• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Detrazione al 75% per abbattimento barriere architettoniche: come funziona

Bonus 75% per interventi finalizzati all'abbattimento delle barriere architettoniche. Quali sono i limiti di spesa e le novità introdotte dalla manovra.
Pubblicato il / Aggiornato il

Detrazione 75% per interventi di abbattimento barriere architettoniche


Con la Legge di Bilancio 2023 viene confermata fino al 2025 la detrazione fiscale Irpef e Ires pari al 75% delle spese documentate per interventi volti all'eliminazione delle barriere architettoniche nell'ambito di edifici esistenti che era stata introdotta con la precedente manovra economica.

Quella che sembrava una misura destinata ad essere archiviata con la fine del 2022 è stata invece prorogata per altri tre anni con il favore di molti.

Bonus 75%
L'incentivo volto ad aiutare le persone con limitata capacità motoria è destinato ad affiancare la detrazione 50% e il Superbonus che continueranno a poter essere utilizzati.

Vediamo quali sono gli interventi ammessi, i limiti di spesa, che vanno dai 30.000 euro ai 50.000 euro a seconda della tipologia di edificio considerato, e i requisiti per accedere al beneficio.

Modalità di rimborso


La detrazione è pari al 75% delle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 31 dicembre 2025.

Il contribuente, portando in detrazione la spesa nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo, potrà fruire di un rimborso di quote di pari importo per la durata di 5 anni.


Bonus 75% abbattimento barriere architettoniche: i limiti di spesa


Il Bonus barriere architettoniche istituito inizialmente solo per l'anno 2022, consiste in una detrazione per interventi finalizzati al superamento e all'eliminazione delle barriere architettoniche.

La detrazione fiscale spetta nella misura del 75% delle spese effettuate ed è calcolata tenendo conto dei seguenti limiti che variano in funzione delle caratteristiche dell'edificio oggetto di interventi:

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno;

  • 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;

  • 30.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.


Quali sono gli interventi ammessi al Bonus 75%


Per quanto concerne gli interventi ammessi, specifichiamo innanzitutto che i lavori devono essere eseguiti su edifici esistenti, cioè iscritti in catasto o per i quali è stata effettuata la richiesta di accatastamento; sono dunque esclusi dal beneficio i lavori eseguiti su immobili di nuova costruzione.

Le opere agevolabili sono le seguenti:

  • sostituzione o installazione di impianti finalizzati ad eliminare o a limitare, almeno per l'80%, la barriera architettonica che funge da ostacolo sulle parti comuni di edifici;

  • sostituzione o installazione di impianti su edifici unifamiliari.

In sostanza, siamo di fronte a quegli interventi che consentono l'eliminazione degli ostacoli che si possono trovare presso edifici e che rendono difficile la mobilità e la vita in generale delle persone affette da una qualche condizione di disabilità.

Tali interventi possono essere eseguiti sulle parti comuni degli edifici oppure su edifici unifamiliari.

Eliminazione barriere architettoniche
Si possono portare in detrazione anche le spese sostenute per lo smaltimento o la bonifica dei materiali e dell'impianto che è stato sostituito.

Sono agevolabili altresì gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali all'abbattimento delle barriere.


Esempi di interventi ammessi


Secondo le indicazioni finora fornite dall'Agenzia delle Entrate rientrano nel beneficio fiscale, a puro titolo esemplificativo:

  • le spese sostenute per installare ascensori e montacarichi;

  • i costi per l'installazione di elevatori esterni all'abitazione;

  • l'inserimento del servoscale;

  • la sostituzione di gradini con rampe interne ed esterne agli edifici;

  • il rifacimento o l'adeguamento di impianti tecnologici (servizi igienici, impianti elettrici, citofonici).


Requisiti per accedere al Bonus 75% per la rimozione delle barriere architettoniche


Al fine di ottenere il riconoscimento del Bonus pari al 75% per l'eliminazione delle barriere architettoniche gli interventi devono rispettare i requisiti di cui al Decreto del Ministro dei Lavori Pubblici, n. 236 del 14 giugno 1989.
Bonus 75% superamento barriere
E necessario il rispetto dei parametri tecnici volti a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e dell'edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata.


Barriere architettoniche: Bonus 75% e Superbonus 110%


Ricordiamo che gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche presenti in edifici, dal 2021 sono agevolati mediante il Superbonus 110%, in quanto interventi trainati.

Condizione affinché si possa usufruire dell'aliquota maggiorata e rimodulata negli anni a venire, è che l'intervento sia eseguito in abbinamento ad un intervento trainante.
Ricordiamo che, a partire dal 2023, l'aliquota sarà pari al 90%.

Per l'applicazione del beneficio, non rileva la presenza nell'edificio su cui insistono le opere di persone di età superiore a 65 anni.


Barriere architettoniche e bonus ristrutturazioni al 50%


Per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio è possibile fruire della detrazione Irpef pari al 50% nei limiti di spesa pari a 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Tale aliquota viene applicata per le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012 fino al 31 dicembre 2024. Dal primo gennaio 2025, in assenza di proroghe da parte della prossima Legge di Bilancio, l'aliquota ritornerà al 36% con un importo massimo di spesa pari a 48.000 euro.

Detto ciò si rileva che tra gli interventi agevolabili rientrano quelli finalizzati all'abbattimento delle barriere architettoniche come l'installazione di ascensori e montacarichi o la sostituzione di gradini con rampe, sia nei condomini che nelle singole unità abitative.

