Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Convalida del contratto annullabile: come funziona

Come funziona la convalida di un contratto annullabile. Che cos'è l'annullabilità di un contratto? Qual è la differenza tra convalida e rettifica di un contratto.
- NEWS Comprare casa

Il contratto annullabile può essere convalidato


Hai stipulato un contratto di compravendita per errore e dunque invalido e soggetto all'azione di annullamento. Ti chiedi, tuttavia, dopo un’attenta analisi dello stesso, se potresti convalidarlo al fine di renderlo valido a tutti gli effetti.

Dopo una breve premessa che ci consenta di capire in cosa consista il rimedio dell’annullamento di un contratto, vediamo che cos’è l’istituto giuridico della convalida e come esso funziona.


Annullabilità del contratto


Il contratto è annullabile nei casi in cui la legge ricollega alla violazione della legge, anziché la nullità, questa diversa forma di invalidità dell’atto.

Come stabilito dall’articolo 1425 codice civile, il contratto è annullabile per incapacità delle parti contraenti. Sono legalmente incapaci coloro che non hanno ancora acquistato la legale capacità, come i minori o che, avendola acquistata, l’hanno successivamente perduta.

Convalida contratto
L’incapacità può essere anche naturale ed è quella di chi, pur essendo dotato della capacità legale, è privo della capacità di intendere e di volere perché affetto da infermità mentale.

In secondo luogo il contratto è annullabile a seguito di un vizio del consenso prestato. In tal caso il contratto è stato stipulato per effetto di errore, violenza morale o dolo della controparte.


La convalida del contratto annullabile


Il contratto caratterizzato da una causa di annullabilità può essere convalidato con l’effetto di sanare il contratto e di precludere l’azione di annullamento successiva.

L’articolo 1444 del codice civile disciplina l’istituto della convalida affermando che:

Il contratto annullabile può essere convalidato dal contraente al quale spetta l’azione di annullamento, mediante un atto che contenga la menzione del contratto e del motivo di annullabilità, e la dichiarazione che s’intende convalidarlo. Il contratto è pure convalidato, se il contraente al quale spettava l’azione di annullamento vi ha dato volontariamente esecuzione conoscendo il motivo di annullabilità. La convalida non ha effetto, se chi l’esegue non è in condizione di concludere validamente il contratto. Art. 1444 cod.civ.


Dalla norma possiamo evincere che la convalida di un contratto può trovare attuazione in due modalità diverse. Esaminiamole più nel dettaglio.


Convalida esplicita


La convalida è un atto che può essere posto in essere con una espressa dichiarazione di volontà proveniente dalla parte cui spetta l’azione di annullamento.

Nel caso in cui l’azione di annullamento competa a più soggetti, la dichiarazione di convalida che non venga rilasciata da tutti deve considerarsi inidonea a convalidare il contratto.

Contratto annullabile convalidato
Ne consegue che in caso di annullabilità assoluta la convalida non può che ritenersi sempre inammissibile.


Che cos'è l'annullabilità assoluta


Si ha annullabilità assoluta quando l’azione per far valere l’annullamento del contratto può essere promossa da chi ha compiuto l’atto, dai suoi aventi causa ma anche da chiunque ne abbia interesse, come nel caso dell’interdizione legale.

Siamo di fronte a una deroga rispetto alla regola generale, in base alla quale invece l’annullamento può essere richiesto esclusivamente dalla parte nel cui interesse è stabilito dalla legge.


In tal caso la convalida risulta impossibile poiché la stessa non potrebbe essere effettuata da tutti i soggetti potenzialmente legittimati a invocare l’annullabilità ma anche perché in tali casi l’annullamento del contratto costituisce una sanzione posta a tutela di interessi più generali e non solo del contraente.


La convalida tacita contratto annullabile


La convalida di un contratto può essere effettuata in modo tacito quando la parte legittimata a esercitare l’azione di annullamento dà volontaria esecuzione al contratto.

La convalida tacita consiste nella spontanea esecuzione delle prestazioni oggetto del contratto soggetto all’azione di annullamento.

Convalida e rettifica
In tal caso, qualora il soggetto dovesse domandare successivamente l’azione di annullamento, la controparte potrebbe eccepire l’avvenuta tacita convalida del contratto.

In generale la convalida è un atto unilaterale avente una propria causa.
Non sono richiesti i requisiti di forma propri del contratto da convalidare.

Questo è reso evidente dalla possibilità di effettuare una convalida tacita, ovvero per fatti concludenti.

La convalida produce i suoi effetti a partire dalla data del contratto da convalidare.


Nessuna convalida per il contratto nullo


Ricordiamo che non può essere convalidato il contratto affetto da nullità, patologia del contratto che sussiste in presenza di requisiti diversi da quelli richiesti per l’annullabilità. È fatta salva una diversa regola in materia di donazioni.

Al di fuori di questa ipotesi in caso di nullità la convalida sarebbe priva di valore e l’unico rimedio per il contratto nullo risulta essere il rinnovo dello stesso.

Occorre dunque stipulare un nuovo contratto privo dei vizi di nullità.


Nessuna convalida per il contratto rescindibile


Un altro caso in cui la convalida non è ammessa è quello del contratto soggetto alla rescissione. Afferma esplicitamente l’articolo 1451 del codice civile che il contratto rescindibile non può essere convalidato.


Rettifica contratto annullabile


La rettifica del contratto è prevista dall’articolo 1432 codice civile per il caso di errore. La parte caduta in errore non potrà domandare l’annullamento del contratto se, prima che dall’atto possa sorgere un pregiudizio, l’altra offra di eseguirlo in modo conforme.

Con l’offerta di rettifica si ha una modifica del contenuto dell’atto tale da ricondurlo a quanto ipotizzato dal contraente errante. L’offerta di rettifica è ammessa purché nel frattempo non possa considerarsi pregiudizievole per il soggetto caduto in errore.

riproduzione riservata
Articolo: Convalida del contratto annullabile
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Convalida del contratto annullabile: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
340.064 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Convalida del contratto annullabile che potrebbero interessarti


Contratto preliminare: chi paga le spese di registrazione?

Fisco casa - In caso di stipula di un contratto preliminare, chi deve pagare la spesa necessaria per effettuare la registrazione presso l'Agenzia delle Entrate? Quali costi?

Quali sono le differenze tra vendita a misura e vendita a corpo?

Comprare casa - Vendita a misura e vendita a corpo sono due forme alternative di compravendita. Vediamo quali sono le differenze e le tutele a favore della parte acquirente.

Come annullare una compravendita immobiliare?

Comprare casa - Come annullare un contratto di compravendita immobiliare: quali sono le tutele del venditore e dell'acquirente. I casi in cui il contratto può perdere gli effetti

Esecuzione dell'appalto prima del permesso di costruire

Leggi e Normative Tecniche - In tema di validità del contratto d'appalto, deve considerarsi nullo quel contratto che viene eseguito prima del rilascio delle necessarie autorizzazioni comunali.

Rogito notarile, forma, trascrizione e invalidità

Comprare casa - L'atto notarile di compravendita di una casa, comunemente chiamato rogito, può essere un atto pubblico o una scrittura privata autenticata. Come può essere annullato?

Richiesta di rettifica fatturazione bolletta luce e gas

Normative - Come il consumatore può presentare contestazioni al venditore del servizio di energia elettrica e gas per una somma richiesta in fattura che ritiene inesatta.

Si può vendere una casa se si è in comunione di beni?

Comprare casa - La vendita di una casa in regime di comunione dei beni senza il consenso di uno dei coniugi. Come può tutelarsi chi non ha autorizzato la cessione dell'immobile?

Comunione legale tra coniugi e preliminare di vendita senza una firma

Comprare casa - Se il preliminare di vendita menziona i coniugi in comunione, ma non è firmato da uno dei due, è nullo o è annullabile? Sul caso si è espressa la Cassazione.

Comodato gratuito: le novità del Decreto Semplificazioni

Affittare casa - In caso di contratto di comodato ci saranno 10 giorni in più per effettuare la registrazione. Con il Decreto Semplificazioni si passa da 20 a 30 giorni per adempiere
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ale_jandro
Buon pomeriggio a tutti. Nel luglio 2017 abbiamo acquistato un terreno ed un rudere (ex chiesa) da un ente ecclesiastico in zona vincolata paesaggisticamente. Per l'ex chiesa non...
ale_jandro 29 Marzo 2020 ore 17:00 7
Img albapinna
Entro quanto tempo da una donazione di un immobile si puo richiedere il suo annullamento per anomalie planimetriche e non corrispondenza del metraggio costruito?...
albapinna 20 Marzo 2015 ore 21:53 1