Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Appartamento in affitto e sostituzione degli elettrodomestici

NEWS Affittare casa02 Settembre 2014 ore 00:41
Nel caso di contratto di locazione di un'unità immobiliare arredata, le spese necessarie per sostituire gli elettrodomestici devono essere affrontate dal proprietario.

Contratto di locazione


La locazione è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo.

ElettrodomesticiQuesta la definizione di locazione contenuta nell'art. 1571 c.c.

La locazione ad uso abitativo, oltre che dal codice civile, è principalmente disciplinata dalla legge n. 431/98 e dalla legge n. 392/78 (cosiddetta legge sull'equo canone).

Questi ultimi due provvedimenti contengono le norme utili ad individuare forma e durata del contratto e conseguenze per il caso d'inadempimento.

Il contratto di locazione può avere ad oggetto:

a) un immobile non arredato;

b) un appartamento semi arredato;

c) un'unità immobiliare arredata.

In ogni caso, ai sensi dell'art. 1576 c.c., il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.

La norma è completata dal secondo comma, che recita: se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

Se la casa è stata affittata con al suo interno una serie di mobili ed elettrodomestici, a meno che le parti non abbiano deciso diversamente, le spese di conservazione (ossia e quelle necessarie a mantenere i beni nello stato di funzionamento) e quelle di ordinaria manutenzione (ossia quelle che si rendono necessarie proprio in ragione del funzionamento), sono dovute dall'inquilino.

D'altra parte, a ricordarlo è lo stesso codice civile, al primo comma dell'art. 1590:

Il conduttore deve restituire la cosa al locatore nello stato medesimo in cui l'ha ricevuta, in conformità della descrizione che ne sia stata fatta dalle parti, salvo il deterioramento o il consumo risultante dall'uso della cosa in conformità del contratto.

Come dire: s'è vero che le cose con l'uso di deteriorano, è altrettanto vero che ciò non conferisce al conduttore il diritto di trascurare la manutenzione delle cose locate fino al punto da lasciarle colpevolmente deperire.


Caso fortuito, vetustà e necessità di sostituzione


Manutenzione elettrodomesticiAltra norma strettamente connessa a quanto appena affermato è l'art. 1609 c.c. a mente del quale:

Le riparazioni di piccola manutenzione, che a norma dell'art. 1576 devono essere eseguite dall'inquilino a sue spese, sono quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall'uso, e non quelle dipendenti da vetustà o da caso fortuito.

Le suddette riparazioni, in mancanza di patto, sono determinate dagli usi locali.

A seguito di un temporale la scheda elettrica della lavatrice dev'essere sostituita? Si tratta di una spesa dovuta a caso fortuito che spetta al proprietario.

L'inquilino ha usato così tanto la lavatrice che la cinghia s'è usurata e dev'essere sostituita? La spesa tocca proprio a lui.

L'inquilino s'è appena trasferito nell'appartamento e resta letteralmente con la cinghia della tapparella in mano? Si tratta di vetustà e la spesa è a carico del proprietario.

La Cassazione non s'è occupata molto spesso della materia: quando l'ha fatto, ad esempio, ha chiarito che tra le riparazioni a carico dell'inquilino rientrano anche quelle relative alla rottura di elementi esterni dell'impianto idrico per la cui sostituzione non occorre intervenire nelle opere murarie (Cass. 28 novembre 2007 n. 24737) e che contrariamente le spese per parti dell'impianto idrico incassate nei muri sono sempre a carico del proprietario.

In questo contesto è lecito domandarsi: posto che il conduttore deve provvedere alle spese di conservazione e ordinaria manutenzione, salvo il caso fortuito e la vetustà, che cosa succedere se si rende necessaria la sostituzione di un elettrodomestico?

Si pensi alla lavatrice (ma l'esempio vale anche per frigorifero, forno, lavastoviglie ed in generale per tutti gli elettrodomestici); si supponga che l'inquilino, diligentemente, abbia sempre provveduto a tenere e manutenere quel bene in modo tale da evitare ogni possibile accelerazione nel suo normale logoramento.

Arrivati ad un certo punto, però, le costanti cure (che si sostanziano nelle spese di manutenzione) non bastano più: quella lavatrice dev'essere sostituita.

A chi l'onere della spesa? Trattandosi d'un intervento dovuto alla vetustà e ricordando che ai sensi dell'art. 1575 c.c. il proprietario ha l'obbligo di mantenere la cosa in stato da servire all'uso convenuto, la spesa graverà senz'altro sul proprietario.

riproduzione riservata
Articolo: Appartamento in affitto e sostituzione degli elettrodomestici
Valutazione: 4.08 / 6 basato su 51 voti.

Appartamento in affitto e sostituzione degli elettrodomestici: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Alex18
    Alex18
    Venerdì 9 Agosto 2019, alle ore 23:09
    Avevo due condizionatori in casa appena entrato uno si è rotto e ancora non è stato sostituito, che fare?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Alex18
      Lunedì 9 Settembre 2019, alle ore 16:11
      Scrivere al proprietario chiedendo l'immediata soluzione della questione.
      rispondi al commento
  • Jenny1
    Jenny1
    Venerdì 5 Luglio 2019, alle ore 15:25
    Ho un fornello del piano cottura che non fa più la scintilla, mentre gli altri 3 fornelli funzionano perfettamente.
    A breve dovrei lasciare l'appartamento e avrei bisogno di sapere se, la spesa dell'eventuale riparazione è a carico mio.
    Premetto che essendoci altri 3 fornelli e quello rotto è quello che ho usato di meno, vorrei capire se la rottura è imputabile a un mio uso 'sconsiderato' del fornello o ordinaria amministrazione.
    La casa ha elettrodomestici con più di 10/14 anni.
    rispondi al commento
  • Cristina 1
    Cristina 1
    Sabato 18 Maggio 2019, alle ore 14:50
    Se dopo due anni che sono in affitto vi sembra giusto che io debba riparare il forno che si rompe?
    L'ho fatto controllare ed è del 1990, la proprietaria non ha voluto pagare lei la sostituzione del pezzo rotto e in più non ha voluto neppure valutare la possibilità di cambiarlo!
    In questo caso come mi devo comportare?
    Spetta a me o a lei la spesa di riparazione o in futuro a chi va il cambio del forno?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Cristina 1
      Mercoledì 22 Maggio 2019, alle ore 17:05
      A meno che non emerga chiaramente che la rottura sia dovuta esclusivamente al tuo utilizzo, secondo me vista la data, 1990, si tratta di rottura dovuta a vetustà. Il problema è che se non trovate un accordo, o si decide in conciliazione o in causa.
      rispondi al commento
  • Grazia 2019
    Grazia 2019
    Venerdì 10 Maggio 2019, alle ore 18:06
    Ho un appartamento ammobiliato in affitto da vario tempo.
    Ho sostituito la lavatrice già una volta, nel 2013.
    Ora mi si richiede una nuova sostituzione, vorrei sapere a chi tocca la spesa per l'acquisto dal momento che gliela ho già fornita nuova
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Grazia 2019
      Martedì 14 Maggio 2019, alle ore 15:02
      Perché si è rotta? La causa della rottura incide sull'obbligo di sostituzione, come specificato nell'articolo.
      rispondi al commento
  • Riky861
    Riky861
    Sabato 2 Febbraio 2019, alle ore 07:32
    Ieri ho preso le chiavi di casa in affitto e ho subito notato diversi problemi che con una paio di visite precedenti non avevo notato, visto anche la presenza dei precedenti inquilini.
    Del tipo:
    il rubinetto in cucina perde acqua, la finestra del garage è rotta , il miscelatore della doccia perde acqua e l'acqua fuoriesce anche da un lato della doccia infatti in un angolo ha rovinato il parquet e c'e della muffa a terra.
    Ora mi chiedo, tutti questi lavori spettano al proprietario giusto?
    Noi ripeto abbiamo preso le chiavi da appena un giorno perciò al proprietario abbiamo chiesto anche che ci venisse incontro in qualche modo dato che con tutti questi problemi la casa non è molto vivibile
    Come possiamo tutelarci? 
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Riky861
      Lunedì 11 Febbraio 2019, alle ore 16:18
      Effettuate un sopralluogo in contraddittorio col proprietario. Molti dei vizi lamentati sono chiaramente preesistenti e non possono esere stati causati da voi.
      rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Riky861
      Lunedì 11 Febbraio 2019, alle ore 16:19
      Il contradditorio serve a far vedere al proprietario lo stato dei luoghi. Se non accetta le vostre richieste, però, dovete diffidarlo ed eventualmente agire per le vie legali.
      rispondi al commento
  • Barbara681
    Barbara681
    Martedì 17 Luglio 2018, alle ore 15:07
    In questi giorni è stato necessario sostituire il frigorifero per guasto irreparabile (era abbastanza datato, oltre 10 anni) e la padrona di casa sostiene che le spese di trasporto che applica il rivenditore sono a carico nostro.
    E' giusto?
    rispondi al commento
  • Vinfio
    Vinfio
    Martedì 24 Aprile 2018, alle ore 14:52
    Sono in affitto da 4 anni,  purtroppo il motore della lavatrice ha deciso di rompersi.
    Il tecnico ha suggerito la sostituzione dell'elettrodomestico visto il costo oneroso della riparazione.
    Volevo sapere se in questo caso le spese sono a mio carico o a carico del padrone di casa.
    Il polrprietario di casa ha assicurato che la lavatrice era nuova .
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Vinfio
      Giovedì 26 Aprile 2018, alle ore 17:08
      Se s'è rotta per l'uso la spesa tocca a te.
      rispondi al commento
  • Axel2
    Axel2
    Lunedì 27 Novembre 2017, alle ore 11:12
    Buongiorno,
    durante la notte e venuto giù solo da un lato, un mobile componibile a due ante della cucina, danneggiando anche il microonde al di sotto sempre di proprietà della padrona di casa.
    Lei dice che la spesa del ripristino del mobile al muro è da imputarsi a me.
    Io non ho sovraccaricato il mobile in quanto vivo sola e ho pochi utensili.
    Come devo comportarmi? 
    rispondi al commento
  • Lucia3
    Lucia3
    Giovedì 23 Novembre 2017, alle ore 10:30
    Buongiorno,
    sono in affitto in un appartamento da 6 mesi, in questo esistono tapparelle elettriche.
    L'altro giorno è saltata la corrente e quando ho riattaccato la corrente la tapparella ha iniziato a fare un rumore strano e non saliva ne scendeva, quindi mi sono precipitate a togliere la corrente e rimane al buio, ho chiamato subito l'addetto che è venuto e mi ha tagliato i fili in presenza della proprietaria di casa dicendogli che il motore è rotto per le tapparelle vecchie di 9 anni.
    Ieri sera ricevo telefonata dal marito che urlando mi dice che spetta a me cambiare il motore perché lui non sa se io mi diverto a fare su e giù con le tapparelle.
    Ora le chiedo gentilmente a chi spettano queste spese del motore.
    Grazie della sua disponibilità.
    Lucia 
    rispondi al commento
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
307.889 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Marazzi
  • Saint-Gobain ISOVER
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Sostituzione e sovrapposizione vasca da bagno
    Sostituzione e sovrapposizione...
    450.00
  • Sostituzione tapparella
    Sostituzione tapparella...
    60.00
  • Sostituzione vasche da bagno
    Sostituzione vasche da bagno...
    450.00
  • Sostituzione vasca milano
    Sostituzione vasca milano...
    490.00
  • Faretto led con sensore movimento
    Faretto led con sensore movimento...
    49.99
  • Pistola colla a caldo
    Pistola colla a caldo...
    16.64
Notizie che trattano Appartamento in affitto e sostituzione degli elettrodomestici che potrebbero interessarti


Lavatrice guasta in casa in affitto e spese per la sostituzione

Affittare casa - Nel caso di appartamento in locazione è possibile che si debba provvedere alla sostituzione della lavatrice: su chi grava la spesa per il nuovo elettrodomestico?

Bonus ristrutturazione per sostituzione infissi: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Novità dall'Agenzia delle Entrate: al contribuente viene riconosciuto il bonus ristrutturazione per la sostituzione di infissi rientrante nell'edilizia libera

Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.

Detrazione canone affitto con il modello 730 del 2019

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Hai un canone da pagare? Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese sostenute per il contratto di locazione. Vediamo come si deve procedere.

Doccia rotta in casa in affitto, chi paga?

Affittare casa - Quando in una casa in affitto ci sono problemi di funzionamento della doccia, chi deve pagare le spese riguardanti gli interventi di manutenzione o sostituzione?

Locazione: il contratto ad uso transitorio

Affittare casa - La disciplina sul contratto di locazione ad uso transitorio: durata, requisiti minimi, modello e spese da ripartire tra locatore e conduttore ai sensi del DM 30/12/2002.

Rent to buy: obblighi e spese delle parti

Proprietà - Una guida del Notariato indica gli obblighi in capo al concedente e al conduttore in un contratto di rent to buy e in che modo si ripartiscono le relative spese

Casa vacanze: breve guida per proprietario e inquilini

Affittare casa - In vista delle ferie estive, ecco una breve guida sui vari aspetti fiscali e normativi di una casa vacanze, utile sia per il proprietario che per l'inquilino.

Uso promiscuo abitazione

Affittare casa - Un immobile ad uso promiscuo può essere un'abitazione utilizzata in parte per l'attività lavorativa, o viceversa un immobile commerciale usato in parte per abitarci.