Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Architetti e ingegneri: a chi spetta competenza su immobili vincolati?

Varie sentenze hanno ribadito e sancito ancora una volta che l'architetto ha competenza esclusiva per la progettazione e direzione lavori su immobili vincolati.
25 Luglio 2018 ore 10:59 - NEWS Leggi e Normative Tecniche

Immobili vincolati, competenza agli architetti


Una recente sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania la n. 3718/2018 dello scorso 5 giugno ha ribadito, ancora una volta, come la figura professionale dell'architetto abbia la competenza esclusiva per ciò che riguarda l'intervento sugli immobili vincolati di carattere storico e artistico.

Immobili vincolati Firenze

I giudici amministrativi si sono conformati secondo l'indirizzo espresso dalla giurisprudenza regionale ed hanno legittimato la decisione di del comune di Cerreto Sannita (Bn) rigettando il ricorso proposto da un ingegnere locale di riservare la direzione dei lavori su un immobile sottoposto a tutela culturale e ambientale (per il quale la Soprintendenza aveva espresso parere con precise prescrizioni) ad un professionista in possesso della qualifica di architetto.

Sulle specifiche competenze tra i due ordini professionali, architetti ed ingegneri, si era già pronunciato il Tar del Lazio attraverso la sentenza n. 7997 del 17 ottobre 2011 con la quale aveva affrontato il tema della progettazione e direzione dei lavori sugli immobili di pregio, decretando la competenza ai soli architetti.


Vincolo belle arti e professionalità dell'architetto


Tale principio era stato sancito dal lontano Regio Decreto 23/10/1925, n. 2357, che all'art. 52 afferma:

Formano oggetto tanto della professione di ingegnere quanto di quella di architetto le opere di edilizia civile, nonché i rilievi geometrici e le operazioni di estimo ad esse relative.
Tuttavia le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla L. 20 giugno 1909, n. 364, per l'antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di architetto; ma la parte tecnica ne può essere compiuta tanto dall'architetto quanto dall'ingegnere Regio Decreto 23/10/1925, n. 2357, art. 52

È presumibile che la parte tecnica a cui si riferisce la norma sia costituita dalla struttura portante e dagli impianti tecnologici.

La sentenza del TAR ha precisato, inoltre, che anche laddove l'ingegnere intervenga per la parte tecnica, tale intervento deve avvenire in stretta e costante collaborazione con l'architetto e il progetto deve essere sottoscritto in maniera congiunta.


Altro aspetto precisato dalla sentenza è che la dizione opere di edilizia civile che presentano rilevante interesse artistico si riferisce non solo a edifici storici e quindi esistenti, ma anche alle nuove opere.

La riserva di competenza inoltre non riguarda solo gli edifici vincolati ma anche edifici non vincolati ma di rilevante interesse artistico, come possono esserci in molte città, anche tra quelli destinati a civile abitazione.

Un passaggio molto importante, riportato nel dispositivo della Prima Sezione, riguarda le competenze tra gli ingegneri dei paesi della Comunità Europea e quelli italiani.

Nella stesura del provvedimento sentenziale si legge :

Nel dettaglio, con sentenza n. 21/2014 (richiamata nella pronuncia del T.A.R. Veneto n. 743/2014, a sua volta citata nel provvedimento impugnato) il Consiglio di Stato, richiamando anche giurisprudenza comunitaria, ha chiarito come non sia esatto affermare che l'ordinamento comunitario riconosca a tutti gli ingegneri di Paesi dell'U.E. diversi dall'Italia (con esclusione dei soli ingegneri italiani) l'indiscriminato esercizio delle attività tipiche della professione di architetto (tra cui le attività relative ad immobili di interesse storico-artistico); al contrario, giusta la normativa comunitaria, si è ritenuto che l'esercizio di tali attività, in regime di mutuo riconoscimento, è consentito ai soli professionisti che (al di là del nomen iuris del titolo posseduto) possano vantare un percorso formativo adeguatamente finalizzato all'esercizio delle attività tipiche della professione di architetto.
In altri termini, è sempre vigente ed applicabile, non contrastando con il diritto comunitario, la su citata normativa nazionale secondo cui la progettazione e la direzione lavori su beni di interesse storico e/o artistico è riservata agli architetti, ovvero a coloro che hanno compiuto un percorso formativo equiparabile a quello che in Italia è necessario per conseguire tale titolo.
Sentenza n. 21/2014 (richiamata nella pronuncia del T.A.R. Veneto n. 743/2014

Immobili vincolati Verona

Il Tar della Campania chiude il dispositivo precisando:

Quindi, la giurisprudenza amministrativa ha concluso sul punto che la norma in questione, nella misura in cui vuole garantire che a progettare interventi edilizi su immobili di interesse storico-artistico siano professionisti forniti di una specifica preparazione nel campo delle arti, e segnatamente di una adeguata formazione umanistica, deve ritenersi tuttora vigente TAR della Campania

.

riproduzione riservata
Articolo: Architetti ed immobili vincolati
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 6 voti.

Architetti ed immobili vincolati: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.900 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Architetti ed immobili vincolati che potrebbero interessarti


Contributi ministeriali per edifici privati vincolati

Normative - Lo Stato puo' concorrere alla spesa per i lavori di restauro, stipulando convenzioni che possono prevedere l'apertura al pubblico dell'immobile in base al suo valore culturale.

Agevolazioni fiscali per immobili vincolati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Anche se ci sono state modifiche con l'entrata in vigore del Decreto Semplificazioni, permangono molte agevolazioni fiscali previste per gli immobili vincolati.

Pubblicato il regolamento attuativo del Codice Appalti su direttore dei lavori ed esecuzione

Leggi e Normative Tecniche - Approvato il decreto di attuazione del Codice degli Appalti che disciplina le funzioni di direttore dei lavori e direttore dell'esecuzione. Vediamo cosa prevede

Esenzione Ici e pertinenze

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una recente sentenza rende illegittimo il Regolamento Comunale che esclude le pertinenze dall'esenzione Ici prima casa.

Quando decade il permesso di costruire?

Leggi e Normative Tecniche - Permesso di costruire e inizio dei lavori: quali sono i termini per evitare la decadenza del titolo abilitativo. Ecco i chiarimenti del Tar della Valle d'Aosta.

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.

Competenze dei professionisti dell'edilizia: un po' di chiarezza

Leggi e Normative Tecniche - Nell'edilizia operano diverse figure professionali (specialmente architetti, geometri e ingegneri), ciascuna delle quali con le proprie competenze specifiche.

Direttore dei lavori: quali sono le responsabilità?

Leggi e Normative Tecniche - Il direttore dei lavori è incaricato dal committente di seguire le opere commissionate all'appaltatatore; cosa accade se lo fa al di fuori dalle proprie competenze?

Competenze professionali

Normative - Una recente sentenza della Corte di Cassazione chiarisce definitivamente i limiti delle competenze professionali dei geometri, rispetto ad ingegneri ed architetti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img giacomocaria
Ciao a tutti, non so se questo sia il forum più adatto per questo tipo di domande, grazie per indicarmi un miglior forum nel caso ce ne fosse uno. Sto per costruire una...
giacomocaria 29 Febbraio 2020 ore 19:19 2
Img maurizio.vit
Salve, ho costruito una casa con concessione anno 1992, e successivamente nel 1996, siccome dovevo finire dei lavori, il geom, ha presentato un completamento lavori nel 1996..
maurizio.vit 05 Ottobre 2016 ore 08:09 2
Img a_les
Ciao a tutti e grazie per l'ospitalità! Sto per effettuare un ampliamento di una villetta con contemporanea ristrutturazione dell'esistente struttura. Ho ottenuto il...
a_les 17 Gennaio 2016 ore 09:08 3
Img 30061984
Salve,prossimamente dovrò ristrutturare una casa a Roma di 85 metri quadri. Ho già un'idea di massima su cosa fare ma vorrei comunque affidarmi ad un architetto che...
30061984 23 Ottobre 2015 ore 10:50 2
Img zmen71
Buongiorno,Ho dato mandato , firmato nel Giugno 2014, ad oggi nessuna pratica o lavori sono stati iniziati per causa della parte venditrice che non era ancora pronta alla stipula...
zmen71 11 Maggio 2015 ore 12:18 5