Calcare e danni ai rivestimenti

NEWS DI Ristrutturazione07 Dicembre 2012 ore 15:45
Come rimediare ai danni provocati nel tempo dal contatto di acque ricche di calcare con i rivestimenti in ceramica degli ambienti domestici come bagni e cucine.
calcare , danni , rivestimenti , fughe
Arch. Francesco Oliva

Danni del calcare in eccesso


L'alta concentrazione di calcare nell'acqua è responsabile di molto del degrado di rivestimenti impianti tecnologici ed elettrodomestici.

L'attacco del calcare sulla rete idricaLa presenza eccessiva del calcare, nella rete idrica, oltre a comportare una spesa eccessiva per l'acquisto di prodotti specifici per la sua rimozione, comporta un degrado inesorabile di tutte le parti che vengono a contatto con l'acqua.

È noto che, il calcare rovina, rubinetti, scaldabagni, provoca il deterioramento delle resistenze di lavatrici ed altri elettrodomestici, imbratta con macchie antiestetiche tutte le superfici di finitura di ogni ambiene domestico, rendendo faticosa la sua rimozione.

Vi sono molti studi, che mettono in relazione alcune patologie , come la comparsa di calcoli renali, l'arteriosclerosi, ed altre , con il deposito eccessivo di calcare ed altri sali nell'organismo.

Mentre tutte le situazioni sopradescritte sono più o meno note a tutti, pochi sanno che il calcare svolge un'altra azione di degrado nei confronti di alcune parti che costituiscono le rifiniture dei nostri ambienti domestici. Un esempio particolare è rappresentato dalla erosione delle fughe di rivestimenti e pavimenti.
Un box doccia in muratura
Un box doccia, costruito in muratura e rivestito con piastrelle di ceramica, viene tutti i giorni a contatto con l'azione dell'acqua, la quale deposita inesorabilmente del calcare all'interno dei microspazi che si creano nelle fughe del rivestimento.

Il calcare con il trascorrere del tempo, svolge un'azione erosiva con conseguente indebolimento delle fughe, vanificando praticamente la loro funzione che è quella di evitare che l'acqua possa superare lo strato di rivestimento ed infiltrarsi nella parete retrostante.

Purtroppo, il fenomeno si manifesta in maniera subdola, senza che sulla superficie interessata, appaiano, grandi cambiamenti nell'aspetto complessivo del rivestimento.

Inoltre occorre considerare che l'impiego di prodotti anticalcare per pulire le superfici dei rivestimenti rese opache dalla presenza del calcare, accelera il fenomeno di degrado delle fughe, in quanto, rimuovendo il calcare che ha preso il posto di parte della fuga, si permette all'acqua di penetrare nella parete non più protetta.

Il fenomeno descritto, crea molta confusione in chi non essendo un esperto in materia, suppone che le macchie di umidità, che si manifestano dalla parte opposta alla parete interessata dal fenomeno, siano da addurre ad altra causa, come la rottura di tubazioni o altro.

Purtroppo il motivo è sempre l'eccessiva durezza dell'acqua, il fenomeno è tanto più aggressivo, quanto meno buona è stata la qualità, del prodotto utilizzato a suo tempo per la realizzazione delle fughe.


Rimedi contro i danni del calcare


Oggi esistono in commercio ottimi prodotti, capaci di opporsi in maniera efficace all'aggressione del calcare ma purtroppo l'us0 eccessivo di essi, comporta un danno sia alla integrità della fuga che all'ambiente, nel quale vengono smaltiti.

La comparsa di macchie di muffa ed efflorescenzeQuando il fenomeno si è purtroppo manifestato con tutte le conseguenze del caso, come comparsa di macchie e muffe sulle pareti, occorre decidere come e dove intervenire per risolvere il problema.

Occorre subito chiarire, che non esiste una soluzione unica per tutte le situazioni, a meno che non si voglia rimuovere alla radice il problema.

Quando lo stato di conservazione delle piastrelle è buono, si può tentare di rifare nuovamente le fughe, dopo aver pulito accuratamente quelle esistenti, eliminando da esse ogni parte instabile, soffiandoci sopra, con aria compressa.

In seguito, si può impiegare un idoneo prodotto, per la creazione di nuove fughe, come ad esempio Mapelastic della Mapei, che oltre ad essere un ottimo prodotto impermeabilizzante, ha una buona resistenza all'aggressione futura del calcare.

Quando il problema delle infiltrazioni è molto diffuso ed oltre a ciò appare chiaro che anche la L'evidenzazione dell'erosione del calcare solidità del manto ceramico è stata interessata, allora conviene risolvere radicalmente il problema, rimuovendo il vecchio rivestimento mettendo a nudo la parete sottostante.

Sulle superfici scoperte del box doccia in questione, si dovrà applicare prima di posare un nuovo rivestimento, un prodotto impermeabilizzante, che possa insinuarsi anche nelle eventuali cavillature della parete.

Tra i tanti prodotti in commercio forniti da aziende come SiKa, Mapei, Weber-Broutin, personalmente preferisco impiegare una membrana liquida elastica, pronta all'uso ad asciugamento estremamente rapido, denominata Aquadefence della Mapei.

L'azienda specifica che: AquaDefense è una pasta monocomponente di colore celeste da utilizzarsi per l'impermeabilizzazione rapida di balconi, bagni, docce, saune e ambienti umidi in genere, prima della posa di rivestimenti ceramici, lapidei e mosaici.

Mapelastic® AquaDefense può essere applicato su calcestruzzo, intonaci cementizi o a base gesso, cartongesso, blocchi in calcestruzzo alleggerito, compensato marino, massetti cementizi o a base di leganti speciali e rivestimenti esistenti in ceramica, marmette, materiale lapideo.

Il deterioramento delle fugheIl prodotto citato, che si presta ad una applicazione semplice, impiegando indifferentemente pennello o rullo, dà la possibilità di iniziare le operazioni di posa in opera del nuovo rivestimento, dopo appena 4 ore dall'applicazione della seconda mano del prodotto, che deve comunque essere fatta dopo 60 minuti dalla prima.

Dopo aver così impermeabilizzato il supporto su cui posare il rivestimento, è possibile posare le nuove mattonelle e provvedere, alla costituzione delle nuove fughe con idoneo prodotto.

A questo punto, voglio richiamare l'attenzione, sul fatto che molti operatori del settore edile, anche in presenza di acqua molto dura, usano impastare con essa, il materiale per la costituzione delle fughe.

Personalmente, ritengo tale procedura, sbagliata nel caso specifico, in quanto si realizzano delle fughe che non hanno nel tempo una durata ottimale, cosa che invece si può ottenere impiegando in luogo dell'acqua, Fugolastic che è un additivo liquido polimerico, da impiegare unitamente a malte cementizie preconfezionate come Keracolor.

Le malte sopradescritte, sono tutte ad alte prestazioni, modificate con polimero, idrorepellente con DropEffect®, per cui, sono idonee per la stuccatura di fughe fino a 6 mm., l'unione dei due componenti, garantisce nel tempo la compattezza e la resistenza all'abrasione delle fughe oltre a diminuirne le porosità e l'assorbimento di acqua.

riproduzione riservata
Articolo: Calcare e danni ai rivestimenti
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Calcare e danni ai rivestimenti: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Calcare e danni ai rivestimenti che potrebbero interessarti
Lavatrici a doppio ingresso

Lavatrici a doppio ingresso

Lavatrici che permettono di preriscaldare l'acqua mediante la caldaia a metano o l'impianto di pannelli solari, limitando così l'uso della resistenza interna.
Isolamento controterra

Isolamento controterra

Buoni isolanti e privi di condensa.
Doccia e calcare

Doccia e calcare

Quando l'acqua evapora o si scalda i sali in essa presenti precipitano formando incrostazioni di calcare che, però, si possono prevenire con apposita manutenzione.
Mancanza acqua calda

Mancanza acqua calda

Manca l'acqua calda sanitaria quando lo scaldabagno non funziona bene, il motivo più comune di ciò è l'intasamento da calcare della resistenza elettrica.
Pulizia delle superfici dopo posa

Pulizia delle superfici dopo posa

Le aziende chimiche del settore edilizio propongono intere linee di prodotti pensati per la pulizia delle superfici dopo la posa in opera.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.415 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Bossini kit doccia zen c54001
    Bossini kit doccia zen c54001...
    51.00
  • Bossini soffione twiggy 250x250 quadro
    Bossini soffione twiggy 250x250...
    198.00
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Coppia di colonne italiane in legno laccato
    Coppia di colonne italiane in...
    1275.00
  • Seitron cronotermostato digitale settimanale magictime+ plus tcw01b
    Seitron cronotermostato digitale...
    47.00
  • Ombrellone torino 300x300
    Ombrellone torino 300x300...
    900.00
  • Vaso luminoso pandora
    Vaso luminoso pandora...
    269.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.