Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Criteri di riparto delle spese per la pulizia delle scale in condominio

NEWS Ripartizione spese02 Novembre 2019 ore 10:02
Come si ripartiscono le spese per la pulizia delle scale nel condominio? Non esistendo una norma espressa, la giurisprudenza ha dovuto sopperire alla lacuna.

Ripartizione spese condominiali, la pulizia delle scale


Un utente del forum di lavorincasa ha chiesto lumi sul riparto delle spese sostenute per la pulizia delle scale e degli ascensori all'interno dei condomini .

Pulizia scale condominiali
In questo articolo indicheremo i criteri attualmente indicati dalla giurisprudenza per il riparto delle spese delle pulizie condominiali delle scale e degli ascensori; infatti, dal momento che la legge non li fornisce, la giurisprudenza ha cercato, come spesso accade, di sopperire alla lacuna.


Riparto spese di manutenzione delle scale condominiali


Quello che la legge prevede espressamente è il criterio per il riparto delle spese di manutenzione delle scale e degli ascensori.

Scale in condominio
Secondo infatti l'art. 1124 c.c. le scale e gli ascensori devono essere mantenuti e sostituiti da parte dei proprietari delle unità immobiliari le scale e gli ascensori servono.

La spesa dev'essere ripartita tra i detti proprietari nel seguente modo: per una metà in ragione del valore delle singole unità immobiliari e per l'altra metà esclusivamente in misura proporzionale all'altezza di ogni piano dal suolo.

L'art. 1124 c.c. aggiunge poi che:

al fine del concorso nella metà della spesa, che è ripartita in ragione del valore, si considerano come piani le cantine, i palchi morti, le soffitte o camere a tetto e i lastrici solari, qualora non siano di proprietà comune (art. 1124 co. 2 c.c.).


Come detto, la norma regola il caso della manutenzione, ma non il caso della pulizia di scale e ascensori.


Pulizia scale condominio, cosa dice la giurisprudenza sul riparto


In assenza di disposizioni espresse sull'argomento, vediamo cosa ha deciso la giurisprudenza quelle rare volte in cui che se n'è occupata.

Nella sentenza n. 432 del 2007, ancora oggi decisione di riferimento in argomento, la Corte di Cassazione decise seguendo il seguente percorso logico-giuridico.

La sentenza partì dal presupposto, già affermato (si indica la sentenza n. 8655/1996 della stessa Corte di Cassazione), che la pulizia delle scale risponde ad esigenze differenti per i vari condomini: l'utilità varia a seconda del piano in cui questi abitano.

La Corte rilevava inoltre che l'art. 1124 c.c. disciplina il caso della manutenzione e non anche quello della pulizia di scale e ascensori.

Il principio da utilizzare non era quello generale del valore millesimale di cui all'art. 1123 co. 1 c.c., ma quello dell'utilità di cui all'art. 1123 co.2 c.c.

Scale in condominio
Ricordiamo, per quel che qui interessa, che a mente dell'art. 1123 co.1 c.c. le spese per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione; mentre, al co.2 lo stesso articolo 1123 c.c. prevede che per le cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese devono essere ripartite in proporzione dell'uso che ognuno ne può fare.

Dovendo trovare un criterio idoneo ad esprimere la diversa utilità per ciascun condomino ai fini dell'applicazione del principio di cui all'art. 1123 co.2 c.c., la Corte stabilì che si poteva applicare in via analogica quanto disposto dall'art. 1124 c.c.

Detta norma, affermò la Corte, essendo di carattere speciale e non eccezionale, era applicabile in via analogica ai sensi di quanto disposto degli artt. 12 e 14 delle Preleggi.

In particolare, l'art. 12 ammette l'applicazione, ai casi non disciplinati dalla legge, delle norme previste per casi simili o materie analoghe, mentre l'art. 14 esclude tale possibilità per le norme che fanno eccezione a regole generali.

Insomma, come a parità d'uso i proprietari dei piani più alti logorano le scale più di quelli che abitano ai piano inferiori, così, a parità d'uso essi le sporcano più degli abitanti dei piani inferiori.

L'applicazione dell'art. 1124 c.c. venne dunque ammessa.


Venne però esclusa l'applicazione di quanto disposto al co.1, norma che, si rilevò - laddove prevede che la metà delle spese per la ricostruzione e manutenzione delle scale va effettuata in base ai millesimi - deroga al principio ex art. 1123 co.2 c.c. ed è di carattere eccezionale e non può quindi essere applicata in via analogica.

