• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Legno listellare e lamellare: quale scegliere e perchè

Legno listellare e legno lamellare: ecco quali sono le caratteristiche, le differenze e gli utilizzi consigliati; una piccola guida su quale scegliere e perché.
Pubblicato il

Derivati del legno: focus su listellare e lamellare


Il legno, ma soprattutto i suoi derivati, possono mettere in crisi i non addetti ai lavori. Spesso, infatti, solo un occhio esperto può distinguere un prodotto da un altro.

Ovviamente, ogni materiale ha le sue caratteristiche peculiari ed è indicato per usi diversi. Prima di affrontare un acquisto o un progetto fai da te, è quindi opportuno documentarsi con cura, per non vanificare spesa e lavoro.

Esempio cucina in listellare impiallacciatoEsempio cucina in listellare impiallacciato

Il legno listellare e il legno lamellare, sono due prodotti molto diffusi sia sul pronto, come arredi, che come materie prime edili.

Apparentemente simili, hanno però, letteralmente, un'anima completamente diversa. La differenza tra legno lamellare e legno listellare è sostanziale.

Andiamo ad approfondire caratteristiche e consigli d'uso.


Com'è fatto il legno listellare


Il legno listellare è un derivato del legno composto da listelli pressati e incollati tra loro a caldo, spesso rivestiti su entrambi i lati da una impiallacciatura.

L'impiallacciatura o il piallaccio in gergo, sono strati sottili di legno duro.
Il risultato finale sono delle tavole, di grandezza variabile, la cui anima è visibile solo in sezione.

La parte interna del legno listellare è quasi sempre composta da legno di pioppo o legno di abete, mentre i rivestimenti vengono realizzati nelle essenze più svariate, anche pregiate.
Tavola in legno listellare non impiallacciatoTavola in legno listellare non impiallacciato

Non sempre però queste tavole vengono rivestite.
L'effetto a listoni si presta molto bene, ad esempio, al design di stile industriale o rustico, dove l'estetica che lascia vedere le diversità del legno è apprezzata.

Al contrario invece, per gli arredi o i complementi che richiedono una finitura più elegante e sofisticata, si ricorre appunto alle impiallacciature.

L'aspetto finale, in questo caso, rimanda al legno massello, e conferisce quindi, pregio al prodotto finale.


Come è fatto il legno lamellare


Come ci suggerisce lo stesso nome, il legno lamellare differisce dal listellare perché è composto da lamelle. Le lamelle sono delle sottili tavole di legno, larghe di solito tra gli 8 e i 24 cm, che possono raggiungere i 4 cm di spessore.

Questi fogli di legno, essiccati e fatti stagionare a dovere, vengono poi pressati e incollati l'uno all'altro con le venature in senso alternato orizzontale e verticale. In questo modo, il prodotto finale risulta essere molto più resistente.

Il legno lamellare nell'ediliziaIl legno lamellare nell'edilizia

Per la realizzazione del legno lamellare vengono utilizzati adesivi ad alta resistenza che hanno la funzione di ricreare, tra le fibre, dei legami meccanici simili a quelli predisposti da Madre Natura.


Legno lamellare e legno listellare: utilizzi più diffusi


Il legno è da sempre la materia prima preferita dall'uomo quando si tratta di costruzione. Prima della calce, del cemento, l'uomo costruiva quasi unicamente in legno. Ancora oggi questo elemento viene utilizzato moltissimo nell'ingegneria, nell'architettura, e anche nel design.

La tecnologia, da tempo, mette a disposizione materiali diversi dal legno massello.
I derivati del legno sono infatti tantissimi, più o meno pregiati, preposti a molteplici funzioni.





In questo articolo stiamo analizzando due derivati molto usati sia nell'edilizia che nell'arredamento. Il legno listellare e il legno lamellare possono apparire simili esteticamente, nel caso in cui il listellare sia rivestito, ma come abbiamo visto hanno due anime molto diverse.

Proprio le loro caratteristiche interne determinano due aree di utilizzo molto diverse.

Il listellare ha come sua destinazione d'uso principale la realizzazione di mobili e arredi. Si presta molto bene alla realizzazione di scrivanie o tavoli, ma anche di ante, o perché no, scalini.

Dove utilizzare listellare e lamellare


Indipendentemente dal prodotto, il legno listellare è destinato ad un uso interno.

I listelli, infatti, sono lavorati e assemblati a caldo, quindi un'esposizione eccessiva al calore e ai raggi solari potrebbe portare i listelli a scollarsi.

CONSIGLIATO amazon-seller
Legno lamellare
€ 18.05
COMPRA


Al contrario invece il legno lamellare è indicato anche per esterni.
Questo perché viene essiccato prima dell'incollaggio, pertanto risulta più stabile anche se esposto a sbalzi di temperatura, e non subisce variazioni sensibili se esposto all'umidità.

Allo stesso modo, Il legno lamellare viene largamente impiegato nell'edilizia, perché, a differenza ad esempio del massello, permette di ottenere componenti di dimensioni maggiori e di forme più variabili.

Inoltre, pur essendo relativamente leggero, anche nel caso di elementi di grandi dimensioni, ha caratteristiche meccaniche di ottimo livello.


Che differenza c'è tra legno listellare e lamellare


Come abbiamo visto, questi due derivati del legno talvolta si somigliano, ma risultano poi profondamente diversi. Le differenze sostanziali le troviamo sicuramente negli utilizzi per cui sono indicati.

Il legno listellare è largamente utilizzato nell'industria dell'arredamento e impiegato per lo più nella realizzazione di tavole di legno per tavoli, ripiani di vario genere, ante o comunque prodotti destinati agli interni.

Tavolo in legno listellare impiallacciatoTavolo in legno listellare impiallacciato

Il legno lamellare al contrario, può essere utilizzato sia per uso interno, come ad esempio pavimentazioni o rivestimenti, ma anche in pannelli per i tetti o in edilizia, anche su grandi superfici.

Il lamellare è il materiale perfetto per la realizzazione di costruzioni leggere come bungalow o gazebo, ma è anche consigliato se si desiderano abitazioni a basso consumo energetico.

Gazebo da esterno in legno lamellareGazebo da esterno in legno lamellare

Inoltre, permettendo di lavorare su grandi dimensioni, vede un largo uso anche nel caso di coperture per capannoni, strutture sportive, grandi edifici in generale.


Lamellare o listellare: fare la scelta giusta


Quando si affronta un nuovo progetto, che si tratti di fai da te, di semplice bricolage, o di un progetto più ampio con professionisti, è fondamentale essere preparati.

Certo, affidarsi a operatori del settore seri e preparati permette di delegare la maggior parte delle scelte, sia strutturali che estetiche.

Conoscere un materiale e il suo utilizzo permetterà di capire in modo più chiaro le soluzioni proposte ed evitare spiacevoli inconvenienti.

riproduzione riservata
Differenza tra legno listellare e lamellare
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.779 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anselmal
Salve,chi mi può dare indicazioni circa il costo di demolizione di un tetto in muratura con relativa costruzione di un nuovo tetto in legno lamellare coibentato e...
anselmal 02 Maggio 2019 ore 10:01 3
Img elcompg
Buongiorno a tutti,sono nuovo del forum e vivo nella provincia di Asti e vorrei avere qualche informazione in più relativa alla costruzione di una pensilina in legno...
elcompg 15 Giugno 2016 ore 08:45 1
Img robusco
Salve a tutti,dovrei ristrutturare, da capo a piedi, un casale di campagna messo abbastanza maluccio:non c'è più il tetto, i solai sono crollati e va consolidato per...
robusco 15 Marzo 2016 ore 19:32 3
Img anbufe
Salve a tutti,nell'ambito di una ristrutturazione edilizia, vorrei realizzare una copertura in legno lamellare per il parcheggio auto.rientra nella detrazione fiscale?grazie...
anbufe 15 Giugno 2015 ore 14:37 2
Img zan82
Ciao a tutti,inizio augurandovi un buon 2014 e scusandomi della pessima speigazione che tra poco farò, del mio problema, sono un po' ignorante in materia.Allora, dopo aver...
zan82 04 Maggio 2014 ore 21:17 5