Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Cabina Elettrica

Le cabine di trasformazione permettono di cambiare i parametri elettrici adattando grandi potenze in gioco e riducendole per l'impiego negli impianti utilizzatori.
11 Ottobre 2011 ore 20:23 - NEWS Impianti

Una cabina di trasformazione elettrica è in genere necessaria quando l'utente richiede all'ente distributore di energia elettrica valori particolarmente elevati di corrente; l'utente in questione puo' essere un intero condominio, un complesso industriale o un sistema, in generale, con assorbimenti tali da richiedere l'allaccio alla rete in media tensione di distribuzione dell'energia elettrica.

200 kwAttualmente sono presenti nel nostro Paese diversi enti distributori dell'energia elettrica i quali, generalmente, forniscono l'allaccio in bassa tensione quando l'utente richiede una potenza fino a 70kW; oltre i 70 kW e fino a 200kW l'allaccio può essere realizzato alla rete di distribuzione della bassa tensione o dell'alta tensione, a tal fine, spesso sono determinanti la disponibilità e la distanza dalla rete di distribuzione; oltre i 200 kW l'allaccio avviene in media tensione ed in tal caso è necessario l'ausilio di una o più cabine di trasformazione.

Le principali norme di riferimento per la realizzazione di una cabina di trasformazione sono le Norme CEI 11-18.


Caratteristiche cabina elettrica



Un layout standard di riferimento per una cabina di trasformazione prevede tre vani: uno di pertinenza della rete distributrice dell'energia elettrica, il locale di consegna; uno di pertinenza dell'utente, con il trasformatore responsabile della trasformazione della tensione da valori dell'ordine dei 20.000 V a valori di 400 V; infine, un vano intermedio ai due precedenti che è caratterizzato dalla presenza delle apparecchiature di misura; in ognuno dei vani del distributore e dell'utilizzatore devono essere disposte tutte le apparecchiature di manovra, sicurezza e controllo.

L'allocazione della cabina di trasformazione, dal punto di vista dimensionale dovrebbe coincidere col baricentro dei carichi elettrici da alimentare, o essere molto prossima ad esso, ciò per garantire la minima spesa dei cavi di distribuzione dell'energia e di tutto quanto correlato; per facilitare eventuali e rapidi interventi dell'ente distributore, il locale di consegna deve sempre essere posto sul perimetro della proprietà dell'utente con accesso diretto da strada pubblica, tale vincolo ,unitamente a motivi di natura economica, determina la stessa allocazione anche per la cabina di trasformazione.

Cabina prefabbricataLe cabine di trasformazione possono essere realizzate sul posto o comprate prefabbricate, in questo caso le norme di riferimento sono le CEI 17-6 e 17-13; poichè le cabine di trasformazione sono dei veri e propri manufatti edilizi, come tali per essere installati sono soggetti alle leggi e alle norme vigenti per il settore edile nel comune di riferimento.

Una caratteristica fondamentale delle cabine di trasformazione è la ventilazione correlata all'esigenza di dissipare nell'ambiente esterno il calore prodotto dal trasformatore, o da più trasformatori che generalmente lavorano in parallelo.

Griglia di aerazioneUn modello di trasformatore può essere semplicemente visto come costituito da un anello o nucleo di materiale ferromagnetico con degli avvolgimenti in rame ad un lato, primario, e all'altro, secondario, dell'anello; alle estremità degli avvolgimenti al primario viene applicata la tensione da trasformare e ai capi degli avvolgimenti del secondario è prodotta la tensione con valori più bassi di quella al primario; il calore è prodotto dal passaggio di corrente negli avvolgimenti generalmente immersi con il nucleo in olio o resine.

La quantità di energia dispersa per calore, tra primario e secondario, è tale da poter ritenere il trasformatore una macchina quasi trasparente al passaggio di potenza.

Nel caso di trasformatori che lavorano in parallelo, ci sono vantaggi rispetto al singolo come: la continuità di servizio se uno dei due si guasta e la possibilità di far lavorare uno solo di essi o entrambi in funzione delle variazioni di carico.

riproduzione riservata
Articolo: Cabina Elettrica
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Cabina Elettrica: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
327.821 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cabina Elettrica che potrebbero interessarti


Elettricità ed Acqua

Impianti - Tutte le moderne tecnologie che utilizziamo ogni giorno funzionano grazie all'elettricità, e per molti versi i fenomeni elettrici sono analoghi a quelli idrici.

In arrivo il bonus per ristrutturare gli impianti elettrici in condominio

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 1° gennaio 2020 i condomini che intendono ristrutturare vecchi impianti elettrici potranno fruire di un contributo fino a 1200 euro. È quanto previsto da Arera

Resistenza ed Elettricità Statica

Progettazione - La resistenza di un cavo elettrico è proporzionale alla lunghezza del conduttore, alla sua resistività ed è inversamente proprozionale alla sua sezione.

Impianti elettrici sicuri

Impianti - Errori da evitare nella realizzazione di impianti elettrici domestici.

CEI 64-8 V3 Impianti Residenziali

Normative - Da Settembre 2011 e' in vigore la variante V3 alla Norma tecnica CEI 64-8: Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e a 1.500 V in corrente continua.

Elettricità Sicura

Impianti - La sicurezza dell'impianto elettrico di casa è legata alla sua realizzazione secondo la regola dell'arte e all'assunzione di comportamenti appropriati.

Elettricità ed infortuni

Impianti - I tipi di infortuni che possono capitare al lavoro e tra le pareti di casa, possono essere di svariata natura. Quelli con la corrente elettrica i più pericolosi.

Distribuzione elettricità in casa

Impianti - Nella maggior parte delle case, la distribuzione e l'utilizzo dell'energia elettrica avviene a mezzo del sistema monofase, attraverso tre conduttori principali.

Tensione e Corrente in Casa

Impianti - L'energia elettrica è la fonte primaria di alimentazione di tutti i vari dispositivi ed elettrodomestici che impieghiamo nella vita casalinga di tutti i giorni.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cirostorace
Volevo sapere quali sono le norme tecniche che regolano il posizionamento di una cabina tecnica di zona dell'ENEL posta sotto al fabbricato in diretto contatto con un appartamento...
cirostorace 04 Novembre 2020 ore 16:54 1
Img klan
Buongiorno,al primo piano della casa che sto ristrutturando è stato tolto il pavimento vecchio e lasciato il solaio (travi + travicelli e mezzane).Nel punto più...
klan 18 Aprile 2015 ore 12:19 2