Dunque, andava in sostanza applicato in via assoluta, senza alcuna mediazione, il principio dell'utilità espresso dall'art. 1123 c.o.2 c.c. secondo quanto indicato dall'art. 1124 co.2 c.c.

Quindi, secondo la sentenza n. 432/2007 della Corte di Cassazione, ancora oggi come detto punto di riferimento, la spesa va ripartita secondo il criterio dell'altezza di piano, cioè secondo l'utilità che ciascun proprietario può trarne.

Il principio è stato richiamato nella più recente sentenza di legittimità (si v. Cass. n. 29220 del 2018).

riproduzione riservata
Articolo: Criteri riparto spese pulizia scale condominio
Valutazione: 4.75 / 6 basato su 4 voti.

Criteri riparto spese pulizia scale condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Crippa maria
    Crippa maria
    Sabato 11 Aprile 2020, all or 14:03
    Un condomino che non abita qui ma ha l'appartamento sfitto è tenuto alla pulizia della scale visto che ogni condomino pulisce la sua rampa di scale?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Crippa maria
      Lunedì 20 Aprile 2020, all or 19:58
      Sì, ciò che conta è che tu potresti sempre utilizzarla. Questo, salvo diversa decisione del condominio (unanime) o diversa disposizione del regolamento contrattuale di condominio o della raccolta degli usi e consuetudini tenuta presso le locali camera di commercio. D’altronde, se ognuno si pulisce la sua rampa, ti  immagini la tua, piena di gomitoli di polvere e le altre linde e pinte? 
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.608 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Criteri riparto spese pulizia scale condominio che potrebbero interessarti


Condominio, casa disabitata e spese della pulizia delle scale

Ripartizione spese - I condomini sono tenuti a pagare le spese sostenute dal condominio per la pulizia delle scale comuni anche se l'appartamento non è abitato, con alcune eccezioni

Tabelle millesimali

Normative - Le tabelle millesimali servono a ripartire le spese condominiali in modo proporzionale alla superficie e alle caratteristiche delle singole unità immobiliari.

Spese ascensore in condominio: spettano anche a chi abita al piano terra

Parti comuni - Suddivisione delle spese per la manutenzione e sostituzione dell'ascensore. Sono dovute anche da chi ha un locale o negozio con accesso diretto a piano terra.

Manutenzione scale condominiali, ripartizione costi e agevolazioni fiscali per tinteggiatura

Manutenzione condominiale - Il costo per la tinteggiatura delle scale condominiali deve essere ripartito secondo quanto stabilito dall'art. 1124 c.c. e può essere detratto ai fini fiscali.

Che cos'è un Condominio parziale e quali le cause

Ripartizione spese - Il condominio parziale è della compagine che gestisce parti comuni che servono solamente ad alcuni condomini. Qual è il suo ruolo in giudizio?

Pulizia delle scale, è obbligatorio pagare l'impresa affidataria?

Manutenzione condominiale - La pulizia delle scale in condominio può essere eseguita in proprio solamente se tutti i condomini sono d'accordo e l'assemblea non può obbligare nessuno.

Scale condominiali: proprietà, pulizia, manutenzione, spese

Parti comuni - Le scale condominiali appartengono a tutti i condòmini o a quelli che se ne servono: con quali maggioranze si decidono interventi di manutenzione e pulizia?

Spese condominiali contestate

Ripartizione spese - Le spese condominiali devono essere pagate perché si è proprietario di un'unità immobiliare ubicata in condominio. Chi e in che modo può contestarle se le ritiene errate?

Condominio e impianto autonomo di fognatura

Ripartizione spese - Secondo i giudici l'impianto della fognatura è una parte comune del condominio, e chi ha un impianto autonomo è tenuto pagare le spese relative alla sua conservazione.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 64brunica
Buona sera,l’amministratore del ns. condominio all’insaputa della compagine condominiale non ha pagato la ditta delle pulizie da circa 5 mesi che a sua volta invano ha...
64brunica 31 Luglio 2015 ore 21:17 3
Img vpedroc
Secondo l'articolo 1124. Manutenzione e sostituzione delle scale e degli ascensori.Le scale e gli ascensori sono mantenuti e sostituiti dai proprietari delle unità...
vpedroc 23 Giugno 2014 ore 11:30 2