Protezione del cemento armato con vernici specifiche

Le pitture protettive per il calcestruzzo sono una soluzione economica ed efficiente per rallentarne il degrado del materiale e migliorarne l'aspetto estetico.
Pubblicato il

Proteggere il cemento armato a vista


Contrariamente a quello che si pensa, il cemento armato a vista è un materiale vulnerabile all'esposizione alle intemperie e ad agenti aggressivi come l'inquinamento o la salsedine: va perciò protetto con apposite finiture, normalmente costituite da vernici specifiche ad azione polivalente.

Superfici di cemento armato a vista, by KeimSuperfici di cemento armato a vista, by Keim

L'azione di queste pitture, appositamente studiate per il cemento armato, ha infatti almeno due scopi principali: proteggerne la superficie ritardando sensibilmente il degrado (contribuendo dunque a diminuire sensibilmente le spese per i costosi interventi di ripristino e restauro) e abbellire le facciate altrimenti anonime, attribuendo al materiale caratteristiche estetiche e materiche diverse da quelle del comune calcestruzzo.

Edificio in cemento armato trattato con vernici protettive di EpodexEdificio di cemento armato trattato con vernici protettive di Epodex

Possono inoltre riparare piccoli danni come fori o cavillature, ridurre le dispersioni termiche di un involucro inefficiente o poco isolato e persino diminuire lo sporco dovuto all'inquinamento grazie a un'azione autopulente.

Le pitture protettive per il calcestruzzo sono dunque una soluzione efficiente, innovativa e vantaggiosa a un costo inferiore rispetto ad altri sistemi di intervento.


Vernici opache e colorate per la protezione del cemento armato


Il metodo migliore per rinnovare e proteggere una superficie di cemento è rifinirla con una pittura coprente colorata che pur mantenendo riconoscibile la classica texture materica del calcestruzzo, gli attribuisce un aspetto completamente nuovo.

Calcestruzzo a vista rifinito con la pittura Concretal-Black di KeimCalcestruzzo a vista rifinito con la pittura Concretal-Black di Keim

In questo modo si possono creare sul cemento armato anche dei murales, insegne, scritte pubblicitarie e decorazioni geometriche o modulari di qualunque tipo.

I prodotti reperibili sul mercato sono decisamente numerosi, e ben studiati per un effetto soddisfacente e duraturo.

Vernici per calcestruzzo ai sol silicati


Concretal-Black di Keim è ad esempio una tinteggiatura coprente ai sol silicati specifica per calcestruzzo, disponibile in cinque diverse tonalità di nero molto intenso e profondo.

Pigmenti per finiture protettive colorate per calcestruzzo Concretal-C di KeimPigmenti per pitture protettive colorate per calcestruzzo Concretal-C di Keim

Non scolorisce con l'esposizione ai raggi ultravioletti ed è appositamente progettata per esaltare le linee dell'architettura e la texture del calcestruzzo a vista. l'effetto è perciò rigoroso, materico e minimalista.

Pitture protettive colorate per cemento armato


Concretal-C
della stessa azienda è invece una pittura protettiva, cioè in grado di impermeabilizzare e proteggere la superficie del cemento armato, soprattutto dalle intemperie (in particolare dai cicli di gelo e disgelo) e dalla corrosione indotta dall'esposizione alla salsedine marina, a cui il cls risulta decisamente vulnerabile.

La colorazione si ottiene con terre e pigmenti minerali (naturali o artificiali) di alta qualità, normalmente utilizzati anche nella tinteggiatura a calce o per l'esecuzione degli affreschi: si tratta perciò di materiali ben noti e conosciuti, largamente apprezzati proprio per le loro doti di stabilità e durevolezza.

Le pitture 1K e 2K dell'azienda Epodex contengono invece resina acrilica.

Vernice protettiva colorata per calcestruzzo 1K di Epodex
Vernice protettiva colorata per calcestruzzo 1K di Epodex

I loro campi di applicazione sono però differenti: 1K è infatti una vernice per calcestruzzo con effetto superficiale satinato, adatta per superfici interne ed esterne protette da sporti, portici o velette, è inodore e ha una buona resistenza alle intemperie e all'abrasione. Si applica facilmente a rullo o a pennello.

Vernice per pavimenti monolitici in calcestruzzo


Il sigillante/vernice 2K è invece un prodotto specifico per pavimenti monolitici di calcestruzzo, molto comuni ad esempio nei garage, nelle cantine e negli edifici industriali.

Vernice per calcestruzzo 1k di Epodex nel colore Rosso TrafficoVernice per calcestruzzo 1k di Epodex nel colore Rosso Traffico

In entrambi i casi la cartella dei colori è decisamente ampia: comprende sia toni neutri in varie sfumature di grigio, sabbia, ruggine, marrone e verde oliva; sia sfumature intense di giallo, rosso, arancione, rosa, viola, verde e azzurro.

Non manca ovviamente una vasta gamma di bianchi molto accesi.


Finiture per cemento armato a effetto naturale


Esiste naturalmente anche un'ampia serie di pitture protettive trasparenti o dello stesso colore del calcestruzzo, da utilizzare soprattutto quando non si vuole alterare l'aspetto naturale del materiale.

Anche in questo caso Keim propone varie soluzioni.

Cemento armato a vista trattato con la vernice protettiva Concretal-Lasur di KEIMCemento armato a vista trattato con la vernice protettiva Concretal-Lasur di KEIM

Concreral-Lasur è una pittura monocomponente a base di sol-silicato per l'esecuzione di velature opache (nello stesso colore del calcestruzzo per non alterarne le caratteristiche visive) o trasparenti a un costo decisamente concorrenziale.

Ha un'azione consolidante sulla superficie del cemento armato e lo protegge efficacemente dalle intemperie.

Concretal-W è una seconda pittura a base di sol-silicato di tipo opaco dallo spiccato potere idro-repellente: è perciò ideale per difendere la superficie del calcestruzzo dall'azione della pioggia battente e dal ristagno di acqua, molto pericolose per l'integrità dell'armatura metallica integrata.
Pittura per cemento
Quando invece occorre una protezione ancora più decisa la soluzione più indicata è Concretal-C, particolarmente resistente all'esposizione alle intemperie, alla corrosione e agli agenti aggressivi come acidi, salsedine e sostanze basiche.


Vernici per calcestruzzo con effetto termico e purificante


Esistono infine anche alcune vernici speciali, in grado di modificare le caratteristiche tecnologiche del calcestruzzo.

Le loro applicazioni più comuni sono due: migliorare le prestazioni termiche del cemento a vista e ridurre l'inquinamento ambientale.

Vernici con aerogel


Il miglioramento delle prestazioni termiche si ottiene soprattutto grazie alla tecnologia degli aerogel: si tratta di minuscole e leggerissime sferette di silice amorfa, che contengono fino al 98% di aria. In questo modo si crea una sorta di minuscola intercapedine con lo stesso spessore del film di pittura, che ha un'azione protettiva isolante.

Pitture termoriflettenti


Un secondo tipo di pitture termoisolanti sono quelle ad azione termoriflettente, che riflettono il calore verso l'esterno dell'edificio trattato, bloccando la dispersione di energia attraverso le pareti, riducendo i ponti termici e ostacolando la proliferazione di muffe all'interno degli ambienti.

Durante il periodo estivo il potere riflettente di queste pitture evita invece il surriscaldamento dell'involucro edilizio, contribuendo a diminuire la temperatura interna e di conseguenza il ricorso all'aria condizionata.



La linea di pitture Thermogel Pain di AEROPAN a base di aerogel combina efficacemente entrambe le soluzioni.

Vernici fotocatalitiche


Le pitture fotocatalitiche per il calcestruzzo hanno invece uno scopo e un'azione totalmente diversi: ridurre l'inquinamento ambientale e mantenere pulite le superfici.

Come dimostra lo schema sotto riportato, la fotocatalisi è una reazione chimica in cui il catalizzatore, grazie all'azione della luce, trasforma il biossido d'azoto e le sostanze organiche volatili rispettivamente in nitrati innocui, acqua e anidride carbonica.

Reazione fotocatalica su cui si basa la pittura per cls Concretal-W-Me di KeinReazione fotocatalitica su cui si basa la pittura per cls Concretal-W-Me di Kein

Concretal-W-Me di Keim è una pittura fotocatalitica specifica per il calcestruzzo a base di sol di silicato, che grazie al biossido di titanio aggiunto con funzioni di catalizzatore riesce a degradare le sostanze inquinanti organiche, a ridurre gli odori fastidiosi e a mantenere pulita la superficie per un tempo più lungo con un'azione autopulente.


riproduzione riservata
Come proteggere il calcestruzzo armato a vista
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 3 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Miriam
    Miriam
    Mercoledì 19 Giugno 2024, alle ore 11:37
    La carbonatazione non è pericolosa per il calcestruzzo non armato, perchè non provoca danni meccanici e chimici (anzi si ha una riduzione della porosità del conglomerato portando ad un aumento della resistenza meccanica specialmente in calcestruzzi realizzati con cemento portland).
    Per i cementti armati il discorso è diverso, la carbonatazione crea le condizioni favorevoli all'innesco della corrosione delle barre di armatura.
    Giusto?
    rispondi al commento
    • Arch. Elena Matteuzzi
      Arch. Elena Matteuzzi Miriam
      Mercoledì 19 Giugno 2024, alle ore 14:58
      Si, esatto.Il problema riguarda soprattutto le strutture di calcestruzzo a vista, che sono sempre anche munite di armatura metallica per garantire un'adeguata resistenza a flessione (che, come è noto, ha una notevole componente a trazione, un tipo di sollecitazione per cui il calcestruzzo semplice ha pochissima resistenza).
      Che io sappia, non esistono però strutture di calcestruzzo semplice gettate in opera, a parte forse alcune volte e naturalmente le strutture romane come ad esempio il Pantheon o la Sala Ottagona della Domus Aurea di Nerone.
      Infatti, anche un semplice muro controterra ha bisogno di un'armatura, perché sottoposto a flessione (dal punto di vista statico si comporta infatti come una mensola).
      Per la costruzione di normali murature portanti, l'uso di setti in calcestruzzo gettati in opera è molto svantaggioso: queste pareti vengono quindi sempre costruite con blocchi prefabbricati in cls, normalmente legati con malta cementizia.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
347.095 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI