Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Deducibilità contributo casa, quando è possibile?

Il contributo casa, versato per partecipare al canone di locazione dell'abitazione dove vive l'ex partner, può essere deducibile solo in alcuni casi. Ecco quali
- NEWS Affittare casa

Contributo casa e affitto di immobile


Di recente ha destato particolare interesse una posizione assunta dall’Amministrazione finanziaria, con la risposta all’interpello del 15 ottobre 2021, n. 657.

Il provvedimento di prassi affronta il tema, di certa attualità, relativo alla deducibilità dall’imposta sui redditi del c.d. contributo casa, versato dall’ex partner.

Contributo casa contratto locazione

L’analisi della risposta, rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, è una occasione per approfondire la questione della rilevanza, da un punto di vista fiscale, dei costi sostenuti dall’ex coniuge per l’abitazione, dove l’altro coniuge vive abitualmente con i figli della coppia.


Contributo casa relativo a contratto di locazione


I contributi casa sono essenzialmente gli importi corrisposti per il pagamento del canone di locazione e delle spese condominiali, dell’alloggio del coniuge separato o divorziato.

In sede di scioglimento del vincolo matrimoniale, il giudice, con apposito provvedimento, oltre a stabilire l’onere di corrispondere l’assegno all’ex coniuge, necessario al proprio mantenimento e a quello dei figli, determina anche il quantum delle ulteriori somme necessarie al pagamento del canone di locazione e delle eventuali spese condominiali dell’immobile in cui lo stesso ex coniuge ha conservato il diritto ad abitare.


Deducibilità del contributo casa per contribuire al canone di affitto


Come noto, ai sensi dell’art. 10, D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, (anche TUIR), sono deducibili dal reddito complessivo gli assegni periodici corrisposti al coniuge, a esclusione di quelli destinati al mantenimento dei figli, in conseguenza di separazione legale ed effettiva, di scioglimento o annullamento del matrimonio o di cessazione dei suoi effetti civili, nella misura in cui risultano da provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

In tale previsione normativa rientrano anche i contributi casa.

Contributo casa contratto di affitto vincolo matrimoniale
In ordine alla deducibilità del contributo casa, si è espressa in più occasioni anche l’Amministrazione Finanziaria (circolare 8 luglio 2020, n. 19 e 24 aprile 2015, n. 17).

Nelle ipotesi in cui, tali somme riguardino l'immobile a disposizione della moglie e dei figli, la deducibilità è limitata alla metà delle spese sostenute.

In altri termini, tale contributo è deducibile solo allorquando sia versato in ragione di un precedente vincolo matrimoniale, sciolto a seguito di sentenza di divorzio o in caso di separazione legale.


Contributo casa per contratto di affitto in caso unioni civili


La citata normativa, che prevede la deducibilità del contributo casa fa specificamente riferimento a unità immobiliari, utilizzate quali abitazioni di un nucleo familiare, fondato sulla contrazione di un precedente matrimonio.

Cosa accade nel caso di unioni civili e convivenze more uxorio?

In tali casi, è possibile portare in detrazione gli importi versati, nell’ambito di un contratto di locazione, a titolo di contributo casa?

Contratto locazione: unioni civili e normativa di riferimento


Per rispondere a tali interrogativi, occorre precisare che la Legge 20 maggio 2016, n. 76, recante la Regolamentazione delle unioni civili tra le persone dello stesso sesso e la disciplina delle convivenze, comunemente nota come Legge Cirinnà, ha previsto una sostanziale equiparazione delle unioni civili alle unioni fondate su un vincolo matrimoniale.

Tale riforma prevede espressamente che in caso di cessazione della unione civile, il giudice stabilisce il diritto del convivente di ricevere dall'altro convivente gli alimenti qualora versi in stato di bisogno e non sia in grado di provvedere al proprio mantenimento.

contratto locazione contributo casa

Sulla base si tale disposto normativo, si ritiene che il contributo casa, per partecipare al canone di affitto di una abitazione dove vive abitualmente l’ex compagno, sulla base di una unione civile, deve ritenersi deducibile.

A tale conclusione si giunge anche in considerazione del chiaro dettato normativo dell’art. 1, comma 20, L. Cirinnà, che stabilisce una sostanziale equiparazione degli effetti giudici e delle disposizioni previste in caso di vincolo di coniugio rispetto alle unioni civili.


È deducibile il contributo casa per affitto di immobili in convivenze more uxorio?


Ultima ipotesi da analizzare in merito alla deducibilità del contributo casa, riguarda le c.d. convivenze more uxorio.

Al riguardo, occorre precisare che non esiste un chiaro riferimento normativo che equipari, sotto ogni profilo, gli effetti e le conseguenze derivanti dallo scioglimento di un vincolo matrimoniale a una convivenza di fatto.

Tale lacuna normativa riguarda anche alcuni aspetti fiscali; in particolare, la possibilità di portare in detrazione gli importi, spesso onerosi, corrisposti per contribuire all’affitto di immobile che continua a essere adibito ad abitazione da parte dell’ex convivente.

Il caso risolto dall’Agenzia delle Entrate


Sul punto, come rilevato, si è espressa l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello del 15 ottobre 2021, n. 657.

L’interpellante aveva rappresentato all’Agenzia di ritenere di poter portare in detrazione dal calcolo delle imposte sui redditi, il contributo versato per consentire all’ex convivente di sostenere il canone di locazione dell’unità immobiliare, adibita ad abitazione e con il quale non aveva mai contratto vincolo matrimoniale.

L’Amministrazione finanziaria, con la risposta all’interpello, disattende la soluzione prospettata dal contribuente istante, negando la deducibilità del contributo casa nella fattispecie concreta.

La ragione sottesa a tale decisione risiede nella assenza di un vincolo matrimoniale fra gli ex conviventi.



Secondo l’Agenzia, la deducibilità del contributo casa ha natura agevolativa, con la conseguenza che non è suscettibile di applicazione analogica, con riferimento a ulteriori fattispecie non espressamente previste.

Se per le unioni civili il Legislatore ha affermato espressamente l’equiparazione rispetto al vincolo matrimoniale, la medesima equiparazione non è stata prevista per quanto concerne le convivenze more uxorio.

Da ciò ne deriva che per tali tipologie di convivenze non è prevista la deducibilità del contributo casa.

riproduzione riservata
Articolo: Deducibilità canone di locazione ex coniuge
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Deducibilità canone di locazione ex coniuge: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
334.092 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Deducibilità canone di locazione ex coniuge che potrebbero interessarti


Successione nel contratto di locazione

Affittare casa - Il contratto di locazione, come quasi tutti i contratti, vincola solamente le parti che lo sottoscrivono, ma la legge prevede delle eccezioni a questo principio.

Coppie conviventi e casa di residenza comune

Proprietà - Quando la casa di residenza della coppia è intestata ad uno solo dei conviventi è possibile utilizzare degli strumenti per tutelare colui che non è proprietario.

Detrazioni fiscali sulla casa per conviventi e persone unite civilmente

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Conviventi di fatto e persone unite civilmente sono contemplati dall'Agenzia delle Entrate tra i beneficiari delle detrazioni per lavori da eseguire sulla casa.

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza

Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Leggi e Normative Tecniche - La risoluzione del contratto di locazione deve essere registrata. Lo afferma la CTP di Milano che condanna un contribuente per aver tardivamente versato l'imposta

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.

Rapporti di coppia, uso dell'abitazione e diritto

Leggi e Normative Tecniche - Matrimonio, convivenza, figli, separazione, muore uno dei due? L'uso dell'abitazione è una questione centrale nel rapporto di coppia. Ma cosa prevede il diritto?

Locazione: il modello RLI nel caso di decesso del locatore

Affittare casa - Cosa succede al rapporto di locazione immobiliare in caso di decesso del locatore; cosa devono comunicare gli eredi all'Agenzia delle Entrate con il modello RLI

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucav22
Salve a tutti, volevo sapere se io (conduttore) potessi chiedere la restituzione dei canoni versati per un immobile ad uso abitativo tramite contratto di locazione non registrato...
lucav22 29 Dicembre 2020 ore 19:08 19
Img maurizio35
Caso: Posso stipulare entro il 20 giugno un contratto di locazione "canone concordato" con decorrenza 1 agosto p.v.? Evidentemente procederò alla registrazione entro 30...
maurizio35 08 Giugno 2018 ore 16:12 1
Img maryquant
Buongiorno.E' possibile avere dall'Agenzia delle Entrate la copia del contratto di locazione dell'alloggio comune stipulato per conto del condominio dall'amministratore e copia...
maryquant 24 Maggio 2015 ore 08:30 1
Img alexciri
Possiedo un appartamento che ho affittato con un contratto di locazione di 4+4, rinnovabile automaticamente a meno che io avvisi gli inquilini 6 mesi prima con raccomandata A/R...
alexciri 28 Marzo 2014 ore 12:20 1
Img nici57
Un contratto di locazione firmato l'8 giugno 98 della durata di 5 anni si è rinnovato per 5 anni o per 4?Non avendo ricevuto disdetta in tempo?Quando un contratto non...
nici57 06 Settembre 2006 ore 13:42 1