Condominio, distanze e barriere architettoniche

NEWS DI Condominio30 Marzo 2012 ore 11:17
L'eliminazione delle barriere architettoniche non riguarda solamente il condominio ma anche le distanze dalle costruzioni limitrofe.
DistanzeaUn condomino, con problemi di disabilità, deve far installare un ascensore per raggiungere la propria unità immobiliare. Fatto, questo, ricorrente e che, sovente genera incomprensioni. Nell'ambito del condominio degli edifici, la cosa è nota, il legislatore ha inteso favorire la persona disabile o comunque l'eliminazione delle barriere architettoniche al fine di rendere l'edificio genericamente fruibile. Che cosa accade, però, se l'opera non rispetta le distanze rispetto a vicini esterni al condominio? È questo, in sostanza, il quesito cui ha dato risposta il T.A.R. di Pescara con una sentenza dello scorso febbraio. La risposta è stata: l'installazione di un ascensore è illegittima se viola le norme sulle distanze legali rispetto ad unità abitative poste all'esterno del condominio. Le norme cui guardare sono quelle contenute nel testo unico dell'edilizia (d.p.r. 380/01) e nel d.p.r. n. 236/89 di attuazione della famosa legge n. 13/89 che disciplinava per l'appunto l'eliminazione delle barriere architettoniche. Dice il giudice amministrativo regionale che così puntualizzato il quadro normativo di riferimento, va evidenziato che tali previsioni per il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati - dettate in via generale dalla legge n. 13 del 1989, poi trasfusa nel predetto t.u., ed articolate in dettaglio nella normativa tecnica di attuazione di cui al D.M. 14 giugno 1989, n. 236 - hanno elevato il livello di tutela dei soggetti portatori di minorazioni fisiche, che oggi non è più relegato ad un ristretto ambito soggettivo ed individuale, ma è ormai considerato come interesse primario dell'intera collettività, da soddisfare con interventi mirati a rimuovere situazioni preclusive dello sviluppo della persona e dello svolgimento di una normale vita di relazione (Corte Costituzionale 10 marzo 1999, n. 167, e 4 luglio 2008, n. 251, e da ultimo T.A.R. Campania, sede Napoli, sez. IV, 14 novembre 2011, n. 5343). Distanze2Purtuttavia, va anche precisato che la giurisprudenza ha al riguardo meglio precisato che tale sistema di tutela delle persone disabili è, in concreto, applicabile compatibilmente con altri interessi pubblici che non possono essere pretermessi e che devono essere, invece, bilanciati con quello, superiore, alla tutela ottimale delle medesime persone; con la conseguenza che le misure necessarie a rendere effettiva la tutela delle persone disabili, alla stregua degli art. 2, 3 e 32 della Costituzione possono essere legittimamente graduate in vista dell'attuazione del principio di parità di trattamento, tenuto conto di tutti i valori costituzionali in gioco e fermo comunque il rispetto di un nucleo indefettibile di garanzie per gli interessati. In definitiva, tale normativa consente il diniego della richiesta autorizzazione qualora non sia possibile realizzare le opere senza pregiudizio di altri beni ugualmente tutelati (T.A.R. Pescara 24 febbraio 2012 n. 87). In questo contesto di carattere generale s'inseriscono le questioni attinenti le distanze in condominio e le distanze tra opere realizzate nell'edificio e stabili limitrofi. Secondo il T.A.R. di Pescara in definitiva, il legislatore nel bilanciamento degli interessi in gioco nel mentre ha ritenuto prevalente l'interesse dei portatori di handicap rispetto a quello degli altri "condomini", ha ritenuto al contrario recessivo tale interesse rispetto a quello dei soggetti "terzi", cioè dei proprietari di immobili finitimi, che non possono veder leso il loro diritto alla salute, ugualmente meritevole di tutela, a non vedere create delle intercapedini che possono incidere sulla salubrità delle costruzioni (T.A.R. Pescara 24 febbraio 2012 n. 87).
riproduzione riservata
Articolo: Condominio, distanze e barriere architettoniche
Valutazione: 4.67 / 6 basato su 3 voti.

Condominio, distanze e barriere architettoniche: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Legale
    Legale
    Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:18
    Non è possibile rispondere sullo specifico quesito: in linea teorica potrebbe essere considerata una distanza sufficiente.
    rispondi al commento
  • Gil86
    Gil86
    Mercoledì 16 Luglio 2014, alle ore 17:50
    Buonasera, volevo chiederle una cosa, è possibile installare un'ascensore all'interno di un 'area cortilizia condominiale il cui ingombro non rispetta le distanze legali dai vani finestra degli altri appartamenti? per intenderci la distanza tra il filo della finestra e il filo esterno dell'ascensore è inferiore ad 1.50m Attendo una sua risposta. grazie...
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Condominio, distanze e barriere architettoniche che potrebbero interessarti
Componenti igienici

Componenti igienici

Bagno - Distanze minime tra i componenti igienici.
Usufrutto congiuntivo: nozione e durata

Usufrutto congiuntivo: nozione e durata

Proprietà - L'usufrutto congiuntivo consente ai vari usufruttuari di accrescere le proprie quote, fino all'esitinzione del diritto dopo il decesso dell'ultimo usufruttuario.
Deroga distanze minime e barriere architettoniche

Deroga distanze minime e barriere architettoniche

Normative - Una sentenza della Corte di Cassazione ribadisce che gli impianti necessari al superamento delle barriere architettoniche possono derogare alle distanze minime.

Impianto antenna TV

TV ed elettronica - L'impianto tv è diventato un sistema particolarmente complesso, la cui progettazione e realizzazione deve quindi essere affidata a un installatore professionista.

Approvati bonus volumetrici

Normative - Previsti dalla normativa nazionale premi di cubatura per incentivare l'isolamento termoacustico.

Quando un condomino è usufruttuario, cosa succede?

Assemblea di condominio - Se in un'unità immobiliare vi sia un altro diritto reale, ad esempio l'usufrutto, qual è la sua posizione nei confronti del condominio? Chi pagherà le spese e la manutenzione?

Abbattimento delle barriere architettoniche e distanze tra le costruzioni

Leggi e Normative Tecniche - In base alla decisione del Tar della Lombardia si può derogare alle norme sulle distanze per eseguire opere finalizzate all'abbattimento barriere architettoniche

Usufrutto: atto di donazione e sua revoca

Proprietà - Mediante donazione si può cedere l'usufrutto o donare la nuda proprietà con riserva di usufrutto per sè o per altri. Tale atto, a certe condizioni è revocabile.

Dichiarazione di Rispondenza Impianti Tecnologici

Impianti - Tutti gli impianti tecnologici di vecchia data o sprovvisti della dichiarazione di conformita' possono essere regolarizzati con la dichiarazione di rispondenza.
REGISTRATI COME UTENTE
295.400 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Impermeabilizzante balconi terrazze
    Impermeabilizzante balconi terrazze...
    24.00
  • Abbeveratoio a livello costante con serbatoio zincato
    Abbeveratoio a livello costante...
    35.75
  • Sollevatori per disabili
    Sollevatori per disabili...
    1.00
  • Prato bosco spessore
    Prato bosco spessore...
    46.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.