Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

L'Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulla cessione del diritto di superficie

Per il Fisco in caso di costituzione e cessazione di un diritto di superficie si applica la normativa fiscale prevista per i trasferimenti della proprietà piena
24 Aprile 2018 ore 09:40 - Proprietà

Cessione diritto di superficie: regime fiscale


L'Agenzia delle Entrate, con la circolare 6/E del 20 aprile scorso, fornisce dei chiarimenti in merito al trattamento fiscale da applicare in caso di costituzione e cessione del diritto reale di superficie su un immobile. In particolare, stabilisce che al corrispettivo conseguito per la cessione del diritto di superficie, si applicano le disposizioni del Tuir (Testo unico delle imposte sui redditi), previste per i trasferimenti a titolo oneroso della proprietà piena dell'immobile.

Viene smentito, con la predetta comunicazione, quanto asserito dalla stessa Agenzia delle Entrate con la precedente circolare 36/E del 19 dicembre 2013 avente a oggetto la cessione del diritto di superficie su un terreno.

Cessione del diritto di superficie
Per spiegare meglio precisiamo che il diritto di superficie è il diritto di costruire sul fondo di proprietà altrui, acquistando la proprietà di quanto edificato.
Il proprietario del terreno, ove costituisca un diritto di superficie sull'immobile, consente ad altri di costruire pur mantenendo la proprietà del suolo.

L'Agenzia delle Entrate con la nuova circolare intende adeguarsi all'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione in materia di regime fiscale, relativo alle plusvalenze derivanti dalla cessione del diritto di superficie su un terreno agricolo appartenente a persona fisica (si veda la sentenza n. 15333 del 4 luglio 2014).

Sulla base di quanto statuito dall'articolo 9, comma 5 del Dpr 917/1986 le disposizioni relative alle cessioni a titolo oneroso si applicano anche agli atti a titolo oneroso che implicano costituzione o trasferimento dei diritti reali di godimento. La predetta normativa si applica dunque alle cessioni di diritti di superficie in quanto diritti reali di godimento.
In particolare, trovano applicazione gli articoli 67 e 68 del Tuir relativi alle plusvalenze derivanti da cessioni a titolo oneroso di terreni e aree fabbricabili.

Ne consegue che se la persona fisica cede il diritto di superficie di un'area fabbricabile, il corrispettivo ricevuto rappresenta reddito diverso e la differenza tra il prezzo di cessione e il costo rivalutato e maggiorato delle spese sarà oggetto di tassazione.

Qualora venga ceduto il diritto di superficie di un terreno agricolo, il corrispettivo sarà soggetto a imposizione come reddito diverso esclusivamente nell'ipotesi in cui non siano trascorsi almeno 5 anni dalla data di acquisto del terreno o dello stesso diritto di superficie.

riproduzione riservata
Articolo: Cessione del diritto di superficie: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 2 voti.

Cessione del diritto di superficie: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Gegendiewand
    Gegendiewand
    Lunedì 3 Maggio 2021, alle ore 12:18
    Ma quanto si deve pagare in % ?
    A chi poi, All'agenzia delle Entrate e con quale modalità: F24, oppure dal sito stesso?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Cessione del diritto di superficie: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate che potrebbero interessarti

Ecobonus 2018 e cessione del credito: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate, con circolare del 18 maggio fornisce ai contribuenti dei chiarimenti in merito alla cessione del credito per la fruizione dell'Ecobonus

Bonus facciate: vale anche per la facciata interna?Fisco casa - È possibile accedere al bonus facciate in caso di lavori su pareti che solo in parte siano visibili dalla strada. È quanto chiarito dall'Agenzia delle Entrate.

Superbonus 110%: proroga al 31 marzo del termine per comunicare la cessione del credito o lo sconto in fattura

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta al 31 marzo il termine per poter inviare all'Agenzia delle Entrate il modulo con il quale optare per la cessione del credito in caso di Superbonus 110%


Niente Superbonus 110% se il condòmino è moroso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il condomino moroso non ha diritto al Superbonus 110 e l'amministratore non deve comunicargli dati concernenti i lavori effettuati sulle parti comuni dello stabile

Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle EntrateDetrazioni e agevolazioni fiscali - Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

Superbonus 110: ecco i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con la circolare n.30/E dell’Agenzia delle Entrate arrivano nuovi chiarimenti per quanto concerne il Superbonus 110%. Vediamo le principali novità sull'argomento

Superbonus 110: detrazione, sconto in fattura o cessione del credito?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di lavori rientranti nel Superbonus 110 in alternativa alla detrazione si può fruire dello sconto in fattura o della cessione del credito. Cosa dice l'AdE

Contratto d'affitto e proroga imposta di registro in Decreto Cura Italia: come funziona?Affittare casa - Quando è possibile prorogare il pagamento dell'imposta di registro a fronte di un contratto di affitto o comodato di immobile. Ecco i chiarimenti del Fisco sul tema

Ecobonus per condomini: il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A quattro mesi dalle novità sull'ecobonus condomini ancora si attende il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate per le modalità di cessione delle detrazioni fiscali