• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Distacchi dei rivestimenti di facciata

Difetti di posa dei rivestimenti di facciata.
Pubblicato il
Indice dei Contenuti

Una delle soluzioni decorative da esterno per gli edifici, spesso impiegate, consiste nel rivestire con piastrelle di vario tipo la facciata.

Naturalmente per ottenere risultati durevoli ed esteticamente validi, è necessario impiegare degli accorgimenti che vanno differenziati caso per caso, a secondo del supporto utilizzato.

I distacchi dei rivestimenti di facciata: un esempio di distacco parziale del rivestimento Generalmente quando il supporto è costituito da una superficie trattata con una increspatura di cemento adatta a garantire l'aggrappaggio delle piastrelle, la tenuta del rivestimento è durevole nel tempo, a condizione che le superfici rivestite siano tali da non richiedere l'inserimento di giunti o bandelle particolari atte ad assorbire gli eventuali spostamenti in facciata dovuti a cause varie.

Il caso di cui intendo trattare nel presente articolo, è quello riferito a quei rivestimenti effettuati su superfici esterne che sono state trattate con pitture precedentemente all'applicazione, che risultano sfarinate o sfaldate, a causa delle aggressioni chimiche (piogge acide ecc.).


Quando si intende rivestire le facciate di edifici del genere, occorre evitare di posare in opera i rivestimenti impiegando semplicemente collanti sulle pitture esistenti.

Anche se apparentemente tale metodo appare risolutivo del problema, gli inconvenienti si manifesteranno prima o poi, per diversi motivi.

I distacchi dei rivestimenti di facciata : il distacco del rivestimento dal supporto inadeguatoInfatti la casistica dei distacchi anche improvvisi, di intere parti di rivestimenti di facciata, è dovuta fondamentalmente al fatto che con il tempo, il supporto di facciata non adatto a resistere ai movimenti che i rivestimenti subiscono in seguito alle escursioni termiche esterne, producono dei rigonfiamenti dei rivestimenti che possono generarsi nei modi seguenti:

In seguito a forti piogge battenti con conseguenti infiltrazioni anche minime di acqua, che va a disporsi come un cuscinetto tra muro e rivestimento, si producono nel tempo in particolar modo con l'abbassamento della temperatura esterna, delle sollecitazioni provocate dall'aumento di volumetria dell'acqua accumulata nell'intercapedine.

In seguito all'inadeguata resistenza a causa della scarsa coesione tra supporto murario e collante, si provoca ad esempio in presenza di forte vento, il crollo del rivestimento con grave pericolo per chi transita al disotto della superficie dissestata.

I distacchi dei rivestimenti di facciata: le fughe prive di distanziatori
In conclusione quindi, se si decidesse di rivestire con listelli di cotto o clinker la facciata di un edificio in cui è presente una rifinitura esterna a base di qualsiasi tipo di pittura, occorre innanzitutto, rimuovere la pittura in modo da laciare a vista l'intonaco opportunamente graffiato.

Dopo di che è necessario valutare lo stato di consistenza dell'intonaco sottostante, che se dovesse risultare in buono stato, potrà ben accogliere il collante che dovrà ancorare il rivestimento.

Converrà inoltre in caso di rivestimento fugato, lasciare in opera i distanziatori in polietilene, che all'occorrenza svolgeranno una funzione utilissima a fronteggiare eventuali movimenti della superficie rivestita.

riproduzione riservata
Distacchi dei rivestimenti di facciata
Valutazione: 3.30 / 6 basato su 10 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Fabbo
    Fabbo
    Mercoledì 21 Ottobre 2020, alle ore 20:37
    Ho notato che lungo i muri esterni del caseggiato dove abito si trovano dei coleotteri simili ai pesciolini d'argento che divorano i libri.
    In questo caso gli insetti rosicchiano il cemento e provocano il distacco delle piastrelle in killer.
    Ci sono sistemi di difesa?
    rispondi al commento
  • Giulio Rubin
    Giulio Rubin
    Giovedì 17 Ottobre 2019, alle ore 15:53
    Ma non si dice ogni quanto tempo va verificato il klinker utilizzato in facciata.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.955 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimiliano damato
Buongiorno.Vorrei creare gli ambienti salone cucina e ingresso funzionali e carini.Visto che la cuina viene spesso utiizzata da mia moglie.Considerando che ho questi ambienti...
massimiliano damato 18 Giugno 2024 ore 07:38 6
Img trasz
Buongiorno a tutti,A breve dovrei andare a vivere in un nuovo appartamento che ho acquistato: trattasi di monolocale che ho intenzione di trasformare in bilocale con la creazione...
trasz 13 Giugno 2024 ore 14:00 5
Img gilli
Buongiorno, ho ristrutturato casa spendendo oltre 100.000€ in edilizia. Quindi porterò in detrazione circa 96.000€ tramite 730.Posso detrarre anche le spese ieri...
gilli 04 Giugno 2024 ore 15:22 1
Img angelo pezzuto
Buonasera a tutti, sono Angelo e vi scrivo per un chiarimento in merito all'eventuale detrazione da ripartire ai miei familiari.Abito e ho la residenza da quando sono nato a casa...
angelo pezzuto 30 Maggio 2024 ore 18:15 1
Img keyeffe85
Buongiorno, in giugno 2023 ho acqusitato casa con mutuo. La casa era già ristrutturata non ho dovuto effettuare nulla ed ho provveduto all'acquisto di mobili ed...
keyeffe85 30 Maggio 2024 ore 18:03 1