Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa

Il condomino contro il quale il condominio inizia una causa, o alla cui azione la compagine decide di resistere, non può votare all'assemblea che lo riguarda.
- NEWS Condominio
condomino , condominio , delibera , assemblea

CausaChe cosa succede se in un condominio è necessario fare causa ad uno dei condomini?

La risposta più semplice e sbrigativa (per non dire superficiale) è la seguente: si agisce per vedere riconosciute le proprie ragioni.

In verità la risposta meno superficiale e più corretta è la seguente. L'amministratore deve:

a) verificare se si tratti di materia ricompresa nelle proprie competenze;

b) se si tratta di questione esulante dalle proprie attribuzioni, convocare l'assemblea per decidere in merito.

Solo all'esito della decisione assembleare potrà, eventualmente, attivare l'azione giudiziaria (eventualmente preceduta da un tentativo di conciliazione).

Nel caso di deliberazione concernente una lite attiva (ossia da intraprendere) o passiva (ossia una domanda contro la quale difendersi), il condomino che risulta essere controparte non ha diritto di voto.

Da ciò discende che egli non può nemmeno impugnare quella delibera ma può difendersi solamente in altre sedi, ad esempio proprio in giudizio.


Convocazione dell'assemblea


Ai sensi del sesto comma dell'art. 1136 c.c.

L'assemblea non può deliberare, se non consta che tutti gli aventi diritto sono stati regolarmente convocati.

Le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione hanno specificato che la mancata comunicazione, a taluno dei condomini, dell'avviso di convocazione dell'assemblea condominiale comporta non la nullità, ma l'annullabilità della delibera condominiale, che se non viene impugnata nel termine di trenta giorni previsto dall'art. 1137, 3° comma, c.c. - decorrente per i condomini assenti dalla comunicazione e per i condomini dissenzienti dalla sua approvazione - è valida ed efficace nei confronti di tutti i partecipanti al condominio (Cass. SS.UU. n. 4806/05).

Il nuovo art. 66 disp. att. c.c. ha sostanzialmente ripreso quest'orientamento.

Nel caso di omessa convocazione o comunque nel caso di vizi della deliberazione, i condomini possono agire in giudizio ai sensi dell'art. 1137 c.c. per contestare la decisione assembleare.


Legittimazione ad impugnare


Non tutti i condomini possono impugnare una delibera: tale diritto è riconosciuto solamente ad assenti, astenuti e dissenzienti.

In questo contesto, tuttavia, nemmeno tutti coloro che rientrano in questa categoria hanno diritto di contestare.

In una sentenza resa dal Tribunale di Milano nel febbraio del 2013, si legge che con riguardo alla impugnazione di delibere condominiali invalide, la valutazione dell'interesse alla impugnazione si pone in termini di strumentalità rispetto alla decisione sulla rilevabilità d'ufficio della nullità.


Infatti, posto che il giudice può e deve rilevare la eventuale nullità dell'atto posto a fondamento della domanda, non ha senso, ove ad essa la parte non abbia interesse, che detta nullità sia effettivamente rilevata. L'interesse ad impugnare la delibera condominiale deve essere concreto, dovendo concernere la posizione di vantaggio effettivo che dalla pronunzia di merito può derivare, e non solo astratto. La valutazione della relativa sussistenza è questione di merito, potendo solo quella sull'esistenza dell'interesse in astratto configurare una questione di diritto. Pertanto, essa, se motivata in modo logicamente corretto e sufficiente dal giudice di merito, non è censurabile in sede di legittimità (Trib. Milano 5 febbraio 2013 n. 1655).

In questo contesto, in più d'una occasione, l'assente per causa diversa dall'omessa convocazione è stato considerato non legittimato a far valere la mancata convocazione del suo vicino.

Nella specie decisa dal Tribunale di Milano si litigava in merito ad una delibera con la quale si decideva di iniziare una causa contro un condomino.

Il Tribunale sul punto ha specificato che il condomino non ha diritto ad impugnare e contestare la deliberazione adottata in merito ad un azione di risarcimento dei danni a suo carico, ciò perché il condomino che è portatore di interessi propri in potenziale contrasto con il condominio, perde il diritto di partecipare alla votazione e quindi di impugnare la relativa deliberazione (Trib. Milano 5 febbraio 2013 n. 1655).

Chiaramente a questo punto, legittimamente, ci si potrebbe domandare: ma se il condomino non può partecipare alla deliberazione che senso ha convocarlo, per poi dirgli, non puoi partecipare alla votazione?

riproduzione riservata
Articolo: Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.159 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Condomino non può impugnare delibera con cui si stabilisce fargli causa che potrebbero interessarti


Per individuare l'amministratore basta la deliberazione dell'assemblea

Condominio - S'ipotizzi che una persona debba far causa ad un condominio: a chi dev'essere notificato l'atto introduttivo del giudizio?

Comunicazioni all'assemblea

Condominio - L'assemblea, è notorio, è il luogo in cui i condomini decidono sulla gestione e conservazione delle parti comuni dell'edificio.

Uso della cosa comune, innovazioni e delibere

Parti comuni - Che differenza corre tra uso della cosa comune, uso delle parti individuali e innovazioni? La risposta della Corte d'appello d'Ancona.

Quando si può ottenere la sospensione dell'efficacia della delibera condominiale

Assemblea di condominio - L'impugnazione della delibera condominiale non comporta automaticamente la sospensione della sua efficacia. Come fare per ottenerla e quali sono i presupposti?

Delibera assemblea condominiale: quando può essere nulla o annullabile

Assemblea di condominio - Differenza tra delibera nulla o annullabile; quando i condomini possono impugnare una delibera e quali sono i termini da rispettare per invocare l'invalidità.

Assemblea di condominio, il conflitto d'interessi e le deleghe

Assemblea di condominio - Assemblea di condominio: il conflitto d'interesse dei delegati non si estende automaticamente ai deleganti e dev'essere dimostrato da chi se ne lamenta.

In arrivo il bonus per ristrutturare gli impianti elettrici in condominio

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 1° gennaio 2020 i condomini che intendono ristrutturare vecchi impianti elettrici potranno fruire di un contributo fino a 1200 euro. È quanto previsto da Arera

Danni alle parti comuni e risarcimento

Condominio - I danni derivanti da comportamenti illeciti dei condomini non gli possono essere addebitati se non dopo una regolare sentenza di condanna.

Condominio, condotte illecite e responsabilità

Assemblea di condominio - Se una deliberazione condominiale può comportare la commissione di illeciti, il condomino può semplicemente dissociarsi da quella decisione oppure deve impugnarla?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img sheltoncoolio
Hello,I hope someone can help me with the following situation: I live in a three-storey building, one of which is inhabited by a neighbor and the remaining two by my family. For...
sheltoncoolio 18 Settembre 2021 ore 16:03 2
Img massimo rossi
Salve,nel caso dell'istallazione di un impianto fotovoltaico condondominiale e delle colonnine per ricarica auto elettriche, chi ricaricherà la propria macchina...
massimo rossi 14 Settembre 2021 ore 15:12 1
Img giacomo fossati
Buongiorno a tutti,ho acquistato un appartamento in un piccolo condominio in costruzione, che sarà in classe energetica A2 e da capitolato avrà serramenti e...
giacomo fossati 05 Settembre 2021 ore 21:45 1
Img teresa t
Buongiorno,abito in un condominio che sta usufruendo dell'ecobonus 110%.Alcuni dei condomini (il 4* e 5* piano e il 2*, io sto al terzo piano) ne stanno approfittando pure per...
teresa t 31 Agosto 2021 ore 13:25 9
Img littleboy
Salve,in condominio stiamo rifacendo la facciata, al momento stanno asportando il plastico compromesso ma proprio oggi ho notato che mi hanno scoperchiato letteralmente il...
littleboy 18 Agosto 2021 ore 11:45 3