Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Divieto di sosta in area condominiale

NEWS Parti comuni10 Novembre 2010 ore 15:11
Non è raro che i condomini lamentino la scorrettezza dei propri vicini che parcheggiano l'autovettura in modo tale da rendere difficoltoso il passaggio

ParcheggioNon è raro che i condomini lamentino la scorrettezza dei propri vicini che parcheggiano l'autovettura in modo tale da rendere difficoltoso il passaggio o che stazionino addirittura in zone vietate.

Molto spesso ci si domanda se tale scorrettezza possa essere sanzionata con la rimozione coatta del veicolo.

La risposta, in linea generale, è negativa.

In questo contesto vale la pena comprendere che cosa possa essere vietato e quali siano le reazioni legittime all'eventuale infrazione delle regole.

Il caso più ricorrente è certamente quello del parcheggio astrattamente non vietato ma che comunque rende difficoltoso il passaggio e quindi l'uso della cosa comune.



Vale la pena ricordare che ai sensi dell'art. 1102 c.c. ogni condomino può fare l'uso della cosa comune che ritiene più opportuno senza che ciò, tuttavia, possa essere lesivo del diritto degli altri comproprietari.

In tal senso la Cassazione ha specificato chiaramente che il pari uso della cosa comune non postula necessariamente il contemporaneo uso della cosa da parte di tutti i partecipanti alla comunione, che resta affidata alla concreta regolamentazione per ragioni di coesistenza; che la nozione di pari uso del bene comune non è da intendersi nel senso di uso necessariamente identico e contemporaneo, fruito cioè da tutti i condomini nell'unità di tempo e di spazio, perché se si richiedesse il concorso simultaneo di tali circostanze si avrebbe la conseguenza della impossibilità per ogni condomino di usare la cosa comune tutte le volte che questa fosse insufficiente a tal fine (Cass. 16 giugno 2005 n. 12873)

Tanto detto è utile comprendere cosa si debba fare nel caso succitato.

Due le possibili soluzioni:

Divieto di sosta con rimozione forzataa) azione stragiudiziale dell'amministratore del condominio volta a dissuadere il condomino dal tenere un comportamento che non sia lesivo del diritto degli altri condomini;

b) azione giudiziale dello stesso mandatario dei condomini (d'ufficio, ai sensi dell'art. 1130 c.c. o su impulso dell'assemblea) volta ad ottenere l'accertamento dell'uso illegittimo della cosa comune, il risarcimento del danno e il divieto per il futuro.

Nel caso di divieto sancito dal regolamento condominiale (sempre che lo stesso sia da considerarsi legittimo, ossia che non comprima ingiustificatamente il diritto d'uso dei condomini) l'azione dovrà essere volta ad ottenere l'accertamento della trasgressione della clausola regolamentare.

La così detta rimozione coatta, infine, potrà essere disposta solamente se prevista da un regolamento condominiale di orgine contrattuale debitamente accettato da tutti i condomini.

riproduzione riservata
Articolo: Divieto di sosta in condominio
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.

Divieto di sosta in condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Zanella Cristina
    Zanella Cristina
    Domenica 8 Dicembre 2013, all or 20:01
    Il mio problema è un condomino che parcheggiando davanti al suo garage limita l'accesso al mio (garage) poichè abbiamo pochissimo spazio di manovra.
    Nell'ultima riunione condominiale si era deliberato che le auto non potevano sostare (se non per brevi soste) nelle aree cortilive, ma è stato tempo sprecato.
    C'è qualcosa che posso fare?
    rispondi al commento
    • Legale
      Legale Zanella Cristina
      Martedì 10 Dicembre 2013, all or 12:23
      Sollecitare l'amministratore ad intraprende un'azione per la tutela dell'uso delle cose comuni, o in alternativa, agire personalmente.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.533 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Divieto di sosta in condominio che potrebbero interessarti


Strada condominiale stretta? Allora scatta il divieto di sosta

Parti comuni - Se la strada condominiale non è abbastanza larga per il transito e per la sosta, i condomini non possono parcheggiare in quella parte comune.

Delimitazione del parcheggio condominiale

Condominio - Se un condominio è dotato di area a parcheggio comune, l?assemblea, legittimamente ed al fine di disciplinarne l?uso, può decidere di delimitarla

Uso della cosa comune e divieto di parcheggio

Parti comuni - In un cortile condominiale ogni comproprietario, in assenza di norme e modalità d'uso, potrà trarre da quel parte il beneficio che ritiene migliore.

Parcheggio condominiale e servitù di parcheggio

Parti comuni - I parcheggio in condominio accende spesso liti, ma non è configurabile una servitù di parcheggio per due motivi molto semplici che andremo ad approfondire ora.

Parcheggio, servitù e condominio

Condominio - Il parcheggio rende più comodo l'uso della proprietà ma non rappresenta mai un'utilità nel senso richiesto dalla legge per la costituzione di una servitù.

È vietato parcheggiare nella zona di manovra dell'autorimessa condominiale?

Parti comuni - Lo spazio di manovra nell'autorimessa condominiale è destinato a consentire l'accesso e l'uscita dai posti auto. È possibile utilizzarlo anche per la sosta?

È legittima la trasformazione di parte del giardino in parcheggio condominiale?

Parti comuni - L'assemblea, con la maggioranza semplice, può deliberare la trasformazione di una piccola parte del giardino condominiale in parcheggio

Parcheggi in condominio e modifiche per posizionare i bidoni

Parti comuni - La trasformazione di una parte del parcheggio condominiale per alloggiare i bidoni della raccolta differenziata è un'innovazione? Che cosa dice la giurisprudenza?

Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini

Condominio - Le parti comuni condominiali possono essere utilizzate da tutti i condomini e nessun può impedire ad altri di farlo: che cosa succede se sono troppo piccole?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img aleromeo83
Salve a tutti.Abito in un palazzo di 16 unitá abitative.C'é un'area condominiale sul retro del palazzo utilizzata come parcheggio con posti auto assegnati.L'ingresso...
aleromeo83 16 Marzo 2014 ore 09:33 1
Img trixy
Buongiorno, vado subito al punto, un condomino ha abbandonato la propria auto inutilizzabile nel cortile condominiale, lasciandola lì per anni, parcheggiata sempre nello...
trixy 05 Ottobre 2019 ore 17:11 5
Img simone-fischer
Buonaserasono anni che mia madre anziana parcheggia la sua auto all'interno dello spazio condominiale in un angolo del giardino, nessuno si sogna di parcheggiare al "posto suo"...
simone-fischer 26 Dicembre 2012 ore 19:01 3
Img ftripic
Ciao a tutti,vorrei sapere qual'è la maggioranza qualificata in una assemblea condominiale per deliberare sulla attribuzione di spazi comuni (parcheggi).grazief.
ftripic 04 Gennaio 2014 ore 22:59 1
Img patrunofrancesco
Gentilissimi,ho un problema: sto per aquistare un appartamento in un edificio sito al secondo piano, questo edificio ha 4 piani.I costruttori hanno realizzato un pozzo luce ove si...
patrunofrancesco 09 Marzo 2014 ore 08:53 1