Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Convocazione assemblea condominiale senza amministratore

Chi convoca l'assemblea condominiale? Vediamo quando spetta all'amministratore e quando invece i condomini hanno facoltà di farne richiesta qualora interessati
- NEWS Assemblea di condominio
Barra Preventivi Online

Convocazione assemblea condominiale: quali sono le regole


Il procedimento di convocazione dell'assemblea di condominio è caratterizzato da un sistema piuttosto snello.

Il regolamento condominiale, laddove presente, solitamente disciplina tempi e modi di convocazione dell'assemblea. Tali norme, comunque, non possono derogare in peius al contenuto minimo di garanzia previsto dalla legge.

Prima di entrare nel merito delle modalità di convocazione dell'assemblea soffermiamoci su quella che, a grandi linee, è la sua funzione.


Assemblea di condominio


L'assemblea di condominio è la sede in cui si assumono le decisioni relative alla gestione del condominio. Si valutano le scelte che coinvolgono le parti comuni dello stabile.

Convocazione assemblea condominio
L'assemblea è costituita da tutti i titolari delle singole unità abitative, ma a essa sono ammessi anche gli usufruttuari e gli inquilini in presenza di determinate situazioni.

L’assemblea, non ha alcun potere in merito alle decisioni che riguardano le unità immobiliari dei singoli condomini a meno che il loro comportamento non sia causa di danno per gli altri condomini o per le cose comuni.

L’assemblea è un organo collegiale, all’interno del condominio, dal quale non si può prescindere. Essa può essere di due tipi: assemblea ordinaria e assemblea di carattere straordinario e la differenza dell'una dall'altra attiene alla diversa tipologia di ordine del giorno.


L'ordine del giorno


In via principale è l’amministratore del condominio il soggetto che ha il potere e il dovere di convocare l’assemblea condominiale.

La prima cosa che bisogna fare quando si decide d'indire un'assemblea condominiale è quella di stilare il così detto ordine del giorno.

Ai sensi dell'art. 1105, terzo comma, cod. civ (dettato in materia di comunione ma applicabile al condominio in virtù del richiamo contenuto nell'art. 1139 c.c.) per la validità delle deliberazioni della maggioranza è necessario che tutti i partecipanti alla comunione siano stati preventivamente informati dell'oggetto della deliberazione.


Chi convoca l'assemblea condominiale ordinaria


L’assemblea ordinaria deve essere convocata dall’amministratore per il quale non solo è un potere ma anche un obbligo. Qualora egli non vi provveda, il suo comportamento, rappresentando una grave irregolarità, può costituire motivo per la richiesta della revoca del suo mandato.

In caso di assenza dell’amministratore, sarà ciascun condomino a poter convocare l’assemblea ordinaria che, ricordiamo, si deve tenere almeno una volta all’anno.


Nel caso di assemblea ordinaria una parte dell'ordine del giorno è già stabilita per legge in quanto dovranno essere discussi l'approvazione del rendiconto preventivo e consuntivo e la nomina e conferma dell'amministratore in carica.

Altri argomenti potranno essere inseriti d'iniziativa dell'amministratore o su indicazione dei condomini.

Chi convoca assemblea condominio
Nel caso egli cessi il mandato dell'amministratore senza rinnovo, l’assemblea, per poter nominare un nuovo amministratore, potrà essere convocata, anche in questo caso, da un singolo condomino.


Assemblea straordinaria: i condomini possono convocare l'assemblea


In merito alla convocazione dell'assemblea straordinaria dobbiamo evidenziare una serie di casistiche.

Dobbiamo infatti distinguere il caso in cui essa viene convocata dall'amministratore di sua iniziativa e per argomenti stabiliti a sua discrezionalità, dal caso in cui invece la convocazione avvenga previo sollecito da parte dei condomini.


Quando l'amministratore è obbligato a convocare l'assemblea straordinaria


Vi sono delle situazioni in cui l'amministratore è tenuto alla convocazione dell'assemblea straordinaria:

  • quando abbia ricevuto un atto di citazione o un provvedimento che esula dalle sue attribuzioni, per darne tempestivamente notizia ai condomini;

  • quando abbia ordinato lavori di manutenzione straordinaria che rivestono carattere urgente, per riferirne nella prima assemblea (art. 1135, co. 2, cod. civ.).

Si tratta di situazioni in cui l’amministratore è tenuto a riferire qualcosa all’assemblea.


Richiesta convocazione assemblea straordinaria da parte dei condomini


Se vi è la richiesta di più condomini, l’amministratore non può esimersi dal convocare l’assemblea. Questo accade quando ne facciano richiesta almeno due condomini rappresentanti un sesto del valore dell’edificio, per deliberare su qualsiasi materia.

Se questo non dovesse avvenire, entro il termine di 10 giorni dalla richiesta, essi potranno procedere a convocare direttamente l'assemblea.

Si tratta dunque di un'ipotesi contemplata dalla legge nella quale i condomini hanno facoltà di sostituirsi interamente all'operato dell'amministratore.


Richiesta convocazione assemblea straordinaria di un condomino


Vi sono delle situazioni in cui basta che un solo condomino solleciti la convocazione dell'assemblea straordinaria. Ecco a quali condizioni:

  • quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, qualora siano insorte gravi irregolarità fiscali, per la revoca dell'amministratore o per mancato utilizzo del conto corrente del condominio;

  • quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per decidere in merito a una innovazione che possa costituire un miglioramento per il condominio;

  • quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per modificare le tabelle millesimali;

  • quando ne faccia richiesta anche un solo condomino, per deliberare, in merito alla violazione della destinazione d'uso delle parti comuni dell'edificio.


