiamato a rispondere di eventuali incidenti sul lavoro.
Come affrontare burocraticamente una ristrutturazione

Come affrontare burocraticamente una ristrutturazione

Alcuni dei passaggi salienti per dare avvio a lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria della propria casa, portandoli a termine nel rispetto delle norme.
Adempimenti per la sicurezza nei cantieri di lavori privati

Adempimenti per la sicurezza nei cantieri di lavori privati

La sicurezza in cantiere, in fase di programmazione di interventi edilizi anche privati, coinvolge diversi soggetti imponendo diversi adempimendi previsti dalla Legge.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.388 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Cancello di sicurezza estensibile zincato exten
    Cancello di sicurezza estensibile...
    205.00
  • Barra di sicurezza per vasistas
    Barra di sicurezza per vasistas...
    47.00
  • Tavolino da lavoro francese del xx secolo
    Tavolino da lavoro francese del xx...
    488.00
  • Ponte giulio maniglione di sicurezza tubocolor bianco
    Ponte giulio maniglione di...
    42.00
  • Casetta palafitta 180x160
    Casetta palafitta 180x160...
    899.00
  • Gazebo airone new
    Gazebo airone new...
    4165.00
  • Junkers bosch scaldabagno scaldino gas lt 18
    Junkers bosch scaldabagno scaldino...
    382.00
  • Realizzazione bagno Roma e provincia
    Realizzazione bagno roma e...
    1700.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.