• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Calce aerea e calce idraulica: caratteristiche e differenze

Nell'ambito dell'edilizia, un prodotto particolarmente utilizzato come legante per malte è la calce, dalle ottime performance di elasticità e traspirabilità.
Pubblicato il / Aggiornato il

Calce idraulica e calce aerea in edilizia


Tra i materiali più adoperati come leganti in edilizia un posto di rilievo spetta alla calce.

Molto versatile e dalle antiche origini, la calce si ottiene cuocendo in forni a tino la pietra calcarea, a temperature di circa 1000°C.
Non ne esiste una sola tipologia, tra i leganti infatti è quello che possiede varie composizioni, idonee a diversi tipi di lavorazioni.

Le due categorie principali sono: calce aerea e calce idraulica.
La prima si indurisce a contatto con l'aria, la seconda in acqua.


Caratteristiche e produzione calce aerea


La calce aerea era usata già in epoca romana e greca.
Il nome deriva dal fatto che fa presa e si rassoda in presenza di anidride carbonica.

In ambito costruzioni si suddivide il materiale in calce viva, formata in prevalenza da ossido di calcio e calce idrata o calce spenta, formata da idrossido di calcio.

Caratteristiche calce aerea
Mediante il processo di cottura a elevate temperature (calcinazione) delle rocce calcaree ricche di carbonato di calcio, questo perde anidride carbonica diventando ossido di calcio, ossia calce viva.

Essa non può essere utilizzata in ambito edilizio direttamente, quindi a fine cottura viene fatta reagire con l'acqua, trasformandosi in calce idrata.
Lo spegnimento è un processo particolarmente elaborato a cui segue la stagionatura, essenziale per donare al legante aereo consistenza fine e capacità adesive.

Calce spenta utilizzo e tipologie


La calce idrata è adoperata per intonaci o per realizzare malte.
Ne esistono di diverse tipologie:

  • calce spenta in pasta: formata da una dispersione densa di calce in acqua (ovvero idrossido di calcio). Si ottiene mediante l'aggiunta di un surplus di acqua in fase di idratazione. È possibile ottenerla anche inserendo della polvere in acqua al fine di abbassare le temperature.

  • calce in polvere: si fa reagire la calce viva con l'acqua mediante dei dispositivi chiamati idratatori. È una tipologia moderna della calce ed è disponibile in sacchi;

  • grassello di calce: spesso confuso con la calce in pasta, la differenza sta nel fatto che questo prodotto gode delle performance di lavorabilità e plasticità che dipendono dal processo di maturazione.


Caratteristiche della calce idraulica


La calce idraulica, ottenuta da rocce calcaree ricche di silice, viene chiamata in questo modo per la capacità di indurirsi a contatto con l'acqua.

Questa proprietà assicura la possibilità di far presa anche in assenza di anidride carbonica.


Viene considerata discendente della calce idrata e anticipatrice dei leganti cementizi.
La malta di calce idraulica è molto plastica e dalla facilità di messa in opera.

Caratteristiche calce idraulica
L'utilizzo è esteso a opere che tollerano carichi moderati.

Il materiale è molto ecologico anche nei riguardi del processo produttivo. Infatti gli impianti vengono realizzati in base ai criteri di massimo risparmio energetico.


Calce idraulica tipologie


La calce idraulica può essere di due tipologie: calce idraulica naturale e calce idraulica artificiale.

Calce idraulica naturale


Questo tipo di calce naturale si ottiene dalla cottura della marna o di miscele di argilla e calcare, a una temperatura di 1000°C in forni analoghi a quelli usati per produrre la calce aerea.

Calce idraulica naturale
Dopo la cottura, il materiale viene raffreddato e macinato e, in seguito alla stagionatura, il colore varia dal nocciola al bianco.

Questa tipologia viene contrassegnata da normativa con la sigla NHL ovvero Natural Hydraulic Limes.

Calce idraulica artificiale


È possibile realizzare questo tipo di legante idraulico in diversi materiali avendo come risultato la calce pozzolanica o la calce di altoforno, oppure possono essere prodotte con una miscela di cemento Portland, calcare macinato e additivi plastificanti che hanno tempi di presa veloci e resistenze a compressione elevate.

Tipologia di calce in polvere
Queste vengono contrassegnate con la sigla HL, ovvero Hydraulic Limes, e presentano una colorazione grigia.


Quali sono gli usi della calce idraulica e aerea


Calce aerea e idraulica non presentano alcali solubili o composti dannosi, sono elastiche e traspiranti, resistono ai solfati e non hanno problemi di ritiro idraulico. Proprio per questi motivi i loro usi sono estesi a restauri, ristrutturazioni e nuove costruzioni per:

  • realizzare murature in laterizio e pietra;

  • consolidare le strutture degradate;

  • intonaco di fondo e intonaco di finitura per interni;

  • impieghi di pregio.


Tipologia di grassello di calce


L'azienda Marseglia Calce S.r.l. si occupa di produrre una tipologia di grassello grasso di calce tradizionale, ottenuto dalla cottura a legna a basse temperature con stagionatura in vasca a 3, 6 e 10 mesi.

Il legante è compatibile con le murature antiche ed è del tutto reversibile nel tempo.

Può essere adoperato per la preparazione di composti lavorabili e fluidi e non è dannoso per l'ambiente. Dopo l'applicazione è capace di proteggere la muratura conferendole un controllo omogeneo dell'umidità.

Grassello di calce Marseglia CalceGrassello di calce Marseglia Calce

È ideale per cucine e bagni, perché ha una buona traspirabilità e deumidificazione ed è in grado di conservare una perfetta qualità dell'aria impedendo la formazione di muffe o condense.

L'uso è per la realizzazione di malte per intonaco a calce deumidificante e per confezionare malte grosse.


Calce per intonaco


L'azienda Calcidrata Spa propone leganti aerei contraddistinti da traspirabilità e da una notevole capacità di adattamento al supporto.

Il grassello di calce stagionato e ciclonato è un legante aereo che si ottiene dalla cottura ad elevate temperature (circa 900°C) dei calcari sardi.

Grassello di calce CalcidrataGrassello di calce Calcidrata

Lo spegnimento avviene con una quantità di acqua superiore rispetto al rapporto stechiometrico. Il grassello viene poi ciclonato e stagionato in cisterne per un tempo superiore a 12 mesi.

Questi due processi rendono il prodotto tixotropico, perfetto per confezionare malta per intonaci esterni e di finitura. È consigliato il confezionamento con l'utilizzo di sabbie lavate e prive di argilla.

riproduzione riservata
Calce aerea e calce idraulica
Valutazione: 4.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.852 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI