• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Tanti utili consigli per la coltivazione dei finocchi

I finocchi sono un ortaggio sano da gustare sia crudo che cotto. Ecco gli accorgimenti da seguire per coltivare i finocchi nell'orto e ottenere un buon raccolto
Pubblicato il

La pianta del finocchio


Ricco di acqua e con poche calorie (31 kcal ogni 100 gr di prodotto), il finocchio (foeniculum vulgare dulce) è un ortaggio che si può consumare sia crudo in insalata che cotto.
Dall'inconfondibile forma piuttosto tondeggiante e il ciuffo verde, è molto apprezzato per il suo sapore intensamente aromatico con retrogusto fresco.

Di origine mediterranea, la pianta del finocchio appartiene alla famiglia delle Apiaceae o Ombrellifere, la stessa di sedano e carote.

Di facile coltivazione, la possiamo seminare nell'orto di casa, sia in primavera che in autunno.

Ha una buona resistenza al freddo e al gelo, mentre mal sopporta il caldo eccessivo.


Quando coltivare i finocchi


La coltivazione dei finocchi è abbastanza semplice da attuare nell'orto di casa.

Coltivazione finocchio - PixabayColtivazione finocchio - Pixabay

I finocchi si possono coltivare in vari momenti dell'anno. Tuttavia, ci sono alcuni fattori da considerare e accorgimenti da mettere in pratica per garantirsi un raccolto abbondante di ortaggi sani e ricchi di gusto.

Clima


Il primo fattore di cui tener conto è il clima. La pianta del finocchio, infatti, teme il troppo caldo, mentre riesce a resistere piuttosto bene al freddo.
Tra l'altro, per giungere a maturazione, questo ortaggio ha bisogno di un clima fresco.

Indicativamente, dunque, le temperature di coltivazione ideali sono comprese nel range compreso fra 7°C e 30°C.

Lavori nell'ortoLavori nell'orto

Detto ciò, è chiaro che i periodi migliori per coltivare i finocchi sono le mezze stagioni, ovvero la primavera e l'autunno. Scegliendo la seconda opzione, è bene ricordare che la pianta del finocchio teme il gelo e, per questo motivo, gli ortaggi vanno raccolti prima che arrivino le gelate.

Tempo di raccolta


Oltre al fattore clima, per decidere quando coltivare i finocchi, bisogna anche considerare la futura raccolta. Occorre infatti tener conto del fatto che, dal momento del trapianto, ci vogliono di media 90-120 giorni circa prima che la pianta raggiunga la completa maturazione.

Raccolta dei finocchi - PixabayRaccolta dei finocchi - Pixabay

Indicativamente, possiamo quindi concludere dicendo che, coltivando i finocchi a marzo, li si potranno raccogliere a fine primavera-inizio estate. Trapiantandoli invece a settembre, si potranno raccogliere tra novembre e dicembre.


Dove si coltiva il finocchio


La pianta del finocchio può essere messa a dimora nell'orto oppure coltivata in semenzaio.
È bene sapere che questa pianta necessita di almeno 12 ore di luce al giorno.




In caso contrario, il finocchio monta a seme in tempi anticipati.

Ciò accade perché la pianta, sentendosi minacciata, si riproduce anzitempo al fine di garantire la continuazione della specie. Tuttavia, in questo modo, il raccolto viene del tutto rovinato.

Terreno


Per ottenere un buon raccolto, con finocchi belli grandi, è molto importante considerare anche il fattore terreno. Il grumolo del finocchio, infatti, si sviluppa proprio a livello del suolo.

Il finocchio teme il grande caldo e il gelo - Foto PixabayIl finocchio teme il grande caldo e il gelo - Foto Pixabay

Per prima cosa, è fondamentale preparare adeguatamente il terreno.
Vediamo come procedere.

Anzitutto il terreno va pulito, eliminando erba o coltivazioni precedenti.
Dopodiché, bisogna procedere con una vangatura profonda, e poi con una zappatura per spaccare eventuali zolle di terra e avere così una superficie a grana fine.

vanga orto
Infine, livellare il suolo con un rastrello.

Durante il corso della crescita della pianta, il terreno non deve mai compattarsi troppo perchè altrimenti creerebbe una certa resistenza alla crescita del grumolo stesso.

Concimazione dei finocchi


La pianta di finocchio predilige un terreno soffice e fertile. L'ideale è quindi nutrirlo con letame o compost ma senza esagerare.

Finocchio maturo e compatto, pronto da mangiare - Foto PixabayFinocchio maturo e compatto, pronto da mangiare - Foto Pixabay

Durante la fase di coltivazione, per favorire lo sviluppo del grumolo, si suggerisce di usare un concime leggermente azotato, come per esempio lo stallatico pellettato.

Ricordare, inoltre, che il terreno deve essere ben drenante in quanto la pianta del finocchio non sopporta i ristagni idrici, una delle cause principali delle malattie crittogamiche.


Semina dei finocchi


I finocchi si possono coltivare a partire dal seme o dalle piantine.

Nel primo caso, occorre partire dalla semina in semenzaio, disponendo i semi in solchi non molto profondi e coperti di terra. Bisogna poi aver cura di innaffiarli regolarmente.

Dopo circa 40-50 giorni, quando le piantine hanno ormai raggiunto i 10-15 centimetri di altezza, è possibile procedere con il trapianto in piena terra nell'orto.

Attrezzi per lavori orto per coltivare la pianta dei finocchiAttrezzi per coltivare la pianta dei finocchi nell'orto

Creare nel terreno dei buchi abbastanza profondi e disporvi le piantine in modo tale che vadano sotto terra 1 cm appena rispetto al livello del colletto.

Tra una piantina e l'altra, mantenere una distanza di circa 30 centimetri.

In caso di più file, mantenerle distanziate di circa 60 centimetri.

Irrigazione


Le annaffiature devono essere regolari, specie nei periodi più caldi, affinché il terreno sia sempre umido.

Finocchi: ottimi sia crudi che cotti - Foto PixabayFinocchi: ottimi sia crudi che cotti - Foto Pixabay

Uno scarso apporto idrico può far fiorire la pianta precocemente, col rischio di rovinare il raccolto. Di contro, invece, irrigazioni troppo abbondanti, provocano ristagni idrici, prima causa di muffe che compromettono la coltura.


Quando raccogliere i finocchi


In generale, i finocchi sono pronti per essere colti dopo 3-4 mesi dal trapianto (4-5 mesi dalla semina) e, comunque, quando i grumoli hanno ormai raggiunto il giusto grado di maturazione, buone dimensioni e appaiono belli compatti.

Finocchi maturi - Foto PixabayFinocchi maturi - Foto Pixabay

Per raccogliere gli ortaggi ormai pronti, occorre munirsi di una piccola vanghetta e scalzarli dal suolo.


Altri consigli utili per coltivare i finocchi


La pianta del finocchio entra in competizione con le erbacce infestanti.
Per prevenire la formazione di malerbe, è bene eseguire frequenti sarchiature.

Il rincalzo è fondamentale nella coltivazione dei finocchiIl rincalzo è fondamentale nella coltivazione dei finocchi

Un paio di settimane prima del raccolto, poi, è consigliato eseguire delle operazioni di rincalzo perché migliorano la qualità e la pezzatura dell'ortaggio stesso.

Come già spiegato, il finocchio teme il gelo, e pertanto va raccolto prima che le temperature vadano al di sotto dello zero. In alternativa, per allungare il periodo della raccolta e cogliere ortaggi invernali, è bene proteggere la pianta con un telo di tessuto non tessuto.

riproduzione riservata
Consigli per la coltivazione dei finocchi
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.956 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI