Dettagli sul contratto di appalto

NEWS DI Normative20 Marzo 2012 ore 11:08
In ogni contratto di appalto per lavori privati, anche la cura di ogni singolo dettaglio consente una regolare programmazione e corretta esecuzione delle opere.
appalto , appalti , contratto , contratti

Sul contratto di appalto per i lavori edili, si è discusso parecchio, anche all'interno di questo portale web.
È ovvio che, alla base di ogni condizione contrattualistica, vi sia un ambito puramente normativo che si basa fondamentalmente sull'applicazione delle leggi in materia (sicurezza del lavoro, qualità dei materiali, collaudo impianti, strutture, ecc.) e che suddivida il documento in vari articoli, distinti ciascuno da un proprio argomento.

Tuttavia, nell'elaborazione del contratto, è opportuno introdurre anche indicazioni di ordine generale, che possono prevenire eventuali contenziosi con l'impresa, sia durante il corso dei lavori sia dopo la loro conclusione.

Innanzitutto, come accade solitamente, uno dei maggiori problemi si risconta all'atto del pagamento degli stati di avanzamento dei lavori, e soprattutto per quei problemi legati a dettagli non contemplati in sede di offerta economica e derivati da un'incongruenza tra, la consistenza dei lavori (necessari per portare a compimento lo opera) e quelli preventivati.

Una di queste dinamiche è connessa alle fasi propedeutiche, che includono materiali e lavori manuali non compresi all'interno di una determinata categoria di lavori.
In questi casi l'impresa, che opera in modo professionale, avrà cura di descrivere e integrare economicamente nell'offerta economica i maggiori oneri, inizialmente non previsti, pur ponendosi, di fatto, in una condizione meno vantaggiosa (almeno apparentemente) rispetto a una ditta concorrente meno attenta.

Su questo punto rimane evidente la necessità di includere una clausola che imponga l'esecuzione e il pagamento solo dei lavori regolarmente pattuiti e ponendo l'obbligo di un accordo preliminare (sottoscritto tra le parti), che consente la definizione di tutte quelle opere inizialmente non previste.

Anche nella formulazione dell'offerta e nella descrizione dei lavori, è opportuno inserire dettagli quali: lo scarico, il tiro in alto e la movimentazione dei materiali all'interno dell'area di cantiere.

Entrando nello specifico vale osservare che, nell'attività edilizia, c'è una netta distinzione fra i diversi soggetti coinvolti, e più specificatamente tra, fornitore e mero esecutore.
Mentre al primo spetta la consegna dei materiali costruttivi e di finitura, il secondo è legato solo all'obbligo della loro messa in opera.

Come esempio di questa condizione si pone il caso in cui il committente ha previsto l'acquisto di piastrelle (rivestimento e pavimentazione) presso un proprio negoziante di fiducia e il trasporto a piè d'opera in cantiere.
In quest'ultima fase il trasportatore avrà necessità di uno o più addetti che provvedano allo scarico a terra del materiale che, in seguito, sarà movimentato fino al prossimo punto d'impiego.

Tutta quest'attività avrà una propria incidenza in termini economici, e quindi è corretto che l'impresa verifichi anzitempo questo maggiore onere, peraltro abbastanza prevedibile.
Solitamente, in evidenza di queste condizioni, o nei casi in cui vi siano lavori di difficile valutazione, l'impresa utilizza un sistema di calcolo degli importi mediante il costo orario di un operaio, dedotto da tabelle elaborate dalle associazioni di categoria, da prezzari regionali o da liste delle camere di commercio.

Su quest'aspetto occorre definire alcuni parametri poiché, l'aliquota di questi lavori, può incidere in maniera anche rilevante all'interno del costo totale dell'opera.
Infatti, in sede di offerta economica, è necessario che l'impresa specifichi la tariffa oraria di ogni operaio, distinto per ruolo (comune, specializzato e qualificato) e a cui spetta ovviamente un differente trattamento economico.

Oltre l'evidente blocco della tariffa, in funzione della variazione del costo orario e della durata dei lavori, il committente ha anche la possibilità di un eventuale sconto (determinato sull'aliquota dell'utile d'impresa).

Un altro punto, solitamente trascurato, e collocato in un ambito esterno rispetto alla normativa sulla sicurezza di cantiere, è la gestione dell'attività delle varie imprese coinvolte.

Questo aspetto viene relegato essenzialmente ad un efficace coordinamento delle varie fasi dei lavori eseguito non semplicemente con un documento di programmazione figurativo (tipo Gantt), bensì con una regolamentazione interna che obblighi ciascuna delle ditte ad una condotta regolare.
Tramite delle clausole è possibile infatti determinare un codice di comportamento che consente di mantenere la funzionalità di tutto il ciclo produttivo ed evitare ritardi o blocchi (temporanei o definitivi) dei lavori.

Per questi problemi, alcuni soggetti, presa a prestito la normativa del settore pubblico, prevedono una caparra di garanzia, dedotta in percentuale sui lavori, e trattenuta all'emissione di ogni stato di avanzamento.
A completamento dei lavori, e dopo l'accertamento dell'inesistenza di fatti specifici, viene liquidato l'intero ammontare con il saldo finale.

riproduzione riservata
Articolo: Dettagli sul contratto di appalto
Valutazione: 5.20 / 6 basato su 5 voti.

Dettagli sul contratto di appalto: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Maru1
    Maru1
    Lunedì 18 Giugno 2018, alle ore 01:49
    Interessante.Grazie
    rispondi al commento
  • Valentina85
    Valentina85
    Giovedì 3 Ottobre 2013, alle ore 12:31
    Salve, come può tutelarsi il committente nel caso in cui l'appaltatore richieda importi diversi e superiori rispetto a quelli preventivati?
    E cosa può fare nel caso di enorme ritardo nella consegna dei lavori, nonostante nel capitolato non sia stato previsto un termine per la detta consegna?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Dettagli sul contratto di appalto che potrebbero interessarti
Appalti e Subappalti

Appalti e Subappalti

Normative - In vari casi di appalti di un certo livello, l'impresa detentrice dell'appalto si avvale di diverse ditte subappaltatrici per diverse lavorazioni specifiche
Definizione Contratto Appalto

Definizione Contratto Appalto

Normative - Il codice civile, il Decreto Legislativo 81/08 e gli articoli 86 ed 87 del decreto Legislativo 163/2006 definiscono in maniera univoca tutte le possibilità di gestione di un appalto.
Appalti: il Ministero approva gli schemi di contratto per le polizze fideiussorie

Appalti: il Ministero approva gli schemi di contratto per le polizze fideiussorie

Leggi e Normative Tecniche - Codice degli appalti: approvati dal Ministero dello Sviluppo Economico il decreto sugli schemi contrattuali relativi alle garanzie fideiussorie. Ecco le novità.

Appalto, difformita' e vizi dell'opera

Normative - Il contratto d'appalto per la costruzione di un immobile e le contestazioni per i vizi e le difformita' dell'opera. Come e contro chi agire ed in che tempi.

Decreto Sviluppo

Normative - Via libera in Consiglio dei Ministri al Decreto Sviluppo, che prevede misure anche per il settore casa.

Esecuzione dell'appalto prima del permesso di costruire

Leggi e Normative Tecniche - In tema di validità del contratto d'appalto, deve considerarsi nullo quel contratto che viene eseguito prima del rilascio delle necessarie autorizzazioni comunali.

Capitolato d'appalto: quando va utilizzato

Leggi e Normative Tecniche - Il capitolato d'appalto è un documento che regola i rapporti tra l'appaltante e l'appaltatore, obbligatorio negli appalti pubblici, opzionale nei lavori privati

Aspetti del contratto di prestazione d'opera manuale

Leggi e Normative Tecniche - Nel contratto d'opera manuale una persona si impegna a compiere un'opera o servizio non intellettuale con lavoro prevalentemente proprio e senza subordinazione.

Appalto in condominio e responsabilità contrattuale

Condominio - Poteri dell'amministratore in relazione e la responsabilità contrattuale derivante dal contratto di appalto in condominio
REGISTRATI COME UTENTE
295.529 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Contratti manutenzione
    Contratti manutenzione...
    110.00
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Rimozione amianto e bonifiche Lazio
    Rimozione amianto e bonifiche lazio...
    15.00
  • Tavolino da lavoro francese in legno di
    Tavolino da lavoro francese in...
    1200.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.