• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Progettare l'orto seguendo i principi della permacultura

La permacultura è una filosofia basata su principi biologici ed ecologici: un'alternativa sostenibile per la coltivazione di cibo, che promuove la biodiversità.
Pubblicato il

Cos'è la permacultura


La permacultura è una filosofia di progettazione che mira a creare sistemi sostenibili e autosufficienti, basati esclusivamente su principi ecologici e biologici.
Si tratta di un approccio integrato alla gestione del terreno, dell'acqua, delle piante e degli animali, che si basa sulla comprensione dei processi naturali e della biodiversità.

La permacultura si concentra sulla creazione di sistemi che siano in grado di nutrire e sostenere la vita, senza compromettere la capacità del sistema di continuare a farlo nel tempo.


Come si pratica la permacultura


La pratica della permacultura inizia con l'osservazione attenta del sito e della sua ecologia. L'obiettivo primario di questa osservazione è capire i modelli di flusso energetico e di nutrimento che si verificano naturalmente nella zona.

Solo una volta compreso il sistema, si può procedere alla progettazione di una coltura che sfrutti e massimizzi l'uso delle risorse naturali.

La permacultura passa per l'utilizzo di piante perenni, la coltivazione di diversi strati di vegetazione, la conservazione dell'acqua e del suolo e, ultimo ma non meno importante, la creazione di habitat naturali per la fauna locale.

Permacultura ortoPermacultura orto

Ci sono molte tecniche specifiche utilizzate nella pratica della permacultura, come la rotazione delle colture, la coltivazione di alberi da frutto, l'uso di tecniche di compostaggio e di gestione degli insetti.

La permacultura rappresenta un'alternativa sostenibile e a basso impatto per la coltivazione di cibo e per la gestione del territorio, che promuove la conservazione delle risorse naturali e della biodiversità.


Come avviare un orto biologico


Come fare l'orto biologico è un processo che richiede molta attenzione e cura fin dalle prime fasi di progettazione.

Prima di iniziare a seminare, è importante studiare il terreno e prepararlo in modo adeguato, eliminando eventuali residui chimici o inquinanti e arricchendolo con sostanze organiche e nutrienti.

Orti sinergiciOrti sinergici

Non appena preparato il terreno, si può procedere alla scelta delle piante e delle colture da coltivare: è importante selezionare piante e varietà adatte al clima e alla stagione, così da massimizzare la resa e minimizzare il rischio di malattie e parassiti.


Manutenzione e cura di un orto biologico


Per mantenere un orto biologico sano e produttivo, è necessario utilizzare tecniche di coltivazione naturali e sostenibili.

Per esempio, la rotazione delle colture aiuta a prevenire l'accumulo di parassiti e malattie nel terreno, mentre la coltivazione di piante compagni può aiutare a mantenere l'equilibrio ecologico dell'orto.



Per la cura di un orto biologico, è fondamentale utilizzare fertilizzanti e pesticidi naturali, evitando l'uso di prodotti chimici nocivi tanto per l'ambiente quanto per la salute; esistono molti rimedi naturali per prevenire e combattere le malattie delle piante, come l'uso di oli essenziali o l'applicazione di compost.

Oltretutto, è importante gestire l'irrigazione in modo oculato, evitando gli sprechi e mantenendo un adeguato livello di umidità del terreno.

Permacultura significatoPermacultura significato

Per fare questo potete ricorrere alle diverse tecniche di irrigazione esistenti, come l'irrigazione a goccia o l'irrigazione a microspruzzo, in base alle esigenze delle piante scelte e alle caratteristiche del terreno.

In ogni modo, la scelta di ricorrere a tecniche di coltivazione naturali e sostenibili rappresenta la chiave per ottenere un orto biologico che oltre a essere produttivo sia anche rispettoso dell'ambiente.


Come creare un orto perfetto


Per creare un orto perfetto c'è bisogno di un'attenta progettazione e un'adeguata pianificazione.

Prima di iniziare la creazione dell'orto, è importante valutare le esigenze e le abitudini dei futuri fruitori dell'orto, in modo da definire la sua forma, la sua dimensione e la sua disposizione.

Una volta pianificata la disposizione dell'orto, è possibile procedere alla scelta delle piante e delle colture da coltivare. È importante scegliere le piante in base alla stagionalità e alle vostre abitudini alimentari.

Permacultura esempiPermacultura esempi

È possibile scegliere tra molte varietà di ortaggi e piante aromatiche in modo da arricchire la propria produzione e la propria conoscenza.

Un orto perfetto deve essere curato e mantenuto in modo adeguato, utilizzando tecniche di coltivazione naturali e sostenibili.

Un orto sinergico perfetto non è solo un orto produttivo ma anche un luogo di armonia e di equilibrio ecologico, dove le piante e gli animali convivono in modo naturale e sostenibile.

orto biodinamico
A tal proposito, è possibile promuovere la biodiversità dell'orto, ad esempio, creando aree di rifugio per gli insetti utili e per gli animali che contribuiscono alla riduzione delle infestazioni.


Come fare un orto casalingo con la permacultura


Per creare un orto casalingo utilizzando la permacultura, è importante seguire alcuni principi fondamentali.

Innanzitutto, come abbiamo già accennato, alla base della permacultura deve esserci una visione globale del giardino: è bene osservare attentamente l'ambiente circostante e valutare quali sono le risorse naturali disponibili, come ad esempio la luce solare, l'acqua e il terreno.

Raccolto orto naturaleRaccolto orto naturale

Inoltre, è bene considerare la posizione degli alberi, degli arbusti e delle piante erbacee, così da scegliere quelle che si integrano meglio tra loro e che possono lavorare in sinergia per creare un sistema ecologico autosufficiente.

Quali piante coltivare con la permacultura?


Un'altra scelta fondamentale è decidere quali piante coltivare: in generale, si dovrebbero sempre preferire piante autoctone e varietà locali, adattate al clima e al terreno della zona.

Inoltre, è possibile utilizzare tecniche come la rotazione delle colture, a cui abbiamo già fatto riferimento, o anche la coltivazione associata e la copertura del suolo, così da evitare di essere costretti all'utilizzo di pesticidi e di fertilizzanti chimici.

orto biodinamicoOrto biodinamico

La permacultura enfatizza anche l'importanza del riciclaggio e del compostaggio, per ridurre gli sprechi e per creare un terreno più fertile.
Si può utilizzare il compost prodotto in casa per nutrire le piante, oppure costruire un sistema di raccolta delle acque piovane per irrigare l'orto sinergico.

Alla base della permacultura c'è anche l'esigenza di creare un ambiente accogliente per gli insetti e per gli animali utili, come ad esempio le api e le farfalle, che aiutano a impollinare le piante e a mantenere l'equilibrio ecologico dell'orto.

Riepilogando, per creare un orto casalingo con la permacultura è necessario:

  • Adottare una visione globale e integrata dell'ambiente

  • Utilizzare tecniche ecologiche per coltivare le piante

  • Creare un sistema autosufficiente e sostenibile nel tempo.


Quanta terra serve per fare un orto?


La quantità di terra necessaria per creare un orto sinergico dipende, ovviamente, dalle dimensioni e dal tipo di piante che si intendono coltivare.

Solitamente, si consiglia di calcolare circa 1 metro quadro di terreno per persona per poter produrre una quantità adeguata di verdure e ortaggi per il consumo familiare.

Questo valore, però, può variare a seconda delle esigenze specifiche dell'orto: per esempio, se si coltivano piante arboree, come possono essere alberi da frutto o noci, sarà necessario disporre di più spazio per permettere alle radici di crescere e svilupparsi correttamente.

Progettare piccolo ortoProgettare piccolo orto

Oltretutto, le piante che richiedono spazi maggiori, come i pomodori o i cetrioli, potrebbero richiedere ben più di 1 metro quadro di terreno.

Altre considerazioni


Un'altra cosa che va tenuta fortemente in considerazione è l'orientamento dell'orto rispetto al sole e al vento per cercare di massimizzare l'efficienza della produzione e ridurre gli sprechi di energia.

Se lo spazio a vostra disposizione è limitato, nell'ottica di un processo di ottimizzazione, si può optare per la coltivazione in vaso o in contenitori.

In ogni caso, per evitare il rischio di malattie e di bassa produttività, è bene fare attenzione a non sovraccaricare eccessivamente l'orto: è sempre meglio iniziare con una piccola area e aumentare gradualmente la superficie coltivata.

riproduzione riservata
Come fare un orto con la permacultura?
Valutazione: 5.14 / 6 basato su 7 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
346.589 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI