• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Semina e coltivazione delle cime di rapa: tutti i consigli

Quali accorgimenti per seminare le cime di rapa e coltivarle. In quale periodo seminare, quali le condizioni climatiche per far prosperare la pianta, il concime
Pubblicato il

Semina cime di rapa e coltura


Parliamo di una varietà di broccoli molto diffusa, specialmente nel meridione.
Le cime di rapa costituiscono un vero orgoglio per l'agricoltura e la cucina nazionale.
Le sue infiorescenze e le sue foglie, particolarmente tenere, regalano molte soddisfazioni a chi le coltiva e a chi le cucina.

In Centro e Sud Italia si va incontro a una coltivazione facilmente gestibile.

Non che al Nord non vada bene, ma si dovrà prestare qualche accortezza in più per la pianta, per la sua protezione climatica in particolare.
Per una coltura senza problemi delle cime di rapa si dovrà partire dalle caratteristiche del terreno. Esso dovrà infatti essere privo di ristagni d'acqua.

Anche il clima, come si accennava, gioca un ruolo fondamentale. Lo stesso dovrà essere abbastanza mite.

La pianta in questione tollera il freddo, anche se fino a un certo punto.

Non vi sono delle preclusioni su dove coltivare in italia le cime di rapa, ma è anche vero che in quelle regioni col clima più favorevole in questo senso si concentra il 90% abbondante dell'intera produzione nazionale.


Come di rapa stagione: quando seminare le cime di rapa


La zona poi influirà anche sul periodo della semina. Per Centro, Sud e Isole, la stessa tende ad andare da luglio fino a fine estate. Una tempistica studiata per effettuare poi la raccolta da settembre ad aprile.
Cime di rapa pianta, tutte le indicazioni sulla semina Cime di rapa pianta, tutte le indicazioni sulla semina

Nel Nord Italia, per le cime di rapa stagione da individuare è in funzione anche delle condizioni climatiche, e si punta solitamente su semi appartenenti a varietà precoci. Proprio perché suddette varietà consentono tempistiche differenti, con la fase di raccolta che si conclude proprio in prossimità dei primi freddi invernali.

In questo caso sviluppandosi prima la pianta, si effettua la raccolta già dalla fine dell'estate, e fino al mese di novembre. In ogni caso per le cime di rapa stagione su cui basarsi dipende da una temperatura che si attesti quantomeno sui 15 °C.

Evitare altresì di coltivarle in presenza di un clima particolarmente siccitoso.


Cime di rapa periodo: semina cime di rapa luna calante o crescente


Veniamo ora proprio alla fase di semina. La luna calante o crescente in contemporanea è un criterio spesso utilizzato per la semina di determinate coltivazioni.

Cime di rapa periodo: l'ideale per la semina è nell'ambito della luna calante Cime di rapa periodo: l'ideale per la semina è nell'ambito della luna calante

Ora, per le cime di rapa la stagione adatta è da individuare comunque nella fase della luna calante. Abbiamo detto che la semina va fino a settembre, periodo che coincide con la luna calante, ma che parte già da aprile.

È vero quindi che nella gran parte dei casi si comincia a luglio, ma per il clima si potrebbe iniziare già dalla primavera. Nel primo caso, comunque, una crescita dalla fine dell'estate sarà comoda perché il periodo coincide con le prime piogge.


Come piantare i semi delle cime di rapa


Per l'atto della semina, vediamo come piantare i semi delle cime di rapa.

È un'operazione in sé semplice, per cui vi è da rassicurarsi. Procuriamoci il materiale necessario, consistente in contenitori alveolati per l'agricoltura e in terriccio per orticole.

Semina cime di rapa: vediamo come piantare i semi Semina cime di rapa: vediamo come piantare i semi

Riempiamo i contenitori alveolati con la terra, e sistemiamo in ognuno di essi il seme di cima di rapa (in posizione centrale nel vaso). Ora è il momento di bagnare in abbondanza, ma con un getto delicato, in modo da non smuovere quanto seminato.

Gli alveoli saranno poi da esporre alla luce solare, e nel periodo a seguire l'irrigazione dovrà avvenire costantemente, perché la terra dovrà essere sufficientemente umida.

Solo a germinazione avvenuta si potrà puntare su una quantità d'acqua inferiore, essendo già di per sé sufficiente. Una volta che ogni pianta sia arrivata a un'altezza fra i 13 e i 15 cm, essa sarà pronta per essere interrata.


Coltivazione cime di rapa


L'interramento avviene dopo circa un mese dalla semina.
Per portarlo a compimento, optiamo per un terreno senza ristagni idrici, e ben esposto alla luce diurna.

Le singole piantine dovranno essere disposte su alcune file, il cui numero varia in base a spazio a disposizione e quantità di piantine, naturalmente.

Cime di rapa coltivazione: creare delle file Cime di rapa coltivazione: creare delle file

Le file dovranno comunque essere distanziate fra loro di 45 cm circa, mentre la distanza fra una pianta e l'altra dovrà essere circa 25 cm (nella stessa fila).

Finito il trapianto nell'orto, non resterà nell'immediato che irrigarle abbastanza abbondantemente. Per regolarsi, il terreno dovrà essere mantenuto costantemente umido, fino a che le piantine stesse non attecchiscano.

Con radici più estese, infatti, la pianta risulterà autonoma più a lungo, e se lo strato superficiale del terreno non è bagnato, poco importa perché attingerà da strati sottostanti.
Tuttavia, in questa fase non dovrà trascorrere molto tempo fra un'irrigazione e un'altra, diciamo 2-3 giorni.

Si badi bene a non eccedere, ma innaffiare a questo punto con moderazione.
Un altro fattore temuto dalla pianta è proprio l'eccesso d'acqua.

Cime di rapa coltivazione: ulteriori accorgimenti


Le erbe infestanti faranno concorrenza nell'assorbire il nutrimento, e pertanto dovranno essere estirpate a cadenza periodica.

La fase è molto delicata, e dunque da prestarci particolare attenzione nel momento in cui le piantine di cime di rapa sono ancora allo stadio iniziale del proprio sviluppo.


VIceversa, con le cime di rapa ben sviluppate, il loro sviluppo sarà tale da proiettare ombra sul terreno: quanto basta affinché venga meno la possibilità per l'erba di germinare.

Cime di rapa coltivazione: quale concime scegliere


Per quanto riguarda il concime, prima che la pianta venga trasferita dal vaso al terreno, si può apporre del concime nella relativa buca per il trapianto, così da agevolare lo sviluppo rigoglioso della pianta.

Cime di rapa coltivazione con compost come concimeCime di rapa coltivazione con compost come concime

Il concime può essere un letame maturo, oppure un concime fosfatico.
Esempi validi per quest'ultimo punto sono il fosfato biammonico o il perfosfato, che ci si potrà procurare in un negozio di giardinaggio ben fornito.

Anche l'uso di compost è molto consigliato per concimare le cime di rapa.


Quanto tempo ci vuole per raccogliere le cime di rapa


Per la fase di raccolta, per ogni pianta, non ci vuole molto. Procuriamoci delle forbici abbastanza affilate da tagliare il fusto. Preleveremo così circa 15 cm di fusto, comprensivo anche di foglie e fiori.

Una raccolta effettuata nell'ambito di un orto botanico Una raccolta effettuata nell'ambito di un orto botanico

Estirpare la pianta intera si rivelerà al contrario controproducente.
Una volta rimossi i 15 cm di estremità, è molto probabile che spuntino lateralmente dei nuovi germogli con tanto d'infiorescenze. Gli stessi renderanno possibile una successiva fase di raccolta.

Una volta attuate queste indicazioni, avrete cime di rape raccolte dal vostro orto, e pronte per essere gustate come contorno o come altrettanto ottimo condimento per la pasta.

riproduzione riservata
Come seminare le cime di rapa, tutti i consigli
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.964 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI