Approfondimento detrazioni sottotetto

NEWS DI Normative11 Luglio 2013 ore 16:21
Quali sono le condizioni per accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie in caso di opere di recupero di un sottotetto a fini abitativi?

In un precedente articolo abbiamo trattato delle agevolazioni fiscali di cui si può beneficiare per lavori eseguiti nei sottotetti.

Vorrei ora approfondire la questione relativa al recupero di un sottotetto esistente e la detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie.



Recupero di sottotetto senza aumento di volume e detrazioni


recupero sottotettoAbbiamo visto che le spese per lavori al fine di rendere abitabile un sottotetto sono detraibili, purché i lavori siano eseguiti all'interno del volume esistente.

Possiamo quindi farvi rientrare molte opere, come ad esempio la realizzazione di tramezze interne, il rifacimento del tetto, l'impianto elettrico, l'impianto idro-termo-sanitario, la sostituzione e la nuova installazione di serramenti, ecc.



Recupero di sottotetto con aumento di volume e detrazioni


Nel caso in cui il recupero del sottotetto avvenga con un aumento di volume (ad esempio alzando la quota del tetto), saranno invece detraibili solo le spese per lavori eseguiti sulla parte di volume esistente, mentre non lo saranno quelle per il nuovo volume, che si configura come un ampliamento e quindi è inquadrabile come una nuova costruzione.

In questo caso, se ad esempio realizziamo delle tramezze, la loro spesa sarà detraibile da terra fino alla quota del tetto preesistente, mentre la parte di tramezza che sfora il vecchio volume non sarà detraibile.



Volume del sottotetto originariamente assentito e detrazioni


Quando si fa riferimento al volume del sottotetto bisogna però prestare molta attenzione. Infatti esiste una circolare dell'Agenzia delle Entrate (la n.121 del 1998) che, parlando di sottotetto e di detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, specifica al punto 4: è ammesso alla detrazione fiscale il costo sostenuto per rendere abitabile un sottotetto esistente, purché ciò avvenga senza aumento della volumetria originariamente assentita.

Questa circolare restringe notevolmente il campo di applicazione della detrazione per i lavori eseguiti nei sottotetti. Infatti si parla di volumetria originariamente assentita, ossia la volumetria approvata in origine, nella fase in cui la casa venne costruita. Sono quindi esclusi dalla detrazione i recuperi di sottotetti approvati successivamente alla costruzione della casa e che quindi sono stati realizzati tramite un sovralzo.

Per essere sicuri di poter beneficiare della detrazione fiscale è quindi necessario andare a verificare sulla prima concessione che il sottotetto fosse già approvato. Se la casa è stata edificata in epoca precedente al 1 settembre 1967 e si trovava al di fuori del centro abitato, non sussisteva l'obbligo di presentazione di una pratica edilizia per le nuove costruzioni, pertanto in questo caso verificherei semplicemente che successivamente a tale data non siano stati eseguiti ampliamenti che riguardino il sottotetto.

Dal 1 settembre 1967 è entrato invece in vigore l'obbligo di ottenere la licenzia edilizia per tutti i nuovi fabbricati, indipendentemente dal fatto che fossero o meno all'interno del centro abitato, pratica che dal 30 gennaio 1977 è diventata concessione edilizia e dal 30 giugno 2001 permesso di costruire. In tutti questi casi dovremo verificare se il volume del sottotetto era già stato approvato al momento della costruzione della casa.

La mia interpretazione di questa restrizione della detrazione ai sottotetti il cui volume era stato originariamente assentito è che si cerchi di evitare raggiri della normativa.

camera nel sottotettoSupponiamo infatti il caso di un comune cittadino che voglia sovralzare la propria casa aggiungendo un piano in più e ricavandoci una nuova unità abitativa. Secondo la normativa vigente dovrebbe presentare un permesso di costruire per ampliamento e, trattandosi di un nuovo volume, non potrebbe beneficiare di alcuna detrazione fiscale per ristrutturazione o per risparmio energetico.

Se per la detrazione si potesse intendere come volume originariamente assentito il volume approvato con l'ultima pratica comunale, allora a questo cittadino converrebbe compiere i seguenti passi: realizzare dapprima il sottotetto dichiarandolo catastalmente come ripostiglio e dopo qualche anno recuperarlo per ottenere una nuova unità abitativa, beneficiando così delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

In pratica, anche se il recupero del sottotetto avviene a distanza di anni dall'ultimo sovralzo, si dovrà intendere il lavoro (ai fini della detrazione fiscale) come il completamento di un ampliamento avvenuto nell'arco di più anni. Quindi in questo caso il recupero del sottotetto si può certamente fare, ma non può accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie.



Casi particolari


Come fare nel caso in cui la prima approvazione prevedeva già un sottotetto di altezza interna minima (ad esempio 1 metro), che dopo 10 anni è stato sovralzato creando una soffitta più comoda e che ora, dopo altri 10 anni, si intende trasformare in abitazione?

In una situazione del genere dobbiamo sempre fare riferimento al volume originariamente assentito. Poiché originariamente era già presente un sottotetto, la detrazione spetterà per le opere realizzate all'interno della parte di volume del sottotetto originario. Le opere di recupero del sottotetto che invece riguardano il volume di ampliamento non potranno beneficiare della detrazione perché si configurano come il completamento di una nuova costruzione.

riproduzione riservata
Articolo: Approfondimento detrazioni sottotetto
Valutazione: 5.06 / 6 basato su 17 voti.

Approfondimento detrazioni sottotetto: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Approfondimento detrazioni sottotetto che potrebbero interessarti
Detrazioni 65% e 50% per recupero di sottotetto

Detrazioni 65% e 50% per recupero di sottotetto

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali lavori eseguiti per il recupero di un sottotetto possono beneficiare della detrazione sul risparmio energetico (65%) o per le ristrutturazioni edilizie (50%)?
Caloriferi e detrazioni fiscali

Caloriferi e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Se si sostituiscono o installano nuovi caloriferi è possibile beneficiare di detrazioni fiscali, che però vanno valutate in base al contesto in cui si interviene.
Limite massimo di spesa per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie (50%)

Limite massimo di spesa per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie (50%)

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il limite massimo su cui calcolare la detrazione sulle ristrutturazioni è fissato a 96.000 euro per ciascuna unità abitativa, ma ci sono dei casi particolari.

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.

Requisiti immobile per detrazione 65%

Normative - Per accedere alla detrazione sul risparmio energetico è necessario che l'immobile sia esistente, sia iscritto al catasto e sia dotato di impianto riscaldamento.

Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Optare per la detrazione più idonea verificando i requisiti tecnici, calcolando i vantaggi economici nel lungo termine e rispettando i limiti massimi di spesa.

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Detrazioni e agevolazioni fiscali - La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?

Detrazioni fiscali e pagamenti con finanziamento

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Le detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione o risparmio energetico pagati con finanziamento sono ammesse, ma solo se vengono rispettate alcune procedure.
REGISTRATI COME UTENTE
295.489 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Coibentazione sottotetto
    Coibentazione sottotetto...
    16.00
  • Casetta laura
    Casetta laura...
    1970.00
  • Casetta victoria
    Casetta victoria...
    1970.00
  • Zanzariera VELUX
    Zanzariera velux...
    131.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.