Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Gestione condominio: come calcolare l'esercizio di riferimento?

NEWS Ripartizione spese15 Maggio 2019 ore 13:51
Il periodo di gestione condominiale è di fondamentale importanza al fine di valutare gli adempimenti dell'amministratore e per l'individuazione degli obbligati.

Gestione condominio


Gestire un condominio vuol dire assumere un incarico che consiste nel compimento di atti giuridici in favore di un insieme di persone.

Amministrazioni condominiali
Chi si occupa di amministrazioni condominiali lo sa, l’incarico di gestione del condominio è assimilabile a un contratto di mandato.

L’amministratore, accettato l’incarico, diviene mandatario dei condòmini, o forse è più corretto dire del condominio, e così è tenuto a porre in essere una serie di atti e fatti: adempimenti previsti espressamente dalla legge (es. artt. 1129-1130 c.c.), ovvero comunque collegati a quelli indicati specificamente dalle norme (art. 1708 c.c.).

Quanto dura la gestione di un condominio? Come calcolare la durata? Su quali aspetti incide l’individuazione della periodo di gestione del condominio?


Durata gestione condominio


La durata della gestione del condominio è annuale.

Non vi sono dubbi su questo aspetto. L’art. 66 disp. att. c.c. fa riferimento all’assemblea ordinaria annuale.

L’art. 1135 c.c. specifica che l’assemblea ordinaria approva il rendiconto annuale dell’amministratore; e ancora lo stesso art. 1135 c.c. attribuisce all’assemblea la competenza di approvare il preventivo per le spese occorrenti durante l’anno. Non solo: l’art. 1129 c.c. stabilisce che l’incarico dell’amministratore ha durata annuale. Inoltre, l’art. 63 disp. att. c.c. individua in un biennio (cioè in due gestioni) la responsabilità solidale tra cedente e cessionario di un’unità immobiliare in condominio, in relazione ai debiti condominiali.

Bilancio condominiale
Individuata la dimensione annuale della gestione condominiale, dimensione che riguarda tanto la contabilità quanto le amministrazioni condominiali, è utile comprendere come si debba calcolare questo periodo.


Gestione condominio: calcolo del periodo


Il problema del calcolo del periodo di gestione condominio lo si è posto principalmente in relazione a quanto stabilito dall’art. 63 disp. att. c.c. in relazione alla citata solidarietà tra neo condòmino ed ex condòmino.

Il dilemma, se così si può dire, riguarda il punto di partenza del calcolo del periodo: anno solare – 1/1 31/12 – o anno di gestione, che ad esempio può essere 1/6 -30/5?

Al riguardo si è pronunciata la Corte di Cassazione, affermando che le annualità, cui fa riferimento l'art. 63 disp. att. c.c., comma 2 vanno riferite al periodo annuale costituito dall'esercizio della gestione condominiale, periodo che non necessariamente coincide con l'anno solare.

Questa conclusione, dicono i giudici, è il naturale approdo pienamente coerente col principio della cosiddetta dimensione annuale della gestione condominiale (tra le tante sentenze in materia ricordiamo Cass. 21 agosto 1996 n. 7706, ed anche Cass. 20 settembre 2013 n. 21650 e Cass. 22 marzo 2017 n. 7395).

Consuntivo condominio
Si badi, sfugge spesso e la prassi porta a far coincidere il periodo di esercizio con la durata dell’incarico di amministratore, ma non sempre è così. Se l’amministratore è nominato a maggio, la dimensione annuale del suo incarico porta a dire che la prima scadenza avviene nel maggio dell’anno successivo, sicché, qualora egli presentasse all’assemblea il rendiconto a febbraio, ben potrebbe (laddove non gli sia richiesto) non inserire all’ordine del giorno l’argomento nomina/rinnovo/ revoca amministratore , poiché sarebbe ancora nel pieno del suo incarico.


Periodo gestione condominio e riflessi sui rapporti giuridici


Se la gestione condominiale cioè l’esercizio del condominio segue l’anno comune e quindi va dall’1 gennaio al 31 dicembre, allora chi acquista una casa in condominio sarà responsabile in solido per il periodo dell’anno (solare e di gestione coincidenti) precedente al giorno di acquisto dell’abitazione, e per quello precedente.

Ipotizzando che Tizio abbia acquistato l’abitazione il giorno 20 giugno 2018, egli sarà responsabile in solido verso il condominio per i debiti del suo predecessore per l’anno 2017 e per il periodo 1 gennaio – 20 giugno 2018, poiché dopo sarà lui il titolare delle obbligazioni condominiali.

Se la gestione condominiale segue un altro periodo, per ipotesi 1/06 – 31/05, allora i debiti seguiranno questo periodo, non l’anno comune.

Esempio: Caio acquista l’abitazione il 20 giugno 2018. Egli sarà responsabile in solido per l’anno di gestione nel corso del quale è avvenuto l’acquisto, cioè per il periodo 1/06 – 20/06 e per l’anno di gestione precedente, cioè 1/06/2017 – 30/05/2018. Non tutto il 2017, quindi ma solamente sette mesi (giugno-dicembre).

