Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Le varietà di pomodori da coltivare in orto casalingo

NEWS Orto e terrazzo29 Agosto 2019 ore 16:27
Coltivazione pomodori, dalle eccellenze italiane alle varietà meno comuni e conosciute: ciliegini, cuori di bue, Pachino, San Marzano, Piennolo e altri ancora.

Coltivare pomodori in estate: qualche suggerimento utile


Spesso, quando arriva agosto, la maggior parte delle piante presenti all'interno di ogni orto è alla fase finale del proprio ciclo produttivo, pertanto, occorre rimuovere tali ortaggi e preparare il terreno per la semina delle verdure invernali.

Varietà di pomodori
Realizzare l'orto nel mese più caldo dell'anno è una buona idea, soprattutto se si desidera far crescere qualche pianta di pomodoro.

In particolare, i pomodori sono perfetti per una piccola coltivazione last minute, dato che, durante il periodo estivo, si sviluppano in modo rapido e garantiscono un'ottima resa a livello quantitativo e qualitativo.


Pomodori gialli a grappolo

Pomodori gialli a grappolo

Pomodori gialli a grappolo
Pomodoro costoluto rosso

Pomodoro costoluto rosso

Pomodoro costoluto rosso
Pomodoro nero di Crimea

Pomodoro nero di Crimea

Pomodoro nero di Crimea
Pomodori costoluti gialli e neri

Pomodori costoluti gialli e neri

Pomodori costoluti gialli e neri

In ogni caso, durante il mese di agosto, specialmente se si effettuano operazioni come semina e trapianto, è necessario avere molta cura dei vegetali e del terreno, in quanto quest'ultimo si secca facilmente a causa delle alte temperature, mentre gli ortaggi possono subire colpi di calore improvvisi. Per evitare tali inconvenienti, è opportuno innaffiare con regolarità, facendo sempre attenzione a non esagerare.

Vediamo qui di seguito alcune tra le numerose tipologie di pomodori che è possibile piantare all'aperto, in serra o in vaso.


Storia e metodi di coltivazione dei pomodori


Originari dell'America, i pomodori vennero importati per la prima volta in Europa nel 1540, dal condottiero spagnolo Hernán Cortés. La prima citazione italiana riguardante la scoperta di questo frutto, il cui nome scientifico è Solanum lycopersicum, risale al 1544 ed è contenuta negli scritti dell'umanista Pietro Andrea Mattioli.

Il pomodoro è uno dei frutti più impiegati in cucina e può essere utilizzato per la preparazione di tantissime pietanze, sia dolci che salate. Oltre al sapore unico, questa tipologia di ortaggi sorprende anche grazie alle sue numerose varietà, adatte per cucinare salse e contorni o gustose insalate.

Pomodori ciliegini
Anche se i procedimenti per la coltivazione dei pomodori sono piuttosto semplici, occorre ricordare che ogni varietà è differente e pertanto necessita di cure particolari.
In genere, per consentire a questo tipo di piante uno sviluppo sano e una produzione abbondante, è opportuno collocarle in zone soleggiate o parzialmente in ombra, con temperature non inferiori 15 °C.

CONSIGLIATO
Sementi pomodoro SEMI STRANI
ATTENZIONE A COMPRARE DAL VENDITORE "SEMI STRANI" E NON DA TUTTI QUELLI CHE COPIANO I MIEI ANNUNCI A PREZZI PIU' BSSI PERCHè RICEVERETE SOLO...
prezzo € 15,90
COMPRA


Inoltre, è bene irrigare il terreno con regolarità, verificare che non siano presenti malattie o infestazioni di insetti e parassiti, effettuare potature frequenti per fermare la crescita del fusto e delle foglie, in modo da consentire a tutti i frutti di maturare.

Se si coltiva all'aperto, è necessario piantare le sementi l'una distante dall'altra, così da permettere alle piante di pomodoro di respirare e rendere la raccolta più agevole.


Piantare pomodori: ecco quali sono le varietà più conosciute


Oggi esistono più di 75.000 varietà e sottovarietà di Solanum lycopersicum, più o meno pregiate. Vediamo insieme, qui di seguito, quali sono i pomodori migliori da piantare nell'orto oppure in serra e in vaso.

Pomodori a grappolo


I pomodori tondi a grappolo sono la specie più conosciuta e vengono impiegati per qualsiasi tipologia di preparazione. Ottimi sia a crudo che cotti, questi frutti sono spesso utilizzati per arricchire primi piatti e antipasti.

Pomodori tondi a grappolo
La coltivazione dei pomodori a grappolo è relativamente semplice: una volta fatte sviluppare le piante all'interno di un vaso riempito con un terreno universale friabile, è sufficiente innaffiarle in abbondanza; raggiunta un'altezza di circa 30 cm, è possibile eseguire il trapianto.
In seguito, occorre sistemare ogni esemplare a una distanza minima di circa 30-40 cm e legare i fusti delle piante a supporti verticali, in modo da poter controllare al meglio la crescita.


Pomodori Datterini


I pomodori datterini hanno dimensioni molto piccole e, pur avendo origini asiatiche, sono tutt'oggi coltivati in quasi tutta Italia. Tali frutti sono caratterizzati da una consistenza carnosa e da un gusto intenso, qualità che li rendono perfetti per il consumo a crudo.

Pomodori datterini
Anche questa tipologia di pomodori viene raccolta a grappolo e, per garantirne un corretto sviluppo, è necessario trapiantare gli esemplari all'interno di un terreno a medio impasto, arricchito di sostanze organiche. In genere, come tutti i pomodori, le piante di datterini difficilmente sopravvivono a temperature al di sotto dei 10°C, di conseguenza, durante i mesi invernali è possibile coltivarli soltanto in vaso o in serra.

Originari della Sicilia, i pomodori Pachino (IGP) sono una delle varietà più famose di datterini. Questi prodotti ortofrutticoli a indicazione geografica protetta vengono coltivati nelle province di Siracusa e Ragusa, dove sono stati introdotti per la prima volta nel 1989 da un'impresa israeliana di sementi.

I Pachino sono caratterizzati da dimensioni medio piccole e prediligono un clima temperato caldo; le piante si adattano a qualsiasi tipologia di terreno e come tutte le altre specie di pomodori devono essere innaffiate con regolarità, facendo sempre attenzione a non esagerare con la quantità di acqua.


Pomodori Cuori di bue


I pomodori Cuori di bue sono un'ottima varietà da insalata, dal sapore unico e deciso.
Questi frutti, oltre ad avere dimensioni molto grandi e forme irregolari che si espandono in senso orizzontale, raggiungono un peso davvero sorprendente, spesso superiore a 200-250 grammi.
La sottovarietà di cuore di bue più conosciuta in Italia è quella di Albenga.

Due delle caratteristiche che rendono i cuori di bue così apprezzati sono la scarsa presenza di semi e la polpa densa e morbida.

Pomodori cuori di bue

Per coltivare questa tipologia di pomodori è opportuno prestare attenzione alla grandezza dei vasi o dell'appezzamento di terreno in cui vengono sistemate le piante poiché, come già accennato in precedenza, sia il fusto sia i frutti hanno dimensioni considerevoli.


Pomodoro San Marzano


Una delle eccellenze gastronomiche italiane più conosciute in tutto il mondo è il pomodoro San Marzano, frutto caratterizzato da una forma allungata la cui caratteristica principale è la dolcezza della polpa.

Pomodoro San Marzano DOP
Si tratta di una varietà particolarmente adatta per la preparazione di conserve e pelati, che viene coltivata esclusivamente nella zona di San Marzano sul Sarno, in Campania.

Grazie alla sua elevata qualità, il pomodoro di San Marzano dell'agro nocerino sarnese è riuscito ad ottenere la Denominazione di origine controllata (DOP).

Lo sviluppo dei frutti di questa rinomata tipologia di pianta di pomodori è molto abbondante e avviene nell'arco dei mesi estivi (da inizio luglio a fine settembre), ma è possibile effettuare la semina anche ad agosto e durante l'inverno.

Nel primo caso, occorre controllare con frequenza l'umidità del terreno, per far sì che rimanga sempre costante: i pomodori San Marzano hanno infatti un'ottima resistenza alla formazione del marciume apicale, pertanto, è bene irrigare questi vegetali con grandi quantità di acqua, soprattutto quando il periodo di coltivazione è in estate inoltrata.

È possibile effettuare la semina anche in autunno e inverno, purché venga utilizzata una serra.


Pomodori Costoluti


Dalla forma irregolare e un peso non inferiore ai 200 grammi, I pomodori costoluti hanno un sapore delicato e vengono spesso impiegati a crudo o cotti alla griglia.

Pomodori costoluti rossi
Nonostante sia possibile coltivare queste piante all'aperto, è preferibile collocarle in serra, poiché si tratta di una tipologia di vegetali poco resistenti a malattie e parassiti. Tra le specie più conosciute di pomodori costoluti vi sono il Costoluto fiorentino Novoli, il Costoluto genovese e il Marbella.


Pomodoro del Piennolo


Il pomodoro del Vesuvio o del Piennolo è uno dei prodotti più antichi dell’agricoltura campana, fortemente legato alla natura vulcanica del terreno in cui cresce.
La sua coltivazione segue un metodo tradizionale, che prevede l’ausilio di sostegni con paletti di legno e filo di ferro, per evitare che i frutti tocchino terra.

Pomodori del Piennolo
Il loro peso di circa 25 gr, sono rotondi e presentano un piccolo pizzo all’estremità inferiore. Hanno un sapore fortemente caratterizzante: dolce dal retrogusto acidulo, dovuto alla particolare concentrazione di zuccheri e sali minerali.

Questa varietà di pomodori è detta del Piennolo perché la tecnica di conservazione tradizionale vuole che si formino dei pendoli, ovvero, grappoli interi, raccolti in piena estate, sistemati su un filo di canapa legato a cerchio, per creare un unico grande grappolo, conservato sospeso in luoghi asciutti e ventilati. In questo modo si conserva fino alla primavera successiva e pur perdendo il suo turgore, assume un sapore inconfondibile.


Altre tipologie di pomodori


Se desiderate coltivare tipologie di pomodori più particolari e avere a disposizione all'interno del vostro orto una vasta gamma di prodotti, potete effettuare la semina di altre varietà, come ad esempio:

  • il pomodoro Alhambra, frutto dalla forma arrotondata e durevole nel tempo;

  • il pomodoro camone, caratterizzato da dimensioni piuttosto contenute e riconoscibile grazie alla tipica colorazione verde della parte vicina al peduncolo;

  • il pomodoro cencara, resistente a determinate malattie e molto produttivo;

  • il pomodoro Corno delle Ande, la cui peculiarità è il sapore poco acido;

  • il pomodoro giallo, così denominato per il suo caratteristico colore e ideale per condire le insalate;

  • il pomodoro nero di Crimea, una delle varietà più antiche di questo frutto, le cui caratteristiche principali sono il colore rosso scuro tendente al nero e le note proprietà benefiche;

  • il pomodoro principe borghese, resistente anche dopo la raccolta;

  • il pomodoro red pear, semplice da coltivare e curare.

riproduzione riservata
Articolo: Come si coltivano i pomodori
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Come si coltivano i pomodori: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
306.864 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Ortovaso verdemax contenitore orto
    Ortovaso verdemax contenitore orto...
    18.18
  • Compo bio terriccio per orto e semina
    Compo bio terriccio per orto e...
    8.53
  • Legatrice per piante
    Legatrice per piante...
    35.62
  • Contenitore per orto in terrazzo colore terracotta
    Contenitore per orto in terrazzo...
    89.98
Notizie che trattano Come si coltivano i pomodori che potrebbero interessarti
Assolazione nell'orto

Assolazione nell'orto

Giardino - Per crescere bene e in modo sano, gli ortaggi hanno bisogno della corretta assolazione, ottenibile con una progettazione accorta dell'orto.
Metodi per coltivare i pomodori in vaso

Metodi per coltivare i pomodori in vaso

Giardinaggio - Ecco alcuni consigli per chi volesse intraprendere, anche da principiante, la coltivazione dei pomodori in vaso, sul balcone, per avere qualità a KM0 in città!

Orto nel mese di settembre

Orto e terrazzo - Qualche consiglio su come impostare i lavori del mese di settembre nell'orto, tra raccolte e preparazione delle colture autunnali e invernali.

Orto verticale: quali ortaggi rampicanti per terrazzo?

Orto e terrazzo - Qualche consiglio per la realizzazione di un piccolo orto rampicante sul terrazzo o sul balcone, anche per chi ha poco spazio e può sfruttare le superfici verticali.

Lavori nell'orto di Luglio

Orto e terrazzo - Tra i lavori da fare nell'orto nel mese di luglio, molta attenzione bisogna prestare alle annaffiature, da praticare nelle ore più fresche della giornata.

Vaso automatizzato

Giardino - Il giardinaggio non è una passione semplice a cui dedicarsi: non solo occorrono tempo e pazienza per curare come si deve le piante ma, a volte, bisogna

Orto cittadino

Orto e terrazzo - Pomodori, melanzane, zucchine, basilico e menta direttamente dal giardino alla tavola? Eccovi un po' di consigli per curare il vostro personale orto cittadino.