Modalità e tempi di convocazione dell'assemblea condominiale


Esistono regole specifiche per la convocazione dell’assemblea in merito a tempistiche da rispettare e alle modalità di convocazione.

Avviso di convocazione
Redatto l'avviso di convocazione, che naturalmente deve indicare luogo e orario dell'assemblea in prima e seconda convocazione, è necessario darne comunicazione a tutti i condomini.

Ai sensi dell'art. 1136, sesto comma, codice civile, infatti, l'assemblea non può deliberare, se non consta che tutti i condomini sono stati invitati alla riunione.

L'omessa convocazione è causa di annullabilità della deliberazione assembleare.

L’amministratore, per la comunicazione dovrà procedere a mezzo lettera raccomandata, o in alternativa tramite posta elettronica certificata, fax o tramite consegna a mano, indicando l’ordine del giorno.

L'avviso di convocazione deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data stabilita per la riunione di prima convocazione.

Se l'avviso di convocazione non contiene determinate informazioni e non rispetta i termini imposti dalla legge la delibera assunta durante la riunione sarà impugnabile.

riproduzione riservata
Chi può convocare l'assemblea di condominio
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Chi può convocare l'assemblea di condominio: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Marcoreci
    Marcoreci
    Lunedì 10 Marzo 2014, alle ore 13:44
    Buongiorno,Il 16-10 c'è stata assemblea straordinaria.Ad oggi non ho ancora ricevuto formalmente il VERBALE che ho letto da un vicino al quale è arrivato per posta ordinaria. Questo VERBALE riporta l'approvazione delle tabelle millesimali e divisione della spesa della gestione 2012-2014 ma l'approvazione della tabella non è avvenuta (non c'è stata votazione). Poi il VERBALE reca il mio nome come segretario, ma io non l'ho approvato. Che fare?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
342.035 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Chi può convocare l'assemblea di condominio che potrebbero interessarti

Richiesta di convocazione di un'assemblea straordinaria

Assemblea di condominio - È possibile distinguere due diverse tipologie di assemblea condominiale: assemblea ordinaria annuale e assemblea straordinaria. Come richiederne la convocazione?

Assemblea fiume e le novità introdotte dalla riforma

Condominio - Assemblea fiume, ovvero la possiiblità di parteciapare ad estenuanti ed infinite riunioni condominiali. La riforma semplificherà le possibilità di rinvio.

Prima e seconda convocazione dell'assemblea di condominio

Assemblea di condominio - Cosa differenzia la prima assemblea condominiale dalla seconda assemblea? Quali sono i rispettivi quorum costitutivi e deliberativi e le tempistiche di convocazione?

Comunicazioni all'assemblea

Condominio - L'assemblea, è notorio, è il luogo in cui i condomini decidono sulla gestione e conservazione delle parti comuni dell'edificio.

Assemblea di condominio e modalità di conteggio dei termini di convocazione

Assemblea di condominio - La ricezione dell'avviso di convocazione almeno cinque giorni liberi prima dell'assemblea in prima convocazione è una condizione di validità della deliberazione.

Nuove modalità di convocazione dell'assemblea condominiale

Assemblea di condominio - A partire dal 18 giugno 2013 entreranno in vigore le nuove norme sulla convocazione dell'assemblea condominiale che garantiranno maggiore certezza della ricezione.

Voto in assemblea condominiale

Assemblea di condominio - In assemblea di condominio, alla fine della discussione deve prendere una decisione. Anche per decidere di non decidere è necessario esprimere un voto.

Vicissitudini della delibera condominiale tra prima e seconda convocazione

Assemblea di condominio - Alcuni motivi di invalidità della delibera assembleare possono sorgere tra la prima e la seconda convocazione, perché devono essere osservate delle particolari regole.

Chi paga i costi di convocazione dell'assemblea di condominio?

Assemblea di condominio - La convocazione dell'assemblea condominiale è atto che deve essere compiuto dall'amministratore, se presente: a chi imputare i costi sostenuti degli avvisi?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cristinaguarino
Cerco aiuto. Sono stata nominata, in una assemblea, rappresentante di un condominio in cui sono presenti 4 proprietari più una proprietà indivisa di cui io faccio...
cristinaguarino 04 Dicembre 2020 ore 16:27 3
Img orefassam
In che forma e con quali maggioranze possono essere richiesti e decisi interventi condominiali che rientrino nel'ecobonus in modo tale da poter poi aggiungere dei lavori dei...
orefassam 15 Novembre 2020 ore 12:47 3
Img luca1954
Salve. Tre settimane fa è stata convocata l'assemblea condominiale che aveva come ordine del giorno l'incarico ad un termotecnico per iniziare il discorso sul superbonus...
luca1954 29 Ottobre 2020 ore 18:56 3
Img rodrigo73
Abito in un condominio orizzontale composto da una ventina di villette a schiera. Abbiamo un pozzo di proprietà condominiale per irrigazione dei giardini delle villette.
rodrigo73 05 Dicembre 2017 ore 22:33 2
Img francescoamb
Nel mio condominio si è portato presente una condomina assente che avrebbe ricevuto deleghe da altri condomini. Si è commesso reato?...
francescoamb 27 Febbraio 2017 ore 16:51 1