• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Preziosi consigli per pulire i lampadari senza smontarli

I lampadari sono indispensabili. Per avere un'ottima illuminazione nelle stanze, vanno regolarmente puliti, operazione che si può fare anche senza smontarli
Pubblicato il

Come togliere la polvere dai lampadari


I lampadari sono un elemento d'arredo fondamentale. La sera, e durante i grigi e bui pomeriggi invernali, sono indispensabili per portare luce negli ambienti.

Per un loro utilizzo ottimale, i lampadari vanno puliti regolarmente.
Prima di proseguire con l'articolo, ricordiamo che quando si maneggia un lampadario, occorre staccare la corrente per motivi di sicurezza.

Come meglio spiegheremo più avanti, ci sono vari prodotti da poter utilizzare per pulire i lampadari, più o meno indicati a seconda dei vari materiali in cui il lampadario è fatto. Tuttavia, il primo step quando si pulisce un lampadario, è rimuovere la polvere che vi si accumula sopra e all'interno.

Si può ad esempio usare un comodo piumino, come il piumino per polvere elettrostatico multicolor di Panzeri, un'azienda che vanta più di 70 anni di esperienza, al servizio dell'igiene e del pulito.

Piumino cattura polvere by Panzeri Piumino cattura polvere by Panzeri

In alternativa, si può passare un panno in microfibra inumidito con acqua, oppure passare un panno imbevuto di alcool etilico per bevande, usato puro.

Altrimenti, inumidire il panno con una miscela ottenuta con acqua e alcool denaturato.


In che modo pulire velocemente un lampadario


Per pulire un lampadario in maniera impeccabile, l'ideale sarebbe smontarlo in tutti i suoi pezzi smontabili, così da poterli metterli in una bacinella e lavarli direttamente con l'acqua corrente. Mentre poi i singoli pezzi asciugano, ci si può dedicare alla pulizia della struttura del lampadario.

Pulire lampadario regolarmente per avere un'ottima illuminazionePulire lampadario regolarmente per avere un'ottima illuminazione

Di sicuro, per molti, quella appena spiegata, è una soluzione complicata e non sempre fattibile anche per via della conformazione del lampadario stesso.

Spesso, poi, non si ha il tempo sufficiente per dedicarsi ad una pulizia così approfondita.

È possibile pulire i lampadari anche sul posto, senza smontarli.

Anzitutto, è bene rimuovere la polvere con uno dei sistemi visti pirma.

Dopodiché, procedere con la detersione. Un prodotto naturale, efficace ed economico è l'aceto. Basta imbevere una spugnetta e passarla sulla superficie del lampadario.

Quindi sciacquare con sola acqua tiepida e poi asciugare con un panno morbido, meglio se in microfibra.


Come pulire i lampadari a gocce di cristallo


I lampadari con gocce di cristallo sono di grande effetto scenico e stanno bene sia in ambienti classici e retrò che in ambienti più moderni e minimalisti.

Tuttavia, sono molto impegnativi in termini di pulizia: richiedono tempo e molta attenzione nel maneggiarli.

La pulizia più accurata prevede di sganciare ogni singola goccia di vetro o cristallo e lavarle tutte quante con acqua tiepida con succo di limone, o acqua e aceto bianco oppure in acqua e bicarbonato.

Ma è anche possibile pulire i lampadari a goccia senza smontarli.

Pulizia dei lampadari a goccia: come procedere


Per prima cosa, occorre sistemare sotto al lampadario dei fogli di giornale o degli stracci per proteggere la superficie sottostante. A questo punto, spruzzare verso l'alto uno spray apposito per la pulizia dei lampadari a gocce.

Consigliamo Crystal Clean di Hagerty, uno spray che permette di pulire alla perfezione vetro e cristallo senza alcuno sforzo, ridando brillantezza e luminosità a lampadari e altri oggetti.

