Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Azulejos o maioliche portoghesi

Nell'architettura portoghese sono molto comuni le tipiche azulejo, piastrelle di maiolica con motivi geometrici o figurativi dal tipico colore azzurro brillante.
13 Febbraio 2015 ore 00:49 - NEWS Pavimenti e rivestimenti

Origine e storia delle azulejo


Edificio con la facciata rivestita interamente di azulejos.Passeggiando per una città portoghese (e sopratutto per le vie di Lisbona) è impossibile non notare le stupende azulejos, piastrelle maiolicate con motivi geometrici o figurativi dall'inconfondibile colore azzurro brillante che rivestono moltissime superfici sia interne che esterne (tra cui ad esempio le pareti di locali pubblici, androni condominiali e stazioni della metropolitana, fontane, patii, pavimenti, banconi dei bar, altari e chiese di stile barocco), o perfino le facciate degli edifici.

Il loro uso è molto antico: contrariamente a quanto si pensa, la parola azulejo non deriva dal portoghese azul (cioè azzurro) ma dall'arabo az-zuleiq, che letteralmente significa pietra levigata: le azulejos - o meglio le loro antenate dirette, note col nome di alicatado e costituite da sottili lastre di argilla smaltata e colorata con cui si rivestivano i pavimenti e (più raramente) anche le pareti - sarebbero infatti nate nel Medioevo come imitazione più povera dei preziosi mosaici arabi in pasta vitrea, visibili ad esempio nella celebre Alhambra di Granada.

Successivamente, oltre ai motivi geometrici a intreccio tipici dell'arte araba, a partire dal Rinascimento e sopratutto dal Barocco - quando le azulejo cominciarono a diffondersi anche nella decorazione interna di chiese e cappelle - si assistette a una notevole evoluzione, che portò all'introduzione di ampi pannelli figurativi con immagini sacre o profane, tuttora molto diffusi.


Anche durante il periodo liberty le azulejos conobbero grande fortuna, grazie sopratutto alle decorazioni floreali sulle facciate degli edifici (consistenti sopratutto in graziosi fregi ornamentali) e alle insegne delle botteghe, recanti generalmente il nome dell'esercizio, gli arnesi del mestiere e qualche scena allegorica in carattere con l'attività svolta: nei pannelli all'esterno della storica Tabacaria Mònaco di Lisbona compaiono ad esempio alcuni animali (tra cui una rana e un pellicano) intenti a offrirsi e fumare vistosi sigari.

La tradizione delle azulejo è oggi quanto mai viva in Portogallo, perché la produzione non si è mai arrestata: oltre alle piastrelle prodotte come souvernir per i turisti e ai pannelli figurativi eseguiti anche su ordinazione per i molti amatori, le piastrelle di maiolica sono infatti molto diffuse negli elementi di arredo urbano, tra cui appunto le insegne, le targhe con i nomi delle strade, i piccoli tabernacoli devozionali, le fontane e spesso anche negli edifici pubblici e privati.


Lavorazione delle azulejo


Azulejo con motivi ornamentali ripetivi, utilizzate per la realizzazione di pavimenti e rivestimenti parietali.
La lavorazione delle azulejo, spesso eseguita in modo artigianale presso laboratori e piccole fabbriche specializzate, segue procedimenti molto precisi.

Il più antico di questi, chiamato a corda seca, prevedeva di dare alle piastrelle la loro forma quadrata con uno stampo, similmente a quanto avveniva per i comuni mattoni . Successivamente, si passava alla realizzazione della decorazione mediante un'apposita mascherina molto simile ai cartoni utilizzati nell'operazione dello spolvero degli affreschi.

I colori - le azulejo più antiche erano infatti variopinte - erano costituiti da appositi smalti nelle tinte azzurro cobalto, verde copra, marrone miele, marrone scuro, rosso e bianco: per evitare che gli smalti si mescolassero durante la cottura, i contorni dei motivi decorativi erano ripassati a pennello con un colore nero mescolato a una sostanza grassa (ad esempio olio di lino).

Successivamente, per evitare la lunga (e quindi costosa) operazione di tracciamento del motivo su ogni singolo pezzo, si cominciarono a utilizzare piccole matrici di legno per stampare il disegno direttamente sull'argilla fresca: queste piastrelle sono facilmente riconoscibili per i tipici contorni in leggero sottosquadro (non colorati in quanto abbastanza profondi per separare gli smalti). La tecnica è nota come corda seca con solchi. Tuttavia, spesso molti pezzi erano difettosi e perciò inutilizzabili: si penso quindi di sostituire i contorni in sottosquadro con altri in rilievo, adottando matrici intagliate.

Pannello figurativo in azulejos con paesaggio.

Nel XVI secolo, i metodi di produzione si rinnovarono completamente: dall'Italia venne infatti introdotta la tecnica di lavorazione della maiolica, conosciuta fin dal XII secolo. È da questo periodo che cominciarono quindi a diffondersi i pannelli figurativi composti da molte piastrelle accostate, ispirati alla nuova pittura rinascimentale e resi possibili dalla tecnica di lavorazione che permette l'esecuzione di sfumature e particolari molto minuti, tra cui ad esempio i volti o le foglie degli alberi. Tuttavia, la nuova tecnica era molto costosa, perché la pittura di complesse scene figurative richiedeva esperti pittori specializzati.


Azulejo e architettura


Pannello figurativo in azulejos con scene di vita campestre.
Come già accennato in precedenza, le azulejo si presentano in varie tipologie:

- piastrelle con motivi geometrici o floreali ripetuti su ogni singolo pezzo, generalmente destinate al rivestimento di pareti e pavimenti: quattro piastrelle accostate formano di solito il motivo ornamentale completo;

- pezzi con motivi modulari, che messi in sequenza compongono fregi ornamentali, molto diffusi ad esempio negli edifici in stile liberty;

- pannelli con scene figurate anche molto complesse (si veda ad esempio la foto in apertura di questo paragrafo) formati da parecchie piastrelle accostate, similmente a quanto avviene in un puzzle: i motivi più ricorrenti sono le nature morte, i paesaggi e le scene di vita quotidiana (la pesca, la vita campestre, la città...), a carattere religioso o anche storico, patriottico e celebrativo. Non mancano infine le insegne e le scritte pubblicitarie.

Nelle nostre case, possiamo usare le azulejo in molti modi diversi:

- per segnalare il numero civico o il nome dei proprietari;
- per realizzare piccole immagini sacre sulla facciata esterna: si tratta di un uso molto diffuso tuttora nelle campagne e sopratutto nel Meridione;
- per rivestire pareti e pavimenti, sia con i complessi pannelli figurativi, sia con le azulejo con motivi seriali: in questo caso, si ottengono effetti molto belli e particolari disponendo casualmente piastrelle con decorazioni diverse. Inoltre, il colore azzurro è particolarmente adatto al bagno, alla cucina o alla veranda di case situate in posti di mare.

Tuttavia, per non servirsi di imitazioni scadenti occorre rivolgersi ad Aziende specializzate, come ad esempio la ditta Camilù di Torrimpietra (Roma), che importa dal Portogallo le piastrelle originali, oppure all'azienda Savoia Italia, che nel proprio catalogo propone una collezione ispirata alle azulejo.

riproduzione riservata
Articolo: Azulejos: maioliche portoghesi
Valutazione: 4.11 / 6 basato su 9 voti.

Azulejos: maioliche portoghesi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Unasibilla
    Unasibilla
    Lunedì 28 Dicembre 2015, alle ore 15:46
    Ho trovato molto interessante il suo articolo sulle azulejos ;vorrei sapere se vi sono ditte che riproducono tali piastrelle in quanto sono posseggo una casa del periodo liberty in toscana e mi piacerebbe aggiungere al sottotetto le mensole tipiche dell'epoca e un decoro non pitturato ma formato appunto da piastrelle .Spero mi possa aiutare nella ricerca.La ringrazio,Annalaura Adami
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
323.119 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Azulejos: maioliche portoghesi che potrebbero interessarti


Le piastrelle più famose

Ristrutturazione - Molte località turistiche, italiane ed estere, si distinguono per la produzione di bellissime piastrelle in ceramica. In ognuna ci sono delle peculiarità.

Maioliche per il bagno fra tradizione e design

Pavimenti e rivestimenti - Le piastrelle di maiolica per pavimenti e rivestimenti, con disegni tipici italiani e del Mediterraneo, sono un'ottima soluzione per a creare un bagno classico.

Geometria e fantasia per le piastrelle della cucina

Pavimenti e rivestimenti - Per chi volesse osare con pavimenti e rivestimenti diversi dal solito, le aziende produttrici di piastrelle propongono nuovi colori, geometrie e combinazioni.

Maioliche

Pavimenti e rivestimenti - La maiolica è un tipo di rivestimento artigianale, poco diffuso ma di estrema bellezza. Con la sua unicità la maiolica permette di rivestire ambienti di ogni tipo.

Come scegliere le piastrelle per la cucina in muratura

Cucine classiche - La cucina in muratura in cemento, nella versione più tradizionale come in quella rivisitata in chiave moderna, è adatta a creare un ambiente caldo e accogliente

Metodi arcaici di decorazione delle piastrelle

Pittura e decorazioni - Approfondire i metodi di decorazione arcaica delle piastrelle aiuta a interpretare bene i prodotti del gusto moderno e contemporaneo, riconoscendone le origini.

Posa delle piastrelle di grande formato

Pavimenti e rivestimenti - Le aziende produttrici di pavimenti offrono sempre più spesso pavimentazioni di grandi formati: vediamo alcuni consigli da seguire per posarle correttamente.

Come scegliere un pavimento di ceramica

Pavimenti e rivestimenti - Il pavimento di ceramica è un classico intramontabile: tradizionale o contemporaneo, di piastrelle monocottura, di gres o maiolica, decorate o in tinta unita.

Caratteristiche della pavimentazione

Progettazione - L'aspetto finale di un pavimento puo' dipendere da altre peculiarita' indipendenti dalla scelta del Colore e Texture della piastrella.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alfonsozoppelletto
In seguito alluvione la pavimentazione esterna 180 mq risulta sconnessa. Non tutte el piatrelle accusano questa problematica. Battendo sulle piastrelle incriminate si sente il...
alfonsozoppelletto 12 Gennaio 2021 ore 10:35 1
Img elmagico
Ciao a tutti! Sto facendo casa, e in bagno i piastrellisti hanno posato le piastrelle in gres porcellanato.Ci sono alcuni residui di colla cementizia (?? non so se sia colla o...
elmagico 11 Dicembre 2020 ore 03:38 1
Img illusoria
Salve, dopo aver effettuato il massetto e l'impermeabilizzazione con doppio strato di nanofle, dovremmo posare le piastrelle. Quali accorgimenti prendereste visto il maltempo e il...
illusoria 09 Dicembre 2020 ore 11:31 2
Img magisd
Salve, da 2-3 mesi si stanno formando delle piccole scheggiature nelle piastrelle di casa, come da foto allegate (alcune sono al centro delle piastrelle, altre ai bordi).
magisd 23 Novembre 2020 ore 10:51 1
Img esterlautumio
Salve a tutti, ho chiesto all'impresa che mi ha fatto dei lavori in casa nuova, un preventivo per piastrellare una porzione esterna a casa mia. L'idea è quella di...
esterlautumio 22 Novembre 2020 ore 18:45 3