Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus elettrico: come avere lo sconto sulla bolletta della luce

Il bonus elettrico, lo sconto sulla bolletta per la fornitura dell'energia, può essere chiesto in caso di disagio economico o fisico: requisiti e come fare domanda.
03 Giugno 2015 ore 18:08 - NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali
bonus elettrico , bonus luce , bolletta luce

Bonus elettrico


Per venire incontro alle difficoltà economiche o anche a situazioni di disagio fisico in cui si trovano molti contribuenti, è stato introdotto il bonus elettrico, uno sconto sulla bolletta per la fornitura di energia elettrica che assicura un risparmio sulla spesa per le famiglie.


Bonus elettrico: quando si può richiedere


Il bonus elettrico è previsto in caso di:

-disagio economico per nuclei familiari con ISEE non superiore a 7500 euro (20mila per famiglie numerose con più di 3 figli a carico): possono richiederlo tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza con i requisiti reddituali suddetti

-disagio fisico nei casi in cui un soggetto, affetto da una grave malattia, necessiti per il mantenimento in vita dell'utilizzo costante di apparecchiature e dispositivi medici (ecco l'elenco completo) che devono essere alimentati da energia elettrica.


Bonus elettrico per disagio economico: come fare domanda


Bonus luce disagio economicoLa domanda per il bonus elettrico in caso di disagio economico si deve presentare al Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane) utilizzando l'apposito modulo debitamente compilato.

La domanda può essere presentata anche da un delegato che non è l'intestatario della fornitura usando l'allegato D.Alla domanda vanno allegati specifici documenti come:

-documento di identità

-attestazione ISEE in corso di validità, con l'allegato CF con i componenti del nucleo ISEE.

Dalla bolletta o dal contratto di fornitura della corrente elettrica vanno poi reperiti:

-il codice POD (identificativo del punto di consegna dell'energia), un codice composto da lettere e numeri, che inizia con IT e identifica in modo certo il punto fisico in cui l'energia viene consegnata dal fornitore e prelevata dal cliente finale

-la potenza impegnata o disponibile della fornitura.


Importo bonus elettrico 2015


Il bonus, dopo le verifiche opportune che effettua il Comune e il SGAte (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche), viene applicato direttamente sulla bolletta elettrica, suddiviso nelle diverse fatture dei consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda. Quando viene erogato, nella bolletta sarà presente un'apposita comunicazione.

Se invece ancora non è applicato e la domanda è stata inoltrata, si può sempre verificare lo stato di avanzamento della stessa accedendo, con ID e password, al servizio on line dedicato del SGate.

Bonus luce L'importo del bonus dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica e per il 2015 ha queste misure:

-71 euro per nuclei familiari composti da una o due persone

-90 euro per nuclei familiari composti da 3-4 persone

-153 euro per nuclei familiari composti da oltre 4 persone.

Il bonus elettrico per il disagio economico è riconosciuto per 12 mesi, al termine dei quali per riaverlo, occorre presentare una domanda di rinnovo usando:

- il modulo A nel caso vi siano variazioni nella composizione del nucleo familiare

-il modulo RS, se non sono cambiate le condizioni rispetto alla precedente domanda.


Bonus elettrico per disagio fisico: come fare domanda


Lo sconto sulla bolletta della luce può essere concesso anche per disagio fisico, a tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto a utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.

Bonus elettricoCome per il disagio economico, anche per quello fisico, al fine di ottenere il bonus elettrico deve essere presentata la domanda, usando il modulo B, presso il Comune di residenza del titolare della fornitura elettrica (anche se diverso dal malato) utilizzando gli appositi moduli o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane).

I documenti da allegare alla domanda per il bonus elettrico per disagio fisico però cambiano, per ovvie ragioni, e sono:

-certificato ASL che attesti la situazione di grave condizione di salute, la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale, il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero e l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata;

-il documento di identità e il codice fiscale del richiedente e del malato se diverso dal richiedente.

Sono anche qui necessari il codice POD e la potenza impegnata o disponibile della fornitura, mentre non è mai richiesto l'ISEE.


Importi 2015 bonus elettrico disagio fisico



Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in 3 livelli che dipendono dalla potenza contrattuale, dalle apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e il tempo giornaliero di utilizzo:

-fino a 3 kW: 173 euro (fascia minima), 286 euro (fascia media), 414 euro (fascia massima)

-oltre 3 kW (da 4,5 kW in su): 407 euro (fascia minima), 515 euro (fascia media), 623 euro (fascia massima).

riproduzione riservata
Articolo: Bonus elettrico
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Bonus elettrico: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
323.280 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Bonus elettrico che potrebbero interessarti


Aumenti tariffe energia

Normative - L'inizio del nuovo anno si presenta piuttosto difficile per le famiglie italiane, visto che dal primo gennaio sono scattati gli aumenti delle tariffe di luce e gas.

Bollette e Coronavirus: le novità sul rinnovo dei bonus sociali

Normative - Spostato il termine per il rinnovo dei bonus sociali legati alle bollette di acqua luce e gas in scadenza tra il 1° marzo e il 30 aprile: ecco le novità di Arera

Bonus sociale 2020: si estende lo sconto per acqua, luce e gas

Fisco casa - Buone notizie per migliaia di famiglie italiane: si allarga la platea di coloro che potranno beneficiare del bonus sociale acqua, luce e gas. Vediamo le novità.

Sì alla proroga Bonus mobili e bonus verde ma con dei limiti

Leggi e Normative Tecniche - Bonus mobili e bonus verde sono i grandi assenti dalle previsioni del Decreto Rilancio in ambito di sconto in fattura e cessione del credito. Ammessa la detrazione.

Bonus casa: proroga con la Manovra 2021

Fisco casa - In attesa del testo definitivo della Legge di Bilancio, arriva la notizia della conferma, nel Documento programmatico di bilancio, dei bonus casa per il 2021.

Bonus antincendi per il 2020: di cosa si tratta

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Manovra economica 2020: introdotto un bonus antincendio. Detrazione del 70 e 75% per la riqualificazione dei condomini in presenza di particolari requisiti tecnici

Via libera al Bonus verde anche per il 2020

Fisco casa - Prorogata anche per il prossimo anno la detrazione fiscale del 36% relativa al bonus verde per gli interventi di sistemazione a verde nelle unità immobiliari.

Bonus facciate 2020: le ultimissime novità

Fisco casa - Bonus facciate: la detrazione al 90% per le spese di rifacimento delle facciate degli edifici si estende a professionisti, imprese e lavoratori autonomi. Le novità

Il bonus verde si estende all'arredo da giardino

Fisco casa - Al bonus verde si aggiunge il bonus per arredare il giardino: gazebi, tavoli, sedie e divanetti da esterno. È quanto previsto da un emendamento al Decreto Rilancio
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img faccy
Buongiorno,a tutti!Vorrei un vostro conforto su questa tematica.Il condominio in cui abito è diviso in 4 blocchi: blocco A e blocco B sono collegati (sono i 2 blocchi con...
faccy 20 Settembre 2016 ore 08:11 3
Img federico7070
Nel 2010 ho preso residenza in una casa di propieta' di mio zio . Al momento c'era un affittuario, e avendo un contatore unico intestato a lui decidemmo di suddivedere le spese...
federico7070 18 Agosto 2015 ore 21:16 1
Img enkrateja
Scrivo per chiedere un consiglio: vivo in affitto in un monolocale già ammobiliato da qualche mese, ed è la seconda volta che ricevo una bolletta della luce...
enkrateja 26 Marzo 2014 ore 08:18 2