 Crystal Clean di Hagerty, spray indicato per pulire lampadari con gocce di vetro o cristallo
Crystal Clean, infatti, pulisce in profondità vetro, cristallo e metallo, rimuovendo ogni traccia di sporco e di grasso. Grazie al contenitore dotato di spruzzino, permette di vaporizzare il prodotto direttamente sul lampadario senza doverlo smontare né sganciare dal soffitto. Oltre che facile da usare, la pulizia dà risultati quasi immediati.

Al termine delle operazioni, basterà solo raccogliere stracci e giornali dove si sarà raccolto eventuale prodotto gocciolato.


Metodi per pulire i lampadari in vetro


I lampadari in vetro sono fra i più diffusi; si possono pulire con prodotti naturali, economici e facili da reperire.

La miscela costituita da aceto e limone è eccezionale sia per eliminare la polvere che per far brillare il vetro. La soluzione si prepara versando in una bacinella d'acqua calda il succo filtrato di 1 limone e 1 tazza d'aceto.

Prodotti naturali per pulire i lampadariProdotti naturali per pulire i lampadari

Molto indicato per le pulizie è anche l'aceto di mele. Possiede proprietà sgrassanti e, rispetto al classico aceto di vino, ha anche un profumo molto gradevole.
Per pulire i lampadari in vetro basta preparare una soluzione diluendo 1 tazza di aceto di mele in 2 litri di acqua calda.

Inoltre, è possibile pulire i lampadari in vetro usando una miscela fatta con acqua tiepida, succo di limone e bicarbonato di sodio.

Qualunque prodotto naturale si utilizzi, ricordarsi sempre di usare una spugna non abrasiva e un panno morbido per l'asciugatura.


Metodi per pulire i lampadari in plastica


Il prodotto più indicato per pulire i lampadari in plastica è il sapone di Marsiglia che, oltre a detergere alla perfezione e sgrassare a fondo, sparge anche un profumo molto gradevole.

CONSIGLIATO amazon-seller
Sapone marsiglia liquido
€ 2.1
COMPRA


Per usare questo metodo bisogna far sciogliere 2 cucchiai di sapone di Marsiglia liquido in una bacinella piena d'acqua calda.

Volendo rafforzare l'azione pulente, aggiungere 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio.


Come pulire i lampadari con parti in tessuto


Esistono lampadari particolari che hanno alcune parti e/o inserzioni in tessuto.

Se si tratta di lino o cotone e se tali sezioni si possono facilmente smontare, la soluzione più facile è comoda è pulire tali parti come si fa col normale bucato, preferendo il lavaggio a mano anziché la lavatrice che sgualcisce troppo i tessuti.



Se invece le parti in tessuto non fossero amovibili, o se anziché in tessuto siano in materiali molto delicati come feltro o carta di riso, l'unica soluzione è passare uno straccio leggermente umido in modo da rimuovere la polvere.

Attenzione a non bagnare troppo il panno altrimenti si rischia di creare macchie e aloni.


Come sgrassare il lampadario della cucina


Quando si cucina, inevitabilmente si creano fumi e vapori.

Per questo motivo, il lampadario della cucina è quello che si sporca maggiormente perché, su di esso, si crea anche una patina di grasso.

Lampadario cucina - Foto by UnsplashLampadario cucina - Foto by Unsplash

Dopo averlo spolverato, l'ideale è passarlo con un panno morbido imbevuto con una soluzione costituita da aceto e acqua tiepida in dosi uguali.
Questa soluzione ha un ottimo potere sgrassante: rimuove le incrostazioni e dona nuova lucentezza.


Quando pulire i lampadari


L'ideale sarebbe pulire a fondo i lampadari ogni 2 mesi ricordarsi però di rimuovere la polvere con un piumino o un panno cattura polvere ogni settimana.

Attenzione: prima di procedere con la pulizia del lampadario, è importante staccare la corrente e attendere che le lampadine si siano raffreddate.

riproduzione riservata
Come pulire i lampadari senza smontarli
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.843 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI