Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Dove installare una caldaia a condensazione?

La scelta migliore per installare una moderna caldaia a condensazione rispettando le normative in materia al fine di ottenere il migliore rendimento in sicurezza
27 Febbraio 2020 ore 17:27 - NEWS Impianti di riscaldamento

Nuove caldaie per ridurre l'inquinamento e ridurre i consumi


Il tema del risparmio energetico, legato a quello più ampio della riduzione dell'inquinamento ambientale, comporta lo studio di sistemi di produzione di energia, capaci di ottenere il massimo rendimento rispetto al quantitativo di combustibile che lo alimenta.

Caldaia a condensazione esternaUn esempio in tal senso è rappresentato dalle moderne caldaie a condensazione, che stanno sempre più frequentemente sostituendo le vecchie caldaie a camera aperta.

Le caldaie a condensazione altro non sono che generatori di calore, che sfruttano l'energia termica derivante dal processo di condensazione dovuto al recupero dei gas di scarico.
Grazie a ciò, il rendimento energetico di una caldaia a condensazione è compreso tra il 105% e il 109%.

Giusto per fare un semplice paragone circa la convenienza a impiegare tali caldaie, basta considerare che un camino ha un rendimento del 10%-20%, le moderne stufe a pellet non superano l'80%, inquinando molto di più del gas metano, uno dei principali combustibili per alimentare le moderne caldaie a condensazione.


Caldaia a condensazione: struttura a tenuta stagna by Vailant

Caldaia a condensazione: struttura a tenuta stagna by Vailant

Caldaia a condensazione: struttura a tenuta stagna by Vailant
Stufa a metano poco inquinante by Piazzetta

Stufa a metano poco inquinante by Piazzetta

Stufa a metano poco inquinante by Piazzetta
Caldaia a condensazione, kit scarico by climatia

Caldaia a condensazione, kit scarico by climatia

Caldaia a condensazione, kit scarico by climatia
Caldaia a condensazione e vecchie tubazioni scarico condominiali

Caldaia a condensazione e vecchie tubazioni scarico condominiali

Caldaia a condensazione e vecchie tubazioni scarico condominiali
Caldaia a condensazione: scarico esterno tubazioni acciaio

Caldaia a condensazione: scarico esterno tubazioni acciaio

Caldaia a condensazione: scarico esterno tubazioni acciaio

Oltre alla convenienza relativa al rendimento, la caldaia a condensazione, in virtù alla sua struttura a tenuta stagna, può essere installata con una certa libertà, a condizione di rispettare le norme in materia.

Rispetto alle vecchie caldaie a camera aperta, nelle quali il calore contenuto nel vapore acqueo non viene recuperato per riscaldare l'ambiente, ma si disperde attraverso il camino, i fumi di scarico generati da una caldaia a condensazione, attraverso un processo di condensazione, vengono riportati a uno stato liquido così da poter recuperare il calore utilizzato nel preriscaldamento dell'acqua di ritorno.

Per i motivi sopra esposti, l'impiego di una caldaia a condensazione, oltre a incidere sulla riduzione dei costi in bolletta, arreca il grande vantaggio di ridurre le emissioni di CO2 nell'aria, contribuendo così a ridurre l'inquinamento ambientale.


Libertà di installazione con le nuove caldaie a condensazione


La possibilità di installare le caldaie a condensazione in qualunque ambiente, deriva dal fatto che esse non sottraggono aria dal locale dove sono situate, ma recuperano l'aria di combustione attraverso un tiraggio forzato, che avviene mediante ventole elettriche, le quali, la convogliano verso l'esterno.

L'espulsione dei fumi di combustione avviene attraverso una canalizzazione che sfrutta il tubo di recupero dell'aria esterna.

Impianto collegamento esterno caldaia
Di solito, quando va sostituita una vecchia caldaia, senza che nell'appartamento vengano effettuati lavori di ristrutturazione, la posizione scelta più ricorrente è quella esterna all'abitazione, vuoi per risparmiare spazio, vuoi per l'esistenza di una precedente installazione.

Ebbene, rispetto alle vecchie caldaie, più soggette ai danni dovuti ai rigori del clima esterno e all'aggressione di polveri, gelo, ecc., le caldaie a condensazione risultano più sicure e longeve, essendo incapsulate in una custodia metallica che le protegge da tali aggressioni.

Indipendentemente dal luogo di installazione, occorre sempre rispettare le norme che attengono alle disposizioni tecniche di leggi nazionali, oltre quelle dei regolamenti locali e condominiali.


