Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Altezza della canna fumaria dell'impianto di riscaldamento

Per l'altezza della canna fumaria, sia in condominio che per le abitazioni private, è fondamentale non solo il tipo d'impianto ma anche l'anno di installazione.
15 Gennaio 2014 ore 19:07 - NEWS Normative

Altezza canna fumariaQuanto dev'essere alta una canna fumaria affinché sia considerata a norma ed il proprietario dell'impianto non possa essere sanzionato?

Vale la pena ricordare che alla domanda si può rispondere indifferentemente tanto che si tratti d'impianto condominiale, quanto che si faccia riferimento ad impianti ad uso esclusivo.

Quello dell'altezza della canna fumaria è argomento che spesso ingenera confusione: le leggi in materia sono cambiate diverse volte, come ad esempio nell'agosto del 2013.

Le diverse variazioni normative, utili ad adeguare a nuove esigenze le altezze delle canne fumarie, sono state sempre mitigate, nel loro portato applicativo, da una considerazione di carattere pratico: se le norme via via emanate avessero inciso sull'esistente così come lo fanno sulle nuove canne fumarie, molte di esse, attualmente, dovrebbe essere considerare fuori legge e quindi necessitanti di interventi sistemativi.

Così è stato, in effetti, per circa un anno, tra il 2012 ed il 2013.


Altezza e sbocco sopra il colmo del tetto fino al 2012


Questa è la regola aurea riguardante le canne fumarie poste a servizio d'impianti di riscaldamento: lo scarico dei fumi della combustione deve avvenire sopra il colmo del tetto.

Insomma se un palazzo si compone di cinque piani, le canne fumarie devono scaricare sopra l'ultimo piano dell'edificio rispettando le altezze previste dalla normativa tecnica vigente al momento della loro realizzazione.

Fino al 2012 lo sbocco sopra il tetto riguardava tutti gli impianti realizzati dopo il 1° agosto 1994 (cfr. prima formulazione art. 5, nono comma, d.p.r. n. 412/93).

Dal 2012, e fino all'agosto 2013, l'art. 5, nono comma, d.p.r. n. 412/93 ha così recitato:

canna fumariaGli impianti termici siti negli edifici costituiti da più unità immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente, fatto salvo quanto previsto dal periodo seguente. Qualora si installino generatori di calore a gas a condensazione che, per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione, appartengano alla classe ad alta efficienza energetica, più efficiente e meno inquinante, prevista dalla pertinente norma tecnica di prodotto UNI EN 297 e/o UNI EN 483 e/o UNI EN 15502, il posizionamento dei terminali di tiraggio avviene in conformità alla vigente norma tecnica UNI 7129 e successive integrazioni.

La norma non lasciava adito a dubbi: sparito ogni riferimento temporale tutti gli impianti, quantunque già esistenti, avrebbero dovuto avere la canna fumaria con sbocco sopra il tetto dell'edificio, fatti salvi i casi specificamente previsti dalla stessa norma.

Apriti cielo! Direbbe qualcuno: la norma così formulata coinvolgeva sostanzialmente tutti gli impianti realizzati nei primi anni novanta e sopratutto, imponeva prescrizioni agli enti titolari delle attività di controllo sul funzionamento degli impianti medesimi.


Sbocco sopra il tetto a partire dal 2012


Il così detto decreto del fare è intervenuto per modificare una situazione che, nei fatti, stava creando più di qualche malumore.

Così, allo stato attuale, l'art. 5, nono comma, d.p.r. n. 412/93 recita:

Gli impianti termici installati successivamente al 31 agosto 2013 devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente.

Ad ogni buon conto sono previste delle eccezioni alla regola generale.

A stabilirle i successivi commi 9-bis e 9-ter del medesimo art. 5 che recitano:

È possibile derogare a quanto stabilito dal comma 9 nei casi in cui:

a) si procede, anche nell'ambito di una riqualificazione energetica dell'impianto termico, alla sostituzione di generatori di calore individuali che risultano installati in data antecedente a quella di cui al comma 9, con scarico a parete o in canna collettiva ramificata;

b) l'adempimento dell'obbligo di cui al comma 9 risulta incompatibile con norme di tutela degli edifici oggetto dell'intervento, adottate a livello nazionale, regionale o comunale;

c) il progettista attesta e assevera l'impossibilità tecnica a realizzare lo sbocco sopra il colmo del tetto.


Nei casi di cui al comma 9-bis è obbligatorio installare generatori di calore a gas che, per valori di prestazione energetica e di emissioni, appartengono alle classi 4 e 5 previste dalle norme UNI EN 297, UNI EN 483 e UNI EN 15502, e posizionare i terminali di tiraggio in conformità alla vigente norma tecnica UNI 7129, e successive integrazioni.

Insomma per gli impianti installati prima del 2013 che non avevano lo scarico della canna sopra il colmo del tetto perché la legge non glielo imponeva, non sussiste più alcun obbligo in tal senso.

Non solo: l'installazione con sbocco sopra il tetto può essere derogata pure in tutti quei casi in cui anche per un nuovo impianto sia impossibile rispettare quanto stabilito dal succitato nono comma.

riproduzione riservata
Articolo: Altezza della canna fumaria dell'impianto di riscaldamento
Valutazione: 3.62 / 6 basato su 29 voti.

Altezza della canna fumaria dell'impianto di riscaldamento: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Nuccio.
    Nuccio.
    Giovedì 3 Settembre 2020, all or 16:53
    La canna fumaria in cemento immette i fumi odori nella mia  finestra bagno e stanza da letto che si affaccia nel mio terrazzo a livello a ca 6 mt di distanza , la canna è più bassa dal punto più alto del tetto mansarda condominiale  e ca 50 centimetri la base  di detta canna dal pavimento terrazzo con cui confina  il mio appartamento ( l'altezza della canna  è di 1,74 )
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
317.986 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Altezza della canna fumaria dell'impianto di riscaldamento che potrebbero interessarti


Manutenzione canne fumarie in eternit

Impianti di riscaldamento - Il problema dello smaltimento dell'amianto rappresenta un onere economico notevole per chiunque voglia ottemperare alle vigenti disposizioni di legge in materia.

Camini alimentati a bioetanolo: nessuna canna fumaria

Impianti di riscaldamento - Negli ultimi tempi si stanno diffondendo nelle case italiane i camini al bioetanolo. Il bioetanolo è un combustibile che non produce fumi, cattivi odori.

Caminetti a gas

Impianti di riscaldamento - Il caminetto a gas, oltre a riscaldare, arreda l'ambiente in cui è inserito e in più richiede manutenzione quasi nulla con costi di gestione super economici.

Manutenzione dei camini e canne fumarie

Impianti di riscaldamento - Come effettuare una corretta manutenzione dei camini e delle relative canne fumarie.

Come migliorare il tiraggio della canna fumaria

Impianti di riscaldamento - Ecco alcune regole per la progettazione della canna fumaria e per la sua corretta manutenzione per consentirne l'adeguato tiraggio dei fumi della combustione.

Camini, canne fumarie e tiraggio

Impianti di riscaldamento - Quali sono e che ruolo hanno, esteticamente e funzionalmente, i componenti e le parti fondamentali di un camino, elemento costruito tipico delle case tradizionali.

Definizioni Sistemi Fumari

Impianti - Conoscere la corretta terminologia dei sistemi fumari per l'interpretazione di norme e progetti relativi agli impianti a combustione.

Canne fumarie, distanze dal confine e problemi condominiali

Parti comuni - Le canne fumarie necessarie all'evacuazione dei fumi derivanti dal funzionamento degli impianti di riscaldamento devono essere portate sopra il colmo del tetto.

Manutenzione della canna fumaria condominiale per cattivo funzionamento

Manutenzione condominiale - La manutenzione della canna fumaria condominiale, il ruolo dell'assemblea e quello del singolo condomino che ha notizia certa di un cattivo funzionamento
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img aledes
Salve, da 3 anni ho acquistato una stufa onnivora Girolami multicombustile. I tecnici hanno installato la canna fumaria della stufa nella canna preesistente di un caminetto,...
aledes 14 Ottobre 2020 ore 19:02 7
Img lisasanti
Salve a tutti, vorrei rivestire la canna fumaria proveniente dal piano inferiore, dov'è stata posizionata una stufa a legna. Vorrei realizzare una colonna. mi hanno...
lisasanti 29 Settembre 2020 ore 10:16 1
Img igor-lupo
Buongiorno, abito in un condominio dove tutti hanno il riscaldamento autonomo con caldaia a tiraggio naturale. 13 anni fa, abitando all'ultimo piano, ho deciso di staccarmi dalla...
igor-lupo 31 Luglio 2020 ore 14:58 5
Img bettino3
In questi giorni per ottemperare alla normativa sugli impianti e i relativi scarichi è stata giustapposta nel mio condominio sotto al mio appartamento una canna fumaria in...
bettino3 27 Luglio 2020 ore 18:42 2
Img deky28
Buongiorno, Sto combattendo con questo problema da due anni senza nessuna risoluzione. Praticamente ho la caldaia in cucina e lo scarico fumi va in canna fumaria.Staccando il tubo...
deky28 27 Aprile 2020 ore 13:13 9