Detrazione 65 risparmio energetico: tutte le novità 2016

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali08 Gennaio 2016 ore 08:54
La Legge di Stabilità appena approvata prevede la proroga al 31 dicembre 2016 della detrazione fiscale al 65% e altre novità per l'ecobonus. Vediamo quali sono.

Detrazione risparmio energetico 65%


È stata approvata in via definitiva il disegno di legge di Stabilità 2016 ( Legge 28 dicembre 2015, n. 208) e tra le tante novità ivi contenute si trova anche la proroga al 31 dicembre 2016 delle detrazioni fiscali sulla casa, quindi la detrazione IRPEF al 50% per interventi di ristrutturazione e quella al 65% per interventi di risparmio energetico, il cosiddetto ecobonus.

Tra le ultime novità introdotte si prevede la possibilità per i contribuenti che rientrano nella no tax area che eseguono interventi su parti comuni di edifici residenziali di cedere la detrazione fiscale al 65%, altrimenti non fruibile, alla ditta che esegue i lavori.


Detrazione risparmio energetico: la normativa


Detrazione 65La legge Finanziaria del 2007 (Legge n. 296/2006) ha introdotto una detrazione di imposta in misura apri al 55% delle spese documentate e sostenute entro il 31 dicembre 2007 per una serie di interventi volti alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti.
L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’IRES (Imposta sul reddito delle società) ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

- la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento

- il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)

- l’installazione di pannelli solari

- la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Di anno in anno la detrazione in oggetto, conosciuta anche come ecobonus è stata prorogata e innalzata nella misura più alta al 65% fino alla legge di Stabilità 2015 che ha previsto la possibilità di fruire dello sconto fiscale fino al 31 dicembre 2015 e ha allargato il novero degli interventi agevolabili. Ora la Legge di Stabilità in corso di approvazione ha previsto l’ulteriore proroga al 31 dicembre 2016.


Detrazione fiscale al 65%: gli interventi agevolabili


Gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili che permettono di godere della detrazione fiscale al 65%, oggetto di proroga dalla Legge di Stabilità, fino al 31 dicembre 2016 sono:

- riqualificazione energetica di edifici esistenti: per questi interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 100.000 euro. Rientrano in questa tipologia i lavori che permettono il raggiungimento di un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale non superiore ai valori definiti dal decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008 - Allegato A.

- interventi sugli involucri degli edifici:pSi tratta degli interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali (coperture, pavimenti), verticali (pareti generalmente esterne), finestre comprensive di infissi, delimitanti il volume riscaldato, verso l’esterno o verso vani non riscaldati, che rispettano i requisiti di trasmittanza U (dispersione di calore), espressa in W/m 2K. Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

- installazione di pannelli solari. Per tali interventi si intende l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale. Per tali interventi la sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione. Il valore massimo della detrazione fiscale è di 30.000 euro.

EcobonusNegli interventi agevolabili la legge di stabilità 2015 ne ha introdotto altri che vengono ora prorogati dalla Legge n. 208/2015.
Si tratta in particolare delle spese sostenute dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2016 per l’acquisto e la posa in opera di:

- schermature solari indicate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006 (come le tende esterne, le chiusure oscuranti e i dispostivi di protezione solare in combinazione con le vetrate), fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro da ripartire in 10 quote annuali di parti importo

- impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro. Rientrano nell’agevolazione le caldaie a biomassa, stufe a combustibile solido, apparecchi per il riscaldamento alimentati a pellet con potenze inferiore a 50 kw, bruciatori a pellet per piccole caldaie a riscaldamento.


Detrazione 65% cedibile all’impresa per chi è nella no tax area


Detrazione fiscale 65La Legge di Stabilità 2016 introduce anche la possibilità per i contribuenti che si trovano nella cosiddetta no tax area, ossia coloro che non scontano alcun debito per l’IRPEF e che non potrebbero recuperare il bonus, di cedere l’ammontare di quest’ultimo ai propri fornitori, limitatamente, però, a quello riferibile agli interventi di riqualificazione energetica delle parti in comune degli edifici condominiali (artt. 1117 e 1117-bis c.c.).