Sono ammessi altresì i lavori eseguiti per la realizzazione di strumenti che, mediante la comunicazione, la robotica e altri mezzi tecnologici possano favorire la mobilità interna ed esterna dei soggetti affetti da grave handicap in base alla legge 104/1992.


riproduzione riservata
Bonus 75 abbattimento barriere architettoniche
Valutazione: 4.71 / 6 basato su 14 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Massimiliano Luceri
    Massimiliano Luceri
    Lunedì 10 Luglio 2023, alle ore 19:10
    Un abitazione accatastata A10 uso ufficio può usufruire della detrazione 75% sconto in fattura per l'abbattimento barriere architettoniche con l'installazione di un montascale?
    rispondi al commento
  • Zemo
    Zemo
    Martedì 28 Febbraio 2023, alle ore 14:21
    Sto ristrutturando casa e vorrei usufruire del bonus 75% per abbattere barriere architettoniche.
    I lavori sono; rifacimento bagno, allargamento delle porte e pavimento e imbiancatura.
    Siccome ci saranno dei SAL, come dovrò gestire le fatture delle varie maestranze?
    Il tecnico rientra nella spesa che si porta in detrazione?
    Le ditte mi devono qualcosa di specifico o basta una fattura generica poi con il bonifico parlante forse devo specificare?
    Potete per cortesia farmi degli esempi?
    rispondi al commento
    • Manuelamargilio
      Manuelamargilio Zemo
      Mercoledì 1 Marzo 2023, alle ore 18:58
      Occorre il rispetto dei requisiti tecnici per accedere al bonus. La spesa del tecnico rientra. Il pagamento deve essere effettuato con bonifico parlante come da guida delle Entrate.
      rispondi al commento
  • Claudio
    Claudio
    Martedì 17 Gennaio 2023, alle ore 15:04
    Cosa deve riportare la fattura del muratore che esegue i lavori e del ascensorista che fornisce e monta l'ascensore per il disabile?
    (intendo : cosa deve riportare la fattura a livello di RICHIAMO A QUALE LEGGE e/o NORMANTIVA ETC ETC.. )
    rispondi al commento
    • Manuelamargilio
      Manuelamargilio Claudio
      Martedì 24 Gennaio 2023, alle ore 11:36
      Bonus 75 abbattimento barriere architettoniche prorogato ai sensi della legge di bilancio 2023. Suggerisco di sentire il proprio commercialista essendo una questione meramente contabile.
      rispondi al commento
  • A.f.
    A.f.
    Martedì 14 Giugno 2022, alle ore 12:05
    Chiedo perché non ho trovato informazioni in proposito, se le spese tecniche sono incluse nel bonus 75%.
    rispondi al commento
  • Mauro
    Mauro
    Giovedì 24 Febbraio 2022, alle ore 18:04
    Abito in una casa a 3 piani già dotata di ascensore le cui dimensioni rispettano quelle per i disabili.
    Domanda: essendo che tale ascensore ha c.ca 30 anni in caso di sostituzione posso accedere alla detraibilità del 75%, rimarrebbe valida quella del 50% o nemmeno quest'ultima ?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Manuelamargilio
      Manuelamargilio Mauro
      Martedì 14 Giugno 2022, alle ore 13:57
      L'importante è che vengano rispettati i requisiti tecnici del DM 236 dell'89.
      rispondi al commento
  • Delio
    Delio
    Mercoledì 16 Febbraio 2022, alle ore 13:58
    Abito in un edificio condominiale di 30 unità abitative, dove alcuni dei condomini hanno realizzato delle verande sui propri balconi.
    Volevo chiedere se la presenza di tali verande possono pregiudicare la possibilità di poter usufruire del bonus del 75 % per realizzare un nuovo ascensore a norma con la legge per l'abbattimento delle barriere architettoniche.
    rispondi al commento
    • Manuelamargilio
      Manuelamargilio Delio
      Martedì 14 Giugno 2022, alle ore 13:51
      Se tutto è stato fatto a norma non ci sono preclusioni.
      rispondi al commento
  • Barbadigatto
    Barbadigatto
    Domenica 16 Gennaio 2022, alle ore 12:48
    Grazie delle informazioni.
    Mi conferma che questo nuovo Bonus si affianca senza sostituirlo a quello del bonus 110 (guida Agenzia Entrate Settembre 2021 e Poster Enea) che conserva la sua validità fino a Giugno 2022 ed il suo limite di spesa a 96.000 euro?
    Sulla Gazzetta Ufficiale infatti di questo bonus non ho trovato nessuna variazione ne abrogazione ne nella durata ne nei limiti di spesa indicati a Settembre dall'Agenzia delle Entrate con una circolare e con la guida e dall'Enea con suo poster .
    Curzio Merchio
    rispondi al commento
    • Manuelamargilio
      Manuelamargilio Barbadigatto
      Martedì 15 Febbraio 2022, alle ore 10:13
      Il bonus si affianca al Superbonus 110 che si applica ove sussistano i requisiti.Cordiali saluti
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.635 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img drilli
Buongiorno a tutti, sono proprietaria di una villetta composta da due appartamenti accatastati separatamente. Vorrei usufruire del bonus 75% per sostituzione infissi di entrambi.
drilli 22 Novembre 2023 ore 11:11 5
Img marco desiderio
Salve a tutti. Sento sempre più casi di persone che per rifare i serramenti utilizzano il bonus sulle barriere architettoniche. Che ne pensate?...
marco desiderio 28 Giugno 2023 ore 13:36 2
Img enrico serretti
Buongiorno a tutti,per lunghezze burocratiche, riuscirò a iniziare i lavori per abbattimento barriere architettoniche nella mia casa solo a Ottobre. Non credo...
enrico serretti 18 Ottobre 2022 ore 09:39 4
Img micky1977
Buongiorno a tutti, abito in un condominio di 4 piani senza ascensore degli anni '50. Ho letto che, effettuando lavori che ottengono la detrazione del 110%, avrebbero la stessa...
micky1977 25 Gennaio 2021 ore 22:06 4