Norme nazionali e regolamenti per una corretta installazione


Le norme tecniche vigenti, contemplate nella Legge n. 90/2013, entrata in vigore il 4 agosto 2013, prevedono per le caldaie a condensazione uno scarico a parete in tre soli casi e precisamente, quando si sostituisce un impianto esistente anteriormente al 1 Settembre 2013 già dotato di scarico a parete o a canna fumaria collettiva, per gli edifici storici, quando lo scarico a tetto è incompatibile con la tutela dell'edificio, quando il progettista attraverso apposita asseverazione dimostra l'impossibilità di soluzioni diverse.

Tubazione in acciaio flessibile per inserimento in vecchie tubazioni esistenti
Tutto ciò sempre che la caldaia da installare sia di classe 4 o 5 stelle, come prevedono le norme europee in materia di impianti di riscaldamento.

È bene precisare che le stesse norme non obbligano a installare la caldaia a condensazione in occasione di una nuova installazione, ma grazie alla sensibilizzazione svolta dal Ministero competente, ai requisiti di rendimento richiesti dalle nuove caldaie da installare, oltre a una limitazione di emissioni di CO2, ne consegue che quasi obbligatoriamente la scelta ricada sul nuovo tipo di caldaia.

Per gli edifici condominiali provvisti di canna fumaria condominiale, occorre sapere che a causa della maggiore acidità dei fumi di condensazione delle caldaie, non è possibile effettuare l'immissione nelle vecchie canne esistenti.

Tale operazione può essere resa possibile solo adottando le opportune misure di protezione, come ad esempio l'introduzione di una canna in materiale resistente alle aggressioni acide, all'interno della vecchia canna esistente.

Collegamento condotti di scarico condominiali in acciaio
La caldaia a condensazione attualmente è l'unica che può essere installata in locali chiusi; in questo modo, oltre a mantenerla in efficienza più a lungo, evita il congelamento dello scarico della condensa.


Installazione e norme di sicurezza da rispettare


Posizionando la caldaia in casa, occorre comunque tenere presente alcune regole di sicurezza, infatti le norme vigenti fanno divieto di installare la caldaia in posizione verticale su piani cottura a gas, o in ambienti con potenziale pericolo di incendio come le autorimesse o i garage.

Errato posizionamento della caldaia
In ogni caso, il locale dove è installata la caldaia, deve essere provvisto di una presa d'aria esterna diretta e non ausiliare.

Il posizionamento all'esterno della caldaia, per chi dispone di una abitazione non in condominio, risulta molto più agevole, non essendo limitato da regolamenti condominiali di sorta.

Ma anche in questo caso è utile tener presente alcuni consigli: infatti, è bene verificare sempre la resistenza della parete su cui installare la caldaia, qualora la stessa venga posizionata all'interno di una loggetta, è buona regola prevedere una chiusura costituita da una tenda in polietilene retrattile, da chiudere durante il periodo invernale.

Distanze minime di posizionamento caldaia esternaInoltre, è bene ricavare un alloggiamento comodo e protetto a ridosso della parete dove vogliamo posizionare la caldaia, tenendo conto che ci sia abbastanza spazio circostante per permettere montaggio e smontaggio in occasione di verifiche e riparazioni.

Evitare di posizionarla ad altezze eccessive da terra, anche se non esistono norme specifiche circa tale questione, si consiglia di non superare il metro e mezzo, per ovvie ragioni di ispezione e manutenzione.


Occorre, inoltre, tener conto da dove far defluire l'acqua di condensazione, che si produce durante l'esercizio, predisponendo apposita tubazione da convogliare in giardino o in una caditoia.

A proposito dell'acqua di condensazione, per spiegare l'efficienza energetica di tali caldaie è bene tener conto che se potessimo raccogliere in un contenitore l'acqua condensata dalla caldaia smaltita mediante tubo di scarico, ci accorgeremmo che si possono ottenere parecchi litri di acqua al giorno.

Per conoscere il calore guadagnato dalla caldaia a condensazione, rispetto a una non a condensazione, basta considerare che esso è uguale a quello occorrente per far evaporare completamente tutta l'acqua di condensazione prodotta, ad esempio mettendola su un fornello e tenendolo acceso fino a completa evaporazione.

Distanze da rispettare nel posizionamento del terminale di tiraggioPer quanto riguarda l'installazione della caldaia in condominio, è bene ricordare che può essere effettuata nelle pertinenze ad uso esclusivo del proprio appartamento e mai negli spazi comuni.