In pratica il condominio che effettua lavori di riqualificazione energetica sulle parti comuni può decidere di non usufruire direttamente dell’ecobonus al 65%, ma di cederlo all’impresa che realizza gli interventi. Cedendo la detrazione fiscale all’impresa, questa può applicare subito uno sconto al condominio cliente.

Per quanto riguarda le modalità operative si rinvia ad un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, da emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Stabilità.


Ecobonus per installazione impianti domotici


Infine altra novità introdotta dalla Legge di Stabilità riguarda la possibilità di fruire dell’ecobonus del 65% per alcuni interventi di domotica, intendendo per tali l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti.

riproduzione riservata
Articolo: Detrazione risparmio energetico 2016
Valutazione: 5.80 / 6 basato su 5 voti.

Detrazione risparmio energetico 2016: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Franca2015
    Franca2015
    Mercoledì 13 Gennaio 2016, alle ore 12:39
    Buongiorno,Nel rifare totalmente il tetto di un condominio di 4 piani realizzato 60anni fa.realizzato con travi a vista (sono tronchi d'albero)e listelli su cui poggiano le tegole a vista e numerosi puntelli in legno che scaricano sul solaioPer accedere agli sgravi fiscali del 65%su tutto il lavoro è obbligatorio usare il polistirolo isotec o stirodach sotto le tegole? in caso non venga usato il polistirolo la detrazione sarà del 50%su tutto?
    rispondi al commento
    • Cristianadeiconti
      Cristianadeiconti Franca2015
      Mercoledì 13 Gennaio 2016, alle ore 12:46
      La scelta del materiale migliore la può dare solo un tecnico o comunque la ditta a cui ha chiesto l'intervento che saprà consigliarla al meglio. La Legge non parla di obbligo nell'uso di questo o quel materiale ma solo di interventi che permettono gli sgravi fiscali al 65% o al 50%
      rispondi al commento
      • Franca2015
        Franca2015 Cristianadeiconti
        Mercoledì 13 Gennaio 2016, alle ore 13:05
        Grazie, la cosa che non mi è chiara è :1)rifacendo il tetto senza coibentazione, supponiamo costi 100.000 euro, allora accedo al bonus ristrutturazione del 50% fin qui tutto ok.Cercavo si capire se:2)rifacendo il tetto con coibentazione isotec o simili, supponiamo costi 120.000 euro, allora accedo al bonus ristrutturazione del 60%.su tutto 120.000 euro oppure è il 50% su 100.000 e il 65% su 20.000 ? Grazie!
        rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Detrazione risparmio energetico 2016 che potrebbero interessarti
Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Affitti studenti fuori sede: le nuove detrazioni fiscali 2018

Affitti studenti fuori sede: le nuove detrazioni fiscali 2018

Affittare casa - Con il decreto fiscale 2017 approvato dal Senato, sono state introdotte delle novità sulle detrazioni del 19% dei canoni di affitto per gli studenti fuori sede.

È possibile detrarre gli interessi del mutuo per acquisto pertinenza?

Mutui e assicurazioni casa - Che succede se si stipula un mutuo per acquistare una pertinenza all'abitazione principale? Si potrà beneficiare della detrazione del 19% sugli interessi passivi?

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti

Detrazione 65% per caminetti e stufe: cosa sapere

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 2015 è diventato più semplice accedere alla detrazione fiscale sul risparmio energetico (65%) per chi installa generatori a biomassa come caminetti e stufe.

Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Appena pubblicato il testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018 con le novità economiche e fiscali più importanti anche per chi effettuerà dei lavori in casa

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?

Requisiti immobile per detrazione 65%

Normative - Per accedere alla detrazione sul risparmio energetico è necessario che l'immobile sia esistente, sia iscritto al catasto e sia dotato di impianto riscaldamento.
REGISTRATI COME UTENTE
295.712 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Serramenti pvc
    Serramenti pvc...
    210.00
  • Pannello termoisolante sottotegola Fibrotek
    Pannello termoisolante sottotegola...
    39.60
  • Klover stufa pellet kw 7 8 riscaldamento
    Klover stufa pellet kw 7 8...
    1891.00
  • Klover stufa termostufa pellet kw 19 idro
    Klover stufa termostufa pellet kw...
    4070.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.