È utile rammentare che colui che cede l’abitazione resta obbligato in solido con l’acquirente fintanto che non sia prodotta all’amministratore copia autentica dell’atto notarile di cessione, ovvero dichiarazione equivalente rilasciata dal medesimo notaio rogante (il riferimento a quest’ultimo atto non è citato nel quinto comma dell’art. 63 disp. att. c.c. che stabilisce questa regola, ma esso è stato considerato equiparabile dal Consiglio del notariato).


Amministrazioni condominiali, periodo gestione condominio e conseguenze per gli inadempimenti


L’ amministratore di condominio deve rendere il conto della gestione annuale e deve presentarlo all’assemblea entro centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio.

Centottanta giorni che si contano non dalla fine dell’anno, ma dalla fine dell’anno di gestione, cioè dal momento in cui la gestione annuale condominiale deve considerarsi conclusa.

Se i centottanta giorni non sono rispettati, allora l’amministratore rischierebbe un’azione di revoca giudiziale configurandosi questo inadempimento quale grave irregolarità che può portare fino al sollevamento dall’incarico ad opera dell’Autorità Giudiziaria.

Spetta all’amministratore in carica al momento della scadenza del termine di centottanta giorni presentare il rendiconto all’assemblea, sia pur chiaramente sulla base della contabilità tenuta dal predecessore, nel caso di subentro a ridosso della conclusione dell’anno di gestione.

riproduzione riservata
Articolo: Calcolo periodo di esercizio gestione del condominio
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Calcolo periodo di esercizio gestione del condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
307.982 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Marazzi
  • Velux
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Adeguamento antincendio autorimesse Condominiali
    Adeguamento antincendio...
    250.00
  • Integral df a
    Integral df a...
    150.00
  • Integral df b
    Integral df b...
    165.00
  • Integral df c
    Integral df c...
    180.00
Notizie che trattano Calcolo periodo di esercizio gestione del condominio che potrebbero interessarti


Partecipazione all'assemblea dell'ex condomino

Condominio - L?assemblea, per quella che è la definizione comunemente accolta da dottrina e giurisprudenza, è il luogo in cui i condomini assumono le decisioni

I provvedimenti dell'amministratore

Condominio - L'amministratore è il mandatario dei condomini. Egli agisce per loro nome e conto ai fini della gestione delle parti comuni dello stabile.

Assemblea condominiale e gestione delle cose comuni

Condominio - L?assemblea è l?organo del condominio avente la funzione di gestione e conservazione delle cose comuni.In sostanza spetta all?assemblea, anche per

Condominio 4.0: un convegno sulle nuove opportunità relative al mondo condominiale

Leggi e Normative Tecniche - Condominio 4.0: un convegno organizzato da Harley&Dikkinson a Roma per fare una analisi su tutte le opportunità lavorative relative alla gestione condominiale.

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Calcolo dei termini per la presentazione del rendiconto condominiale

Amministratore di condominio - Il rendiconto condominiale è il documento con cui l'amministratore relaziona sull'anno di gestione trascorso. Come calcolare i termini di presentazione di legge?

L'amministratore del piccolo condominio

Condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Revoca dell'amministratore giudiziario

Condominio - L'assemblea condominiale è l'organo competente a nominare e revocare l'amministratore. Per l'amministratore giudiziario i condomini potranno agire in giudizio per chiedere la revoca del mandatario.

Richiesta di convocazione di un'assemblea straordinaria

Assemblea di condominio - È possibile distinguere due diverse tipologie di assemblea condominiale: assemblea ordinaria annuale e assemblea straordinaria. Come richiederne la convocazione?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mauro6300
Buongiorno,ogni anno l'assemblea condominiale approva, a maggioranza, il versamento di 2 rate straordinarie, non finalizzate, per ogni condomino, siamo arrivati ad avere sul conto...
mauro6300 20 Novembre 2013 ore 11:42 2
Img ftripic
Ciao a tutti,vorrei sapere qual'è la maggioranza qualificata in una assemblea condominiale per deliberare sulla attribuzione di spazi comuni (parcheggi).grazief.
ftripic 04 Gennaio 2014 ore 22:59 1
Img savevita
Nel palazzo vogliono istallare dei fari per evitare i furti questi dovrebbero essere istallati sui muri della casa.Io sostengo che le luci non impediscono i furti tanto più...
savevita 22 Gennaio 2014 ore 17:36 1
Img alby1953
Buongiorno ho un piccolo problema da risolvere,- Nel mio piccolo condominio, 14 appartamenti, una parte di condomini (5) vuole realizzare un'ascensore, hanno fatto il progetto e...
alby1953 06 Ottobre 2013 ore 14:13 3
Img joss
Buongiorno,mi sono iscritto al forum in quanto ho apprezzato i suoi pareri e quindi ringrazio in anticipo per chi replicherà al seguente quesito:al fine di adeguare la...
joss 05 Gennaio 2014 ore 13:57 1