• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Comfort abitativo: quali sono i criteri di valutazione?

Prima di acquistare o costruire casa bisogna valutare una serie di fattori che insieme concorrono a definire il comfort abitativo, ovvero il benessere in casa
Pubblicato il

Comfort ambientale e fattori determinanti


Quando si decide di acquistare o costruire un'abitazione per uso personale, è necessario valutare diversi fattori, tra i quali, la convenienza economica, la posizione del sito dove sorge o sorgerà la costruzione, la vicinanza ai principali servizi e vie di comunicazione, ecc.

I parametri sopra citati, si riferiscono principalmente alle condizioni esterne dell'immobile in oggetto, che da sole non rappresentano l'insieme dei fattori che definiscono il comfort ambientale, ossia quella condizione di benessere determinata, in funzione delle percezioni sensoriali di un individuo inserito in un ambiente.

Esposizione confortevole in un sito ben organizzato
Uno dei fattori necessari a garantire tale sensazione di benessere, è rappresentato dal comfort termoigrometrico.

Esso rappresenta quella condizione di equilibrio tra umidità relativa dell'ambiente, temperatura interna e caratteristiche costruttive, che se alterata nei rapporti tra loro, può generare diverse criticità in particolari periodi dell'anno.

Si possono manifestare, ad esempio, condizioni di muffa e condensa, responsabili di malattie polmonari, soprattutto nei bambini.

Altro fattore da prendere in considerazione, al fine del raggiungimento del benessere ambientale, è quello acustico.

Presenza di muffa a causa di un difetto di isolamento dell'infisso
Volendo descrivere la condizione del benessere acustico, possiamo dire che essa si concretizza quando un soggetto può svolgere la sua solita attività all'interno di un ambiente, senza essere disturbato dalla interferenza di altri suoni o rumori.
Tali interferenze sono capaci di danneggiare sul lungo periodo, oltre l'apparato uditivo anche la condizione psicologica e fisica di colui che è costretto a subirne le emissioni.

In relazione al tipo di ambiente e all'attività svolta, viene definito un livello sonoro di normale tollerabilità, ovvero una soglia massima di rumore ritenuta accettabile perché non provoca disagio all'utente.


Comfort casa e benessere acustico


Il superamento di tale soglia porta alla perdita della condizione di benessere.

Pertanto, per limitare tale rumorosità negli organismi edilizi, la progettazione riveste un ruolo importante nel prospettare le soluzioni tecnologiche e architettoniche capaci di realizzare le condizioni per il benessere acustico richieste.

Il disagio acustico è rappresentato dal rumore, che spesso non si riesce a definire in maniera specifica, ma lo si avverte come semplice fastidio.

L'importanza di una buona progettazione per meglio isolare gli ambienti
Le fonti di rumore sono rappresentate principalmente da fattori esterni alla costruzione e fattori interni.

Le fonti esterne sono essenzialmente costituite dal traffico veicolare e dall'eventuale presenza, in prossimità dell'edificio, di attività produttive industriali.

Il rumore prodotto da tali fonti si propaga per via aerea e poi penetra all'interno dell'edificio attraverso il suo involucro.

Le fonti di rumore interne, che possono riguardare specificatamente l'ambiente oggetto di studio o altri ambienti dello stesso edificio, sono rappresentate da impianti di vario genere, elettrodomestici, apparecchiature radiotelevisive.

Fonti di rumore diverse quali elementi di disturbo
In questo caso la propagazione avviene sia per via aerea sia attraverso le parti solide della costruzione.

Un componente fondamentale che ha grande importanza nella riduzione dei rumori specialmente esterni, è rappresentato dal grado di isolamento acustico dell'involcro edilizio.

Quest'ultimo va realizzato mediante la giusta scelta di materiali e dimensioni delle pareti perimetrali e delle loro caratteristiche costruttive. Ma anche attraverso la scelta adeguata di infissi, copertura e di tutte quelle parti costruite che possono diventare fonti rumorose in particolari condizioni atmosferiche, ecc.


Particolari da non trascurare per il comfort abitativo


Spesso si trascurano elementi costruttivi che appaiono insignificanti relativamente alla possibilità di produrre rumori fastidiosi. Tuttavia, in determinate condizioni ambientali, si rivelano fonte di rumori assordanti e responsabili di notti insonni.

