Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Chi paga la revisione delle tabelle millesimali?

Chi paga la parcella del tecnico incaricato della revisione e modificazione delle tabelle millesimali dopo dei lavori di ridistribuzione spazi interni in un appartamento?
- NEWS Tabelle millesimali

Un condomino fa eseguire degli interventi edilizi sul suo appartamento: il tutto nel pieno rispetto delle norme urbanistico-edilizie e dell'art. 1122 c.c.

Revisione tabelle millesimaliA seguito di queste opere, però, quell'unità immobiliare presenta una consistenza tale da rendere necessaria una revisione delle tabelle millesimali. Il motivo è semplice:
gli interventi hanno alterato il rapporto proporzionale di quella porzione di piano rispetto alle parti comuni e, di conseguenza, quello di tutte le altre proprietà esclusive rispetto a queste ultime.




Fin qui niente di anomalo: ogni condomino, per via giudiziale o sollecitando l'adozione di una deliberazione assembleare (art. 69 disp. att. c.c. e Cass. SS.UU. n. 18477/10), può chiedere in qualsiasi momento la revisione dei così detti millesimi.

A queste affermazioni segue spesso una domanda di carattere prettamente economico:
chi paga la parcella del tecnico incaricato della revisione e modificazione delle tabelle millesimali?

La risposta, è bene dirlo subito per chiarezza, è incertissima. In linea di principio e salvo diverso provvedimento giudiziale, è possibile affermare quanto segue: i costi per la revisione delle tabelle deliberate dall'assemblea devono essere sostenuti da tutti i condomini in proporzione alla loro (nuova) quota millesimale di riferimento.

L'eccezione è il provvedimento giudiziale. Il motivo è semplice: se si accede alla tesi (sostanzialmente unanime) che vede nel procedimento giudiziale di revisione delle tabelle un procedimento a carattere contenzioso (detto diversamente, una causa vera e propria), allora per questa ipotesi è evidente che alla fine del medesimo il giudice deve decidere sulle spese processuali, potendole anche compensare.
Per la revisione assembleare il discorso cambia: l'assemblea, salvo diversa indicazione del regolamento condominiale contrattuale, non può addossare le spese ad uno o più condomini se ciò non è previsto dalla legge.

Chi paga la revisione delle tabelle millesimali?E la legge non prevede che le spese per la revisione delle tabelle causate dalle modifiche ad un'unità immobiliare debbano essere addossate al proprietario della stessa.
Potrebbe obiettarsi che, però, la necessità di modifica è conseguenza immediata e diretta di quelle opere edilizie.

È vero: ma, allo stesso modo, corrisponde a verità che a seguito di quella revisione, alla maggior quota millesimale della porzione di piano modificata corrisponderà un decremento del valore delle altre i cui riflessi sostanziali sono quelli di una partecipazione alle spese in misura inferiore.

Come dire: un risparmio. In questo contesto non pare, almeno ad avviso di chi scrive, che non possa essere fatto valere quel principio generale, detto della compensatio lucri cum danno, in virtù del quale la quantificazione del danno risarcibile (in questo caso le spese per la revisione delle tabelle) deve tener conto degli eventuali vantaggi per il danneggiato che traggono origine direttamente.

Sempre che, e chi scrive ne dubita, la revisione possa essere equiparata ad un danno, vale a dire alla conseguenza di un comportamento antigiuridico che ha leso un altrui interesse.

Se una deliberazione disponesse l'addebito delle spese a carico del solo condomino che con i propri interventi ha reso necessaria la modifica dei millesimi, ad avviso di scrive, quella deliberazione potrebbe essere impugnata per nullità.

A quel punto spetterebbe al giudice decidere.

riproduzione riservata
Articolo: Chi paga la revisione delle tabelle millesimali?
Valutazione: 2.83 / 6 basato su 24 voti.

Chi paga la revisione delle tabelle millesimali?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
333.825 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Chi paga la revisione delle tabelle millesimali? che potrebbero interessarti


Tabelle millesimali

Condominio - Le tabelle millesimali servono a ripartire le spese condominiali in modo proporzionale alla superficie e alle caratteristiche delle singole unità immobiliari.

La modifica delle tabelle millesimali contrattuali

Tabelle millesimali - La modificazione delle tabelle millesimali contrattuali deve avvenire con il consenso di tutti i condomini.Diversamente la deliberazione di modifca è nulla.

Revisione tabelle millesimali senza unanimità

Tabelle millesimali - Con la sentenza 18477 del 9 agosto delle sezioni unite della Cassazione sarà sufficiente la maggioranza in assemblea per avere la revisione delle tabelle millesimali.

Ripartizione spese condominiali e scelta del criterio sbagliato

Ripartizione spese - Che cosa accade se l'assemblea decidesse, erroneamente, di applicare un criterio di ripartizione delle spese errato e le tabelle fossero, anch'esse, errate?

Tabelle millesimali del supercondominio

Tabelle millesimali - Il supercondominio è quella particolare tipologia edilizia nella quale più edifici, che di per sè possono costituire autonomi condomini, hanno in comune alcuni beni.

Tabelle millesimali errate e rimborso quote condominiali

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono lo strumento indispensabile per la ripartizione delle spese tra tutti i condomini. Che cosa accade se le stesse risultano errate?

Nuove conferme e vecchi dubbi riguardo alle tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Per l'approvazione e revisione di tabelle millesimali è sufficiente una deliberazione assembleare approvata con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti.

Spese condominiali: le tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono uno strumento indispensabile per la corretta gestione del condominio ed alla loro approvazione si può giungere in tre diversi modi.

Revisione tabelle millesimali

Condominio - Con una sentenza del 2010, la n. 3001 del 10 febbraio, la Corte di Cassazione si è occupata di tabelle millesimali per la ripartizione delle spese condominiali.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img impele
Signori buongiorno, mi chiamo Giovanni Puddu e abito a Cagliari, la domanda è relativa alla ripartizione delle spese relative al rifacimento cortile e spazi di manovra...
impele 04 Novembre 2021 ore 14:57 2
Img simonecet
Buongiorno a tutti,ho un cortile con un cancello sulla strada, ma il cancello rientra di 30 cm rispetto al confine di proprietà, di fatto lasciando un angolo di nostra...
simonecet 18 Ottobre 2021 ore 11:54 7
Img abba888
Siamo 5 fratelli e sorelle e siamo proprietari di una piccola palazzina (familiare) con 10 appartamenti (termoautonomi e senza ascensore) dislocati su 3 piani e un'autorimessa con...
abba888 13 Settembre 2021 ore 08:47 1
Img mariomarci
Salve a tutti, ho dei lavori di ristrutturazione in corso presso il mio domicilio e per ovvie ragioni di sicurezza ho un sistema di videosorveglianza installato.Gli operai mi...
mariomarci 30 Giugno 2021 ore 18:54 1
Img garn523
Buongiorno, da pochi giorni ho fatto realizzare ad un mio amico un controsoffitto in lana di roccia (spessa 5 cm) per non sentire la vicina del piano di sopra che cammina con i...
garn523 07 Giugno 2021 ore 15:10 4