Come stabilito dalla Cassazione, si può mettere una caldaia sul balcone, a patto che non venga deturpato l'aspetto estetico della facciata del condominio.

In ogni caso, vanno sempre rispettate le distanze minime previste dalle Norme UNI 7129/del 2015, le quali dettano le distanze minime da rispettare nel posizionamento del terminale di tiraggio delle caldaie con scarico a parete, in relazione alla potenza termica installata.

Oltre a ciò, è bene tener sempre presente l'osservanza dei regolamenti comunali e condominiali per conoscere le distanze da balconi e finestre da rispettare per l'installazione delle canne fumarie, al fine di non incorrere in lunghe e dispendiose liti.

Di norma se l'edificio dispone di una corte interna e di un prospetto principale, potendo scegliere dove posizionare la caldaia, il buon senso consiglia di utilizzare gli spazi prospettanti all'interno della corte, al fine di preservare il decoro della facciata principale.

riproduzione riservata
Articolo: Caldaia a condensazione: dove installarla
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 4 voti.

Caldaia a condensazione: dove installarla: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.118 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Caldaia a condensazione: dove installarla che potrebbero interessarti


Temperatura Fumo Caldaia

Impianti di riscaldamento - Il sistema di scarico dei fumi delle caldaie costituisce parte integrante dell'impianto gas e richiede una specifica progettazione per potenze superiori ai 35 kW.

Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata sul sito dell'Enea una faq che chiarisce la detraibilità al 65% di sistemi di riscaldamento integrati costituiti da caldaia a condensazione e pompa di calore.

Nuovo sistema ibrido con pompa di calore e condensazione

Impianti di climatizzazione - La nuova pompa di calore combinata a un generatore a condensazione che raffresca e riscalda gli ambienti, produce acqua calda e aumenta l'efficienza energetica.

Il sistema ibrido caldaia a condensazione con pompa di calore ad aria

Impianti di riscaldamento - Con il nuovo sistema ibrido caldaia a condensazione con pompa di calore ad aria, riscaldare la casa e produrre l'acqua calda sanitaria costa meno e conviene!

Rendimento Impianto Termico

Impianti di riscaldamento - Il rendimento di un impianto termico è espresso dal rendimento globale medio stagionale, costituito dal prodotto di quattro fattori.

Condensazione GPL

Impianti di riscaldamento - Le caldaie a GPL sono disponibili anche con tecnologia a condensazione in zone non metanizzate,con riduzioni delle spesa energetica e dell'inquinamento ambientale.

Cinque consigli per scegliere la caldaia a condensazione sfruttando gli incentivi

Impianti di riscaldamento - Ecco dei suggerimenti utili in fase di valutazione e scelta della caldaia a condensazione da installare in casa: efficienza energetica e risparmio sono i plus.

Impianto con caldaie in cascata

Impianti di riscaldamento - Per grandi appartamenti, generalmente distribuiti su più piani o comunque su superfici in pianta molto ampie,è possibile utilizzare sistemi a cascata di caldaie.

Moderno Impianto Centralizzato

Impianti di riscaldamento - Caratteristiche, qualità e convenienza nella realizzazione di impianti centralizzati per il riscaldamento degli appartamenti di uno stesso edificio condominiale.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img heyrain
Salve,a seguito di un'ispezione da parte dell'Agenzia regionale per l'efficienza energetica devo installare una porta tagliafuoco tra il garage e il locale dove si trova la...
heyrain 18 Luglio 2021 ore 19:29 2
Img paolito007
Buongiorno a tutti.Ho deciso d'installare un climatizzatore, possibilmente che sia abbastanza silenzioso.Cosa mi consigliate?Grazie mille...
paolito007 28 Giugno 2021 ore 13:01 2
Img antonella anelli
Buongiorno a tutti,ho acquistato una porta filomuro (ossia secondo me senza telaio a vista, un tutt'uno con la parete interna).Ho fatto tale richiesta al fornitore che mi ha...
antonella anelli 26 Maggio 2021 ore 17:00 1
Img cm999
Buonasera,sono nuovo del forum e vorrei chiedervi qualche consiglio.Sto valutando se acquistare una casa in un condominio anni 70 con riscaldamento a pavimento condominiale.Nel...
cm999 24 Maggio 2021 ore 23:57 1
Img miller
Buongiorno,sulla base delle ultime normative emanate sembrerebbe che sia possibile installare una stufa a pellet beneficiando della detrazione del 50%, e poiché tale...
miller 30 Marzo 2021 ore 18:57 1