Si pensi, a titolo di esempio, alla sostituzione di una pensilina ricoperta di tegole, con una moderna in policarbonato, magari adiacente alla zona notte.
La trasformazione, in termini di rumorosità, è lampante in presenza di piogge e grandine, con conseguente disperazione di chi è costretto a subire tale martellamento.

Interno luminoso per un ambiente confortevole
Infine, ma non per importanza, la luce e il benessere che essa comporta, rappresenta l'elemento a mio avviso fondamentale per una casa confortevole.
Non a caso il grande architetto Le Corbusier descriveva l'architettura come:

il gioco sapiente, corretto e magnifico dei volumi raggruppati sotto la luce. undefined

Condizioni di benessere luminoso in un ambiente si ottengono con una giusta quantità di luce, sia di giorno che di notte. Di giorno occorre permettere che un'adeguata quantità di luce esterna possa entrare nell'ambiente.

È quindi opportuno avere un'ampia superficie finestrata.
Per la notte e per i giorni non soleggiati, l'ambiente dovrà essere dotato di opportuna illuminazione artificiale.


Cosa valutare per ottenere il giusto comfort e benessere


Dopo aver descritto, in sintesi, quali sono gli elementi che costituiscono il benessere ambientale, vediamo di esaminare come andare alla ricerca di essi, quando si sceglie un'abitazione o un sito per costruirla, tenendo presente alcuni semplici accorgimenti durante tale ricerca.

Per quanto riguarda l'aspetto termoigrometrico, è bene tener presente l'esposizione di una abitazione, la presenza di prospetti frontistanti liberi, capaci di permettere una ventilazione naturale, utile per ridurre l'umidità relativa interna e scongiurare la formazione di muffe e condense.

Schema di abitazione con aperture frontestanti
Tale condizione va comunque mantenuta anche da un corretto uso dell'abitazione gestendo le condizioni ambientali con attenzione.

È bene, inoltre, verificare la tipologia delle chiusure perimetrali dell'immobile.
Ancora oggi si vedono in giro cantieri di nuova costruzione realizzati senza isolare i ponti termici, responsabili di fenomeni di muffe all'interno.

Il fattore acustico va esaminato tenendo conto delle eventuali manifestazioni rumorose all'esterno e all'interno.
Pertanto, è bene visitare il luogo dove ricade o ricadrà la costruzione che ci interessa, verificando la presenza di attività rumorose, come fabbriche, attività produttive di vario tipo, presenza di linee ferroviarie o autostradali, ecc.

immissioni rumorose provenienti da attività limitrofe
Per quanto riguarda l'interno, è bene verificare le destinazioni d'uso dei locali confinanti, allo scopo di mantenersi lontani da pub, discoteche, locali destinati a feste e intrattenimenti di vario genere, spesso sprovvisti delle opportune misure di isolamento acustico.

Suggerisco, inoltre, a chi intende acquistare un immobile, l'esame attento del capitolato delle opere che si vanno a realizzare, al fine di verificare la tipologia di interventi previsti mirati all'ottenimento di un buon isolamento acustico.


La luce naturale è indispensabile per il comfort casa


La luminosità, insieme all'esposizione, rappresenta un fattore importantissimo, per avere una casa salubre e confortevole. La permanenza in un ambiente con la giusta illuminazione comporta numerosi vantaggi e benefici.

I vantaggi non sono solo di natura economica, come il risparmio sui consumi, ma influenzano anche la sfera emotiva contribuendo così al benessere psicofisico.

l'importanza del capitolato dei lavori per valutare la qualità dell'immobile
La luce naturale migliora l'umore e aumenta la positività, ci rende vitali, sereni e rende l'abitazione più accogliente, aumentando così il comfort domestico.

Poter disporre di una buona luminosità mediante la luce solare è importante anche dal punto di vista igienico, grazie alla capacità della luce solare di svolgere un'azione antibatterica e igienizzante dell'ambiente abitato.


Una casa ben esposta comporta un valore economico aggiunto di non poca importanza.

Visitare un immobile da acquistare in una bella giornata soleggiata, favorisce l'appetibilità del bene, specialmente quando si hanno bambini piccoli e persone anziane a cui l'azione della luce solare porta innumerevoli benefici.

riproduzione riservata
Comfort abitativo criteri di valutazione
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.589 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI