Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus Enel per chi consuma meno: ecco come funziona

Novità per gli utenti Enel Energia: ecco il bonus che prevede un risparmio in bolletta per chi consuma meno. Si mira così a cercare una soluzione al caro energia
- NEWS Burocrazia e utenze
Barra Progettazione Online

Il nuovo Bonus Enel


Con la crisi delle fonti d'approvvigionamento energetico, una questione molto dibattuta è stata, e purtroppo lo è tutt'ora, come fare per risparmiare sulla bolletta energetica, con importi che siano più vicini alla soglia della normalità.

Ora arriva il bonus apposito, da parte di Enel Energia, per chi consuma meno, il quale dovrebbe agevolare l'intento segnalato poc'anzi.

Enel si prepara ad affrontare la crisi energetica con un bonus sugli

Il bonus si chiama EssenzialMente e mira a premiare chi si rivela più parsimonioso nel consumo d'energia, che è appunto una risorsa preziosa e carente.

L'obiettivo è quello di registrare un minor consumo di elettricità nell'ultimo trimestre dell'anno, rispetto al medesimo trimestre dell'anno precedente.

L'iniziativa del bonus, dunque, entra in vigore questo mese d'ottobre, e il medesimo viene calcolato proprio a partire da questo periodo, per chi ne avrà diritto.


L'entità dello sconto apportato dal Bonus Enel


Lo sconto complessivo che si riceverà in bolletta fa riferimento alla sommatoria dei kWh risparmiati negli ultimi tre mesi dell'anno, moltiplicata per 0,10 euro.

In pratica, 10 centesimi per ogni kWh di consumo in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, un incentivo non di poco conto, per indurre il più possibile le famiglie a un minor consumo di elettricità e ad azzerare gli sprechi.

I consumi registrati nelle varie utenze
Si tratta infatti di un primo passo per cercare di uscire dalla crisi dei rincari, con una domanda di energia che si adegui il più possibile, e per quanto possibile, all'offerta, data la difficoltà che ancora permane nell'effettuare l'operazione contraria.

Per iniziare ad accumulare, e ottenere lo sconto in bolletta relativo al bonus, non serve effettuare una richiesta apposita.

Lo sconto, per come Enel Energia ha dichiarato nell'iniziativa, verrà applicato al limite entro la seconda bolletta utile del 2023. Nel caso di recesso o voltura, lo sconto verrà trasferito, con anticipo, sulla bolletta di chiusura del contratto.


Chi può accedere al Bonus corrente 2022


Tutti i titolari di un contratto Enel Energia, risultante attivo al 31 dicembre 2022, rientreranno tra i destinatari dell'iniziativa stessa firmata Enel.

Non è pertanto necessario essere con contratto attivo già all'inizio del periodo di conteggio del bonus (ottobre). Un requisito indispensabile è però che si tratti di un'offerta a prezzo fisso, e non indicizzato, per la corrente elettrica.

Fondamentale la parsimonia energetica, rispetto a quelle che sono le proprie abitudini
Nel caso poi, per come accennato, di recesso, voltura o passaggio ad altre offerte del mercato libero dell'energia, regolate nel periodo in corso, il bonus sarà riconosciuto nella bolletta di chiusura.

Ne consegue che viene riconosciuta comunque come valida quella parte del periodo, oggetto dell'offerta bonus, in cui si è avuto un risparmio d'energia da parte dell'utente.

Ma come fare per conoscere i consumi riferiti allo stesso periodo dell'anno precedente, se ormai non si dispone delle ricevute inerenti ai pagamenti delle bollette?

Semplice, basta entrare nell'area riservata del sito di Enel Energia, per i clienti, e visualizzare lo storico dei consumi.

Ci si potrà quindi regolare di conseguenza.


Le ulteriori condizioni del servizio per accedere al Bonus Enel


Occorrerà, chiaramente, che i dati di consumo siano reali e non stimati.
Come fare, dunque, qualora il cliente sia subentrato col nuovo contratto in Enel Energia solamente nel corso dell'ultimo anno?

Quali sono le ulteriori condizioni per accedere al Bonus?
I dati attinenti ai consumi del periodo considerato per l'anno in corso, verranno confrontati con i dati reali storici del proprio POD, ossia il codice identificativo del punto di fornitura. Tali dati sono disponibili nell'apposito Sistema Informativo Integrato.


Come rientrare effettivamente tra i beneficiari del Bonus Enel


Detto ciò, come assicurarsi di rientrare nella lista dei beneficiari del bonus in oggetto?

I requisiti prima espressi fanno sì da includere l'utente nella lista dei beneficiari potenziali, ma vediamo come assicurarsi una posizione altresì in quella dei beneficiari effettivi.

In altri termini, come fare per consumare meno energia rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, ovvero rispetto a quelle che sono le proprie abitudini?
Come consumare effettivamente meno energia per rientrare fra i beneficiariEnel Energia, a tal proposito, ha stilato un elenco di comportamenti virtuosi al quale gli utenti dovrebbero attenersi, per ottenere il bonus, e quindi anche per contribuire a una soluzione per la condizione che il nostro Paese, insieme ad altri, sta vivendo.

Si tratta di un vademecum composto da non molte, ma efficaci regole, da tenere sempre presente.


I consigli dispensati da Enel per un minore consumo di energia


Si consiglia, sulla base del predetto vademecum, innanzitutto di scollegare gli alimentatori dalle prese elettriche, nel momento in cui non sono più utilizzati.

Ciò vale anche per i caricatori degli smartphone di ultima generazione, rispetto a quanto erroneamente, in molti casi, si crede.

Staccare sempre la spina dalla presa, nel momento in cui non serve, può fare la differenza
Infatti, a proposito di questi ultimi, se è vero che essi sono predisposti per un'interruzione di carica nel momento in cui essa arriva al completamento, è anche vero che la tensione elettrica è sempre in corso, fino a che l'alimentatore non venga staccato.

L'interruzione automatica della carica, così popolare, vale solamente per l'approvvigionamento diretto allo smartphone, il quale cesserà di riceverla, ma essa viene comunque ricevuta dal passaggio che va dalla presa elettrica al sistema di alimentazione.

Gli altri consigli per ridurre gli sprechi energetici


Altra modalità di risparmio elettrico molto raccomandata è quella attinente allo spegnimento di dispositivi ancora accesi in modalità stand-by.

Questo è un aspetto risaputo e in passato già facente parte di determinate campagne informative volte alla riduzione dei consumi e in particolare degli sprechi in casa.

Molto meglio poi, in termini di consumo, sbrinare frigo e congelatore appena si perviene alla formazione di ghiaccio. In caso contrario, il sistema impiega più energia per la prosecuzione del funzionamento.
L'uso di lampadine LED è un classico esempio di aumento dell'efficienza energetica, con risparmi notevoli sui consumi
Poi, e anche qui è piuttosto risaputo, meglio avviare gli elettrodomestici, quali lavastoviglie e lavatrice, solamente a pieno carico, e nella fascia oraria maggiormente conveniente, laddove sussiste anche una maggiore disponibilità d'energia.

Inutile dire che è fortemente consigliata l'erogazione di luce tramite le apposite lampadine a LED, studiate appositamente.

Climatizzazione e altri consigli


Per gli impianti di climatizzazione e condizionamento d'aria, il consiglio è di evitare la dispersioni che inciderebbero sulla temperatura ottimale raggiunta.

Quest'ultima dovrebbe essere fissata senza eccessi, opportunamente.



In generale, il consiglio base è di scegliere sempre elettrodomestici di alta classe energetica, possibilmente classe A, così da pervenire alla più ampia riduzione di consumi.

Inoltre, utilizzare il piano a induzione per cucinare e laddove si abbia possibilità d'installazione, la pompa di calore per il riscaldamento, la produzione d'acqua ad uso sanitario e il raffrescamento.

La pompa di calore utilizza infatti l'energia termica che proviene da fonti esterne, quali l'aria, l'acqua e il sottosuolo.

riproduzione riservata
Bonus enel per chi consuma meno
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Bonus enel per chi consuma meno: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.151 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Bonus enel per chi consuma meno che potrebbero interessarti

Bonus facciate 90%: nessuna proroga il 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus facciate: nessuna proroga in vista per il 2022. Secondo quanto appreso dal Documento Programmatico Bilancio il bonus facciate sembra essere il grande assente

Black Friday 2022 e bonus esistenti, super sconti e vantaggi

Piccoli elettrodomestici - L'edizione 2022 del Black Friday è più vantaggiosa del solito perché consente di integrare le offerte ad alcuni dei bonus emessi dallo Stato nel corso dell'anno

Bonus Imu 2022: cos'è e a chi spetta

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto il Bonus Imu. Un'agevolazione per favorire lo sviluppo turistico ed evitare l'abbandono dei territori soggetti a spopolamento

Bonus prima casa giovani: proroga fino al 2022

Comprare casa - Con la Legge di Bilancio 2022 oggi al vaglio del Parlamento è stata prevista la proroga del bonus prima casa giovani fino al 31 dicembre 2022. Vediamo le novità

Proroga Bonus mobili: tutte le novità per il 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato il Bonus mobili fino al 31 dicembre 2024 con delle novità tra le quali emerge la riduzione del limite di spesa massimo

Bonus condizionatori 2022: come funziona?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il bonus condizionatori 2022 consente di ottenere una detrazione fiscale che va dal 50% al 65% per l'acquisto di un nuovo impianto almeno di classe energetica A+

Bonus edilizi: tutte le proroghe del 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato per i prossimi anni alcune agevolazioni in vigore per la ristrutturazione edilizia e ha introdotto anche tante novità.

Bonus facciate: sì per il 2022 ma al 60%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nella prossima Legge di Bilancio 2022 è stato confermato il Bonus facciate ma con una variazione: la detrazione fiscale sarà del 60% con l'arrivo del nuovo anno

Bonus facciate: come beneficiarne anche nel 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il sottosegretario al ministero dell'Economia e delle Finanze Federico Freni spiega quando è possibile beneficiare dell'incentivo Bonus facciate anche nel 2022.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img claudio.giordani.3
L'assemblea straordinaria del mio condominio ha deliberato di accendere il riscaldamento il 15/11/22 anziché il 22/10/22 e spegnere il 15/03/23 anziché il 07/04/23.
claudio.giordani.3 20 Ottobre 2022 ore 21:10 3
Img alessio pizzetti
Buongiorno,Ho acquistato un condizionatore. Per poter avere la detrazione ho richiesto una pratica ENEA.In sede di pagamento del condizionatore, con bonifico parlante, Quali delle...
alessio pizzetti 24 Maggio 2022 ore 18:28 2
Img susanna cansani
Buongiorno, avrei bisogno di sapere come viene effettuato il calcolo del risparmio energetico energia non rinnovabile all ultimo punto Enea.Per le pratiche del 2022 non viene...
susanna cansani 06 Aprile 2022 ore 17:40 1
Img bigfoot!
Salve, devo installare uno stabilizzatore di tensione per uso domestico per un problema di sbalzi di tensione alla rete elettrica della mia utenza al di fuori dei limiti...
bigfoot! 03 Luglio 2021 ore 12:16 2
Img diabolik2009
Salve a tutti, vorrei chiedere una info riguardo l'acquisto di una nuova caldaia a condensazione per poter usufruire della detrazione del 50% come previsto dalla norma, ma chiedo...
diabolik2009 19 Giugno 2020 ore 10:17 5