Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Cilas per il Superbonus 110%: differenze con la Cila

Qual è il titolo abilitativo per gli interventi ammessi al Superbonus 110%? Si tratta della Cilas che presenta alcune differenze con la Cila. Vediamo quali sono.
- NEWS Leggi e Normative Tecniche
cilas , cila superbonus , titolo abilitativo , scia
Barra Progettazione Online

Superbonus 110%: Cilas al posto della Cila


Per poter avviare i lavori rientranti nel Superbonus 110% è necessario presentare al Comune alcuni documenti. Tra questi, in base a quanto previsto nel Decreto Semplificazioni (DL n.77/2021) figura la CILA, ossia la comunicazione di inizio lavori asseverata.

Dal 5 agosto 2021 sono state apportate delle modifiche per adattare la Cila alle esigenze del Superbonus 110% tanto che oggi, in riferimento a tale agevolazione fiscale si parla di Cilas.

Cila SuperbonusSi tratta di un modello unifico in tutta Italia e semplificato.

L’obiettivo è di agevolare, facilitare e velocizzare le procedure per l’accesso all’incentivo fiscale che, pur comportando molteplici vantaggi, implica una burocrazia farraginosa e svariati adempimenti.

La procedura amministrativa implica il coinvolgimento di professionisti tecnici qualificati in materia come architetti, ingegneri, geometri.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono le differenze con la Cila.


Quando viene richiesta la Cila per interventi edilizi


La Cila (comunicazione inizio lavori asseverata) è un titolo abilitativo regolamentato dall’articolo 6 bis del Testo Unico sull’edilizia (DPR 380/2001).

Esso è necessario e deve essere trasmesso al Comune di competenza quando si devono eseguire lavori di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria o ordinaria, interventi di cambio destinazione d’uso, restauro conservativo.

Non possono essere eseguiti con la Cila quelle opere che vadano a incidere da un punto di vista strutturale sugli immobili, poiché per tali interventi, aventi un impatto anche sulla sicurezza, è necessario il permesso di costruire oppure la Scia (segnalazione certificata di inizio attività).

Cilas e CilaLa Cila è redatta da un tecnico che deve provvedere ad inviare al Comune anche gli elaborati progettuali. Il compito del professionista è quello di attestare che i lavori sono realizzati in conformità agli strumenti urbanistici e ai regolamenti edilizi in vigore.

Gli interventi per i quali si è ammessi al Superbonus 110% sono considerati una manutenzione straordinaria ma, al posto della Cila, si dovrà presentare la Cilas.


Cilas modello unico


Con l’introduzione della Cilas è stata prevista la relativa modulistica.

Nel modello unico sono stati inseriti campi ben precisi che devono essere compilati correttamente e in maniera esaustiva, al fine di non incorrere in ritardi negli adempimenti. Il modello è composto da 4 parti aventi dei contenuti minimi:

  • la prima parte con le indicazioni soggettive, ovvero le dichiarazioni relative ai soggetti coinvolti dall’avvio delle opere e fino al termine dei lavori;

  • la seconda parte con le dichiarazioni effettuate dal progettista e le asseverazioni dei lavori;

  • la terza parte con il riepilogo della documentazione che deve essere allegata a corredo della CILAS;

  • la quarta parte con l’informazione privacy prevista dal Regolamento dell’Unione Europea 679/2016.


Per quali interventi è necessaria la Cilas


Nell’ambito degli interventi ammessi al Superbonus 110 è necessaria la Cilas per:

  • i lavori di riqualificazione energetica;

  • opere finalizzate alla riduzione del rischio sismico.

Si specifica infine che la Cilas dovrà essere presentata unicamente per gli interventi ammessi al Superbonus 110 e non per altri bonus edilizi come il bonus ristrutturazioni, ecobonus, bonus facciate, sismabonus.


Chi redige la Cilas


La compilazione della Cilas è un adempimento che deve essere eseguito dal professionista tecnico abilitato che redige il progetto dell’opera da realizzare e che deve effettuare l’asseverazione dei lavori ammessi al Superbonus 110%.


Gli interventi esclusi dalla Cilas


Vengono tagliati fuori dalla Cilas i lavori di demolizione e ricostruzione in riferimento ai quali la Cilas non deve essere presentata, a prescindere dal fatto che vi sia stata o meno una implementazione della volumetria.

Sarà necessario fare richiesta di altri permessi come il permesso di costruire o la Scia. Inoltre per i lavori che richiedono la Cilas, non è prevista al termine degli interventi, la Segnalazione certificata di agibilità.


Quali sono le differenze tra Cilas e Cila


Di seguito le principali differenze tra il nuovo modello Cila Superbonus 110 e la Cila ordinaria nell’ambito del processo di semplificazione voluto dal legislatore.


In caso di Cilas si dovrà effettuare una descrizione del lavoro sia pure sintetica. L’aspetto principale da evidenziare, quale differenza tra le due procedure, è che in caso di Cila Superbonus 110% non occorre l’attestazione dello stato legittimo dell’immobile anche se il tecnico che provvedere alla compilazione dovrà comunque rappresentare lo stato dei luoghi.

Inoltre l’integrazione con elaborati grafici è meramente facoltativa.


Cilas ed eventuali difformità


Cosa succede qualora venissero evidenziate delle difformità?

L’Ente locale potrà avvalersi delle sue funzioni di controllo con la sospensione dei lavori e potrà comminare delle sanzioni.

Cilas interventi Superbonus
L’intervento del legislatore finalizzato alla semplificazione delle procedure in caso di lavori ammessi al Superbonus 110% non incide sul diritto degli Enti amministrativi di effettuare controlli finalizzati ad accertare eventuali irregolarità.


Varianti in corso d'opera


Cosa succede in caso di varianti in corso d’opera?

Qualora si rendano necessarie delle varianti in corso d’opera la pratica non verrà annullata.

Le modifiche costituiscono motivo di integrazione della Cila e saranno segnalate al termine dei lavori.

riproduzione riservata
CILAS e CILA: quali differenze?
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

CILAS e CILA: quali differenze?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
342.032 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano CILAS e CILA: quali differenze? che potrebbero interessarti

Le risposte del MEF per Superbonus 110% e abusi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha risposto ai quesiti formulati dai due Deputati della Camera nell'interrogazione parlamentare della scorsa settimana

Quali titoli abilitativi occorrono per il Superbonus 110?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Un intervento edile comporta anche il rispetto di specifici adempimenti di carattere amministrativo. Fra questi anche il rilascio di specifici titoli abilitativi

Proroga Superbonus 110: presentazione Cilas entro il 31 dicembre 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per poter usufruire della maxi detrazione (110% e non 90%) anche il prossimo anno, occorre presentare la comunicazione di inizio lavori entro la fine di quest'anno

Superbonus 110%: ecco le novità con il Decreto Semplificazioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità introdotte con il Decreto Semplificazioni vi è la modifica alla normativa relativa al Superbonus 110. Per l'avvio dei lavori basterà la Cila.

Superbonus 110%: chiarimenti sulla data del titolo edilizio

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Forniti nuovi chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate in merito alla data del titolo edilizio abilitativo per gli interventi di contenimento del rischio sismico.

Superbonus 110: si va verso una mini proroga

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Governo lavora per prorogare il termine della presentazione della Cilas entro la fine di quest'anno. Sul banco di lavoro, anche la questione dei crediti bloccati

Prorogato Superbonus sino al 2025 ma con detrazioni decrescenti

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Confermati tutti i bonus edilizi ma con delle sostanziali novità per quanto riguarda le aliquote delle detrazioni fiscali che per alcuni andranno a diminuire.

Superbonus 110%: possibile proroga in arrivo?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'esecutivo sta valutando di estendere il termine per la comunicazione della Cila al 31 dicembre 2022, prorogando quindi l'ormai termine scaduto del 25 novembre

Sostituzione porta blindata possibile con Bonus 50%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Viene compresa tra le opere agevolabili al 50% la sostituzione della porta blindata optando per la scelta dello sconto in fattura o per la cessione del credito.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img robi77
Ho eseguito lavori manutenzione straordinaria tetto 70% (rifacimento,coibentazione, tegole etc) già in giugno, con Scia del marzo 2021, in casa unifamiliareLa Cilas per...
robi77 03 Ottobre 2022 ore 17:08 2
Img jacopo agnesina
Buonasera,una domanda. Ho affidato dei lavori che rientrano nel superbonus 110% a un General Contractor (Pompa di calore, split, infissi, pannelli solari, accumulatore). La ditta...
jacopo agnesina 14 Marzo 2022 ore 19:07 2
Img travaros
Salve a tutti, sono Antonio e sono nuovo del forum ma vi seguo da un po' di tempo.Ho un quesito da proporvi e spero che vogliate aiutarmi a capire.Tempo fa ho chiesto ad un...
travaros 16 Ottobre 2017 ore 18:32 3
Img stefano.bertocchi
Buongiorno a tutti.Ho da porvi questo quesito.Per la sola sostituzione dei serramenti, ai fini di aderire al bonus fiscale del 65% è per forza necessario essere in possesso...
stefano.bertocchi 23 Settembre 2015 ore 09:06 1