Alterazione del decoro architettonico e poteri dell'amministratore

NEWS Amministratore di condominio31 Ottobre 2011 ore 15:06
Sie definisce il decoro architettonico come bene comune, a tutti i condomini, costituito dall'insieme degli elementi, linee architettoniche, ecc. l'estetica di un edificio.

Alterazione del decoro condominialeIl codice civile non fornisce la nozione di decoro architettonico né tanto meno chiarisce come esso debba essere considerato.

Al silenzio della legge hanno supplito, come spesso accade, le pronunce della Cassazione e dei giudici di merito.

In questo contesto è opinione dominante quella che definisce il decoro architettonico come bene comune (a tutti i condomini) costituito dall'insieme degli elementi (linee architettoniche, fregi, ecc.) in grado i caratterizzare, sia pur in modo estremamente semplice, l'estetica di un edificio (cfr. tra le tante Cass. n. 851/07).

Con ciò la Cassazione ha voluto evidenziare che può denotarsi un particolare aspetto estetico meritevole di tutela sia nel palazzo di particolare pregio storico ed artistico sia nella semplice costruzione moderna.


Quando può dirsi che un intervento altera l'estetica?

Secondo la Cassazione l'apprezzabilità dell'alterazione del decoro deve tradursi in un pregiudizio economico che comporti un deprezzamento sia dell'intero fabbricato che delle porzioni in esso comprese, per cui, sotto tale profilo, è necessario tener conto dello stato estetico del fabbricato al momento in cui l'innovazione viene posta in essere (così Cass. 25 gennaio 2010 n. 1286).

Sia l'assemblea che in singolo condomino possono ledere il decoro dell'edificio.
Nel primo caso la soluzione è l'impugnazione della decisione che dispone l'intervento alterativo e l'eventuale remissione in pristino se l'opera è stata già effettuata.

Nel secondo caso il condominio , in persona dell'amministratore, potrà avanzare le medesime richieste direttamente contro il condomino esecutore dell'opera.In entrambe le ipotesi è lecito, contestualmente alla domanda di riduzione in pristino, domandare il risarcimento dei danni che l'intervento alterativo ha prodotto.

D'altronde se il danno all'estetica è danno economico perché non potrebbe essere possibile chiederne il ristoro?

Alterazione del decoroSe ad agire è il singolo nulla quaestio:
lui potrà avanzare le proprie richieste nella sua qualità di condomino.

Ma se ad agire è l'amministratore, egli per ciò che concerne la domanda risarcitoria potrà agire sulla base dei propri poteri o necessiterà di un'autorizzazione assembleare.

Alla domanda ha dato risposta il Tribunale di Roma propendendo per la prima soluzione.

Secondo l'ufficio giudiziario capitolino, infatti, poiché l'azione risarcitoria è volta alla salvaguardia di beni-interessi di rilevanza condominiale, quali il decoro architettonico, e al rispetto di precetti del regolamento interno di cui s'assume la trasgressione, essa rientra nel novero delle materie per le quali l'art. 1131 c.c. abilita l' amministratore all'avvio di relativa procedura giudiziaria anche in difetto di preventivo deliberato autorizzativo poiché comprese nel proprio ordinario mancipium, legittimazione che include ed abbraccia anche le eventuali connesse pretese risarcitone (v. Cass. 22.10.1998 n. 10474; Cass. 30.10.2009 n. 23065) (Trib. Roma 19 settembre 2011 n. 17849).

riproduzione riservata
Articolo: Alterazione del decoro e poteri dell'amministratore
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 3 voti.

Alterazione del decoro e poteri dell'amministratore: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Alterazione del decoro e poteri dell'amministratore che potrebbero interessarti
Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri
Provvedimenti dell'amministratore e diritti dei condomini

Provvedimenti dell'amministratore e diritti dei condomini

Condominio - La Cassazione, con una sentenza dello scorso 11 maggio, la n. 10347, torna ad occuparsi dei poteri dell?amministratore, dei loro limiti e del corretto
Amministratore di condominio e servitù

Amministratore di condominio e servitù

Condominio - L'amministratore di condominio non può agire in giudizio per ottenere il riconoscimento di una servitù perché questa azione non rientra tra i suoi poteri.

Amministratore di condominio, cause, poteri e limiti

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio ha il potere di agire e resistere in giudizio senza necessità di autorizzazione assembleare nelle materie di sua stretta competenza.

I provvedimenti dell'amministratore

Condominio - L'amministratore è il mandatario dei condomini. Egli agisce per loro nome e conto ai fini della gestione delle parti comuni dello stabile.

Attività fiscale dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio, quale legale rappresentante dei condomini, deve compiere l'attività fiscale inerente la gestione dell'edificio in condominio.

L'amministratore della comunione

Condominio - Nella prassi quotidiana, non fosse altro per le maggiori difficoltà pratiche dovute alla gestione, si è soliti affrontare e analizzare le problematiche

Pensilina condominiale, distanze e decoro

Condominio - La pensilina condominiale deve rispettare l'aspetto estetico dell'edificio in cui viene installata per non sollevare obiezioni relative al decoro architettonico.

L'amministratore di condominio e le cause condominiali

Condominio - Il ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img savevita
Nel palazzo vogliono istallare dei fari per evitare i furti questi dovrebbero essere istallati sui muri della casa.Io sostengo che le luci non impediscono i furti tanto più...
savevita 22 Gennaio 2014 ore 17:36 1
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img nounou
Salve,Ho una domanda da porvi:Può un amministratore di condominio richiedere in assemblea un badget straordinario (di parecchi euro) ai condomini per coprire le spese...
nounou 18 Settembre 2007 ore 15:47 2
Img scarpantibus
Buon pomeriggio,volevo formulare un quesito a questo forum.Abito in una palazzina di 16 appartamenti in orizzontale divisi su due piani, gli appartamenti inferiori sono tutti con...
scarpantibus 23 Gennaio 2014 ore 14:04 1
Img benetony
Nel mio condominio che comprende 8 appartamenti si e discusso di ristrutturare alcune parti della facciata e un lanternino perché un po' fatiscenti.Ora durante un'assemblea...
benetony 21 Novembre 2013 ore 16:21 12
REGISTRATI COME UTENTE
304.655 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Internorm
  • Vimec
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.